You are on page 1of 32

Quindicinale Anno XXXIV

10.05.2012
Numero

595
periodico di attualit dei comuni di alano di piave, quero, vas, segusino

Profilo artistico di Francesco Guerra - pag. 2-3 La Festa di Primavera al Parco del Piave di Fener - pag. 4 Consiglio Comunale di Alano - pag. 5 Casa di Riposo di Alano: lex Casa Nani adibita a comunit alloggio - pag. 13 A Quero arriva lUniversit degli adulti/anziani - pag. 20
http://digilander.libero.it/tornado
Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80

Chiuso in redazione il 30.04.2012


Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL

AL MOLIN TODOVERTO
RISTORANTE - PIZZERIA

Per rinnovare la tua casa S.N.C.

di Todoverto Paolo & C.

imbiancature interni - esterni termocappotti - spatolati


ALANO DI PIAVE Via Caduti e Dispersi in Russia Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084

Statale Feltrina, 25 - Quero (BL) NOVIT: ABBIGLIAMENTO

Jger sport

BIMBO/A da 0 a 14 anni

SPECIALIT PESCE
PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129
- CHIUSO IL MARTED -

ALANO DI PIAVE

Abbigliamento: Running, caccia, trekking, completi sci e accessori MARCHI: SAUCONY - NICO - AST - GREAT ESCAPES - KARPOS MARCHI CACCIA: CBC - UNIVERS DAL MARTED AL SABATO 9.00-12.30/16.00-19.00 CHIUSO IL LUNED

per ulteriori informazioni tel. 347 6631699

TERMOIDRAULICA

GIERRE
di Gallina E. & Rizzotto P. snc 32031 ALANO DI PIAVE (BL) - Via Antonio Nani, 14 E-mail: termoidraulica.gierre@virgilio.it

Edoardo cell. 335.5958833

Paolo cell. 347.7091740

CONSULENZE MIOTTO
DOTT. ANTONIO MIOTTO
PROFESSIONALIT E PUNTUALIT AL TUO SERVIZIO
CONSULENZA IN: *MATERIA FISCALE: MODELLO DI DICHIARAZIONE DEI REDDITI, CALCOLO DETRAZIONI FISCALI, CALCOLO I.M.U. ITER FISCALI RISTRUTTURAZIONE IMMOBILI (36% E 55%) * PREVIDENZE COMPLEMENTARI E GESTIONE RISPARMIO

SI EFFETTUANO CONSULENZE ANCHE A DOMICILIO


VIA NAZIONALE, 38 - QUERO (BL) CELL. 347 9640262 E-MAIL: consulenze.miotto@gmail.com
il tornado Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER (Belluno). direttore responsaBile: Mauro Mazzocco. redattori: Sandro Curto, Silvio Forcellini. collaBoratori: Alessandro Bagatella, Francesco Dal Canton, Ivan Dal To, Gianni De Girardi, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, Ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Antonio Spada, Andrea Tolaini. aBBonamenti: italia Abbonamento annuale (18 numeri) 20,00 estero Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00. LABBONAMENTO PU ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER; 2- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: negoZio da milio - Alano; pasticceria dolci pensieri - Fener - Bar Jole - Fener; mauro maZZocco - Quero; alessandro Bagatella - Quero; Bar piave Carpen - locanda solagna - Vas; antonio deon - Vas; Bar Bollicine - Scalon; BaZar di a. verri - Segusino.

cronaca

A Caselle Torinese il primo incontro nazionale


dei giornali delle Pro Loco
di Paolo Ribaldone
Caselle Torinese. Per festeggiare i 40 anni di vita del suo giornale Cose Nostre, la Pro Loco di Caselle Torinese, sabato 24 marzo, ha ospitato il primo incontro nazionale rivolto ai giornali nati nellambito delle pro loco italiane. Una splendida giornata di sole ha accolto i delegati di 16 testate giornalistiche, provenienti da 11 diverse regioni dItalia. Finalit dellincontro era sondare il presente e il futuro di questa particolare piccola editoria indipendente, nonch gettare le basi per nuove possibili proficue collaborazioni. A fare gli onori di casa, a Caselle Torinese, il presidente della Pro Loco cittadina, Giampiero Barra, con i rappresentanti dellamministrazione comunale e con il presidente dellUNPLI Torino, Fabrizio Ricciardi. Al convegno ha portato i saluti dellUNPLI il consigliere nazionale Pino Gallo, che ha ricordato limportanza delle pro loco e dei loro giornali, per far conoscere lItalia delle mille culture, nonch la rilevanza dellindotto economico connesso. E avvenuta quindi la presentazione, da parte di Paolo Ribaldone per la Pro Loco di Caselle, del lavoro di ricerca fatto per lindividuazione delle circa 50 testate presenti nelle varie regioni dItalia, fase propedeutica indispensabile per lorganizzazione del convegno. Da rilevare che delle 50 individuate e contattate, ben 34 erano presenti nella mostra allestita per loccasione, a fianco della mostra storica sui 40 anni del giornale di Caselle. Fra i

giornali esposti, anche Il Tornado (vedi foto), che stato anche segnalato, nella presentazione della ricerca, come unico, fra quelli individuati in tutta Italia, con frequenza duscita quindicinale. Sono seguiti gli interventi dei delegati delle UNPLI regionali che editano proprie riviste, e quindi la tavola rotonda fra i delegati dei giornali, vivacemente condotta da Elis Calegari, direttore di Cose Nostre di Caselle, con le conclusioni da parte di Giuliano Degiovanni, vicepresidente dellUNPLI Piemonte. Fra i vari giornali presenti, diverse erano le realt di provenienza (comunit rurali in alcuni casi, cittadine di medie dimensioni in altri), diverse le periodicit di uscita ed i formati di impaginazione; alcuni a distribuzione gratuita, altri venduti in abbonamento e in edicola con diversi modelli economici di riferimento. Nonostante queste differenze, molto pi forti sono risultate le identit di intenti e di sentimenti. Su alcuni concetti e linee guida emersa infatti esserci piena condivisione. Vale a dire la consapevolezza dellimportanza di mantenere dritta la barra del giornalismo libero ed indipendente, non asservito ad alcun schieramento politico. Ma anche la volont per questi giornali, nati per essere cronaca dei fatti nostri, di aprirsi allesterno e copiare il meglio degli altri. E stato, inoltre, sottolineato il pieno accordo nel valorizzare lItalia delle mille culture e tradizioni, in forte sintonia con lo spirito delle celebrazioni di Italia 150, nonch la volont di affiancare alla funzione tradizionale di comunicazione con gli appartenenti alla propria comunit, sia residenti che emigrati, quella di veicolo di inclusione per i nuovi arrivati. Tutti gli intervenuti alla tavola rotonda hanno evidenziato la volont di riscatto e di uscita dallombra da parte delle tante piccole realt locali, grazie anche alla voglia delle giovani generazioni a divenirne protagoniste. Fra le proposte operative e concrete emerse dallincontro di Caselle, quella di utilizzare i supporti di comunicazione a basso costo, resi disponibili da Internet, per interagire e mettere in comune materiale giornalistico, quali articoli, rubriche e la pubblicizzazione degli eventi. A tale scopo si proposta limplementazione di un forum dedicato, pi produttivo e mirato rispetto ai social network ritenuti pi dispersivi. E stata infine espressa da parte di tutti la volont di ripetere lincontro a cadenza periodica. Invito raccolto dalla Pro Loco di Spilimbergo, che ha avanzato la candidatura di ospitare il secondo convegno nazionale dei giornali editi dalle Pro Loco, da tenersi a giugno 2013, in concomitanza con i 50 anni della sua rivista Il Barbacian.

aSTErISco

(M.M.) La scomparsa dellartista Francesco Guerra ci ha colto tutti di sorpresa, lasciandoci, una volta di pi, attoniti di fronte al mistero della vita e della morte. A ricordo di questo grande artista pubblichiamo il profilo stilato per noi dal Prof. Marco Carlotto, estimatore di Guerra e curatore del sito che ne ripercorre la parabola artistica. Gli siamo grati per questa collaborazione, che si accompagna al saluto della signora Fabriella Zauli, moglie del professor Guerra, che qui riportiamo integralmente, e che ringraziamo per averci concesso luso delle immagini delle opere di Francesco Guerra, al quale dedichiamo anche la copertina.

Profilo artistico di Francesco Guerra


di Marco Carlotto
Francesco Guerra nasce il primo dicembre 1927 a Quero, in una vecchia casa con annessa una falegnameria. Il padre Giovanni, in una limpida alba di aprile mi hai valente artigiano, gli insegna presto a lasciato in silenzio, comera nel tuo lavorare il legno. stile, quasi non volessi disturbarmi. Nel 1947, dimostrando una buona Non stancarti mi avevi detto la predisposizione per il disegno, si iscrive alla sera prima, quando ci siamo saluscuola di disegno applicato alle arti e ai tati lultima volta. Ti chiamer io mestieri Luigi Serena di Montebelluna, domani mattina. Invece al mattino, istituto creato e diretto dallarchitetto Piero al telefono non ceri tu. Celotto. Fra gli insegnanti di Francesco c Se ora alzo appena lo sguardo, un anche il professor Nino Rizzardini, pittore che po offuscato, vedo ovunque la tua diventa presto uno dei suoi primi maestri e lo presenza. Tutto mi parla di te, inizia alla tecnica dellacquerello. A scuola si dalloggetto pi semplice, alle sculdistingue per creativit ed impegno, tanto che ture, ai quadri appesi alle pareti, larchitetto Celotto gli offre lincarico di insesui cavalletti gnante di disegno presso lo stesso istituto. Il nostro stato un rapporto che I primi dipinti di Francesco, realizzati tra il abbiamo via via costruito nel ri1953 ed il 1956, sono degli acquerelli e degli spetto reciproco. Spesso ci capitaoli di carattere figurativo (paesaggi e nature va di capirci anche senza parlare. morte) e di impronta post-impressionista e Eri una persona cos bella dentro realista. In questo periodo Guerra comincia a che ti trovavi a disagio nel mondo visitare sempre pi spesso gallerie darte ed attuale, che archivia un certo tipo esposizioni; si reca con assiduit a Venezia in di sensibilit e che ha sostituito i occasione della Biennale dArte a partire dal veri valori con la banalit e super1954: qui viene a contatto diretto con le opere ficialit, la mercificazione. delle avanguardie italiane e straniere. Sarai sempre nel mio cuore e, di Nel 1959 Francesco lascia lambiente di questo ne sono sicura, nei ricordi Montebelluna e comincia ad insegnare di coloro che avevano imparato a disegno ed attivit tecniche presso lIstituto di conoscerti profondamente. Avviamento Professionale di Quero. Fabriella Nel 1967 Guerra insegna a Feltre, presso lIstituto Tecnico Industriale, ruolo che ricoprir, con qualche breve interruzione, fino al 1974. Negli stessi anni, la passione per la pittura lo assorbe completamente e nei lavori di questo periodo gi chiaramente visibile un cambiamento di linguaggio espressivo, rispetto ai primi lavori, nella direzione di un proprio stile. Nel 1969 Francesco espone alle prime mostre collettive, presso Montebelluna, con il Gruppo Quattro, di cui oltre a Guerra fanno parte Giulio Celotto (il figlio dellarchitetto), Nino Rizzardini e Roberto Poloni. Nel 1970 Francesco tiene la sua prima importante esposizione personale presso la galleria Notes di Verona: qui egli porta opere di grande valore che raffigurano soprattutto cavalli, uno dei suoi temi preferiti e migliori, e per i quali diviene famoso. La mostra ottiene notevole successo. La pittura di questo periodo appare nervosa, gestuale; le forme sono stilizzate e quasi deformate; i colori sono forzati e non naturalistici. Lartista realizza dei dipinti drammatici e decisamente espressionisti nei quali ci che conta non ritrarre la realt circostante cos come la vedono i nostri occhi, ma esprimere, attraverso una visione fortemente soggettiva della realt, la propria interiorit. Nel 1974 Francesco smette di insegnare e decide di aprire una propria galleria, La Meridiana, nel centro di Feltre: essa diviene in breve tempo un punto di incontro di pittori (Bruno Milano, Giovanni Pivetta), scultori e appassionati darte. Verso la met degli anni Settanta Guerra elabora una nuova tecnica pittorica: si tratta di una pittura su carta che prima stata stropicciata e poi incollata su un supporto rigido; leffetto sfumato che ottiene molto particolare ed originalissimo. Allinizio degli anni Ottanta Francesco apprende anche lantica tecnica dellaffresco e la interpreta in maniera moderna e personale per tutto il decennio. Le opere di questo periodo divengono pi chiare e luminose. Lartista abbandona lespressionismo per iniziare un nuovo percorso che, passando attraverso una figurazione di impronta postcubista, lo porter gradualmente verso un astrattismo sostanzialmente geometrico. Gli affreschi degli anni Ottanta vengono esposti nel 1982 e nel 1984 in due personali che si tengono presso la galleria Farneti di Forl e nel 1983 presso la galleria 14 di Firenze. Negli anni Ottanta Francesco inizia a cimentarsi anche con lincisione e la serigrafia. Si fa realizzare un torchio con cui poter stampare le proprie incisioni (puntesecche e acqueforti), che realizza sempre a basse tirature.

Ciao Francesco,

aSTErISco

Nel 1986 Guerra prende la decisione di chiudere la sua galleria feltrina: da questo momento la pittura diviene la sua unica occupazione. Nel 1987 Francesco d vita, insieme a nove altri artisti (tra i quali Marco Bellotto, Franco Vergerio e Walter Bernardi) al gruppo La Meridiana (cos chiamato in ricordo della galleria feltrina). Nei primi anni Novanta Francesco inizia ad eseguire diversi quadri servendosi del legno. Incollando su una superficie rigida delle sagome lignee precedentemente tagliate, lavorate e colorate, lartista realizza delle splendide composizioni astratte che definisce legni policromi. Nel 1995 Guerra presente alla rassegna Arte Fiera Padova 95 dove raccoglie un lusinghiero successo, tanto che alcune delle sue opere vengono pubblicate sul catalogo della mostra. In quello stesso anno i fratelli Marco e Paolo Bellotto, insieme al critico darte Antonella Alban, realizzano un catalogo generale e riassuntivo dellintera esperienza artistica di Francesco. Nella seconda met degli anni Novanta, Guerra realizza le prime sculture: sono opere eleganti, ricercate, raffinate e rappresentano un valido arricchimento della sua produzione artistica. Nel 1998 il gruppo artistico La Meridiana espone presso il Palazzo Crepadona, a Belluno. Nel 2002 Guerra d vita a un nuovo gruppo artistico (insieme a Marco Bellotto, Giovanni Biroli, Silvano Brancher e Santorossi) che prende il nome dallanno in cui viene fondato, scegliendo di chiamarsi semplicemente Gruppo 2002; la prima esposizione del neonato gruppo si tiene presso Villa Benzi Zecchini a Caerano San Marco, in provincia di Treviso, proprio in quellanno. Nel 2005 Francesco impegnato in una mostra personale dal titolo Tra razionalit ed immaginazione, allestita presso il Centro Informazioni di Via Claudia Augusta, in Piazza Maggiore, a Feltre. In quelloccasione lartista riporta su un foglietto questo pensiero che rimane visibile, su un tavolo, per tutta la durata della mostra e che riassume la sua filosofia artistica: Le forme ed i colori, tradotti in armonia, producono di per s poesia. Lautore della frase Paul Gauguin, ma a differenza dellartista francese, per Guerra le forme non sono figurative e larte che egli sente ormai da tempo come propria unarte totalmente astratta. Nel 2008 Jacopo Romanelli, uno studente veneziano dellUniversit Ca Foscari, dedica la sua tesi di Laurea a Francesco: il titolo del suo lavoro La tridimensionalit di Francesco Guerra. Romanelli sostiene che il percorso artistico intrapreso da Guerra contraddistinto da una ricerca che gradualmente ha accompagnato lartista verso il raggiungimento della tridimensionalit: Francesco infatti ha iniziato a dipingere su superfici piatte; poi passato alla carta stropicciata, contraddistinta da molteplici rugosit; quindi allaffresco, la cui superficie materica ricca di rilievi; poi ai legni policromi, caratterizzati dalla sovrapposizione di strati di legno; infine, lartista approdato alle sculture lignee, il cui spessore ha permesso a Guerra di raggiungere la tridimensionalit pura. Nel 2009 Francesco dona unopera alla Galleria dArte Moderna Carlo Rizzarda di Feltre, in vista dellallestimento di una sala permanente dedicata agli artisti feltrini del secondo dopoguerra. Nello stesso anno egli espone presso il Palazzo delle Contesse di Mel, insieme a Marco Bellotto, Silvano Brancher e Santorossi: la mostra riscuote un grande successo di pubblico e di critica. Sempre nel 2009, lartista tiene la sua ultima personale nel centro di Asolo, in un palazzo situato in via Regina Cornaro: espone legni, carte di grandi dimensioni e sculture astratte. Allinizio del 2012 Francesco inizia a lavorare per una nuova mostra da tenersi in ottobre presso Villa Barbarigo, sede del Comune di Noventa Vicentina, ma il 2 aprile muore improvvisamente, a causa dellacutizzarsi di unultradecennale disfunzione cardiaca, durante un breve ricovero presso lospedale di Treviso. Alla moglie Fabriella ed al figlio Umberto lascia, oltre al ricordo di s, una casa piena zeppa di opere raffinate ed incredibilmente belle, scelte e conservate con cura.

cronaca

di Silvio Forcellini di Silvio Forcellini Che bello vedere finalmente il Parco del Piave di Fener invaso dai bambini, come peraltro - a mio modesto avviso - doChe bello vedere finalmente il Parco del Piave di Fener invaso dai bambini, come peraltro - a mio modesto avviso - doil peraltro - a mio modesto avviso - doChe bello vedere finalmente E Parco del Piave di Fener invaso dai bambini, come Loco di Fener, che ha proposto per la vrebbe avvenire pi spesso. il Parco del Piave di Fener invaso dai bambini, come peraltro - a mio modesto avviso - doChe bello vedere finalmente successo domenica 29 aprile, per volont della Pro vrebbe avvenire pi spesso. E successo domenica 29 aprile, per volont della Pro Loco di Fener, che ha proposto per la vrebbevolta la Festa di Primavera riservata ai pi29 aprile,Lassociazione ora guidata di Fener, che ha proposto per la avvenire pi spesso. E successo domenica piccoli. per volont della Pro Loco da Lorenza Segato, coadiuvata prima avvenire pi spesso. E successo domenica vrebbevolta la Festa di Primavera riservata ai pi29 aprile,Lassociazione ora guidata di Fener, che ha proposto per la per volont della Pro Loco prima volta la Festa di Primavera riservata ai pi piccoli. Lassociazione ora guidata da Lorenza Segato, coadiuvata prima piccoli. nelloccasione Festa staff molto nutrito e intraprendente, pu dirsi soddisfatta di questa da Lorenza Segato, coadiuvata prima volta lada uno di Primavera riservata ai pi piccoli. Lassociazione ora guidata prima uscita. Al mattino i bamda Lorenza Segato, coadiuvata nelloccasione da uno staff molto nutrito e intraprendente, pu dirsi soddisfatta di questa prima uscita. Al mattino i bamnelloccasione da uno nei giochi di una volta, come il campann, predisposti conquesta prima Fulvio Pisan con laiuto di bini si sono cimentati staff molto nutrito e intraprendente, pu dirsi soddisfatta di maestria da uscita. Al mattino i bamnelloccasione da uno nei giochi di una volta, come il campann, predisposti conquesta prima Fulvio Pisan con laiuto di staff molto nutrito e intraprendente, pu dirsi soddisfatta di maestria da uscita. Al mattino i bambini si sono cimentati nei giochi di una volta, come il campann, predisposti con maestria da Fulvio Pisan con laiuto di bini si sono cimentati Stefano Pisan. Damiano Doumbia, invece, li ha tenuti impegnati da par suo con esercizi di giocoleClaudio Dal Canton e bini si sono cimentati nei giochi di una volta, come il campann, predisposti con maestria da Fulvio Pisan con laiuto di Claudio Dal Canton e Stefano Pisan. Damiano Doumbia, invece, li ha tenuti impegnati da par suo con esercizi di giocoleCanton e Stefano Pisan. Damiano Doumbia, invece, li ha tenuti impegnati da par suo con esercizi di Claudio Dal pranzo preparato dallo staff della Pro Loco, hanno assistito allapplauditissimo spettacolo di burattini giocoleria. Dopo il Canton e Stefano Pisan. Damiano Doumbia, invece, li ha tenuti impegnati da par suo con esercizi di giocoleClaudio Dal pranzo preparato dallo staff della Pro Loco, hanno assistito allapplauditissimo spettacolo di burattini Il merria. Dopo il pranzo preparato dallo staff della il Il merria. Dopolegnate realizzato da Paolo Rech e Pro Loco, hanno assistito allapplauditissimo spettacolo diessersi cimentati cante di il pranzo preparato dallo staff della Pro Loco, hanno assistito allapplauditissimo spettacolo di burattini Il merria. Dopolegnate realizzato da Paolo Rech e Nelso Salton, due autentici maestri del genere. E dopo essersi cimentati burattini Il mercante di legnate realizzato da Paolo Rech e Nelso Salton, due autentici maestri del genere. E dopo essersi cimentati canteclassica pentolaccia, sempre con la regia di Fulvio Pisan, autentici maestri del magie del dopo di Nelso Salton, due sono stati rapiti dalle genere. E fantasista Nicola Paunella di legnate realizzato canteclassica pentolaccia, da Paolo Rech regia di Fulvio Pisan, autentici maestri del magie del dopo essersi cimentati e Nelso Salton, genere. nella classica pentolaccia, sempre con la regia di Fulvio due sono stati rapiti dalle magie E fantasista Nicola Paunella sempre con la rapiti dalle letti, che ha strappato le risate non solo dei pi piccini (vistiPisan, sono statie Silvestro Forcellinidel fantasista Nicola Paunella classica pentolaccia, sempre con la regia di Fulvio Enrico Storgato rapiti dalle magie con le lacrime agli occhi). letti, che ha strappato le risate non solo dei pi piccini (vistiPisan, sono statie Silvestro Forcellinidel fantasista Nicola PauEnrico Storgato e Silvestro Forcellini con le lacrime agli occhi). letti, che ha strappato le risate non solo dei pi piccini (visti Enrico tavole imbandite per il Nutellacon le lacrime agli occhi). Dulcis in fundo, proprio il caso di dirlo, hanno preso dassalto le Storgato e Silvestro Party. Lintera giornata, letti, che ha strappato le risate non solo dei pi piccini (visti Enrico tavole imbandite perForcellini con le lacrime agli occhi). Storgato Dulcis in fundo, proprio il caso di dirlo, hanno preso dassalto le tavole imbandite per il Nutella Party. Lintera giornata, Dulcis in fundo, proprio il caso di dirlo, curato da Dj Moreno e Dj Franz. Un appuntamento senzaltro da Lintera giornata, il Nutella Party. ripetere. inoltre, ha avuto un sottofondo musicale hanno preso dassalto le tavole Dulcis in fundo, proprio il caso di dirlo, curato da Dj Moreno e Dj Franz. imbandite per il Nutella Party. Lintera giornata, hanno preso dassalto le inoltre, ha avuto un sottofondo musicale Un appuntamento senzaltro da ripetere. inoltre, ha avuto un sottofondo musicale curato da Dj Moreno e Dj Franz. Un appuntamento senzaltro da ripetere. inoltre, ha avuto un sottofondo musicale curato da Dj Moreno e Dj Franz. Un appuntamento senzaltro da ripetere.

La Festa di Primavera al Parco del Piave di Fener La Festa di Primavera al Parco del Piave di Fener La Festa di Primavera al Parco del Piave di Fener di Silvio Forcellini di Silvio Forcellini

Coronata dal successo la manifestazione proposta per la prima volta dalla Pro Loco Coronata dal successo la manifestazione proposta per la prima volta dalla Pro Loco Coronata dal successo la manifestazione proposta per la prima volta dalla Pro Loco Coronata dal successo la manifestazione proposta per la prima volta dalla Pro Loco

Sopra: un folto pubblico Sopra: un folto pubblico Sopra: allo folto pubblico assiste un Sopra: un spettacolo di assiste allo folto pubblico assiste allo spettacolo di spettacolo di burattini; assiste i bambini giocaburattini;allo spettacolo di burattini; i bambini giocai bambini giocano alla pentolaccia. burattini; i bambini giocano alla pentolaccia. no alla pentolaccia. no alla pentolaccia. Al centro: ancora lo spetAl centro: ancora lo spetAl centro: ancora lo spettacolo di burattini; LorenAl centro: ancora tacolo di burattini; lo spettacolo di burattini; LorenLorenza Segato tra Paolo Rech tacolo di tra Paolo Rech za Segatoburattini; Lorenza Segato Salton; Nicola tra Paolo Rech e za Nelso tra Paolo Rech e Segato Salton; Nicola e Nelso Salton; Nicola Nelso Pauletti. e Nelso Pauletti. Salton; Nicola Pauletti. Pauletti. Sotto: ancora Nicola Sotto: ancora Nicola ancora Nicola Sotto: le nuove bariste Pauletti; ancora Nicola Sotto: Pauletti; le nuove bariste Pauletti; leLoco di bariste della Pro nuove Fener Pauletti; nuove della ProleLoco di bariste della Pro Loco di Fener Fener Martina e Valentina; Lorenza Segato si cimenta nella pentolaccia sotto gli occhi di Fulvio Pisan. della Pro Loco di Fener Martina e Valentina; Lorenza Segato si cimenta nella pentolaccia sotto gli occhi di Fulvio Pisan. Martina e Valentina; Lorenza Segato si cimenta nella pentolaccia sotto gli occhi di Fulvio Pisan. Martina e Valentina; Lorenza Segato si cimenta nella pentolaccia sotto gli occhi di Fulvio Pisan. Foto di Silvio Forcellini Foto di Silvio Forcellini Foto di Silvio Forcellini Foto di Silvio Forcellini

5
Consiglio comunale di Alano Consiglio comunale di Alano

cronaca

approvato ilalanese (con lastensionefinanziario 2011, che si Futura con un avanzo di amministrazione di 212.921,93 . Il Consiglio rendiconto dellesercizio di Luigi Spada di Alano chiuso e di Mario Jos Collavo di Futuro Giovani) ha poi Di questa il rendiconto dellesercizio stati inseriti nel capitolofondi per finanziamento amministrazionecapitale, mentre approvato cifra, 134.709,31 sono finanziario 2011, che si chiuso con un avanzo di spese in conto di 212.921,93 . 78.212,62 cifra,quello fondi sono stati inseriti lincertezza dei trasferimenti statali). Ilspese in conto capitale, mentre Di questa in 134.709,31 non vincolati (data nel capitolo fondi per finanziamento patrimonio netto del Comune di Alano - ha in quello il sindaco Bogana nellesposizione ammonta a 6.639.278,16 , mentre il conto economico 78.212,62 proseguitofondi non vincolati (data lincertezza -dei trasferimenti statali). Il patrimonio netto del Comune di dellesercizioproseguito il sindacorisultato pari a -73.764,70 - ammonta attivi dellanno 2011 e precedenti, da riportare Alano - ha 2011 evidenzia un Bogana nellesposizione . I residui a 6.639.278,16 , mentre il conto economico nellesercizio 2012, ammontano a risultato pari a -73.764,70 . a 1.392.476,43 dellanno 2011 e precedenti, da diminuite dellesercizio 2011 evidenzia un 1.005.332,40 , quelli passivi I residui attivi , mentre le spese correnti sono riportare del 3,12%, le entrate correnti del 2,84%. Infine, debito residuo di 3.932.646,79 , gli spese correnti sono diminuite nellesercizio 2012, ammontano a 1.005.332,40 ,ilquelli passivi a 1.392.476,43 , mentre le interessi passivi su prestiti in ammortamento ammontano invece2,84%. Infine, . debito residuo di 3.932.646,79 , gli interessi passivi su prestiti in del 3,12%, le entrate correnti del a 173.811,00 il ammortamento ammontano inveceservizi resi ai cittadini, il sindaco ha fornito alcuni dati: per il funzionamento della scuola Per quanto riguarda poi i costi dei a 173.811,00 .

di Silvio Forcellini Alano cavia del porta a porta spinto. E infatti intenzione dellAmministrazione - comunicata nel corso del consiglio comunale riunitosi nella a porta di sabato infatti intenzione dellAmministrazione - comunicata nel domicilio consiglio Alano cavia del porta mattinata spinto. E 28 aprile - far partire entro lanno il servizio di raccolta a corso del relativo a umido, plastica, carta e vetro (servizio di raccolta che andrpartire entro lanno ildel rifiutodi raccolta a domicilio gi in atto comunale riunitosi nella mattinata di sabato 28 aprile - far ad affiancare quello servizio secco indifferenziato, relativo a da tempo). Dal 1 giugno 2012 prender il via che andr porta relativo a umido (e Alano sar lunico Comune atto umido, plastica, carta e vetro (servizio di raccolta il porta a ad affiancare quello del rifiuto secco indifferenziato, gi indella Comunit Montana Feltrina assieme a Fonzaso) il porta a porta relativo umido (e Alano sar lunico Comune della da tempo). Dal 1 giugno 2012 prender il via e plastica; da ottobre 2012a(o, se non sar possibile, da gennaio 2013) il servizio riguarder Feltrina assieme a Per informare i cittadini delle novit (o, se non sar possibile, da gennaio 2013) il Comunit Montana anche carta e vetro.Fonzaso) e plastica; da ottobre 2012in materia, lAmministrazione ha previsto degli incontri riguarder anche carta e vetro. Per informare i cittadini delle novit in maggio lAmministrazione ha previsto degli servizio pubblici, che avranno luogo marted 15 maggio a Fener, venerd 18 materia, a Campo e marted 22 maggio ad Alano (vedi locandina avranno luogo altra parte del giornale). Anticipiamo solo che, quando il servizio sar a 22 maggio ad incontri pubblici, che informativa in marted 15 maggio a Fener, venerd 18 maggio a Campo e marted pieno regime, ogni famiglia avr in informativa in altra parte del giornale). Anticipiamo solo lumido, la carta e il vetro a pieno regime, Alano (vedi locandina dotazione quattro bidoncini per il secco indifferenziato, che, quando il servizio sar - tre quelle che usano il composter e dei sacchetti bidoncini per il secco indifferenziato, una riduzione e vetro - tre quelle che ogni famiglia avr in -dotazione quattroper la plastica. Tutto ci nellottica di lumido, la cartadei ilcosti (riduzione legata soprattutto a un porta a dei sacchetti per aumento della qualit nellottica di una riduzione dei costi (riduzione legata usano il composter - e porta corretto: un la plastica. Tutto ci dei rifiuti conferiti porter a una diminuzione dei costi di smaltimento, un porta a porta corretto: un aumento in tal senso, considerato un anno di prova: diminuzione dei dei vari soprattutto a con evidenti benefici per tutti). Il 2012, della qualit dei rifiuti conferiti porter a una i codici a barre costi di bidoncini - come ha ricordato il vicesindaco Giampaolo tal senso, considerato un anno il servizio iecodici a barre dei vari smaltimento, con evidenti benefici per tutti). Il 2012, in Spada - serviranno a monitorare di prova: ad apportare i dovuti correttivi. -Lobiettivo ricordato il vicesindaconecessario ilSpada - serviranno a monitorarecamion sulle ad apportare i dovuti bidoncini come ha quello di limitare al Giampaolo numero di svuotamenti: meno il servizio e strade, meno spese per il Comune e, di conseguenza, per i cittadini. correttivi. Lobiettivo quello di limitare al necessario il numero di svuotamenti: meno camion sulle strade, meno spese per il Comune e, di (con lastensione i cittadini. Il Consiglio alaneseconseguenza, per di Luigi Spada di Alano Futura e di Mario Jos Collavo di Futuro Giovani) ha poi

Approvato il rendiconto finanziario 2011, Approvato il rendiconto finanziario 2011, presto al via il porta a porta spinto presto al via ildiporta a porta spinto Silvio Forcellini

dellinfanziariguarda pro icapitedei servizi ciascuno dei 3001 residenti al 31/12/2011) di 11,24 , quello per della scuola Per quanto il costo poi costi (cio per resi ai cittadini, il sindaco ha fornito alcuni dati: per il funzionamento alunno di 443,97 ; per il funzionamento della scuola primaria il costo pro capiteal 31/12/2011) di 11,24 , quello per alunnoperdi dellinfanzia il costo pro capite (cio per ciascuno dei 3001 residenti di 19,73 , quello per alunno di 558,51 ; il funzionamento funzionamento della scuola primaria il il costo pro capite 19,73 , quello per alunno di 248,34 (e il 443,97 ; per il della scuola secondaria di primo gradocosto pro capite di di 6,95, quello per alunno di 558,51 ; peral riguardo delle spesescuola secondaria di primo dettail contenta capite di 6,95 , quello per alunno di 248,34un (e al funzionamento della per la scuola, Bogana si grado costo pro di spendere questi soldi, perch garantiscono alto livello formativo ai nostri la scuola, Bogana si nellelenco, per il spendere questi soldi, perch costo pro capite alto riguardo delle spese pergiovani). E, continuandodetta contenta di servizio di trasporto scolastico il garantiscono un di 14,30 , quello ai alunno utente E, servizio di 493,37 . Per livello formativo pernostri giovani).del continuando nellelenco, peril ilfunzionamento della biblioteca il costo pro capite di servizio di trasporto scolastico il costo pro 9,25 . Per la manutenzione delle strade comunali (84 chilometri) dei mezzi necessari, il costo il costo pro capite di 14,30 , quello per alunno utente del servizio di 493,37 . Per ilefunzionamento della bibliotecapro capite di 41,33 , quello Per la manutenzione delle . Per quanto concerne invece la raccolta necessari, il costo pro capite di il costo 9,25 .per chilometro di 1.476,59strade comunali (84 chilometri) e dei mezzie il trasporto dei rifiuti solidi urbani,41,33 , per quintale di rifiuto indifferenziato di 178,72 , quello perinvece la di rifiuto differenziato dei rifiuti solidiquanto riguarda quello per chilometro di 1.476,59 . Per quanto concerne quintale raccolta e il trasporto 27,60 . Per urbani, il costo infine gli organi istituzionali (sindaco, di 178,72 consiglieri), il costo pro capite di 11,66 27,60 personale dipendente per quintale di rifiuto indifferenziato assessori,, quello per quintale di rifiuto differenziato ; per il. Per quanto riguarda il costo pro capite di 106,48 ; per assessori, delle entrate il costo il costo pro di 11,66 ; per personale dipendente infine gli organi istituzionali (sindaco,la gestione consiglieri),tributarie pro capite capite di 4,90 il; per lufficio tecnico il costo pro capite di 36,13 . il costo pro capite di 106,48 ; per la gestione delle entrate tributarie il costo pro capite di 4,90 ; per lufficio tecnico il costo pro poi, di 36,13 . Approvatocapitecon una variazione al bilancio, uno stanziamento per un lavoratore socialmente utile (che quello gi in servizio da qualche mese, peraltro) che affiancher la squadra esterna anche socialmente utile (che quello gi in Approvato poi, con una variazione al bilancio, uno stanziamento per un lavoratore nel periodo estivo, quando il lavoro aumenta. In questo modo, e peraltro) che fine maggio delloperaio esterna anche nel periodo potr che migliorare. servizio da qualche mese, con il ritorno a affiancher la squadra in malattia, la situazione non estivo, quando il lavoro aumenta. uno storno di e con il dal fondo di riserva a causa di maggiori situazione non potr che spese che Effettuato In questo modo,2.785,53ritorno a fine maggio delloperaio in malattia, la spese legali. Si tratta dimigliorare. si

riferiscono uno storno diaddietro, relative fondo di al Tar di privati cittadini, poi spese nel nulla (ma non spese che di Effettuato a molti anni 2.785,53 dal a ricorsi riserva a causa di maggiori caduti legali. Si tratta di le parcelle si pertinenza del Comune, obbligato a costituirsi in al Tar di privati cittadini, si caduti nel - si (ma definitivamente riferiscono a molti anni addietro, relative a ricorsi giudizio). In questo modo poisono chiusenulla speranon le parcelle di situazioni pregresse. Lapidario, al riguardo, il sindaco: Certo che una modo si sono chiuse si spera Amministrazioni pertinenza del Comune, obbligato a costituirsi in giudizio). In questomaggiore attenzione da-parte delledefinitivamente precedenti nel chiudere certe pratiche. il sindaco: Certo che una maggiore attenzione da parte delle Amministrazioni situazioni pregresse. Lapidario, al riguardo, precedenti nel chiudere certe pratiche. Montana Feltrina per il servizio associato dei tributi, che comprender ora Integrata la convenzione con la Comunit

anche la la convenzione con la Comunit Montana Feltrina per servizio il previsto incontro pubblico slittato a ora Integrata gestione dellImup, la nuova tassa sugli immobili. A questoilproposito,associato dei tributi, che comprenderdata da destinarsi, dato che le indicazionitassa sugli immobili.dalquesto proposito, il previsto incontro pubblico slittato a data anche la gestione dellImup, la nuova in materia fornite A governo sono tuttora contraddittorie: Un tira e molla che esaspera!, hadato che il sindaco. da destinarsi, chiosato le indicazioni in materia fornite dal governo sono tuttora contraddittorie: Un tira e molla che esaspera!, ha chiosato il sindaco.annosa, stata accettata la proposta di permuta relativa a terreni di Fener, uno di Per regolarizzare una situazione

propriet comunale e situazione di cui si parlato nel precedente consiglio. Data relativa a terreni di Fener, uno Per regolarizzare unauno privato, annosa, erastata accettata la proposta di permuta la diversa metratura dei terreni, si di convenuto che ai privati interessati tocchi lonere dellanel precedente consiglio. Data la Nessun metraturaquindi, da parte propriet comunale e uno privato, di cui si era parlato stipula del contratto di permuta. diversa esborso, dei terreni, si del Comune di Alano. interessati tocchi lonere della stipula del contratto di permuta. Nessun esborso, quindi, da parte convenuto che ai privati delchiusura, il sindaco ha ringraziato i consiglieri Claudio Dal Zotto, Gioachino Tessaro e Angelo Zancaner che il giorno In Comune di Alano. prima - assieme a Giorgio ringraziato Andrea Zancaner e Toni Zancaner - avevano tagliato siepe ed erba nel piazzale don In chiusura, il sindaco ha Dal Zotto, i consiglieri Claudio Dal Zotto, Gioachino Tessaro e Angelo Zancaner che il giorno Pietro - assieme nel capoluogo.Zotto, Andrea Zancaner e Toni Zancaner - avevano tagliato siepe ed erba nel piazzale don prima Codemo, a Giorgio Dal Pietro Codemo, nel capoluogo.

aTTualIT

Comune di Alano di Piave Comune di Alano di Piave Serate informative Serate informative sulla raccolta differenziata porta a porta sulla raccolta (umido, plastica, carta e vetro) differenziata porta a porta
(umido, plastica, carta e vetro)

Marted 15 maggio, ore 20.30, a Fener presso la sala parrocchiale Marted 15 maggio, ore 20.30, a Fener presso la sala parrocchiale Venerd 18 maggio, ore 20.30, a Campopresso la sala parrocchiale Venerd 18 maggio, ore ore 20.30, ad Alano pressosala parrocchiale Marted 22 maggio, 20.30, a Campo presso la la palestrina Marted 22 maggio, ore 20.30, ad Alano presso la palestrina LA CITTADINANZA E INVITATA !!! LA CITTADINANZA E INVITATA !!!

Un matrimonio pu essere consenziente, riparatore o coercitivoma quali di Vittorio Alberti sono gli interessi che si nascondono in matrimoni politici? Nel Basso Feltrino ci sono delle novit; essereda alcuni mesi le amministrazioni di Quero equali Un matrimonio pu difatti consenziente, riparatore o coercitivoma Vas parlano interessi che si nascondono in matrimoniperseguire la strada della sono gli di matrimonio ed hanno deciso di politici? Nel Basso Feltrino fusione dellei novit; difatti da alcuni mesi le amministrazioni di Quero e Vas ci sono tra due comuni, iniziativa lodevole ma, come ogni iniziativa, il valore della matrimonio ed hannocom realizzata e da chi. Dopo lultimo parlano di medesima dipende da deciso di perseguire la strada della consigliotra i due comuni, iniziativa lodevole ma,amministrazioni dei due fusione comunale congiunto (a Vas), dove le come ogni iniziativa, il comunidella medesima dipende damatrimonio con e da chi. Dopo lultimo valore hanno auspicato questo com realizzata il consenso appiattito bianco-beige delle congiunto (a Vas), le medesime hanno deciso due consiglio comunale due minoranze, dove le amministrazioni dei di organizzare unaauspicato assemblee pubbliche per spiegare al popolo la comuni hanno serie di questo matrimonio con il consenso appiattito giustezza di questo progetto. bianco-beige delle due minoranze, le medesime hanno deciso di organizzare una serie di assemblee pubbliche per spiegare al popolo la Premettiamo che gli ipotizzati contributi e finanziamenti per le fusioni non ci giustezza visto la drammatica situazione economica di tutta lItalia, quindi saranno, di questo progetto. quali sono i vantaggiipotizzati contributi ePer il Comune di le fusioni non ci Premettiamo che gli per i due comuni? finanziamenti per Quero nessun saranno, visto la drammatica situazione economica di tutta lItalia, quindi quali sono i vantaggi per i due comuni? Per il Comune di Quero nessun

Questo matrimonio non sha da fareolETTErE al TornaDo sha da fare? di sha da Questo matrimonio non Vittorio Alberti fareo sha da fare?

lETTErE al TornaDo

vantaggio, mentre per il Comune di Vas sarebbe solamente sancito quello che da pi di quindici anni gi avviene, che nel municipio di Quero che si decidono le cose. vantaggio, mentre per il Comune di Vas sarebbe solamente sancito quello che da pi di quindici anni gi avviene, che Se vero che Vas, come comune al di sotto i 1000 abitanti, sarebbe costretto a unirsi in termini associativi con altri nel municipio di Quero che si decidono le cose. comuni, non ci sarebbe, di fatto, nulla di nuovo, perch la maggior parte delle competenze comunali sono state in questi Se vero che Vas, come comune al di sotto i 1000 abitanti, sarebbe costretto a unirsi in termini associativi con altri anni passate prima allUnione Sette Ville, per poi essere ripassate, con un bel gioco creativo, alla Comunit Montana comuni, non ci sarebbe, di fatto, nulla di nuovo, perch la maggior parte delle competenze comunali sono state in questi Feltrina. Mentre la sottrazione del ruolo degli assessori, giunta e consiglio potrebbe essere un miglioramento se lesempio anni passate prima allUnione Sette Ville, per poi essere ripassate, con un bel gioco creativo, alla Comunit Montana del Belgio, rimasto pi di un anno senza governo, ha portato un miglioramento dei conti e dellefficienza. La battuta, fatta Feltrina. Mentre la sottrazione del ruolo degli assessori, giunta e consiglio potrebbe essere un miglioramento se lesempio dal sindaco di Quero, che gi si sa chi sar il nuovo sindaco del Comune che uscir dalla fusione, indicando Andrea del Belgio, rimasto pi di un anno senza governo, ha portato un miglioramento dei conti e dellefficienza. La battuta, fatta Biasiotto sindaco di Vas, la dice lunga sulla volont di cambiare le cose e sui livelli democratici dei nostri paesi. dal sindaco di Quero, che gi si sa chi sar il nuovo sindaco del Comune che uscir dalla fusione, indicando Andrea Pertanto, quando Vas, la dice si fondono, potranno produrre o una mostruosit, dei il comune Biasiotto sindaco didue comuni lunga sulla volont di cambiare le cose e sui livelli democraticidovenostri paesi. pi grande divora il comune pi piccolo, o si potr creare un progetto per realizzare un nuovo comune migliore e differente dai Pertanto, quando due comuni si fondono, potranno produrre o una mostruosit, dove il comune pi grande due comuni di partenza. Pertanto, la via che stanno percorrendo i due sindaci di andare comune per comune, frazione per divora il comune pi piccolo, o si potr creare un progetto per realizzare un nuovo comune migliore e differente dai frazione, per convincere i cittadini della fusione o vantaggi completamente sbagliata e ripercorre la stessa via che ci due comuni di partenza. Pertanto, la via che stanno percorrendo i due sindaci di andare comune per comune, frazione per ha portato a questa crisi economica e sociale, escludendo per lennesima volta i cittadini e impedendo loro di fare le cose frazione, per convincere i cittadini della fusione o vantaggi completamente sbagliata e ripercorre la stessa via che ci giuste. Esempi illuminanti sono numerosi in Italia, dove si voluto, come comunit, riprendersi in mano il proprio destino. ha portato a questa crisi economica e sociale, escludendo per lennesima volta i cittadini e impedendo loro di fare le cose Pertanto: i cittadini non dovranno essere convinti alla fusione, ma dovranno essere loro a farla riaffermando in giuste. Esempi illuminanti sono numerosi in Italia, dove si voluto, come comunit, riprendersi in mano il proprio destino. che tipo di Comune vogliono vivere ed eliminando storture, sprechi e privilegi che hanno caratterizzato la storia Pertanto: i cittadini non dovranno essere convinti alla fusione, ma dovranno essere loro a farla riaffermando in degli ultimi decenni. che tipo di Comune vogliono vivere ed eliminando storture, sprechi e privilegi che hanno caratterizzato la storia Alcune domande di degli ultimi decenni.partenza. Verr prima il centro di Quero o quello di Vas? Per le frazioni, quale metodologia si user o dovranno fare la guerra le une contro le altre? Scalon verr dopo Carpen, Schievenin, Caorera e Marziai? Ci saranno Alcune domande di partenza. Verr prima il centro di Quero o quello di Vas? Per le frazioni, quale metodologia si user due Pro Loco in contrapposizione luna contro laltra o una sola Pro Loco? Negli ultimi dieci anni le associazioni di Quero o dovranno fare la guerra le une contro le altre? Scalon verr dopo Carpen, Schievenin, Caorera e Marziai? Ci saranno hanno ricevuto centinaia di migliaia di euro di contributi comunali per fini privati, si continuer con questo metodo anche due Pro Loco in contrapposizione luna contro laltra o una sola Pro Loco? Negli ultimi dieci anni le associazioni di Quero per le associazioni di Vas? Che garanzia avranno i cittadini di Vas di avere dei propri rappresentanti nel nuovo consiglio hanno ricevuto centinaia di migliaia di euro di contributi comunali per fini privati, si continuer con questo metodo anche comunale o saranno tutti di Quero? per le associazioni di Vas? Che garanzia avranno i cittadini di Vas di avere dei propri rappresentanti nel nuovo consiglio Com chiaro, i problemi sono innumerevoli e non sar una passeggiata e il rischio che alla fine ci troveremo in una comunale o saranno tutti di Quero? situazione peggiore dellodierna non da escludere. Fino ad ora le due maggioranze hanno deciso come spendere i Com chiaro, i problemi sono innumerevoli e non sar una passeggiata e il rischio che alla fine ci troveremo in una nostri soldi o quali erano le priorit, senza mai realmente interpellare i cittadini, fatta eccezione per quelle specie di finte situazione peggiore dellodierna non da escludere. Fino ad ora le due maggioranze hanno deciso come spendere i assemblee dove il sindaco fa visita alle frazioni, con panettone e bottiglia, e dove i cittadini si lagnano e poichi s visto nostri soldi o quali erano le priorit, senza mai realmente interpellare i cittadini, fatta eccezione per quelle specie di finte s visto. Pertanto, se vogliamo un Comune migliore, il metodo da usare deve essere quello della condivisione, dove i assemblee dove il sindaco fa visita alle frazioni, con panettone e bottiglia, e dove i cittadini si lagnano e poichi s visto cittadini decideranno quali sono le priorit e quali gli interventi in un progetto comune dove lunico fine sia la collettivit e s visto. Pertanto, se vogliamo un Comune migliore, il metodo da usare deve essere quello della condivisione, dove i la solidariet. In poche parole non saranno gli amministratori a decidere le cose ma dovranno essere i cittadini. cittadini decideranno quali sono le priorit e quali gli interventi in un progetto comune dove lunico fine sia la collettivit e Per esempio, per i residenti di Quero centro pi importante investire centinaia di migliaia di euro per il mulino Banchieri la solidariet. In poche parole non saranno gli amministratori a decidere le cose ma dovranno essere i cittadini. o potenziare, migliorare e mettere in sicurezza il percorso della Campagna Sud? Per Vas prioritario avere unattenzione Per esempio, per i residenti di Quero centro pi importante investire centinaia di migliaia di euro per il mulino Banchieri particolare per le frazioni e per le persone in difficolt e disoccupati o buttare ancora centinaia di migliaia di euro nel o potenziare, migliorare e mettere in sicurezza il percorso della Campagna Sud? Per Vas prioritario avere unattenzione museo della prima guerra mondiale, come se la medesima, prima guerra mondiale, fosse lunico fatto di rilievo della vita particolare per le frazioni e per le persone in difficolt e disoccupati o buttare ancora centinaia di migliaia di euro nel dei vassesi? Se nei restanti ottomila comuni italiani si sono verificati gli stessi sprechi e opere inutili che abbiamo visto nel museo della prima guerra mondiale, come se la medesima, prima guerra mondiale, fosse lunico fatto di rilievo della vita Basso Feltrino, quando mai potremmo uscire dalla crisi? dei vassesi? Se nei restanti ottomila comuni italiani si sono verificati gli stessi sprechi e opere inutili che abbiamo visto nel Alcuni esempi illuminanti, di ci che deve dalla crisi? Basso Feltrino, quando mai potremmo uscire cambiare come struttura mentale. Primo esempio: nellultimo consiglio comunale congiunto, il sindaco di Vas ha affermato che, per il recupero della Alcuni esempi illuminanti, di ci che deve cambiare come struttura mentale. cartiera, ora completamente inutilizzata, il Comune non ha speso un solo europer sono stati spesi 3,5 milioni di euro Primo esempio: nellultimo consiglio comunale congiunto, il sindaco di Vas ha affermato che, per il recupero della dei contribuenti. Ma chi sono i contribuenti? Ed giusto, con tutti i problemi che abbiamo, aver buttato 3,5 milioni di euro cartiera, ora completamente inutilizzata, il Comune non ha speso un solo europer sono stati spesi 3,5 milioni di euro per qualcosa che da subito e tutti avevano capito che sarebbe stata unopera inutile? dei contribuenti. Ma chi sono i contribuenti? Ed giusto, con tutti i problemi che abbiamo, aver buttato 3,5 milioni di euro Secondo esempio: nei consigli comunali di Quero, ogni volta che si sancisce un contributo a un minore in difficolt, si per qualcosa che da subito e tutti avevano capito che sarebbe stata unopera inutile? riafferma che questi sono costi che il Comune potrebbe destinare ad altro Sostenere un minore in difficolt un costo o Secondo esempio: nei consigli comunali di Quero, ogni volta che si sancisce un contributo a un minore in difficolt, si un investimento che fa una comunit unita e responsabile nei confronti di un giovane cittadino? riafferma che questi sono costi che il Comune potrebbe destinare ad altro Sostenere un minore in difficolt un costo o Terzo esempio: ogni anno, in pompa magna, si fa una festa per consegnare il libretto ai nuovi nati, senza tener mai un investimento che fa una comunit unita e responsabile nei confronti di un giovane cittadino? conto del reddito famigliare e senza mai realmente usare quei soldi a sostegno delle famiglie, che non hanno bisogno di Terzo esempio: ogni anno, in pompa magna, si fa una festa per consegnare il libretto ai nuovi nati, senza tener mai carit, fatta con i loro soldi, ma di asili nido e di servizi a prezzi accessibili. conto del reddito famigliare e senza mai realmente usare quei soldi a sostegno delle famiglie, che non hanno bisogno di Quarto esempio: ogni anno si erogano delle borse di studio per gli studenti meritevoli in una logica completamente carit, fatta con i loro soldi, ma di asili nido e di servizi a prezzi accessibili. sbagliata. Perch si dovrebbe aiutare chi gi bravo? Non sarebbe pi logico investire quei soldi per sostenere in termini Quarto esempio: ogni anno si erogano delle borse di studio per gli studenti meritevoli in una logica completamente responsabili chi in difficolt, con corsi e aggiornamento, sancendo che tutti i cittadini, studenti compresi, devono avere le sbagliata. Perch si dovrebbe aiutare chi gi bravo? Non sarebbe pi logico investire quei soldi per sostenere in termini stesse possibilit. Uno studente di una famiglia ricca pu essere bravo perch la famiglia investe in ripetizioni, mentre il responsabili chi in difficolt, con corsi e aggiornamento, sancendo che tutti i cittadini, studenti compresi, devono avere le figlio di un contadino meno bravo perch la famiglia non pu spendere in ripetizioni e, per di pi, deve aiutare lazienda stesse possibilit. Uno studente di una famiglia ricca pu essere bravo perch la famiglia investe in ripetizioni, mentre il del padre sottraendo tempo allo studio. figlio di un contadino meno bravo perch la famiglia non pu spendere in ripetizioni e, per di pi, deve aiutare lazienda Quindi, idee nuove e nuove sensibilit dove la fusione potrebbe essere unottima occasione per costruire un nuovo del padre sottraendo tempo allo studio. Comune, migliore e pi efficiente di quelli in cui viviamo, se saranno i cittadini a decidere e se i politici faranno un passo Quindi, idee nuove e nuove sensibilit dove la fusione potrebbe essere unottima occasione per costruire un nuovo indietro e inizieranno ad ascoltare e a lavorare per il bene del proprionuovo Comune. Comune, migliore e pi efficiente di quelli in cui viviamo, se saranno i cittadini a decidere e se i politici faranno un passo indietro e inizieranno ad ascoltare e a lavorare per il bene del proprionuovo Comune.

Il mercatino del Tornado Il mercatino del Tornado Affittasi appartamento arredato a Fener, nei pressi della stazione ferroviaria, composto da 2 camere, sala da
pranzo+cucina, bagno e posto auto. Per informazioni rivolgersi al Kangur Bar di Fener (cell. 333-5967788). Affittasi appartamento arredato a Fener, nei pressi della stazione ferroviaria, composto da 2 camere, sala da pranzo+cucina, bagno Cercasiauto.di cemento per vigneto. Telefono: 0439-779523. (cell. 333-5967788). e posto pali Per informazioni rivolgersi al Kangur Bar di Fener Cercasi pali di cemento per vigneto. Telefono: 0439-779523.

cronaca

A Santa Maria una piccola corona per celebrare il 25 aprile


Da mercoled siamo tutti un po pi felici, perch stato un vero incontro fra noi, un ritrovarci e sentirci tutti appartenenti alla stessa Comunit. Per noi di S. Maria ricordare il 25 aprile, giorno della Liberazione, stato sempre importante, ma ora lo in modo particolare, perch sono rimasti veramente pochi i testimoni diretti di quei giorni; e poi non vogliamo dimenticare il passato con i suoi insegnamenti. Fino a pochi anni fa, questo piccolo monumento era un centro di celebrazioni per il 25 aprile e il 4 novembre; fra i presenti figuravano i nostri genitori e qualche nonno. Cera il gonfalone del Comune di Quero e la corona deposta in omaggio a coloro che combatterono per la libert della nostra Nazione. E a S. Maria ne abbiamo uno in particolare da ricordare. Per questo tutti insieme abbiamo deciso di celebrare la giornata; perch non vada disperso limpegno e la fede di quelle persone che ci hanno consegnato una Patria libera. Lo abbiamo fatto anche per i nostri padri e i nostri nonni, periti o tornati dai fronti distrutti nella salute. Loro lo celebravano ogni anno, fino a quando hanno potuto, e adesso che non ci sono pi, spetta a noi prendere il testimone per consegnare la memoria ai nostri figli e ai nostri nipoti. E siamo felici di riconoscere che quella di mercoled stata veramente una bella cerimonia. Molti di noi si sono ricordati dei pap e dei nonni, con quanto orgoglio infilavano il loro cappello militare e si mettevano impettiti sullattenti mentre fissavano il Tricolore salire sul pennone. Siamo stati anche molto contenti della partecipazione dei concittadini che ci hanno raggiunto. La bella mattinata, piena di sole, crediamo sia dovuta allintercessione da lass dei nostri genitori, forse commossi dallaverci visto il giorno prima, combattere con un nubifragio, un freddo gelido ed un vento dispettoso che staccava ogni addobbo appena fissato (per questo erano cos pochi e ce ne scusiamo). Guardando ora il monumento forse la corona un po piccola, ma labbiamo deposta con il cuore e soprattutto stata benedetta e per questo ringraziamo don Stefano. Le sue parole importanti hanno dato un senso profondo allincontro; invitandoci a riflettere e comprendere veramente il significato della Patria, di ci che ha significato la Resistenza e la lotta partigiana. E a quel punto che molti di noi hanno rivolto lo sguardo alla nostra montagna, quella che porta al Pian de Leguna, memorabile per la sua vista mozzafiato, ma anche luogo di lotta e di grandi sofferenze. Grazie anche al rappresentante dellAmministrazione, lassessore Alberto Coppe, che ha espresso la profonda stima per coloro che hanno combattuto e spesso dato la vita per lasciarci un Paese libero. E ci ha esortato a riprendere, in questo momento di grandi incertezze, il cammino di cittadini, proprio portando avanti questi valori. La comunit di S. Maria vuole ringraziare soprattutto i testimoni di allora, i reduci che ci hanno raggiunto e voluto condividere alcuni episodi di quel tragico periodo. E vogliamo esprimere tutta la nostra ammirazione per la loro testimonianza, cos nitida e ferma nella memoria.

La comunit di Santa Maria di Quero

cronaca

Lettera ai nostri giovani e giovanissimi


Cari ragazzi, molti di noi, vostri genitori o nonni, appartengono a quelle generazioni che a scuola avevano fra le materie da studiare Educazione Civica, un ramo autonomo della Storia. Era una materia in cui ci venivano insegnati i doveri del buon cittadino, come la dignit, il rispetto, la buona educazione nei confronti degli altri, ma soprattutto molti valori come, ad esempio, il senso della Patria e limpegno per la sua difesa. Per questo imparavamo le Festivit civili, momenti in cui si ricordavano alcuni avvenimenti della nostra storia patria. Fra queste proprio il 25 aprile, quello del 1945, momento in cui il popolo italiano stato liberato. Si ricordavano tutti i protagonisti di questa liberazione; si dedicava un pensiero a tutti coloro che avevano combattuto, si erano sacrificati anche giovanissimi. Ci hanno insegnato che la Resistenza con la lotta partigiana, protagonista di quella giornata, aveva unito tutti coloro che, uomini e donne, volevano salvare la Patria. E, indipendentemente dalle idee politiche di ciascuno, hanno voluto combattere insieme per porre fine ad una guerra che ha portato solo morte, distruzione e grandi odi (cose che lasciano sempre tutte le guerre, anche quelle in corso oggi). Voi giovanissime generazioni, con indirizzi scolastici diversi, con innumerevoli svariate fonti didattiche, voi che siete cresciute con Internet, qualche volta potreste divertirvi a cliccare alla voce Resistenza: vi si apriranno centinaia di possibilit per conoscere tantissimi nomi. Sappiate che appartengono a grandi e piccoli eroi che hanno impegnato la loro vita per una Patria Libera; sono uomini e donne, giovanissimi e anziani che hanno subto di tutto e che noi adulti abbiamo il dovere di non dimenticare. Voi giovanissimi, invece, avete il diritto di conoscerli perch ci hanno regalato la Libert. Ma questo non basta; noi e voi insieme, dobbiamo essere capaci di conservarla. Con affetto, a tutti voi un pensiero di Silvana Brusini Le foto dellattuale ricorrenza e quella, qui sopra, del 25.04.1984 sono state fatte da: Fotocolor Resegati di Quero

Vendita casa a Vas Borgo Rivabella


Causa permuta ditta termoidraulica mette in vendita, schiera centrale al grezzo avanzato sviluppata su tre livelli: piano terra con ampio salotto/cucina (di oltre 43 Mq), ripostiglio, bagno e garage doppio; piano primo con ulteriore bagno e due camere, ripostiglio e terrazzi; piano secondo mansarda ben illuminata, travata a vista, altezza minima 190 cm e massima 240 cm ca. Si assicurano prezzi competitivi e possibilit di avere limpianto termoidraulico ed elettrico con forti sconti. Per informazioni rivolgersi a Cristian Dalla Costa 340.3117878

Il Mercatino

10

aTTualIT

Servizio di richiesta duplicato della Tessera Sanitaria o del tesserino di codice fiscale
Il servizio permette di richiedere on-line il duplicato della Tessera Sanitaria (TS) o del tesserino di codice fiscale. Tramite questo servizio consentita, nell'anno solare, una sola richiesta di duplicato per il medesimo soggetto. Il titolare di una TS valida anche come Carta Nazionale dei Servizi (TS/CNS) non pu richiedere il duplicato utilizzando questo servizio; pu invece richiederlo tramite i servizi telematici dell'Agenzia. Attenzione Non necessario richiedere la riemissione della TS, quando questa sia prossima alla scadenza: in tempo utile la nuova tessera verr spedita automaticamente al cittadino, sempre che sia confermato il suo diritto all'assistenza sanitaria. Per maggiori informazioni si rimanda alle FAQ del portale Progetto Tessera Sanitaria. La richiesta pu essere effettuata indicando il codice fiscale o, in alternativa, i dati anagrafici completi del richiedente (cognome, nome, sesso, luogo e data di nascita). Occorre specificare la motivazione della richiesta: furto o smarrimento, oppure sostituzione tecnica (se la tessera deteriorata o illeggibile); in quest'ultimo caso viene chiesto il numero di identificazione della TS o del tesserino di codice fiscale da sostituire. Per motivi di sicurezza inoltre necessario inserire alcuni dati desumibili dalla dichiarazione presentata nell'anno precedente: tipo di dichiarazione (730, Unico, nessuna), modalit di presentazione e reddito complessivo dichiarato. Dopo l'invio della richiesta vengono effettuati i controlli di congruenza e correttezza di tutti i dati inseriti, mediante confronto con quelli registrati in Anagrafe Tributaria (AT); superati i controlli, viene inviata la TS all'indirizzo presente in AT se il richiedente assistito dal Servizio Sanitario Nazionale, altrimenti viene inviato il tesserino di codice fiscale. Casi per i quali il duplicato non pu essere emesso: il codice fiscale inserito errato o non presente in AT i dati anagrafici inseriti non sono presenti in AT il soggetto per il quale si richiede il duplicato risulta deceduto in AT il codice fiscale inserito o calcolato in base ai dati anagrafici indicati stato aggiornato in un altro codice fiscale al soggetto associato in AT un indirizzo non significativo il numero di identificazione della TS o del tesserino di codice fiscale inserito errato (in caso di richiesta per sostituzione tecnica) per il soggetto gi in corso l'emissione di una tessera, ad es. per duplicato richiesto da una ASL o da un ufficio dell'Agenzia, oppure per riemissione automatica della tessera in scadenza il soggetto titolare di una TS/CNS In caso di problemi nell'uso di questo servizio, possibile chiedere il duplicato della TS alla ASL di appartenenza o ad un ufficio dell'Agenzia, o il duplicato del tesserino di codice fiscale ad un ufficio dell'Agenzia. I cittadini residenti all'estero che vogliono richiedere il duplicato della tessera devono rivolgersi all'Ambasciata/Consolato nel paese di residenza. La tessera verr recapitata, a scelta, presso il domicilio in Italia o presso la stessa rappresentanza diplomatica all'estero.

poESIa

(S.C.) Importante riconoscimento per la nostra abbonata di Pedavena, Maria Stimpfl, che lo scorso marzo ha ricevuto il primo premio al XVIII Concorso Letterario Internazionale Citt di Parigi nella sezione Poesia dellImmagine a Tema libero per la poesia ragnatela, che proponiamo ai lettori insieme con la foto.

Premio internazionale per Maria Stimpfl


Ragnatela

Foglie autunnali dai colori delicati, che rivestono la terra come uno scialle da sera coperto da filamenti di seta ricamato dargento, una ragnatela eseguita di notte. Poi, la rugiada brilla ai primi raggi di sole che lentamente sciogliendosi scuote dolcemente delicati fili derba. Il ragno non si vede ma resta quellabito frusciate affascinante, misterioso

11

SERVIZI MODA CONSULENZA TOTAL LOOK


TRATTAMENTI IMMAGINE LEI&LUI

Presso salone di bellezza e benessere parrucchiera Maria Teresa a Bigolino di Valdobbiadene via Erizzo, tel. 0423 980556

seguiteci su

www.salonedibellezzamariateresa.it

12

cronaca

Alano ricorda il 25 aprile


di Silvio Forcellini
Anche questanno Alano ha ricordato la data del 25 aprile, nel 67 anniversario della liberazione dalla dittatura nazifascista. La cerimonia, che nelloccasione si svolta interamente nel capoluogo, iniziata con la deposizione di una corona dalloro al monumento ai Martiri della Libert (nella foto) in una piazza imbandierata; proseguita con la Messa in ricordo di tutti i caduti per il tricolore e si conclusa - dopo la sfilata del corteo sino alla Casa delle Associazioni - con i discorsi di rito. Qui sono intervenuti lassessore Germano Mazzocco, in rappresentanza del Comune di Quero, e Angelo Ceccotto, a nome delle locali Associazioni dArma ed Ex Combattenti che hanno promosso, con il Comune di Alano, liniziativa. Particolarmente ispirato lintervento del sindaco di Alano, Serenella Bogana, che riportiamo integralmente: La celebrazione del 25 aprile occasione di ricordo e di riconoscimento per tutte le componenti di quel grande moto di riscatto patriottico e civile che culmin nella riconquista della libert e dellindipendenza del nostro paese: per tutte le sue componenti, viste e onorate nella loro unitariet. Parlo della componente rappresentata dalla lotta delle formazioni partigiane; della componente rappresentata dal tributo di solidariet e di sacrificio delle popolazioni nelle regioni occupate; e della componente rappresentata dalle prove di dignit, di volont combattiva e di eroismo dei nostri militari. Con la lotta di Liberazione lItalia seppe risorgere come paese libero e democratico, animato da valori di pace, di lavoro, di solidariet e di giustizia, che trovarono la loro magistrale e duratura espressione nella Costituzione repubblicana. La memoria degli avvenimenti del 1943-45 ripropone alla nostra riflessione un fondamentale e ricorrente insegnamento, che, oggi come non mai, ci appare attuale e ineludibile: il rifiuto di ogni forma di sopraffazione e violenza e, di conseguenza, il rifiuto dellindifferenza e dellignavia di fronte alloffesa della dignit dei popoli, ovunque e comunque si compia. Non si tratta semplicemente di una doverosa posizione di principio, ma di una realistica presa datto delle conseguenze che larbitrio e loppressione producono ineluttabilmente: sofferenza, sottosviluppo, distruzione e guerra, per le nazioni e i popoli che ne sono direttamente colpiti, ma con riflessi pesanti per lintera comunit internazionale. E ci tanto pi vero e rilevante nel mondo odierno, sempre pi connesso e interdipendente. Il ripudio della guerra come strumento di offesa alla libert degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali, sancito dallarticolo 11 della Costituzione, fornisce un contributo alla sicurezza e allo sviluppo della comunit internazionale. La crisi finanziaria ed economica in atto accentua e rende pi pressante lesigenza di costruire un nuovo e pi efficace sistema di govemance globale, che abbia una delle sue componenti fondamentali proprio nel consolidamento e nella garanzia della sicurezza internazionale. Ma oggi noi tutti abbiamo anche un altro compito, forse ancora pi importante perch non semplice. La sfida spiegare, ai pi giovani soprattutto, perch i valori della Resistenza - che pure non stata un blocco monolitico ma un movimento fatto da uomini e donne diversi tra loro - sono ancora oggi il motore e il sale della democrazia. Spiegare i valori e le speranze significa restituire senso alla Resistenza, dando concretezza a quei principi di antifascismo, libert, democrazia che ne costituiscono il nucleo unitario pi vitale. Solo ascoltando il racconto dei pi anziani si capisce cosa sono state la dittatura, la guerra, la privazione delle libert; solo dai loro racconti i pi giovani possono capire cosa sono e quanto valgono la democrazia, la pace e la prosperit. Ma se non riusciamo a stabilire questo ponte fra le generazioni, corriamo il rischio che queste parole perdano sempre pi valore e significato. Perci il compito che abbiamo tutti noi oggi non un compito facile. Per questo vi chiedo, a cuore aperto, di continuare a testimoniare con la vostra instancabile presenza, con il vostro spirito libero, con la vostra saggezza, quanto sia stato difficile conquistare la libert interiore, la libert dei cuori, la libert di pubblico pensiero e di opinione. Il 25 aprile lanniversario, il compleanno della Liberazione, della democrazia e della Costituzione. Facciamo in modo allora che questo 25 aprile rimanga, in tutto il suo significato e nei suoi contenuti, momento essenziale per un ulteriore sviluppo civile e sociale della nostra comunit per contribuire a unItalia e a unEuropa unita, civile, giusta e democratica, impegnata al superamento di tutte le ingiustizie, vecchie e nuove. La Resistenza non finita, ma come diceva Padre David Maria Turoldo, la Resistenza una categoria dello spirito. E allora contro cosa resistere oggi? Occorre resistere contro la sfiducia negli uomini. E questa la grande difficolt del nostro tempo: gli ideali, i sogni, le splendide speranze faticano e non riescono a vivere in noi. Occorre resistere contro il tentativo in atto di chiudersi dentro i propri confini intellettuali e culturali, contro qualsiasi tentativo di incrinare e scardinare i meccanismi della democrazia, contro qualsiasi forma di sopruso dei pi deboli, contro il tentativo di accentuare lo squilibrio tra diseredati e privilegiati. il 25 aprile del 1945, era e sar sempre un grande giorno di pace e di riconciliazione. Quella pace che si garan-

13

cronaca

tisce anche con la civile convivenza. Quella pace che per molti oggi, e penso alle terre martoriate da cui vengono molte delle persone che chiedono rifugio al nostro paese, solo legata alla categoria del desiderio e del sogno. Un poeta nero americano dice che bisogna tenersi stretti ai sogni perch quando i sogni se ne vanno, la vita di tutti un campo arido come la neve. E a chi tra noi ha qualche anno e qualche capello bianco in pi chiedo uno sforzo. Non smettete mai di raccontare ai vostri nipoti quanto sia bello vivere in pace e quanto sia importante il valore della libert. Alcide Cervi, padre dei sette fratelli vittime dellodio, ci ha lasciato queste parole: Niente di voi sappiamo pi, negli ultimi momenti, n una frase, n uno sguardo, n un pensiero. Eravate tutti e sette insieme, anche davanti alla morte, e so che vi siete abbracciati, vi siete baciati, e Gelindo prima del fuoco ha urlato: Voi ci uccidete, ma noi non moriremo mai!: ecco, lo spirito dei fratelli Cervi, lamore per la libert che avevano nel cuore e per cui sono stati vilmente uccisi li fa vivere anche oggi: e noi sappiamo che questi valori di libert non moriranno mai. La Resistenza il fatto costitutivo dellidentit del nostro vivere, delle nostre vere libert. Un grande Paese ha solo cittadini liberi. E un Paese grande quando conserva la sua memoria, quando difende la propria identit e quando costruisce, con laiuto di tutti, il proprio grande progetto. Buon 25 aprile a tutti! La cerimonia, accompagnata dalle note della Banda Cittadina di Alano, si poi conclusa con un rinfresco predisposto allinterno della Casa delle Associazioni dagli organizzatori. Peccato solo per la scarsa presenza dei cittadini

lETTErE al TornaDo

La ex Casa Nani adibita a comunit alloggio per gli ospiti della Casa di Riposo di Alano
di Alessandra Pilotto, direttrice della casa di riposo SantAntonio Abate di Alano
Sono stati avviati i lavori di ristrutturazione di ex Casa Nani, che verr adibita a comunit alloggio per gli anziani pi autosufficienti della Casa di Riposo di Alano (nella foto). L'immobile, frutto di un lascito da parte della signora Nani Catterina, che stata da noi ospitata ed assistita in struttura durante l'ultimo periodo della sua vita, stato destinato dal nostro Parroco don Alessandro Dal Sasso, nonch dal suoi consiglieri di fiducia, alla Casa di Riposo, perch possa essere fruito dai nostri anziani cos come era nelle volont della defunta Catterina. Ne ricaveremo un luogo particolarmente adatto alle persone anziane che per stanno ancora bene in salute e sono autonome nella maggior parte delle loro funzioni, e che perci potranno vivere in un contesto ancora pi a carattere famigliare rispetto alla struttura pi grande, pur godendo dei benefici di essere in comunicazione con essa per tutte le necessit che si dovessero presentare. Lo scopo quello di far mantenere a questi anziani il pi a lungo possibile le loro capacit, impegnandoli in attivit adatte alle loro caratteristiche, condividendo tra di loro degli spazi e degli ambienti dallimpronta domestica e nel contempo seguiti e monitorati da tutte le figure professionali che gravitano nella Casa di Riposo, ma limitatamente ai momenti della giornata in cui ne hanno bisogno o ai periodi di malattia, mentre nei rimanenti orari sperimenteranno un contesto di comunit sempre in compagnia di una figura di riferimento principale che sar individuata nella nostra educatrice Maria Carmen De Zorzi. Nel nostro organico, poi, saranno scelte delle figure di assistenza che si dedicheranno esclusivamente a questo nucleo, sempre in linea col concetto che gli anziani ospitati vivranno in un contesto di casa, dallimpronta di famiglia, e quindi in grado di trarre maggior beneficio dal fatto di far entrare nella propria casa delle persone ben definite e costanti evitando il continuo via vai di gente. Il tutto per garantire la maggior tranquillit possibile ed il rispetto dei ritmi di una vita in casa, in famiglia pi che in un contesto di istituzione. Prevediamo di rendere operativo il nuovo servizio gi intorno al mese di luglio 2012. La riorganizzazione della struttura principale, poi, permetter di dedicare posti letto gravitanti intorno agli ambulatori e allinfermeria della Casa di Riposo ai pazienti che lospedale ci invier in ragione della sperimentazione regionale per cui abbiamo ricevuto il privilegio di essere stati scelti tra tutte le case di riposo dellUlss di Feltre. Tutto questo ci porta alla diversificazione e specializzazione dei servizi che siamo in grado di offrire alla nostra comunit, garantendo una risposta pronta e locale ai bisogni specifici dei nostri cittadini rispettando nel contempo gli standard elevati di qualit ed efficacia stabiliti dalla Regione Veneto. La realizzazione di entrambi i progetti - Comunit alloggio per gli anziani autosufficienti da un lato ed Ospedale di Comunit dallaltro - stato possibile solamente grazie alla sensibilit ed apertura che hanno dimostrato il nostro Parroco don Alessandro ed il suo Consiglio per gli Affari Economici della Parrocchia, che non si esimono mai dal sostenere attivamente tutte le proposte a favore non solo degli anziani, ma di tutte le attivit da dedicare al sociale del nostro territorio e si impegnano per dar seguito al lavoro svolto dal nostro Centro Servizi e per garantire ad esso una continuit nel tempo come entit forte e sempre presente al fianco dei cittadini di Alano.

14

lETTErE al TornaDo

Un'assemblea davvero importante e particolare !!!


Lo scorso 13 Aprile si tenuta presso la sala delle associazioni di Alano di Piave l'assemblea del Comitato Col del Roro. Quest'anno l'incontro stato arricchito da due momenti veramente particolari riguardanti entrambi la Val Calcino: la proiezione di diapositive a cura dell'alpinista e regista Carlo Bazan e la presentazione del sito geologico Val Calcino che potrebbe diventare geosito (noi tutti ci speriamo e crediamo!!!) da parte del geologo Luca Giusberti del Dipartimento di Geoscienze dell'Universit di Padova. L'alpinista Carlo Bazan ha raccontato la sua avventurosa discesa nella Val Calcino avvenuta nel 1986 insieme ad i suoi amici Manrico Dall'Agnola e Italo Zandonella. Sono state proiettate suggestive diapositive a testimonianza della bellezza della valle, se qualcuno avesse ancora dei dubbi sulla valenza naturalistica dei nostri luoghi. Il geologo Luca Giusberti ha illustrato successivamente l'importanza mondiale che potrebbe essere riconosciuta ad un tratto della Val Calcino se l'iter burocratico che verr avviato perch il luogo sia riconosciuto come geosito avr esito positivo. Un geosito un bene di elevato valore CAMPO - SCHIEVENIN - CAMPO scientifico ed ambientale, a testimonianza di cambiamenti che 6 ESCURSIONE NATURALISTICA hanno formato il nostro pianeta. E proprio nella Val Calcino stata RISCHIO MINIERE individuata una zona che aiuta a capire cosa successo da un NEI LUOGHI INTERESSATI DA PROGETTI DI ESCAVAZIONE punto di vista geologico circa 40.000.000 di anni fa. Tutti i presenti hanno ascoltato l'esauriente ed appassionata relazione del dott. Luca Giusberti ed hanno accolto la notizia molto favorevolmente con ORE 9,00: RITROVO A CAMPO DI ALANO DI PIAVE IN PIAZZA FORCELLINI la speranza che quanto prima arrivi il riconoscimento di geosito. ORE 9,30: PARTENZA A questo proposito il sindaco di Alano, Serenella Bogana ha ricordato come il 09 ORE 11,30/12,00: ARRIVO A SCHIEVENIN e 10 Giugno si terr ad Alano un convegno scientifico ORE 14,00: RITORNO A CAMPO internazionale per dare il via al raggiungimento di tale obbiettivo. ATTRAVERSO STRADA COMUNALE SCHIEVENIN-CAMPO Con questa bellissima notizia, ci prepariamo ancora pi ORE 15: ARRIVO A CAMPO motivati nella difesa del nostro territorio ed invitiamo tutti quanti alla ...

20 MAGGIO 2012
PROGRAMMA:

VIGILI del FUOCO BELLUNO Sabato 26 maggio dalle ore 9.30 presso il distaccamento situato in via Feltrina a Quero
si terr linaugurazione del nuovo mezzo antincendio (Iveco Eurocargo 120E18) destinato ai Vigili del Fuoco volontari del basso feltrino, acquistato con il contributo della Regione Veneto e dei Comuni di Alano di Piave, Quero, Vas e Segusino. Nel corso della mattinata si svolgeranno simulazioni di vari interventi di soccorso.

Comando Provinciale
Distaccamento BASSO FELTRINO

PUTTON GABRIELE

Alimentari

15

Via D. alighieri, 26 - FEnEr (Bl) Tel. 0439 789388

16

lETTErE al TornaDo

RUBRICA DI FOLKLORE LOCALE E PATRIOTTICO A DENOMINAZIONE DI ORIGINE INCONTROLLABILE TRENTACINQUESIMA PUNTATA A CURA DI PROCOPIO COLETTI

IL CINEMA AD ALANO

Il battesimo col cinema lho ricevuto ad Alano, nel lontanissimo 1942. Avevo pressappoco sei anni. Ricordo un capannone rettangolare, una specie di grande tenda come quelle dei circhi, piazzata davanti al municipio dove ora ci sono le aiuole di bosso. Mia madre mi ci port, spiegandomi che su un grande telone bianco, appena spente tutte le luci, avrei visto delle persone muoversi e camminare. Entrando rimasi perplesso e deluso. Mi sarei aspettato quanto meno un palcoscenico, come quello del teatro dellasilo. Invece cera davvero un grande lenzuolo, e io pensai che fosse il sipario e che prima o dopo si sarebbe alzato. Invece si fece buio, e sulla tela bianca apparvero alcune automobili nere come quella del signor Ugo, che correvano da una parte allaltra. Non capivo da dove potessero essere entrate, e rimasi molto sconcertato. Di quellesperienza non ricordo molto di pi. Ben pi precisi ricordi conservo invece del cinema Zamperla, che alla fine della guerra piant il suo tendone sull erbetta, dove cera ancora lalzabandiera, ossia davanti alle attuali scuole elementari. Era una sala molto ampia, con sedili di legno di 1.a e di 2.a classe, con tanto di gradinata e di platea. Dopo la paura e i disagi, la gente aveva voglia di divertirsi, e per questo, nonostante la diffusa miseria, il cinema era sempre pieno. Zamperla si ferm un mese intero, ed il programma cambiava ogni sera. Prevedeva un film, di solito americano, ed una comica quasi sempre di Ridolini, Stanlio e Ollio o Charlot. Le signore impazzivano per Gregory Peck, Gary Cooper e Rossano Brazzi, mente noi ragazzi stravedevamo per Jane Russell, Myrna Loy, Bette Davis e la biondissima Veronica Lake, delle quali star noi collezionavamo le figurine. Credo di non essermi perso neanche un film tra quelli in programma, nonostante il cappellano si piazzasse davanti allingresso per impedirci di entrare quando proiettavano quelli proibiti. Una sera, appena finito lo spettacolo, scoppi un forte temporale. Verso mezzanotte si sent uno schianto, e manc la luce in tutto il paese. Il mattino successivo si seppe che un fulmine aveva colpito il baraccone degli Zamperla, bruciando parte del telone ed era andato a scaricarsi nel vicino campo di pannocchie dei Licini, dove aveva tracciato un profondo zig-zag sul terreno. Naturalmente qualcuno interpret questo fenomeno naturale come un segno divino, a punizione dellimmoralit di alcuni spettacoli. Finalmente, per iniziativa della famiglia Velo, che prima gestiva la segheria del Molinon, anche Alano ebbe un vero cinema presso la sala parrocchiale. Con qualche accorgimento e addirittura con una dpendance esterna per la biglietteria e la vendita di gelati, il teatro divent il primo cinematografo di Alano. Dopo alcuni anni la famiglia Velo decise di cambiare sede e di trasferirsi in via Guglielmo Marconi, proprio di fronte alla ditta Sbizzera. La nuova sala, creata svuotando lintero stabile, era un po strettolina, ma molto lunga. Si costru una galleria con circa 50 posti e, presso la biglietteria, fu sistemato il banchetto dei gelati. Su una parete dellatrio giganteggiava un dipinto a olio, che poi fu demolito per ulteriori lavori di ampliamento delle scale. Era una bella opera che raffigurava la zona del Molinn quando al posto dellAlbergo alle Sorgenti cera ancora la vecchia segheria, e di cui nessuno ricorda con sicurezza lautore. Qualcuno attribuisce il dipinto alloperatore che lavorava con la ditta Velo, il concittadino Arturo Collavo, altri ad un pittore veneziano spesso ospite della nostra conca ma di cui nessuno ricorda il nome (sic transit gloria mundi!). Altri ancora giurano che quel dipinto non ci sia mai stato Nel contempo il cinema dellasilo, lasciato dai Velo, fu preso in gestione da un gruppo di alanesi, tra cui Emilio Durighello e Ottavio De Faveri, sempre sotto il nome di cinema Alpino. Anche il cinema di via Marconi cambi gestione. Col ritiro della famiglia Velo, il testimone pass ad un gruppo di volonterosi locali, ling. Giuliano Licini, suo fratello avv. Paolo e Angelo Spezia, che lanciarono il Cinema Aurora. Al posto delloperatore Angelino

17

lETTErE al TornaDo

Codemo, trasferitosi in Francia, subentr Piero Spada (Corts). La nuova gestione port ad Alano alcuni bellissimi film Codemo, trasferitosi in Francia, subentr Piero Spada (Corts). La nuova gestione port ad Alano alcuni bellissimi film di prima visione, grazie allimpegno di Ersilia, che settimanalmente andava a Padova a procacciarsi le pellicole. Tutto di prima visione, grazie allimpegno di Ersilia, che settimanalmente andava a Padova a procacciarsi le pellicole. Tutto procedette per il meglio quando una sera, verso la fine del primo tempo, il proiettore si incepp e la pellicola (che a quei procedette per il meglio quando una sera, verso la fine del primo tempo, il proiettore si incepp e la pellicola (che a quei tempi era di celluloide) prese fuoco. Chi scrive si trovava in galleria, quindi vicinissimo alla cabina. Ricordo che tempi era di celluloide) prese fuoco. Chi scrive si trovava in galleria, quindi vicinissimo alla cabina. Ricordo che improvvisamente limmagine sullo schermo si ferm, poi si vide una vampata gialla e e rossastra, come se telone si si improvvisamente limmagine sullo schermo si ferm, poi si vide una vampata gialla rossastra, come se il il telone incendiasse. Poi si piomb nel buio. La cabina era piena di fumo, eela pellicola continu a a bruciare. Piero, loperatore, incendiasse. Poi si piomb nel buio. La cabina era piena di fumo, la pellicola continu bruciare. Piero, loperatore, apr subito luscita di sicurezza che dava sullorto dei Costa, per poi richiuderla alle sue spalle, in in modo che lincendio apr subito luscita di sicurezza che dava sullorto dei Costa, per poi richiuderla alle sue spalle, modo che lincendio non sisi propagasseeesi spegnesse da solo. Ma lacre odore del fumo si sparse ugualmente per tutta la la galleria. Una non propagasse si spegnesse da solo. Ma lacre odore del fumo si sparse ugualmente per tutta galleria. Una signora, riversa sulla poltroncina a braccia aperte, urlava: Dio mio Dio mio sono morta, Dio mio sono morta. Per signora, riversa sulla poltroncina a braccia aperte, urlava: Dio mio Dio mio sono morta, Dio mio sono morta. Per fortuna tutto si risolse senza altre manifestazioni di panico. Gli spettatori della galleria scesero con calma, anche se se le fortuna tutto si risolse senza altre manifestazioni di panico. Gli spettatori della galleria scesero con calma, anche le scale (in legno) passavano proprio davanti alla porta della cabina. porta della cabina. scale (in legno) passavano proprio davanti Grazie anche ad un gruppo di ardimentosi, Piero riusc in pochissimo tempo ad aver ragione del fuoco. Tutto si risolse riusc in pochissimo tempo ad aver ragione del fuoco. Tutto si risolse Grazie anche ad un gruppo di ardimentosi, ininneppure un quarto dora, anche se purtroppo non si poterono evitare grossi danni al al proiettore, per cui la neppure un quarto dora, anche purtroppo non si poterono evitare grossi danni proiettore, per cui la programmazione fu sospesa per un certo periodo. Fu comunque unesperienza emozionante, molto pi deldel film in periodo. Fu comunque unesperienza emozionante, molto pi film in programmazione fu sospesa per un programma quella sera, che non abbiamo mai saputo come andasse a finire. programma quella sera, che non abbiamo mai saputo come andasse a finire. CeCe tornammo tutti a casa, tanto impressionati per scampato pericolo da ne tornammo tutti a casa, tanto impressionati per lo lo scampato pericolo da lele foto, dallaltoin basso: foto, dallalto in basso: dimenticarci di chiedere rimborso del biglietto dimenticarci di chiedere ililrimborso del biglietto un vecchio proiettore; - - un vecchio proiettore; Ad un certo punto anche Piero sent il il fascino dellestero and in in Svizzera. E certo punto anche Piero sent fascino dellestero e e and Svizzera. E Ridolini; - - Ridolini; cominci la crisi. La concorrenza dei cinema vicini, i costi sempre maggiori, cominci la crisi. La concorrenza dei cinema vicini, i costi sempre maggiori, la la - Veronica Lake; Veronica Lake; nuova normativa sulle sale di proiezione sempre pi severa insomma, anche nuova normativa sulle sale di proiezione sempre pi severa insomma, anche il il - - Il Il CinemaAurora. Cinema Aurora. cinema Aurora fu costretto chiudere i battenti. cinema Aurora fu costretto aachiudere i battenti.

Piero Piero
N.d.r. Un lettore si dichiara stufo e annoiato per le melensaggini nostalgiche tipo come eravamo che proponiamo N.d.r. Untempo insi dichiara stufoeerimpiange il tono polemico e talvolta pungente che era in eravamo qualche tempo da da annoiato per le melensaggini nostalgiche tipo come uso fino a che proponiamo qualche lettore questa rubrica, fa qualcheora stato questa rubrica, e rimpiange ilCos polemico e talvolta pungente che era in uso fino a qualche tempo fa tempo in inopinatamente accantonato. tono questo volemose bene caramelloso fatto di antiche rimembranze e e che e di deamicisiani sentimenti? che ora stato inopinatamente accantonato. Cos questo volemose bene caramelloso fatto di antiche rimembranze e diTentiamo una sentimenti? vero che strissia era nata con intenzioni polemiche e per denunciare questioni fastidiose. E deamicisiani risposta. E Tentiamo una per, che E vero che strissiaattirare lattenzione pubblica su questo tipo di argomenti ha avuto qualche E anche vero, risposta. nessun tentativo di era nata con intenzioni polemiche e per denunciare questioni fastidiose. anche vero,Forse era il tono quasi sempre dissacratorio che non ha incontrato questo tipo di argomenti gente qualche successo. per, che nessun tentativo di attirare lattenzione pubblica su il favore e ladesione della ha avuto successo. Forse era nostro attempato collaboratore, ha gi oltrepassato i 75 anni, molto e ladesione e facile intrattenere Per chi poi, come il il tono quasi sempre dissacratorio che non ha incontrato il favore pi comodo della gente Perlettori proponendo piccole storie e collaboratore, ha gi oltrepassato i quel problema che lillustre prof.facile intrattenere i chi poi, come il nostro attempato fatterelli del passato. E c anche 75 anni, molto pi comodo e Alzheimer ha i lettori proponendo piccole che il nostro attento lettore dovrebbe conoscere benissimo. Purtroppo chi ha una Alzheimer ha studiato ed approfondito, e storie e fatterelli del passato. E c anche quel problema che lillustre prof. certa et e studiato ed approfondito, edi gozzoviglie e stravizilettore dovrebbemomento perde la ciribiricccola al punto di dimenticare e magari anche un passato che il nostro attento (*), ad un certo conoscere benissimo. Purtroppo chi ha una certa et magari sta di casa. Ecco allora che si rifugia in quegliad un certo momento che ancora non si son bruciati edi dimenticare dove anche un passato di gozzoviglie e stravizi (*), spazi della memoria perde la ciribiricccola al punto che, quasi dove sta di casa. Ecco allora che sierifugia in quegli spazi Parlarne, o leggerne, pare sia comunque molto gradito alla sempre, son quelli riferiti allinfanzia alla prima giovinezza. della memoria che ancora non si son bruciati e che, quasi sempre, son quelli riferiti dei lettori delalla prima giovinezza. Parlarne, o leggerne, parealle antiche memorie gradito alla categoria pi annosa allinfanzia e Tornado, notoriamente pi legati al passato e sia comunque molto che alle altrettanto malinconiche vicende odierne. E noi, notoriamente pi e aperti passato e alle antiche memorie che alle categoria pi annosa dei lettori del Tornado,che siamo tolleranti legati alal contributo di tutti, non ce la sentiamo di porre veti o imporre vicende odierne. E spazio siamo tolleranti e aperti al contributo di tutti, non ce la sentiamo altrettanto malinconicheargomenti. Abbiamo noi, cheper tutti, quindi anche per il nostro nostalgico collaboratore che di vorremmo potesse continuare, fino a naturale esaurimento, in quindi anche per il nostro godersi questo momento che porre veti o imporre argomenti. Abbiamo spazio per tutti,questi suoi ritorni al passato e nostalgico collaboratore di consenso e di popolarit. vorremmo potesse continuare, fino a naturale esaurimento, in questi suoi ritorni al passato e godersi questo momento di il vostro Procopio Coletti consenso e di popolarit. (*) si fa per dire il vostro Procopio Coletti
(*) si fa per dire

A tutta la cittadinanza dei comuni di Quero e di Vas


OGGETTO: Avvio procedure di fusione dei Comuni di Quero e di Vas. Il Sindaco del Comune di Quero ed il Sindaco del Comune di Vas.

COMUNI di QUERO e di VAS

AVVISANO CHE
al fine di illustrare le problematiche normative in materia di gestione associata dei servizi e liter della fusione dei Comuni, oltre che a sentire eventuali proposte o suggerimenti in materia, si terranno degli incontri con i residenti nei Comuni di Quero e Vas secondo il calendario sottoriportato:

luned 14 maggio 2012 ore 20,30 a CAORERA c/o il Museo del Piave luned 21 maggio 2012 ore 20,30 a SCHIEVENIN c/o la Casa per Ferie marted 22 maggio 2012 ore 20,30 a SANTA MARIA c/o la Piazzetta antistante il Monumento luned 28 maggio 2012 ore 20,30 a MARZIAI c/o le ex Scuole elementari luned 4 giugno 2012 ore 20,30 a CARPEN c/o la Sala delle Associazioni

TUTTA LA CITTADINANZA INVITATA A PARTECIPARE


COMUNE di QUERO Il Sindaco Sante CURTO COMUNE di VAS Il Sindaco Andrea BIASIOTTO

18

cronaca

La morte di Lorenza Gelisio in Simioni


(S.C.) E venuta a mancare improvvisamente, nelle scorse settimane, Lorenza Gelisio, classe 1952, originaria di Uson e coniugata col nostro abbonato di Alano Angelo Simioni. Da giovane era stata uno dei punti di forza della squadra di calcio femminile che negli anni 70 giocava al Valcalcino. Alla famiglia le condoglianze della Redazione.

Laddio a Giorgio Galli


(S.C.) Cera una buona affluenza di gente, sabato 21 aprile a Campo, a dare lultimo saluto a Giorgio Galli, classe 1938. Originario di Valdobbiadene, dove aveva esercitato per diversi anni lattivit di fotografo, era approdato a Campo, dove viveva con la compagna Natalia,da una quindicina danni. Personaggio estroverso e stravagante, era di grande bont danimo. Aveva collaborato spesso anche col nostro giornale segnalando qualche argomento degno di considerazione e fornendoci foto. Alla famiglia le condoglianze della Redazione.

I bisnonni Silvana e Bruno


(S.C.) I nostri nuovi abbonati di Segusino Bruno e Silvana Coppe presentano, con orgoglio, ai lettori del Tornado il loro pronipotino Johnny, in occasione del suo primo compleanno.

comE EraVamo

Accadde nel 1992


a cura di Sandro Curto
ELEZIONI POLITICHE 1992 Nelle elezioni per la Camera dei Deputati del 5-6 aprile 1992 (saranno le ultime per i partiti tradizionali), per la prima volta ad Alano di Piave il Partito Socialista (29,7%) supera la Democrazia Cristiana (29,3%), che crolla di oltre il 10%; grande successo anche per la Lega Nord che raggiunge il 23,5% e percentuali irrisorie per tutti gli altri partiti. A Quero risultato simile per D.C. (29,4%) e Lega Nord (24,1%) mentre il P.S.I. (14,3%) supera di poco il P.S.D.I. (10,9). A Vas la Lega Nord il primo partito (25,3%) davanti alla D.C. (25,0%) e al P.D.S. (16,2%).

Diga di Kariba fine anni 50

(S.C.) Per la nostra rubrica Come Eravamo una segnalazione da parte di Pietro Berton di Quero con foto sulla diga di Kariba sul fiume Zambesi, nel sud dellAfrica, attuale Zimbabwe, nella seconda met degli anni Cinquanta. Pietro si ricorda del lavoro pesantissimo con turni di dodici ore, una settimana di giorno e una di notte e rientro in Italia dopo 20 mesi. La sorpresa stata dopo molti anni al momento dellagognata pensione di non trovarsi alcun contributo versato dallimpresa italiana. Pietro incontrerebbe volentieri italiani che in quel periodo hanno lavorato alla diga e lancia un appello attraverso il Tornado. Con lui erano presenti i queresi Bruno Canal e Ermando Favero (Gigetto). Nella foto Pietro Berton quello al centro con qualcosa in mano (un asciugamano?).

19

cronaca

Le foto ed il Bonsai
segnalazione di Settimo Rizzotto
In occasione dellesposizione delle foto di Settimo Rizzotto, appassionato fotoamatore di Quero, nel Bar gestito da Massimiliano e Claudia, a Fener, accanto allHotel Tegorzo, gli avventori hanno potuto ammirare anche il bellissimo esemplare di Melo (Malus domestica) in formato bonsai, opera di Demetrio Vanzin, querese ormai famosissimo per le sue creazioni, che qui trova conferma alla sua fama. Il melo stracolmo di fiori e Demetrio lo cura da pi di quindici anni! Complimenti ai due artisti e un grazie sincero a Settimo per averci fatto pervenire questa estetica segnalazione. Ricambiamo segnalando il suo sito internet: http://www.settimorizzotto.it/ nel quale potrete ammirare molte altre belle foto dellautore.

Si svolta sabato 14 aprile presso la sede dellHotel Ristorante Tegorzo di Fener lassemblea generale dei soci con il rinnovo del consiglio direttivo e la festa del tesserato junior. Ecco il risultato della votazione: presidente: Andrea Tolaini (Quero); vicepresidenti: Gabriele Gallina (Quero), Omar Badoer (Montebelluna), Stefano Vettoretti (Bigolino); segretaria: Sonia Zanella (Vas); cassiere: Daniele Gerlin (Fener); consiglieri: Paolo Gobbo (Feltre), Massimo Tagliapietra (Feltre), Enzo Curto (Quero), Andrea Pontil Fabbro (Feltre). Il nuovo organigramma prevede inoltre: la sede presso Hotel Ristorante Tegorzo di Fener e le sezioni collegate del Bar Alpino Sovramonte, Bar al Sasso Mel, Mikys Bar Santa Giustina, Disco Pub Quattro Ruote Arten, Bar Piave Carpen e Bar alla Posta Feltre. Durante la serata si svolta la Festa del Tesserato Junior, nel corso della quale stato consegnato un tappettino mouse con stampato il logo del club a ricordo del 15 anno di fondazione. Di seguito alcuni momenti della serata: due soci junior Ivan Obaldi e Simone Proverbio.

Festa junior e nuovo consiglio

Inter club Fener

lETTErE al TornaDo

Altre foto sulla pagina fb su www.interclubfener.it

20

cronaca

A Quero arriva lUniversit degli Adulti/Anziani di Belluno


la 13a Sezione, il suo nome Conca del Piave e gode del patrocinio della Comunit Montana Feltrina

di Silvana Brusini

Quel pomeriggio di venerd 20 aprile cera molto entusiasmo fra gli organizzatori dellincontro e sicuramente lo hanno trasmesso al pubblico, perch nellaria si respirava una certa curiosit positiva e molta voglia di conoscere. Non mancava per in platea, quel certo timore o forse soggezione. Qualcuno sussurra: Non so se sono in grado di seguire le lezioni, oppure ma ci vuole il diploma, io non ho unistruzione sufficiente. Qualcun altro poi chiedeva ma ci sono le interrogazioni con il voto? Si fanno gli esami? Mamma mia, era quasi panico nei loro occhi, ma qualche corsista di altre sedi raccontava invece che era una esperienza fantastica; si tratta di scoprire cose nuove, di confrontare le proprie esperienze con gli altri e di sentirsi, alla fine, davvero pi ricchi. Quella che si stava presentando era la 13a Sezione, lultima in ordine di tempo della provincia di Belluno: la sezione denominata Conca del Piave a cui aderiscono i paesi di Alano, Quero, Segusino e Vas (elencati rigorosamente in ordine alfabetico), paesi baciati dal Piave. Erano molte le autorit presenti in sala, con a fianco i coordinatori dei 4 comuni, mentre sul palco i promotori davano il benvenuto presentando limportante iniziativa culturale: il maestro Martino Durighello, don Attilio Menia Cadore ed Enis Pocchetto. E proprio lei a spiegare la nascita di questo progetto divenuto una realt: lidea partita dal maestro Martino (il fondatore del gruppo Poesia E di Quero) che propose anche per il Basso Feltrino una Universit per Anziani. I promotori hanno lavorato molto prima di proporla e - prosegue Enis - si sono svolti diversi incontri per conoscere la realt di questo tipo di universit, nella provincia. Anche la scelta del nome viene da una lunga ricerca - ha spiegato poi don Menia Cadore (che anche lautore del logo) i nostri 4 paesi si trovano sulle due rive del Piave, 2 sulla destra, 2 sulla sinistra. Ed proprio dove sono collocati loro che il Piave si allarga, formando una conca, uncatino che si chiude proprio davanti al ponte di Fener. Luniversit, prosegue don Menia, ha una caratteristica essenziale: diffondere cultura, ma in senso ampio, ed ha un Rappresenta gli elementi identificativi dei 4 comuni obbiettivo preciso: portare i nostri anziani ad un invecchiamento per Alano il monumento ad Egidio Forcellini attivo, fino al raggiungimento di conoscenze a livello di Scuole medie o superiori. Ma rappresenta anche unoccasione per tutti, per Quero il castello di Castelnuovo soprattutto per coloro che non hanno potuto studiare. Poi per Segusino la torre campanaria snocciola dati: 1.533 corsisti, oltre 4.000 ore di lezione, 160 per Vas il camino della Cartiera operatori volontari. E non manca di sottolineare che questo settore costituito per l85% da donne. Gli allievi (pardon i corsisti) dei 4 paesi, dovranno avere unet minima di 45 anni. Gli incontri si svolgeranno al centro Culturale di Quero. La scelta della sede, fatta dagli amministratori, dipesa dalla posizione centrale che Quero occupa nella zona del Basso Feltrino. Don Menia puntualizza:Quero ci accoglie in forma gratuita ricordando anche che lUniversit una iniziativa che si basa sul volontariato. In sala sono presenti anche le autorit comunali, e il primo a prendere la parola lassessore querese Germano Mazzocco, che d il benvenuto alla platea e si dice onorato di rappresentare la 13a sede bellunese Ed ecco i ragguagli dellUniversit. Poi, dopo aver ringraziato i * Il piano di studio prevede 4 anni di frequenza promotori, si complimenta con i futuri corsisti. * 4 aree culturali prese in considerazione Per il sindaco di Alano, la professoressa Serenella Bogana lavvio di questa sede un traguardo Fisiche-biologiche raggiunto e ci si deve sentire orgogliosi, come Antropologiche-sociali amministratori, per lattenzione mostrata alla cultura. Storiche-lettearie-artistiche Ha ricordato che in questa fascia di et ci sono Paesi - culture - religioni portatori di cultura e il suo grazie va ai volontari che * La struttura propone 2 sentieri permettono questa crescita culturale. Corsi obbligatori Il giovanissimo sindaco di Vas, Andrea Biasiotto, Seminari facoltativi decisamente fuori et ha ringraziato i promotori Laboratori per questa iniziativa che va incentivata. Poi ha Visite culturali promesso che raggiunti i limiti di et sar fra i corsisti. E il vice sindaco uscente di Segusino, * Le lezioni previste per ottobre si terranno il venerd Giuliana Serafini, dopo essersi definita entusiasta dalle ore 15.00 alle 17.00 delliniziativa che interessa molto i suoi concittadini, La presenza dei corsisti obbligatoria per i corsi ha dichiarato scherzosamente: se non sar Libera ladesione ai seminari riconfermata come amministratrice, sar * Nel 1 e 2 anno non sono previste spese per i corsisti sicuramente una allieva. Nel suo intervento la prof.ssa Gina Doro, preside della scuola di Quero, ha confermato che la struttura disponibile ad offrire risorse per gli insegnanti.

Il logo

21
Molto importante per il pubblico di futuri corsisti lintervento della prof.ssa Carla Cecchet, coordinatrice della sede di Feltre, che con una certa emozione ha sottolineato: per voi inizia un percorso di cui essere orgogliosi perch nel vostro futuro scoprirete la gioia dellincontro con gli altri si torna a casa pi arricchiti. Ha poi ricordato che lUniversit loccasione per sentirsi giovane dal punto di vista culturale. Seguire conferenze o fare gite culturali anche un momento di incontro con nuovi amici, con i quali scambiare impressioni. Altrettanto entusiasta apparsa la coordinatrice della sede Fonzaso-Cismon Bellunese che dopo aver dato indicazioni sulla sua esperienza, ha voluto sottolineare: ogni volta si impara qualcosa di pi e meglio.

cronaca

E possiamo concludere ricordando le parole di Enis Pocchetto: nella vita e a qualsiasi et fondamentale essere disposti ad apprendere, a confrontare le nostre idee con quelle degli altri, a mettere la propria esperienza e conoscenza a favore di tutta la comunit, aggiungendovi quelle che don Menia ha rivolto ai nuovi corsisti: lesperienza gi un titolo di studio, spesso a livello universitario.

Rappresentano tutti i Comuni Michelangela Ceccotto Alba Durighello per Alano Martino Durighello Enis Pocchetto per Quero Domenico Furlan Maria Luisa Guarnier per Segusino Lidia Garbin Maria Cristina Mazzalovo per Vas Partecipa anche la professoressa Gina Doro, Capo dellIstituto Comprensivo di Quero

I coordinatori

Arrivederci, quindi, a tutti, il prossimo ottobre, per iniziare una nuova avventura.
cEnnI STorIcI

Briciole di storia locale che meritano di essere conosciute


di Alessandro Bagatella
Ci sono briciole di storia che meritano di essere conosciute, anche se sono passati tanti anni da quel gennaio del 1917 quando le nostre montagne e i nostri paesi erano teatro di battaglie e di morti con spargimenti inutili di sangue. Dal nostro abbonato Sergio Masocco di Sanzan riceviamo questa lettera scritta come testimonianza dellatto eroico compiuto sul Valderoa dallo zio di Sergio, il fratello del padre, attendente del Capitano Corsi, che protesse e vegli il corpo del suo superiore durante la battaglia in cui questultimo mor. La lettera in questione fu scritta da un Tenente del 7 Alpini. Ci sono degli episodi in guerra in cui la gentilezza della razza nostra si afferma pi del valore a cui si sempre accompagnata, degli episodi che trovano nel nostro cuore una risonanza spontanea in ogni momento. Tanto il calore di vita che ne irradia. Uno fra mille. Sono i giorni del ripiegamento dellalpe di Fassa, quando gli Alpini contendevano fieramente al nemico metro per metro il terreno della Patria. Le famiglie, i feni, le case, tutto quanto spesso costituisce la ragione vivere, rimanevano di l; e un abbraccio al propri cari era la sola concessione sentimentale che i comandanti potevano fare ai loro uomini sotto la crescente pressione nemica. Anche il soldato Masocco, della 64a Compagnia del Battaglione Feltre, si era lasciato dietro le spalle il suo paese e aveva seguito Il suo Capitano Corsi, il suo Capitano triestino. Laffetto che univa quei due uomini si sarebbe manifestato solamente poi sotto la forma pi dura; lentusiasmo o Il coraggio erano qualit che avevano in comune e che li affratellavano nonostante la differenza di grado e di condizione. Quando si scendeva a combattere non cera pi superiore e inferiore, comandante o sottoposto; cerano due eguali, due valorosi. Ben presto la battaglia infuri. Scelto il terreno per la resistenza ad oltranza, gli Alpini vi si rafforzavano sopportando la furia dei bombardamenti ed attesero lurto delle masse nemiche con cuore saldo o con mente serena. I battaglioni calarono a diecine a diecine; le ondate si seguivano con furia sempre crescente, falciate dalla bravura dei nostri che non cedevano di un passo, il sangue dei caduti ergendosi a termine oltre il quale i nemici non potevano avanzare. Il Capitano Corsi si prodig senza risparmio, superandosi e superando, in testa alla sua Compagnia affront gli urti e contrattacc cento volte con lenergia disperata di chi, prima della fine, vuole dare quanto di energia si sente ancora nel cuore. Infine cadde come un eroe antico mentre la furia della battaglia cresceva sempre pi e la morte era la vita, e lorrore, il fragore, le grida erano suprema bellezza. Cadde! Il soldato Masocco non pianse; compose piamente il cadavere del suo Capitano, trasse tutte le facolt dello spirito in un supremo raccoglimento e gli si pose vicino, pronto a contenderne il possesso anche a mille. Passarono cos molte ore. Il Signore del sangue, il Dio dei combattenti volle risparmiato Il purissimo eroe! Verso sera si vide discendere la costa rotta dalle granate e seminata di strage i due uomini, il morto e il vivo, quello come aggrappato sul dorso di questo a quasi stretti in un amplesso di supremo amore. Parve e fu cosa meravigliosa. E i soldati gridarono al miracolo. Il Capitano Corsi fu proposto per la medaglia doro; il soldato Masocco per quella dargento. Il Re del Belgio volle questo poi decorato della Croce di Guerra (perch sotto un infernale bombardamento, caduto Il proprio Ufficiale irredento, ne custodiva la salma fino a notte per darle onorata sepoltura). Ora entrambi sono affratellati nella morte che gli ha assunti nel cielo della Patria. Valderoa, gennaio 1917 Un Tenente del 7 Alpini

22

lETTErE al TornaDo

Alcune precisazioni tecniche

1a Camponordic: sabato 9 giugno 2012

L'organizzazione della 1a Camponordic comunica che: La direzione nazionale del Centro Sportivo Italiano, in data odierna, ha approvato la richiesta di chiamare la prima edizione dellevento come Gara nazionale CSI di Nordic Walking. La Asd Argo Nordic Walking Team , associazione sportivo dilettantistica, iscritta regolarmente agli albi ed affiliata al CSI Feltre, nonch inserita negli elenchi del CONI, tiene a precisare che: La 1a Camponordic che si terr il 9 giugno 2012 assegner, come da regolamento visibile in rete, sul sito www.camponordic.blogspot.com, i titoli italiani delle categorie di et elencate. Tali titoli sono da considerarsi come riconoscimenti con valore sperimentale, esuli da egida sportiva del CSI e di qualsivoglia ente. Ne consegue che i suddetti premi siano da considerare come il semplice risultato di una manifestazione cronometrata, frutto di leale confronto sportivo a carattere amichevole, ma controllato con regole severe e precise, atto ad essere eventuale elemento precursore di attivit future specificamente riconosciute da enti a carattere sportivo. La manifestazione cos come sopra specificamente descritta sar patrocinata da vari enti a carattere territoriale, quali Regione del Veneto, Provincia di Belluno, Comunit Montana Feltrina, Comune di Alano di Piave. Altres fruir del patrocinio gratuito degli enti di promozione sportiva territoriale e regionale del Centro Sportivo Italiano che ne hanno considerato la notevole validit sportiva e cultural territoriale legate alla disciplina del nordic walking, per la specialit sperimentale citata nellallegato regolamento, con il nome di Nordic Walking Sprint.

La manifestazione aperta alla partecipazione di appassionati, praticanti, neofiti o professionisti di qualsivoglia scuola di pensiero operante sul suolo italiano. IL PRESIDENTE Beppiani Moira IL PRESIDENTE DI COMMISSIONE TECNICA Alexander Geronazzo (Istruttore Nazionale BASE di Nordic Walking) COMUNICATO UFFICIALE Asd ARGO NW TEAM

Consigli di lettura
di Marcello Meneghin A seguito della nota "Dentro la Sla con la forza di Luana Gorza", riportata nel n. 593 del Tornado e ripresa dal Gazzettino del 21.03.2012, mi sono procurato il libro "Storia del tempo inutile" e l'ho letto d'un fiato. Non ho le parole per descrivere le forti sensazioni provate se non per dire che tutti dovremmo leggerlo per non perdere un'occasione irripetibile. .

23

lETTErE al TornaDo

Antoniazzi
BiAncheriA per lA cAsA
vi AspettA nel negozio di quero ora con trapuntini estivi e lenzuola di puro cotone in vAsto Assortimento di colori e modelli ad un prezzo di assoluta convenienza

Aperto nei giorni gioved, venerd, sabato mattino 8,30 - 12,30 pomeriggio 16,00 - 19,00 via nazionale - quero (Bl) - cell. 392.6969516

24

aTTualIT

25

cronaca

Ricordato a Santa Maria il 25 aprile


di Alessandro Bagatella

Lo scorso 25 aprile una breve cerimonia si tenuta davanti al monumento che, a Santa Maria, ricorda non solo il caduto per la libert Rinaldo Bagatella, ma tutti i caduti in guerra e i numerosi partigiani morti sul Monte Grappa. E stata deposta una corona dalloro, precedentemente benedetta da don Stefano, alla presenza di rappresentanti comunali e cittadini radunati per loccasione. Certamente - come possono testimoniare queste due foto tratte dallarchivio del sottoscritto e scattate dallo Studio Resegati il 25 aprile 1995 - la cerimonia veniva organizzata con solennit dai comuni di Alano, Quero e Vas e vedeva coinvolti non solo i sindaci ma un bel numero di partecipanti non solo del posto ma anche provenienti da tutto il Feltrino.

Sanzan, visita pastorale del vescovo Andrich


di Alessandro Bagatella
Il Vescovo di Belluno-Feltre, Sua Eccellenza Monsignor Giuseppe Andrich, nel corso delle sue visite pastorali alle parrocchie, lo scorso 3 marzo non ha mancato di far visita ai parrocchiani di Sanzan. Cos, anche il paese di Carpen ha potuto incontrare il vescovo nelle due chiese: quella di Santa Barbara, al borgo, e quella di San Martino. Nella foto che proponiamo ai lettori, il vescovo Andrich e un gruppo di fedeli davanti alla chiesa di San Martino.

Amici del Tomatico e del Grappa

Le prossime escursioni
di Alessandro Bagatella

Ricordo agli amici amanti della montagna le prossime escursioni del gruppo Amici del Tomatico e del Grappa: il 13 maggio (con partenza da Quero-Vas alle ore 7) Bivacco Lott-Malga Coro (leggermente impegnativa); il 27 maggio (sempre con partenza da Quero-Vas alle ore 7) Monte Avena o, in alternativa, Col Campeggia (facile). Rinviata a data da destinarsi lescursione Alano-Dom-Monte Tomba, mentre buona stata la partecipazione alla prima escursione Mulino Croda-Bivacco Marsilli. Per ulteriori informazioni, telefonare (ore pasti) al coordinatore del gruppo allo 0439-788052.

Associazione Feltrina Donatori Volontari Sangue

26

juDo

Torneo Internazionale Citt Murata- JUDO


Cittadella (PD) 22 Aprile 2012

Ancora carichi di entusiasmo dal recente successo al campionato regionale Veneto, sette atleti del Judo Pedemontana hanno deciso di affrontare anche il Torneo Internazionale Citt Murata a Cittadella (PD). Le classifiche individuali parlano da sole, in quanto su soli sette partecipanti la societ porta a casa ben sei medaglie di cui 3 ori e 3 bronzi. I vincitori: Vidorin Francesca CA kg 48 1a classificata Licini Monica ES/A kg 63 1a classificata Licini Mirco CA kg 81 1 classificato Bertoldo Valentina ES/A kg 36 3a classificata (decisa a salire in podio e ci riesce) Carraro Sofia ES/A Kg 48 3a classificata (prova la categoria di peso superiore con una buona prestazione) Mazzocato Mattia SE Kg 60 - 3 classificato (ottimo risultato vincendo la finale 3/5 posto con la Romania) Vidorin Gabriele ES/A kg 36 - 10 classificato (purtroppo patisce nuovamente la differenza di peso .ma solo questione di tempo) per un totale di 49 punti assegnati alla societ Judo Pedemontana che si piazza alla 21a posizione in classifica generale su 80 societ presenti. I numeri del Torneo sono questi: 512 atleti provenienti da Romania, Polonia, Slovenia, Croazia, Albania, Tunisia e altre nazioni confinanti, nonch dall'Italia con le Regioni Umbria, Lombardia, Toscana, Friuli e altre ancora. Vogliamo inoltre complimentarci con un altro giovane ragazzo, atleta ES/A del Judo Treviso e cugino dei F.lli Vidorin e Licini sopra menzionati, si tratta di Vidorin Alessandro che, sostenuto da un imponente e caloroso tifo del Pedemontana, con una splendida esibizione di tre incontri vinti per ippon si aggiudica il pi alto gradino del podio cat. 55 kg.

Laurea per Monica Dal Canton


Doppia festa in casa di Franco e Sara Dal Canton.

cronaca

Il 27 marzo 2012 la loro figlia Monica si laureata presso l'Universit di Udine in Scienze dell'Architettura conseguendo la votazione di 100/110. La tesi discussa ha per titolo : L'abile utilizzo di uno dei tipi della rappresentazione: la prospettiva nel

disegno d'architettura in Frank Lloyd Wright. Pochi giorni prima, il suo fidanzato Andrea ha conseguito la Laurea Magistrale in Tecnologia dell'informazione con la votazione di 110 e lode. Nelle foto: Monica il giorno della Laurea con i suoi fratelli e con Andrea.

27

aSTErISco

28

aTTualIT

23 aprile 23 maggio 2012 23 aprile 23 maggio 2012

Roma, 2 aprile 2012. I libri sbocciano in maggio. Perch se in questo mese Roma, 2 aprile 2012. I lo stesso capita maggio. Perch se in questo mese la natura si risveglia, libri sbocciano in alla voglia di leggere. Leggere fa la natura questo lo spirito de Ilcapita alla voglia la campagna nazionale crescere: si risveglia, lo stesso Maggio dei Libri, di leggere. Leggere fa crescere: 2011 con lo spirito de Ilsottolineare il valore campagna nazionale nata nel questo lobiettivo di Maggio dei Libri, la sociale della lettura nata nel 2011 con lobiettivo di sottolineare il valore sociale e civile. La come elemento chiave della crescita personale, culturale della lettura come elemento chiave della crescitaLibro e la Lettura del Ministero per i campagna, promossa dal Centro per il personale, culturale e civile. La campagna, promossa dal Centroilper il Libro in la Lettura del Ministero per i Beni e le Attivit Culturali, inizia 23 aprile, e coincidenza con la Giornata Beni e le Attivit Culturali, inizia il 23 aprile, in coincidenza con la Giornata mondiale del libro e del diritto dautore promossa dallUNESCO, e culmina mondiale delcon lae del diritto dautore promossa dallUNESCO, e culmina il 23 maggio libro Festa del libro. il 23denominazione Festa del libro. campagna, Il Maggio dei Libri, pone La maggio con la scelta per la La denominazione scelta per la campagna, Il Maggio dei Libri, pone laccento su un mese che nella tradizione popolare italiana legato alle laccento il risveglio della natura etradizione lidea di crescita e maturazione, feste per su un mese che nella richiama popolare italiana legato alle feste per il risveglio della di piacere: tutti concetti che vogliamo veicolare ma anche di allegria e natura e richiama lidea di crescita e maturazione, ma anche la campagna di piacere: tutti alla lettura. Libro come amico, attraverso di allegria e come collegati concetti che vogliamo veicolare attraverso la campagna vita, dunque: lo alla lettura. Libro comeinfatti, partner, compagno di come collegati scopo della campagna, amico, partner, compagno la gente,dunque: lo scopo della campagna, infatti, di quello di portarlo tra di vita, distribuirlo, farlo conoscere, connotandolo quello di valore sociale e affettivo. E favorire cos labitudine alla lettura. un forte portarlo tra la gente, distribuirlo, farlo conoscere, connotandolo di un forte valore sociale e affettivo. E favorire cos labitudine alla lettura. Il libro, quindi, esce dal suo contesto abituale e dilaga sul territorio: dalle Il libro, citt ai piccoli dal suo regioni, province, comuni, scuole, biblioteche, grandi quindi, esce centri, contesto abituale e dilaga sul territorio: dalle grandi citt ai piccoli centri,editrici, librerie, circoli di lettori, promuoveranno associazioni culturali, case regioni, province, comuni, scuole, biblioteche, associazioni culturali, caseanche persone che didisolito non leggono. La iniziative per intercettare editrici, librerie, circoli lettori, promuoveranno iniziative per intercettare anche persone chee, nel periodo 23 aprile - 23 campagna del 2011 ha raccolto 1252 adesioni di solito non leggono. La campagna del 2011 haoltre 6000 eventi. Questanno periodo 23 dei Libri23 maggio, si sono svolti raccolto 1252 adesioni e, nel Il Maggio aprile - si maggio,oltre che della collaborazione di partner istituzionali (Presidenza del avvale, si sono svolti oltre 6000 eventi. Questanno Il Maggio dei Libri si avvale, oltre che della collaborazione di partnere delle Province Autonome, Consiglio dei Ministri Conferenza delle Regioni istituzionali (Presidenza del Consiglio dei Ministri Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Unione delle Province dItalia, Associazione Nazionale Comuni Italiani), di Unione delle Province dItalia, Associazione Nazionale Comuni Italiani), di tutti i soggetti strategici impegnati nella promozione della lettura tutti i soggetti strategici impegnati nella Librai Italiani, Associazione (Associazione Italiana Editori, Associazione promozione della lettura (Associazione Italiana si svolgeAssociazione Librai Italiani, Associazione Italiana Biblioteche) e Editori, con il patrocinio Commissione Nazionale Italiana Biblioteche) e si svolge con il patrocinio Commissione Nazionale Italiana per lUNESCO e sotto lAlto Patronato del Presidente della Italiana per lUNESCO e sotto lAlto Patronato del Presidente della Repubblica. Repubblica. Web, scuola, giovani. su queste parole chiave che si orienta la Web, scuola, giovani. su leredit parole chiave che si precedenti, campagna 2012: raccogliendo queste di tutte le esperienze orienta la campagna 2012: raccogliendo leredit lettura e le suoi partnerprecedenti, questanno il Centro per il libro e la di tutte i esperienze intendono questanno il Centro e innescare enuovi processi, suoi partner la rete di la lettura e i rafforzando intendono rilanciare il progetto per il libro rilanciare il progetto e innescare nuovi processi, libro e della lettura. Per soggetti pubblici e privati attivi nella promozione del rafforzando la rete di soggetti pubblici e privati attivi nella promozione del libroun della dinamico di coinvolgere sempre di pi i lettori di domani, attraverso e uso lettura. Per coinvolgere sempre di pi i pi attivadomani, attraverso un uso dinamico di Internet e la partecipazione lettori di delle scuole. Internet e la partecipazione pi attiva delle scuole. Per aderire basta andare allindirizzo www.ilmaggiodeilibri.it. Per E per condividere le esperienze ci si pu collegare a aderire basta andare allindirizzo www.ilmaggiodeilibri.it. E per condividere le esperienze ci si pu collegare a facebook/ilmaggiodeilibri. facebook/ilmaggiodeilibri. Comunicazione e ufficio stampa Comunicazione 02 45475230, 334 6533015 Ex Libris Comunicazione - Tel.e ufficio stampa Ex Libris Comunicazione - Tel. 02 45475230, 334 6533015 press@ilmaggiodeilibri.it press@ilmaggiodeilibri.it www.ilmaggiodeilibri.it - facebook/ilmaggiodeilibri www.ilmaggiodeilibri.it - facebook/ilmaggiodeilibri

VIVAIO - PIANTE

di Mondin Duilio

Realizzazione e Manutenzione Giardini Prati - Irrigazione - Potature


32030 QUERO (BL) via Feltrina Cell. 338 1689292
E-mail:mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com

due esse s.n.c. di Stramare Nicola e Oscar Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGUSINO (TV) Telefono e Telefax 0423.979344 Via della Vittoria - 32030 FENER (BL) Telefono 0439.789470

via Monte Grappa, 28 Feltre tel. 0439 842 603 www.bancapopolare.it

onoranZe FuneBri

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via Roma - Quero (BL) - Cell. 339.2242637

impresa edile
Fabrizio Mondin

alano di piave Fener - quero

Costruzioni Civili e Industriali Ristrutturazioni e manutenzioni di ogni tipo Allacciamenti fognature Tel. 349.3024131

www.unicredit.it

Stampa DBS - Rasai di Seren del Grappa (BL)