You are on page 1of 6

_____CHIMICA DEI VIVENTI Livelli di organizzazione nel mondo dei viventi in ordine di complessit crescente:atomo-molecolaorganulo-cellula-tessuto-organo-apparato o sistema-organismo-popolazione-specie-comunitecosistema-biosfera.

BIOELEMENTI Esistono 92 elementi chimici presenti in natura.Una ventina entra nella composizione della materia vivente: i pi importanti quantitativamente sono ossigeno(o),carbonio(c), idrogeno(h), azoto(n), fosforo(p), zolfo(s). Essi costituiscono il 95% della sostanza vivente.Altri elementi presenti in concentrazioni ridotte (come ioni) sono il calcio, potassio, sodio, cloro e magnesio.Altri ancora presenti in tracce sono il ferro, rame, manganese, zinco, iodio, fluoro, silicio.Dal punto di vista biologico i composti pi importanti sono le biomolecole, composti organici appartenenti ai 4gruppi: proteine, carboidrati, lipidi e acidi nucleici. L'IMPORTANZA BIOLOGICA DELLE INTERAZIONI DEBOLI Le molecole organiche sonoin grado di interagire tra loro tramite forze deboli non covalenti e legami ionici. Ilegami chimici deboli hanno meno di 1/20 dell'energia di un legame covalente. Sono abbastanza forti da assicurareun legame solo se agiscono in molti simultaneamente. Le interazioni di importanza biologica sono:- legami a idrogeno- legami ionici- forze di Van der Waals- interazioni dipolo-dipolo- forze idrofobeI legami sono importanti nei sistemi biologici in quanto impartiscono alle macromolecole come DNA e proteine laloro forma e struttura (interazioni intramolecolari). Questi legami inoltre svolgono un ruolo importante nellaformazione di complessi proteici costituiti da pi subunit (interazioni intermolecolari). Poich si tratta di legamideboli le strutture macromolecolari cui si fa riferimento sono caratterizzate da un certo grado di flessibilit,necessario nei processi biologici. L'ACQUA Composto inorganico ma essenziale. Nel corpo umano in percentuale pari al 75% nei neonati e 60% negli adulti.Costituita da legami a idrogeno:-Ottimo solvente a causa della sua polarit (ha un polo negativo e uno positivo).-Tutte le sostanze allo stato solido sono pi dense che allo stato liquido, l'acqua fa eccezione: essa diviene menodensa e si espande passando dallo stato liquido a quello solido (il ghiaccio infatti galleggia sull'acqua).- E' richiesta una grande energia per cambiare lo stato fisico dell'acqua da solido a liquido e da liquido a gassoso.L'acqua possiede infatti un elevata capacit di assorbire energia (elevato calore specifico (+1C di 1g di sostanza)).Perch molta energia deve distruggere i legami a idrogeno prima che il calore venga trasferito.- Entropia (stato di disordine) pi alta nello stato gassoso, meno nell'acqua, meno nel ghiaccio. IL RUOLO DEGLI ENZIMI Gli enzimi sono proteine in grado di catalizzare reazioni chimiche.Essi sono infatti catalizzatori biologici: aumentano la velocit delle reazioni biologiche senza parteciparvidirettamente e senza essere consumati.Molti enzimi richiedono per funzionare condizioni di temperatura e pH ben precise e la presenza di determinaticofattori o piccole molecole organiche chiamate coenzimi.I nomi degli enzimi terminano solitamente in -asi e fanno riferimento alla loro funzione (idrolasi, polimerasi...)

MOLECOLE ORGANICHE E RISPETTIVE FUNZIONI (Accenni)CARBOIDRATI / GLUCIDI / SACCARIDI / ZUCCHERI ( sono chiamati cos)...forniscono l'energia necessariaalla cellula per le funzioni vitali (respirazione, riproduzione, nutrizione ecc....), possono servire da riserva otrasporto di energia o per sostegno alla struttura cellulare si dividono in mono- , di- e poli- SACCARIDI

- PROTEINE....sono le pi numerose e hanno moltissime funzioni soprattutto derivate dalla struttura: fornisconosostegno, accelerano reazioni chimiche ( enzimi )...trasportano gas ( emoglobina ) consentono i meccanismi di vitadella cellula ( controllano ciclo cellulare) ecc...insomma fanno di tutto sono composti di amminoacidi che vengonosintetizzati dagli acidi nucleici ( DNA)si dividono per struttura ( primaria, secondaria, terziaria e quaternaria) o in famiglie per struttura e funzione... - LIPIDI / GRASSI....insolubili servono da riserva di energia (nutrizione)e per il sostegno cellulare, si dividono per composizione e grandezza in semplici ( Triglicridi, cere) complessi (fosfolipidi e sfingolipidi) e derivati( steroidi ). - ACIDI NUCLEICI sono DNA e RNA e conservano l'informazione genetica....a partire da questi tramite sintesi proteica vengono prodotte le proteine.le macromolecole biologiche vengono suddivise in questo modo esclusivamente per struttura e composizione/natura chimica _____CELLULA COME BASE DELLA VITA TEORIA CELLULARE1665 Robert Hooke introduce il termine "cellula".Met del XIX Schleiden, Schwann e Virchow elaborano la teoria cellulare: - tutti gli organismi viventi sono composti da cellule, unit elementari dotate di propriet comuni; - la cellula l'unit morfologica e fisiologica fondamentale nella struttura degli organismi viventi; - ogni cellula deriva da un'altra cellula preesistente;- nelle cellule l'informazione genetica risiede nel DNA e viene trasmessa dalle cellule parentali alle cellule figliedurante la divisione cellulare. DIMENSIONI CELLULARI Le dimensioni della cellula variano da alcuni millimicron (batteri) ad alcuni centimetri (uovo di gallina). LA CELLULA PROCARIOTE ED EUCARIOTE La cellula PROCARIOTE la pi semplice e pi piccola (2um). Non possiedono un vero nucleo e organelli citoplasmatici; materiale genetico consiste in una singola molecola di DNA circolare localizzata nel nucleotide. Nel citoplasma possono esserci ribosomi che permettono la sintesi proteica.Circondata generalmente da una parete cellulare esterna alla membrana cellulare costituita da peptidoglicani.Gli organismi procarioti sono sempre unicellulari e si riproducono con modalit asessuata.Sono procarioti gli organismi appartenenti al gruppo degli archebatteri e gli eubatteri (batteri, cianobatteri, algheazzurre). La celllula EUCARIOTICA pi complessa e pi grande (5-20um). Nel citoplasma sono presenti diversi organelli con diverse funzioni,Il materiale genetico formato da diversi cromosomi racchiusi in un nucleo ben definito. Ogni cromosoma costituito da una molecola di dna lineare associata a specifiche proteine.GLi organisimi eucarioti possono essere unicellulari (protisti) o pluricellulari (piante, funghi, animali) LA MEMBRANA CELLULARE E LE SUE FUNZIONI La membrana cellulare un sottile involucro di circa 7-9 nm di spessore costituita da fosfolipidi e proteine cheavvolge la cellula, separandola dall'ambiente circostante. La membrana plasmatica semipermeabile.(Le proteine di membrana svolgono numerose importanti funzioni: possono essere enzimi, proteine di trasporto,oppure recettori (proteine in grado di riconoscere e legare molecole specifiche).Le sue principali funzioni sono di tipo:

- Morfologico e strutturale: da una forma alla cellula; - funzionale: regola gli scambi di ioni, sostanze nutritive e di scarto tra ambiente interno ed esterno; - comunicazione e integrazione: grazie alla presenza di proteine sulla membrana con funzione di recettori permettono scambi tra la cellula e l'ambiente. LE STRUTTURE CELLULARI E FUNZIONI - Il nucleo occupa generalmente la parte centrale della cellula, circondato da una membrana nucleare che, adifferenza della cellulare, presenta i cosiddetti pori nucleari. I pori hanno la funzione di mettere in comunicazioneil nucleo col citoplasma. Il nucleo contiene la cromatina ed un nucleolo. - Il reticolo endoplasmatico o endoplasmico si pu considerare come la continuazione della membrana esterna delnucleo. Pu essere rugoso o liscio a seconda se presenta o meno i ribosomi. I ribosomi sono costituiti da due subunit di diverse dimensioni e separate da uno spazio. Nello spazio tra le due sub unit passano gli amminoacidi cheandranno a formare la catena polipeptidica. La funzione del reticolo endoplasmatico e dei ribosomi , infatti, legataalla sintesi delle proteine. Successivamente le proteine vengono trasferite all'apparato di Golgi mediante un flussodi vescicole. - Il complesso del Golgi formato da vescicolette appiattite e sovrapposte. La sua funzione legata alla sintesi proteica: i polipeptidi sintetizzati nel reticolo endoplasmico rugoso, si spostano nel reticolo endoplasmico liscio, daquesto vanno al complesso del Golgi, dove vengono accumulate e racchiuse in vescicole. Tali vescicole vengono poi trasportate sino al rivestimento cellulare esterno e quindi liberate al di fuori della cellula. - I lisosomi sono delle vescicolette che contengono nel loro interno enzimi digestivi, la cui funzione quella dimetabolizzare le sostanze e far s che la cellula utilizzi le utili ed elimini quelle di rifiuto. (Abbondanti neiglobuli bianchi) - I microsomi sono vescicole simili ai lisosomi. I pi importanti sono i perossisomi che contengono la catalasi,enzima in grado di decomporre il perossido d'Idrogeno, altamente tossico perch danneggia le membrane e lemacromolecole biologiche. - I mitocondri sono degli organuli a forma di fagiolo, sono caratterizzati dalla presenza di due membrane: l'esterna continua, mentre l'interna presenta delle invaginazioni: le creste mitocondriali. Lo spazio tra le due membrane pieno di liquido: la matrice mitocondriale, allinterno della quale i mitocondri producono gli enzimi necessari allacellula per la respirazione cellulare. La presenza di piccole quantit di DNA allinterno del mitocondri fa dedurreche essi sono batteri che vivono in simbiosi con la cellula. - Il citoscheletro una fondamentale struttura cellulare che permette il movimento sia intracellulare cheintercellulare.E' composto da microtuboli (tubulina) componenti essenziali dei centrioli;Filamenti intermedi (cheratina) importanti per la resistenza meccanica della cellula;Microfilamenti (actina) importante per la contrazione muscolare. - I centrioli sono due bastoncini, posti perpendicolarmente tra loro, ciascuno di essi costituito da nove gruppi ditre microtubuli. Generalmente i centrioli sono posizionati in prossimit del nucleo (centrosoma). La loro funzione legata alla divisione cellulare. - Flagelli e ciglia sono formate da fasci di microtubuli con funzione di movimento. (((LA CELLULA VEGETALE presenta in pi di quella ANIMALE le seguenti strutture:

- Parete cellulare; - Plastidi (nei quali troviamo i cloroplasti, sede della fotosintesi clorofilliana); - Vacuoli (fungono da deposito per sostanze di riserva e di rifiuto). RIPRODUZIONE CELLULARE: MITOSI E MEIOSI La divisione cellulare il processo che permette a una cellula di dare origine a 2 cellule figlie, garantendo ladistribuzione equa del DNA, del citoplasma e degli organuli cellulari. Vi sono modalit diverse di divisione per eucarioti e procarioti. NEI PROCARIOTII procarioti si dividono per semplice scissione binaria. All'inizio del processo la molecola di DNA circolare siduplica e la cellula si accresce.A partire dal mesosoma (piega della membrana) si forma un setto traverso che divide la cellula madre in 2 cellulefiglie, ciascuna dotata di una molecola di DNA identica a quella della cellula madre.Essa una riproduzione asessuata e si presenta semplice, veloce, e permette ai batteri una successione digenerazioni estremamente rapida. NEGLI EUCARIOTI Il processo negli eucarioti pi complesso.Il ciclo vitale di una cellula eucariotica viene definito ciclo cellulare ed suddiviso in 4 fasi distinte dette G1, S, G2e M. Le prime 3 fasi costituiscono l'INTERFASE, il periodo precedente al 4 stadio in cui con la mitosi avviene ladivisione cellulare. - G1: intensa attivit biosintetica e crescita. La cellula raddoppia le dimensioni e produce nuovi organelli. - S (sintesi): replicazione del DNA. - G2: la cellula continua a crescere in vista della successiva divisione. (Una cellula che raggiunge la fine dello sviluppo e non si divide pi rimane bloccata alla prima fase = neuroni)(Apoptosi = autodistruzione cellulare, contribuisce a controllare il numero di cellule che formano un tessuto).(Necrosi = parte delle cellule di un tessuto muore per un processo patologico, perch colpita da un infezione o perch non riceve suff. ossigeno) (Le CHINASI sono enzimi che catalizzano il passaggio di un gruppo fosfato da una molecola di ATP a una proteina(un enzima) che, quindi, viene fosforiliata.) - MITOSI processo tramite il quale il nucleo di una cellula eucariote si divide, dando origine a due nuclei figli, ciascunodotato di una serie completa di cromosomi. Alla divisione del nucleo segue generalmente la divisione delcitoplasma (citodieresi).Ogni cromosoma di una cellula che entra in mitosi costituito da 2 filamenti di DNA identici, chiamati cromatidifratelli; i cromatidi sono uniti in una regione chiamata centromero, mentre le estremit sono indicate come telomeri. La mitosi viene suddivisa in 4 fasi:.. PROFASE: il DNA si spiralizza e la membrana nucleare si dissolve. Nel citoplasma i due centrosomi iniziano amigrare verso i due poli opposti della cellula dando origine al FUSO MITOTICO (insieme di fibre costituite damicrotubuli che attraversa tutta la cellula e collega le due coppie. ..METAFASE: i cromosomi si allineano sul piano equatoriale della cellula originando la piastra metafasica dopoaver aderito alle fibre del fuso per mezzo dei cinetocori, strutture proteiche presenti nel centromero

...ANAFASE: i centromeri si dividono in 2 e i 2 cromatidi fratelli di ogni cromosoma si separano, migrando verso i poli opposti della cellula ...TELOFASE: Il fuso gradualmente scompare. I cromatidi (i nuovi cromosomi delle 2 cellule figlie) sidespiralizzano; attorno ad essi si riforma la membrana nucleare e ricompare il nucleolo. -(CITODIERESI): La divisione del citoplasma che segue quasi sempre la mitosi si svolge con modalit diverse per .. animali: all'equatore della cellula si forma un solco che diventa sempre pi profondo fino a dividere in 2 parti alcellula madre; .. vegetali: il citoplasma viede diviso da un diaframma, la piastra cellulare, che si origina al centro della cellula,dalla fusione di vescicole membranose originate dal Golgi, e si estende via via fino a raggiungere la membrana. RIPRODUZIONE ASESSUATA (avviene per mitosi, in assenza di fecondazione).La mitosi alla base dei meccanismi di riproduzione asessuata. Negli organismi a riproduzione asessuata (agamica,vegetativa) la prole ha origine da un unico individuo, senza l'intervento e la fecondazione di cellule specializzate per la riproduzione. La prole risulta quindi geneticamente identica alla madre. Pu avvenire con diverse modalit: SCISSIONE BINARIA, GEMMAZIONE, SPORULAZIONE,PARTENOGENESI. RIPRODUZIONE SESSUATA (avviene per meiosi e fecondazione) Prevede la partecipazione di cellule specializzate per questa funzione, i gameti (o cellula germinali), prodottigeneralmente da 2 individui di sesso diverso. LA riproduzione ha luogo quando il gamete maschile si fonde conquello femminile; dalla fusione dei due gameti, detta fecondazione, ha origine una cellula, lo zigote, cherappresenta la prima cellula del nuovo organismo, da cui si former l'individuo adulto, attraverso una serie didivisioni mitotiche successive. A differenza della RIPRODUZIONE ASESSUATA, quella sessuata consente perci di ottenere un aumento dellavariabilit genetica. (CELLULE SOMATICHE: diploidi. Possiedono 2 serie di cromosomi formate da coppie di cromosomi omologhi,uno di origine paterna e uno materna. GAMETI: aploidi. Possiedono un' unica serie di cromosomi. Il processo che permette la riduzione del numero di cromosomi la meiosi che ha luogo in organi particolari, legonadi. Negli animali le gonadi femminili sono le OVAIE, quelle maschili i TESTICOLI. Nelle piante le gonadi femminili sono gli OVARI, quelli maschili gli STAMI. - MEIOSI Nelle gonadi sono contenute cellule specializzate diploidi, chiamate GAMETOCITI, che vanno incontro a meiosi,dando origine ai gameti aploidi.Il processo consiste in 2 divisioni cellulari successivi che, a partire da una cellula diploide, ne producono 4 aploidi. Come la mitosi anche la meiosi suddivisa in 4 fasi: ..PROFASE: i 2 cromosomi omologhi di ogni coppia si avvicinano e si appaiono. Ogni coppia risulta formata da 4cromatidi ed perci chiamata tetrade (o sinapsi). Talvolta tra i due omologhi di ogni coppia si ha il fenomeno del CROSSING OVER**.La profase1 occupa il 90% del tempo richiesto per l'intera meiosi e pu durare anche diversi giorni) ...METAFASE: le tetradi si allineano sul piano equatoriale

...ANAFASE: i 2 cromosomi di ogni coppia si separano dirigendosi verso i 2 poli opposti della cellula ...TELOFASE: la cellula si divide in 2 cellule figlie, ciascuna contenente un numero aploide di cromosomi
(1 divisione di tipo RIDUZIONALE perch accopagnata dal dimezzamento del numero dei cromosomi)Tra prima e seconda divisione meiotica ci pu essere un breve periodo di riposo (INTERCHINESI) ...PROFASE2: i centrioli migrano ai poli opposti della cellula ..METAFASE2: i cromosomi si allineano sul piano equatoriale ..ANAFASE2: i cromatidi fratelli di ogni cromosoma di separano e si dirigono verso i poli opposti della cellula ..TELOFASE2: si formano 2 nuclei e si ha la citodieresi con la formazione di 2 cellle figlie. (2 divisione di tipo EQUAZIONALE poich senza alcuna variazione del numero cromosomico) **IL CROSSING OVER - permettte il rimescolamento tra parti di cromosoma (ricombinazione) e quindi la comparsa di nuove combinazionitra alleli di origine materna e paterna; - aumenta il numero di possibili combinazioni di alleli rendendo possibile la separazione di geni localizzati sullostesso cromosoma; - un evento "casuale" e permette di costruire una mappa cromosomica. Nel corso della MEIOSI si pu andare incontro a errori che causano - MUTAZIONI CROMOSOMICHE: dovute sostanzialmente alla rottura di un cromosoma; - MUTAZIONI GENOMICHE: comportano la perdita o l'acquisto di uno o pi cromosomi, oppure una variazionedell'intero corredo cromosomico, per cui ciascun cromosoma risulta rappresentato da pi di 2 omologhi(poliploidia) ...SINDROME DI DOWN, o TRISOMIA 21: rappresenta un caso di aneuploidia (mancata separazione di 2cromosomi omologhi o 2 cromatidi fratelli ...SINDROME DI EDWARDS: dovuta alla trisomia del cromosoma 18. Orecchie diformi, difetti cardiaci, spasticite altri danni. GAMETOGENESI: processo di formazione dei gameti che avviene nelle gonadi. SPERMATOGENESI: formazione di spermatozoi(n) attraverso 2 divisioni meiotiche a partire daglispermatogoni(2n). OVOGENESI: Da un ovogonio si producono una cellula uovo e 3 globuli polari (un gamete funzionale + 3 celluleridotte e non funzionali). CORREDO CROMOSOMICOIl corredo cromosomico di un essere vivente pu essere definito l'insieme dei cromosomi presenti in una cellulasomatica, tranne quelle sessuali, ed costante a livello di specie, sia sotto il profilo numerico sia sotto quellomorfologico.