Giugno 2012 - Numero 2

Il giornalino CSEN
Comitato Provinciale Firenze e Prato

SCHERMA TRADIZIONALE ALLA FESTA DELLO SPORT FUTURA SPORT PONSACCO 2° EXPO “FELICI DI ESSERE CANI”

Il giornalino
Festa dello Sport
Il 26 Maggio allo Stato Libero dei Renai si è svolta la “Festa dello Sport” organizzata dal comune di Signa. Durante le prime ore dell’evento alcune nuvole sembrava intenzionate a rovinare la giornata ma così non è stato e il pubblico è accorso numeroso allo splendido polmone verde che il Comune di Signa, che ringraziamo, ci ha messo a disposizione. Le pratiche avvenute sono state numerose e tutte di ottima qualità grazie ai dimostranti intervenuti. La quiete e l’armonia della natura del Parco dei Renai hanno favorito la pratica dello Yoga mentre il Krav Maga e la Difesa Personale, pratiche meno silenziose, sono state eseguite con successo e sotto lo sguardo vigile dei presenti. Oltre alla Scherma Tradizionale, madre della scherma odierna, un plauso particolare va alle Cheerleader. Le ragazze hanno dimostrato grandi capacità nell’eseguire i loro balli. Ci auguriamo che tale disciplina, di origine americana, si possa diffondere sempre di più anche nel nostro Paese. Gli istruttori di My Dogz hanno tenuto un mini corso educativo cinofilo. Nel corso della mattinata hanno avuto spazio di illustrare il Tai Ji Quan gli appartenenti della ASD Taiji Studio. Un ringraziamento a tutti coloro che sono intervenuti e hanno fatto trionfare lo sport durante questa bellissima giornata.

SCHERMA TRADIZIONALE
La scherma tradizionale è una disciplina sportiva poco diffusa ma non per questo passata inosservata agli occhi di Csen. Alla Festa dello Sport allo Stato Libero dei Renai il 26 Maggio abbiamo incontrato Francesco, organizzatore e praticante di questo sport, che ci ha raccontato di questo mondo e della possibilità di avvicinarlo: “ La nostra è un’arte marziale che si ispira alle pratiche rinascimentali. Utilizziamo quattro tipo di spade in utilizzo a partire dal 1300: spada a due mani, spada lato, striscia a tazza e la sciabola da terreno. Nella pratica è compreso anche un forte senso di ricerca nel passato tramite lo studio dei trattati. A partire da 20 anni seguiamo un metodo preciso di insegnamento per chi segue la nostra materia. Le pratiche che effettuiamo ci giungono per tramando dal passato. Il nostro scopo è di colpire senza essere colpiti, ci difendiamo attaccando. Combattiamo su ogni tipo di suolo, non è fondamentale avere una pedana. Rispetto alla scherma olimpica la nostra priorità è rimanere incolumi, e lo facciamo proprio sfruttando l’offensiva. Le nostre armi sono repliche ed imitazioni fedeli di quelle che venivano usate nel passato. La pratica è molto sicura sebbene preveda l’uso di spade. A tutti coloro che vogliono avvicinarsi alla scherma tradizionale dico che inizialmente siamo noi a fornire in prestito il materiale, se si decide di proseguire è necessario che vengano forgiate armi in base alla propria struttura fisica”. Di seguito vi forniamo i contatti per saperne di più. Web site www.confraternitadellaspada.it , e-mail info@confraternitadellaspada.it Cellulare 347 1311134. La sede è in Via della Colonna 3 a Firenze.

2

Il giornalino
Yoga: Philosophy in action!
Si è conclusa con successo la prima edizione di “YOGA! philosophy in action”, Giornata Internazionale dello Yoga presso la Fortezza da Basso di Firenze Domenica 27 Maggio 2012. L’evento dedicato al mondo eterogeneo e affascinante dello Yoga e a come questa disciplina antichissima interagisce con i bisogni della società contemporanea si è tenuto domenica 27 maggio alla Palazzina Lorenese ed è stato organizzato nell’ambito di Terrafutura dall’associazione culturale Jiva e dal comitato Csen di Firenze con il patrocinio del comune di Firenze e il marchio “Firenze, European City of Sport 2012”. Nelle due sale della Palazzina Lorenese dalle 11 alle 18.30 si sono susseguite conferenze e lezioni gratuite. Le conferenze: i l convegno è stato presentato e coordinato da Gabriele Gailli, presidente di Jiva e responsabile Csen per il settore “Benessere corporeo”. Il pubblico ha potuto ascoltare interventi diversi tra loro, ma focalizzati sul tema comune: mettere in pratica una filosofia. Ogni relatore ha portato il racconto di come lo Yoga e la meditazione hanno trasformato la sua esperienza nella vita reale: “Meditazione in azione” di Niccolò Branca, imprenditore. Un’interessante testimonianza su come la pratica della meditazione genera un’attitudine efficace nella gestione etica dell’impresa, nelle scelte e nel cambiamento, uno strumento vitale per lavorare secondo l’economia della consapevolezza. “Ayurveda, la via naturale della salute e del benessere” di Claudia Brebeck, terapeuta ayurvedica. I principi dell’Ayurveda, l’antica “scienza della vita” e dello Yoga come principi universali a disposizione dell’umanità per realizzare stili di vita sani e felici. “Simple Vastu for positive energy” di Pawan Mishra, esperto di Vastu e astrologo vedico. La video conferenza sull’arte dell’abitare e come l’applicazione della filosofia allo spazio in cui si vive e si lavora può migliorare l’energia delle persone. “La mia vita con un maestro himalayano di Victor Bischoff”, life coach e insegnante di Yoga. Il racconto degli anni passati con Swami Rama dell’Himalaya, la grazia e la trasmissione diretta della tradizione, i pregiudizi dell’occidente di fronte a una spiritualità spontanea e naturale e l’insegnamento pratico. “Stili di vita yogici, da uomo a uomo, la relazione con il femminile” di Stefano Silvestri, maestro di Yoga Kundalini nella tradizione spirituale Sikh, psicoterapeuta e costellatore familiare. E’ stato possibile evincere come la pratica dello Yoga e

la tradizione si convertano in ispirazione nel lavoro psicoterapeutico, nel lavoro psicofisico, nella comprensione di sé stessi e nei rapporti con gli altri. Le lezioni gratuite: Cinque ore di lezioni gratuite hanno visto una grande affluenza di pubblico che ha potuto sperimentare e apprezzare lo Yoga nei vari stili e tradizioni proposti dalle associazioni affiliate Csen: Yoga Pilates, il rito dei cinque

tibetani, Hatha Yoga a cura degli insegnanti di Jiva, Sandra Boni, Laura Alfani e Marilena Sozzi, Yoga integrale a cura di Grempoli Yoga Sangha asd, Anukalana e Acro Yoga a cura di Samadhi asd. Le performance dal vivo: A conclusione dela giornata si è tenuta l’esibizione di danza tradizionale indiana di Sanatani e il concerto di Kirtan con Vayiasaki Das e Kishori Devi Das.

3

Il giornalino
2° Expo “Felici di essere cani” Giochiamo con il Tennis
Ha ottenuto un grande successo la manifestazione “Giochiamo con il Tennis”, organizzata Domenica 27 Maggio, dall’ASD Playtime con Csen per festeggiare il riconoscimento di Firenze “Città Europea dello Sport” presso i campi della Virgin. Complice una tipica giornata finalmente estiva, tennisti navigati e appassionati hanno potuto giocare e divertirsi cimentandosi in doppi maschili, femminili e misti, in pieno spirito amatoriale. L’evento si è svolto in modo positivo grazie all’entusiasmo e al desiderio di divertirsi di tutti i partecipanti. A tutti i presenti è stato distribuito uno specifico attestato come testimonianza e riconoscimento del titolo di “Città Europea dello Sport” di cui è stata insignita la città di Firenze. Dopo una serie di rimandi dovuti al “maltempo da week-end” Domenica 10 Giugno 2012 ha avuto luogo la 2° Expo “Felici di essere cani”. Cornice all’evento del Campone a Ponte a Greve un cielo soleggiato e a tratti plumbeo che non ha impedito il divertimento con gli amici a quattro zampe. Le guide della rassegna sono stati i ragazzi di My Dogz che facendo leva sulla loro competenza in materia ed il loro entusiasmo verso il tema canino hanno tenuto alto il livello di concentrazione dei partecipanti che hanno interagito con domande e curiosità. Circa 20 persone si sono interessate allo svolgimento dell’Expo e hanno iscritto i loro piccoli e in alcuni casi grandi “amici”. A partire dalla mattina si è svolto un mini corso educativo nel quale i partecipanti hanno appreso quale sia il giusto comportamento da mantanere in situazioni di emergenza. Le gare sono state organizzate in una serie di prove all’interno del ring del Campone. Una di queste è stata “Obedience” strutturata in pratiche di gimkane e di comandi. Il test “Affinity” ha portato alla valutazione di somiglianza tra il padrone ed il proprio cane mentre il “Disaffinity” ha fatto cogliere le maggiori differenze. Ai più piccoli (parliamo di umani) è stata data la possibilità di premiare il cane che li aveva attratti maggiormente insignendolo del premio “Best in Show”. Innovazione della giornata il premio “Dispettoso” ad un piccolo cane nero che ha abbaiato durante tutto lo svolgimento della manifestazione. Alla fine delle sfilate i protagonisti della giornata sono stati premiati anche secondo le valutazioni “Simpatia” e “Barba Bianca”. Csen ha premiato gli istruttori di My Dogz con un attestato ed una coccarda per l’impegno profuso nell’ambito della Expo. My Dogz e Csen ricordano che l’intero ricavato, escluse le spese di organizzazione, sarà devoluto al canile municipale di Firenze.

4

Il giornalino
Goldgympiadi
Un nuovo evento e modo di fare sport e’ nato a Siena. Dal 4 all’8 giugno si è svolta in onore alle Olimpiadi di Londra 2012 la prima edizione delle Goldgympiadi. L’idea è scaturita dalla necessità di coinvolgere in modo competitivo il popolo del fitness che è praticamente estraneo al mondo delle gare. L’evento si è svolto presso la SSD GOLD GYM affiliata CSEN, con grande partecipazione di atleti nonostante l’iniziale titubanza dovuta all’inconsueta proposta di gara. La vera vincitrice è stata proprio la partecipazione, quasi 100, tra uomini e donne, si sono sfidati, alcuni cimentandosi nelle specialità per le quali si sono allenati tutto l’anno, altri spaziando in prove mai praticate ma che li hanno ripagati con un maggior punteggio tradotto in una migliore classifica assoluta. La gara denominata Cross Fitness ricorda il triatlhon, disciplina nella quale ogni concorrente gareggia in più prove: nelle Goldgimpiadi le proposte sono state quattro: prova di panca (forza e resistenza), circuit training con ostacoli, prova figther (maggior numero di calci e pugni al sacco in un minuto), prova bike (potenza massima in 10 secondi e massima percorrenza in 6 minuti), ciascuno con la propria classifica. Il regolamento ha permesso di usare i migliori tre risultati tra quattro singole gare; si sono laureati vincitori gli atleti che hanno ottenuto un maggior numero di punti nelle varie tipologie di prove: MENEGHELLO MATTEO per il maschile e FRANCESCHI SARA per il femminile. Il prossimo appuntamento prevederà una gara di qualificazione per la fase regionale in cui si sfideranno i migliori atleti usciti dalle palestre di tutta la Toscana.

Krav Maga
La pratica del Krav Maga è sempre più diffusa. Per chi non lo sapesse si tratta di un metodo militare nel quale si curano le tecniche e tattiche di autodifesa nel combattimento corpo a corpo. A Livorno avrà luogo il “Summer Camp” una tre giorni dal 13 al 15 Luglio per approfondire la propria conoscenza e la pratica di questa disciplina. L’evento sarà la seconda tappa più importante in Italia per l’AIKM-RD. Il programma prevede 5 ore giornaliere di Krav Maga e i partecipanti saranno divisi in 5 gruppi a partire dalla cintura gialla fino a quella marrone. Lo stage è aperto a tutti, praticanti e non di Krav Maga, arti marziali o qualsiasi sport di combattimento. Per saperne di più è possibile contattare il responsabile Giacomo Taddei al numero 340 7573100 oppure tramite il contatto mail aikm-rd@gmail.com.

5

Il giornalino
Regione Toscana Art. 1 Lo sport è gioco e fonte di divertimento: dà corpo al diritto alla felicità, intesa come benessere psico-fisico e piacere di stare insieme agli altri. Art. 2 Tutti hanno diritto di fare sport per stare bene. Art. 3 Ogni sport ha le proprie regole ed il loro rispetto è essenziale per il corretto svolgimento della pratica sportiva. Al pari di queste devono essere ugualmente osservati e fatti propri i principi che, sebbene non esplicitati nei regolamenti, danno un senso etico allo sport. Art. 4 La lealtà (fair play) è fondamentale in ogni disciplina sportiva, praticata sia a livello dilettantistico che professionistico. Art. 5 La pratica dello sport è componente essenziale nel processo educativo. Art. 6 La condivisione di regole comuni, l’elaborazione della sconfitta (saper perdere) e l’esclusione di ogni comportamento teso a umiliare gli avversari, hanno un fondamentale valore nella formazione dell’individuo. Art. 7 La crescita della persona attraverso lo sport si esprime nella comprensione e nell’accettazione dei propri limiti e nel rispetto degli avversari. Art. 8 Ogni forma di doping è una violazione dei principi dello sport. Art. 9 Il rispetto dei principi etici dello sport contribuisce alla formazione di un’etica della cittadinanza. Art. 10 La pratica sportiva, lealmente esercitata, genera reciproca fiducia e favorisce la socializzazione e la coesione sociale fornendo occasioni di conoscenza, comprensione e apprezzamento, anche tra persone di diverse origini culturali. Art. 11 Lo sport contribuisce alla conservazione ed al miglioramento della salute di chi lo pratica, anche attraverso l’adozione di stili di vita salutari. Art. 12 Per i più giovani: una corretta pratica sportiva deve essere commisurata all’età. È fondamentale che sia anteposta la crescita della persona all’esasperata ricerca del successo agonistico. Art. 13 Per i meno giovani: una corretta pratica sportiva favorisce la conservazione dello stato di salute e la prevenzione dalle patologie dell’invecchiamento. Art. 14 La pratica sportiva deve essere adeguata alla personalità di ciascun individuo. La sua adeguatezza è valutata da personale qualificato in base a criteri anagrafici, biomedici e psicologici. Art. 15 Chiunque esercita una funzione educativa e di tutela nei confronti di chi pratica sport è tenuto a guidarne l’impegno psicofisico nel rispetto della centralità, affermata dalla Costituzione, della persona umana.
La Carta Etica dello Sport Delibera n.729 del 29 agosto 2011 Regione Toscana Assessorato allo Sport Direzione Generale diritti di cittadinanza e coesione sociale Area di coordinamento inclusione sociale Sport - Associazionismo Via G. Modena n.13 - 50121 FIRENZE sport@regione.toscana.it

6

La Carta Etica dello Sport

Il giornalino
La pagina del CALCIO AMATORIALE
Maggio è il momento di tirare le somme per i campionati, anche per quello di Calcio a 7 Csen di Sesto Fiorentino. Per quanto riguarda la finale della Silver Cup hanno trionfato i ragazzi dell’Asia contro il Gruppo Humilte per 2-0 . La Golden Cup è stata sollevata dai Blancos contro la Mitica Toro con un equilibrato 2-1. La Top League è stata vinta meritatamente dalla World Net per 3-1 contro Euromed. Una nota di encomio va riservata ai ragazzi della World Net che hanno voluto scattare le foto insieme alla squadra avversaria e agli arbitri per dimostrare riconoscenza nei loro confronti: un gesto di vera sportività come nei canoni Csen. Gli arbitri della serata sono stati i fratelli Micheli che hanno dimostrato ancora una volta grande carattere e ottima preparazione. Arrivano il caldo e l’estate ma il calcio Csen non si ferma. Terminati i campionati iniziano i tornei estivi sia maschili che femminili. A seguire una panoramica degli stessi. Maschile, Calcio a 5: presso l’impianto di Castello per i livello Medium avrà luogo il torneo “Biancoverde” al quale risultano iscritte 18 squadre. Nella zona di Firenze e Sesto Fiorentino 24 squadre si affronteranno nell’ambito del “Senza Fiato”, riservato esclusivamente a non tesserati FIGC. All’uscita Firenze Sud dell’autostrada presso gli impianti della Virgin 10 formazioni si scontreranno. Il livello richiesto per partecipare è Medium. Per i più grandi ci sarà il torneo Over 35 tra Firenze e Sesto Fiorentino e le squadre che si sono iscritte si sfideranno in un girone all’italiana. Calcio a 7: fiore all’occhiello del calcio a 7 Csen il “Memorial Di Gregorio” che vede iscritte 30 squadre con ex calciatori illustri come Francesco Flachi, Moreno Torricelli e Gianluca Berti; figura tra i partecipanti anche Samuel Di Carmine, fiorentino di nascita e il cui cartellino è di proprietà della società viola. Anche Gianluca Lapi, noto nel mondo del calcio storico, prenderà parte al torneo. Il livello del Torneo è Top. Accessibile ai più, di livello Medium, il “Vinci Garda”: la squadra vincente otterrà un soggiorno sul Lago di Garda con ingresso a Gardaland per dieci persone. Al momento risultano iscritte 48 squadre. Gli impianti di riferimento sono a Firenze, Calenzano e Sesto Fiorentino. Per coloro che sono di livello Easy nelle stesse tre zone ci sarà anche il “Senza Fiato” al quale partecipano 42 squadre. Anche per il calcio a 7 è previsto un torneo esclusivamente per gli Over 35, costituito da un girone, che avrà luogo sui campi di Firenze, Sesto Fiorentino e Calenzano. Femminile, Calcio a 5: 6 squadre si affronteranno a Firenze per la Coppa Toscana di livello Top-Medium mentre alla Coppa Primavera prenderanno parte 14 squadre di livello Easy-Medium. Calcio a 7: a Sesto Fiorentino ci sarà il torneo Delfino di livello Medium.

CSEN Com. Pr. Firenze e Prato Via D.M.Manni 55, 50135 Firenze 055 613448 - csenfirenze@gmail.com PER LE ASD Se vuoi inviarci foto, articoli, volantini degli eventi che la tua ASD organizza inviaci tutto per mail stampacsen@gmail.com e noi inseriremo tutto nel prossimo numero del Giornalino.

7

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful