Progetto RADAR`

Percorsi di orientamento per l'inserimento lavorativo e la creazione di impresa
lSL 2000´2001. DGR Molise n. 1049´2001. n. 193´2002. n. 585´2002
Progetto n. 551 Asse A` Misura A3`



Rapporto di ricerca
Produrre e lavorare nel Molise:
una ricerca sul sistema socio-economico

Ottobre 200²





Associazione 1emporanea d`Impresa:

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


2

INDI(L


IN1RODUZIONL p. 4

PAR1L I - IL MOLISL: DA1I GLNLRALI ·· ¯
1. Il territorio ·· ¯
2. La struttura produtti·a ·· 19
3. Il mercato del la·oro ·· 36
4. Ricerca e inno·azione ·· 50
5. Patti territoriali ·· 65

PAR1L II - IL MOLISL OGGI ·· ¯8
1. Le aree territoriali ·· ¯8
2. I settori produtti·i ·· 85
2.1 L`agricoltura ·· 8¯
2.2 L`industria ·· 113
2.3 Il terziario ·· 115
2.4 Il turismo ·· 11¯
3. Le ricerche di Studionet e del (entro per l`impiego di (ampobasso sulle imprese
molisane: caratteristiche del campione. íigure proíessionali. competenze e la·oro
·· 121

PAR1L III - OSSLRVAZIONI (ON(LUSIVL ·· 149

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


3
BIBLIOGRAlIA ·· 15¯

Allegato A. Metodologia della ricerca ·· 163
Allegato B. Ouestionario e scalette d`inter·ista
B.1. Ouestionario
B.2. Scalette d`inter·ista
·· 16¯
Allegato (. Statistiche: distribuzioni di írequenza ·· 193
Allegato D. Sintesi del DPLl 2002-2003 ·· 224





Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


4

IN1RODUZIONL

Produrre e la·orare nel Molise` e una ricerca condotta da Studionet s.r.l. e A.Re.S. sulla
situazione socio-economica del Molise ed e parte integrante del piu ·asto progetto
RADAR Percorsi di orientamento per l'inserimento la·orati·o e la creazione di impresa,.
íinanziato
1
con l`obietti·o di:
• creare una "cultura" delle nuo·e modalita di accesso al la·oro che spinga gli
utenti´clienti a non rimanere passi·i. ad a··icinarsi alle strutture dislocate sul
territorio. e che incenti·i un comportamento "atti·o" nella elaborazione di un
progetto íormati·o e proíessionale altamente personalizzato:
• íacilitare la conoscenza delle opportunita íormati·e e la·orati·e nonché l'incontro tra
la domanda e l'oííerta di la·oro.
• realizzare un inter·ento sul territorio utilizzando standard omogenei di qualita relati·i
ai ser·izi di documentazione. iníormazione e primo orientamento.
• s·iluppare e testare un modello di inter·ento integrato che pre·ede di·erse uscite`.
la possibilita di accesso al tirocinio. la creazione di impresa. l'acquisizione di un
atteggiamento proatti·o e dinamico che genera "ricerca atti·a di la·oro".

La ricerca ha prodotto il presente rapporto. oltre ad una serie di materiali intermedi`
utilizzati dagli esperti delle societa Studionet ed A.Re.S. per la messa in opera del progetto
RADAR. In particolare. i materiali sul sistema socio-economico molisano sono stati
utilizzati durante i corsi di íormazione e i seminari organizzati dalle due societa.

Il rapporto di ricerca e di·iso in tre parti principali: Il Molise: dati generali`. Il Molise
oggi` e Osser·azioni conclusi·e`.

1
Nell'ambito del londo Sociale Luropeo della Regione Molise. progetto multimisura.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


5
La parte I - Il Molise: dati generali` - descri·e le caratteristiche del territorio.
pre·alentemente montuoso e collinoso. contraddistinto da una íorte concentrazione di
piccoli comuni montani. spesso isolati: illustra. inoltre. le caratteristiche del sistema
produtti·o molisano e del mercato del la·oro regionale. Sempre in Molise: dati generali`
·iene descritta la condizione della ricerca e inno·azione nella Regione. con particolare
attenzione alle strutture presenti sul territorio: (entri e Istituti di ricerca. Uni·ersita. Iníine
·engono illustrati i patti territoriali che. dalla íine degli anni No·anta. hanno cercato di
ía·orire lo s·iluppo socio-economico del Molise.

Nella parte II - Il Molise oggi` - ·engono presentate le caratteristiche delle aree
territoriali e dei settori produtti·i. con le loro attuali ed inespresse, potenzialita e punti
critici. lra questi ultimi. la carenza delle inírastrutture e una cultura imprenditoriale -
secondo molti osser·atori economici - ancora debole. lra le potenzialita inespresse quelle
legate ad una qualita della ·ita straordinariamente piu ele·ata di quella che potrebbe
apparire dalle statistiche uííiciali e un ambiente ancora incontaminato. che potrebbe
produrre la·oro se - come argomenteremo - gli attori sociali. dai decisori politici agli
imprenditori. saranno capaci di azioni di sistema`.
Ancora. nella seconda parte. presentiamo i risultati di due studi: il primo. realizzato da
Studionet e A.Re.S. su competenze e imprese nonché sulle prospetti·e del la·oro nel
Molise: il secondo. condotto dal (entro per l`impiego di (ampobasso
2
. sul íabbisogno di
proíessionalita delle imprese e sulle loro diííicolta nel soddisíare questi bisogni attra·erso il
mercato del la·oro. sui ser·izi che ritengono piu interessanti per age·olare le imprese e sul
tipo di íormazione eííettuata.

La parte III e dedicata alle osser·azioni conclusi·e. Osser·azioni che si pongono lo scopo
di inserirsi in un dibattito gia aperto sul íuturo del Molise e che - o··iamente - né hanno la
pretesa di indicare íacili soluzioni ai problemi che i di·ersi attori sociali hanno sottolineato.
né intendono - seguendo gli insegnamenti del íilosoío e sociologo Max \eber -
trasíormarsi in giudizi ·alutati·i` rispetto ai íenomeni analizzati. (onclusioni. dunque.

2
Pro·incia di (ampobasso - 2° Settore 2° Ser·izio Programmazione strategica e Mercato del la·oro.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


6
aperte e in di·enire. Aperte perché rappresentano. come abbiamo detto. un tassello di un
dibattito: in di·enire perché i íenomeni macro` analizzati sono in continuo mo·imento.
(ome sosteniamo in questa parte del rapporto. il Molise ci sembra in bilico íra il passato e
il íuturo. Si pensi all`attenzione alla qualita di alcune produzione agricole oppure alle
ricerche realizzate nell`ambito del Parco tecnologico MoliseInno·azione e nell`Uni·ersita
degli Studi del Molise. atti·ita tipiche di una societa postindustriale: ma si consideri anche
la contemporanea presenza di una diííusa atti·ita di la·oro agricola dedita all` auto-
consumo` e al relati·o, isolamento íisico della Regione. caratteristiche di una societa
preindustriale.

RINGRAZIAMLN1I

La ricerca e stata possibile grazie alla collaborazione di numerose organizzazioni pubbliche
e pri·ate. nonché di singole persone: studiosi di enti e uni·ersita. imprenditori. sindacalisti.
rappresentanti di associazioni del mondo del la·oro.

Non mi e possibile. qui. citare tutti coloro che hanno contribuito alla ricerca. Non posso
pero esimermi dal ringraziare alcune organizzazioni e persone.
lra le organizzazioni: i Ser·izi per l`impiego di (ampobasso. L`Lrsam Molise Lnte
Regionale di S·iluppo Agricolo, e l`Uni·ersita degli Studi del Molise. lra le persone -
dell`Uni·ersita degli Studi del Molise - Paolo Bellucci. Luigi Bollella. Massimo lranco.
Angela Mariani. Luigi Mastronardi. Antonio Minguzzi. Ld inoltre: Marco Molino Parco
Scientiíico e 1ecnologico MoliseInno·azione,. Gio·anni (ola·ita industrie (ola·ita,.
Giuseppina Desiderio Azienda Agricola Biodinamica Desiderio,. Marco Zollo lAI-
Azienda Speciale della ((IAA di (ampobasso,.
Un particolare ringraziamento a Laura (utonilli. ricercatrice Studionet. per il prezioso
la·oro s·olto sia nella íase di ricerca sul campo che nella íase di analisi dei dati e stesura del
report.
ívciavo Rigbi
Direttore della ricerca

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


7
- PAR1L I -
IL MOLISL:
DA1I GLNLRALI


J. IL 1LRRI1ORIO

Il territorio della Regione Molise. pre·alentemente montuoso e collinoso. e caratterizzato
da una íorte concentrazione di piccoli comuni montani. spesso isolati l`uno dall`altro.
alcuni dei quali non superano le poche centinaia di abitanti e altri non ·anno al di la delle
duemila unita. Il Molise. iníatti. ha ben 136 comuni dislocati su un territorio di circa 4.43¯
Kmq in cui si distribuisce una popolazione. che per numero di abitanti. poco superiore alle
300.000 unita. puo essere paragonata piu alla popolazione di una singola citta che a quella
di un`intera regione. Inoltre. la maggior parte della popolazione molisana si concentra nei
tre centri urbani della regione. 1ermoli e le due pro·ince. (ampobasso e Isernia. rendendo
i restanti comuni scarsamente popolati.

íigvra ] - (aratteristiche del paesaggio molisano

lonte: www.mediasoít.it

La situazione di isolamento dei piccoli borghi molisani e aggra·ata dagli e·enti
idrogeologici e sismici che aííliggono la Regione. La ·ita nella maggior parte dei comuni
molisani appare. iníatti. íortemente condizionata da írane. terremoti e allu·ioni.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


8
Recentemente. a bre·e distanza l`uno dall`altro. hanno colpito il territorio regionale sia
l`allu·ione. sia il terremoto. che. sommandosi alla rigida situazione climatica. hanno
costretto alcuni comuni molisani in una condizione di totale isolamento.

Oggi. alcuni comuni molisani possono essere raggiunti solo percorrendo strade dichiarate
uííicialmente chiuse o considerate inagibili che rappresentano l`unico collegamento con il
mondo esterno,. Un esempio emblematico di questa situazione e il caso di (reta Rossa.
piccola contrada ·icino Larino abitata da un solo nucleo íamiliare. rimasta completamente
isolata a causa delle ·iolente precipitazioni del íebbraio 2003 che hanno reso impercorribile
l`unica strada del paese gia gra·emente colpita dagli e·enti idrogeologici e sismici. A cio
possiamo aggiungere il caso di (asacalenda. piccolo comune in pro·incia di (ampobasso.
raggiungibile solo attra·erso due strade entrambe gra·emente danneggiate dal terremoto e
dichiarate inagibili.

Il dissesto idrogeologico e cosi diííuso su tutto il territorio molisano a causa della sua
natura geolitologica e a causa del progressi·o spopolamento delle aree montane a ía·ore
dei capoluoghi e delle zone costiere, che ha portato ad un aumento dei terreni incolti al
posto dei centri abitati o delle superíici agricole. A questi íattori ·anno sommati la
costruzione di bacini idrici. l`atti·ita estratti·a. l`industrializzazione e l`urbanizzazione.
spesso incontrollata. della zona costiera (ialdea. 1996,.
Le aree interessate dal ·incolo idrogeologico. che nasce come sal·aguardia dei boschi e che
·iene controllato dal corpo íorestale. ·engono suddi·ise da Donatella (ialdea in terreni
antichi dolomie e calcari dolomitici,. terreni arenacei o argillosi e terreni argillosi-sabbiosi.
La denominazione terreni antichi si riíerisce alla zona montuosa del Matese. alla zona a
nord di Isernia e alla zona dell`alta ·alle del Volturno: i terreni arenacei o argillosi
riguardano la parte centrale del Molise. soprattutto la zona di (ampobasso: iníine. i terreni
argillosi-sabbiosi. sono quei terreni che si tro·ano a íondo ·alle e nella zona litoranea
(ialdea. 1996,.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


9
1ra i problemi di dissesto idrogeologico il piu diííuso e la írana cui. a ·olte. sono collegati
e·enti allu·ionali: iníatti. in Molise le allu·ioni sono spesso prodotte da írane lungo i corsi
d`acqua (ialdea. 1996,.
Le aree piu soggette a írana si collocano soprattutto nella zona orientale della Regione do·e
interessano i comuni di 1ri·eneto. Lucito. Monacilioni. S. Llia a Pianisi e la zona intorno a
lornelli nella pro·incia di Isernia. A queste aree si aggiunge la ·alle del Biíerno (ialdea.
1996,.
La íranosita del territorio molisano non ·a attribuita. pero. solo alle caratteristiche del
territorio. ma le cause ·anno íatte risalire ai írequenti disboscamenti e alle opere realizzate
dall`uomo senza adeguati studi pre·enti·i (ialdea. 1996,.

Un altro gra·e problema della regione e la sismicita del territorio.
Le zone soggette a ·incolo sismico si collocano tra il Matese e il bacino medio del Biíerno.
cui si de·ono aggiungere tre comuni situati nella zona orientale a coníine con la Puglia:
Ururi. Rotello e S. Martino in Pensilis (ialdea. 1996,.
Nella storia del Molise si possono anno·erare una serie di terremoti che hanno causato
gra·i danni alla Regione. tra questi ricordiamo: il )errevoto aet ^apotetavo che nel 1456
coin·olse tra le ·arie regioni anche il Molise e distrusse (ampobasso e Isernia: negli ultimi
anni. il terremoto del 1984 che ha causato gra·i danni alla regione e il recentissimo
terremoto del 2002. ricordato soprattutto per la ·iolenta scossa del 31 ottobre - 8° grado
della scala Mercalli - con epicentro tra le localita di (asacalenda. Sant'Llia a Pianisi e
(olletorto. Gli stessi ricercatori di Studionet e A.Re.S erano presenti sul territorio molisano
durante gli ultimi e·enti sismici.
Dalle inter·iste ai testimoni pri·ilegiati. e apparso. che in realta il terremoto del 2002.
nonostante l`enorme rile·anza attribuitagli dai mass media. ha portato danni relati·amente
marginali all`economia della Regione
3
poiché la zona colpita e circoscritta e non ·i sono
grandi industrie.

3
O··iamente qui ci riíeriamo solo ai danni relati·i all`economia: di·erso e il caso dei danni alle cose e alle persone. lra
questo ricordiamo il drammatico e·ento del crollo della scuola lrancesco Io·ine.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


10
Molto piu gra·i sono i danni causati dall`allu·ione del gennaio 2003 che ha colpito l`area di
1ermoli zona industriale, e prodotti dalle numerose írane che continuano ad intaccare il
patrimonio ·iario della Regione.

In un contesto territoriale come quello molisano. caratterizzato soprattutto da piccoli
comuni montani soggetti a rischio d`isolamento. i danni che puo subire la rete ·iaria. in
seguito a íenomeni idrogeologici e sismici. assumono un`enorme importanza. tanto piu che
tali íenomeni ·anno ad intaccare un sistema ·iario che presenta di per sé numerosi
problemi.
Se si ·uole ·iaggiare in Molise o trasportare merci su strada si de·e considerare che nella
Regione esistono solo due strade principali. la 1rignina e la Biíernina che non riescono a
garantire un ·alido collegamento tra i principali comuni molisani e il resto d`Italia.
Alcuni inter·istati hanno sottolineato che la Biíernina e stata costruita su un terreno
íranoso che pro·oca continuamente crolli di alcuni tratti della strada: se si ·iaggia da
(ampobasso a 1ermoli percorrendo la Biíernina si possono incontrare numerose
de·iazioni do·ute a írane o altri danni sulla rete ·iaria. che rallentano note·olmente la
·iabilita. Simile e anche la situazione della 1rignina che e anche aíílitta da un altro gra·e
problema: la strada si restringe piu ·olte creando numerosi ingorghi soprattutto nel tratto
in cui attra·ersa Venaíro. 1utti i mezzi che percorrono questa strada sono costretti. iníatti.
a coníluire all`interno di un paese. Venaíro. subendo i rallentamenti do·uti ai semaíori e ai
írequenti attra·ersamenti pedonali. Ouesta situazione e gra·osa anche per gli abitanti di
Venaíro che sono costretti a con·i·ere con il continuo passaggio delle auto e dei camion
che da (ampobasso ·anno ·erso le altre regioni italiane e ·ice·ersa.
A questa situazione si aggiungono i numerosi ritardi nella costruzione di strade
íondamentali per la ·iabilita del Molise: all`inizio del 2003 non e stata ancora portata a
termine la costruzione della londo·alle Verrino
4
soprattutto a causa dei dissesti
idrogeologici che hanno interessato la zona Ouotidiano del Molise. 21 lebbraio 2003,.


4
La londo·alle Verrino e il collegamento tra la londo·alle del 1rigno e quella del Sangro che do·e·a essere realizzato
negli anni 80 in seguito ad un progetto della Pro·incia di Isernia del 1985
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


11
Attra·ersare il Molise e un`impresa problematica non solo se si utilizzano mezzi su gomma.
Altrettanto diííicile e la situazione della íerro·ia molisana: i treni ·eloci che ·iaggiano ormai
in tutta Italia non possono transitare in Molise poiché le rotaie sono ·ecchie. le gallerie
sono troppo strette e il tratto íerro·iario non e elettriíicato. I treni che collegano il resto
d`Italia con il Molise sono ancora i ·ecchi treni diesel. Solo da pochi anni il collegamento
tra Roma e i comuni molisani e stato ·elocizzato grazie alla costruzione della galleria
Nunziata Lunga.

I testimoni pri·ilegiati inter·istati hanno piu ·olte sottolineato il íatto che la mancanza di
inírastrutture e un gra·e problema per la Regione ed e soprattutto un deterrente alla
costruzione di imprese sul territorio.
Se si ·uole ipotizzare uno s·iluppo economico della Regione Molise. sicuramente le
inírastrutture rappresentano un primo ambito da inno·are e in cui in·estire. Non si puo
pensare. iníatti. allo s·iluppo economico di una regione se trasportare merci e ·iaggiare e
cosi problematico. Un ammodernamento della rete di inírastrutture contribuirebbe a
rendere il Molise piu competiti·o e ía·orirebbe gli scambi con altre regioni italiane. Non si
de·e iníatti sotto·alutare che i diííicili e lenti spostamenti delle merci. in Molise.
rappresentano. rispetto ad altre Regioni. un costo in piu che sostengono le imprese.

Dal 1991 al 2001 ci sono stati lie·i miglioramenti delle inírastrutture molisane soprattutto
nella pro·incia di Isernia. 1ali miglioramenti hanno interessato principalmente le strutture
culturali. quelle per l`istruzione e le strutture sanitarie. Sono rimaste carenti le reti bancarie.
íerro·iarie e quelle per la teleíonia e la telematica. La carenza di quest`ultimo tipo di
inírastrutture rappresenta un elemento di íorte limitazione nello s·iluppo economico della
regione in una íase in cui i sistemi di comunicazione assumono un ruolo sempre piu
importante e in cui sono presenti leggi a ía·ore dell`e-commerce. Altrettanto carente e
rimasta la situazione delle inírastrutture portuali e aeroportuali spingendo le imprese
regionali ad utilizzare le strutture delle regioni adiacenti per i processi di
appro··igionamento e di distribuzione Unione Regionale delle (amere di (ommercio del
Molise. 2003,.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


12
Malgrado i piccoli progressi compiuti dalla Regione negli ultimi anni. la situazione delle
inírastrutture in Molise e ancora critica e necessita di numerosi inter·enti.

(ome Lmerge dalla misura 6.1 e 6.2 del POR Molise 2000-2006. la Regione si propone di
potenziare i collegamenti tra le reti locali e quelle nazionali al íine di age·olare i ílussi di
merci. risorse íinanziarie e capitale umano da e ·erso il Molise con particolare attenzione.
soprattutto nel settore delle merci. al legame íra dotazione e articolazione delle
inírastrutture reti e nodi, e qualita e articolazione dei ser·izi erogabili,. nel rispetto degli
standard di sicurezza e in materia di inquinamento atmosíerico e acustico. degli obietti·i di
riduzione delle emissioni di anidride carbonica accordi di Kvoto, e dei criteri di
minimizzazione degli impatti sulle aree naturali e sul paesaggio` Regione Molise. 2000:
p.1¯5,. Inoltre la regione Molise si propone di realizzare e adeguare i collegamenti dei
nodi alle reti nazionali e internazionali collegamento delle citta con gli aeroporti.
collegamento di aree in íase di íorte s·iluppo e di citta capoluogo con la rete íerro·iaria
nazionale,. nel rispetto degli obietti·i di riduzione delle emissioni e dei criteri di
minimizzazione degli impatti ambientali` e. nella misura 6.2. di raííorzare e migliorare
l`interconnessione delle reti a li·ello locale. ele·ando la qualita dei ser·izi. aumentando
l`utilizzo delle strutture trasportistiche esistenti. generando eííetti beneíici per le íamiglie e
le imprese. in modo soprattutto da soddisíare la domanda pro·eniente dalle atti·ita
economiche` Regione Molise. 2000: p.1¯¯,.
A cio si aggiunge. nella misura 6.3. il potenziamento della rete d`iníormazione con
l`obietti·o di sostenere e diííondere la societa dell`iníormazione con particolare
riíerimento ai settori della pubblica amministrazione. dell`educazione pubblica e dei sistemi
produtti·i` Regione Molise. 2000: p.1¯8,.

1ra gli inter·enti speciíici proposti dal POR Molise 2000-2006. per realizzare gli obietti·i
illustrati. un ruolo íondamentale e ri·estito dall`ammodernamento e dal potenziamento
delle inírastrutture portuali ed interportuali nella zona costiera. Innanzitutto. un inter·ento
íondamentale da realizzare e il completamento dell`Interporto di 1ermoli. che potrebbe
rappresentare un ·alido punto di raccordo tra íerro·ia e porto. e ía·orire l`eííetti·o
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


13
s·iluppo dell`atti·ita portuale di 1ermoli migliorando le inírastrutture portuali Regione
Molise. 2000,.

Nonostante le caratteristiche del territorio molisano descritte íinora ri·elino una situazione
problematica. si possono indi·iduare molti elementi positi·i in questo stesso territorio se
consideriamo gli aspetti paesaggistici e naturalistici.
Visitando la regione. si puo scoprire un ambiente incontaminato caratterizzato da ·erdi
colline e montagne inter·allate da íiumi e laghi che. soprattutto nel basso Molise.
richiamano alla mente i paesaggi irlandesi.

Il Molise e una regione caratterizzata da un`abbondante ·egetazione grazie ad un ambiente
ricco di acqua: sono presenti sul territorio ben cinque íiumi principali - 1rigno. Biíerno.
lortore. Sangro e Volturno - oltre a quelli secondari e ai laghi molisani lago di Occhito.
lago del Liscione,.
La ·egetazione che si puo incontrare in Molise e di ·aria natura: possiamo tro·are íoreste
di íaggi e cerri. soprattutto sulle Mainarde e sulla catena del Matese. querceti ed oli·eti.

Altrettanto ·ario e il sistema montano che appare predominante sul territorio regionale. Il
territorio molisano presenta. iníatti. tre ambienti montani che si mostrano come tre realta a
sé stanti: le Mainarde. la catena del Matese e l`Appennino (ialdea. 1996,.

Le Mainarde sono caratterizzate dalla presenza di íoreste di íaggi e da una íauna simile a
quella del Parco Nazionale d`Abruzzo.

La catena del Matese. interessata da íenomeni carsici. e dominata da boschi di aceri. lecci e
castani. nella zona piu bassa. mentre piu in alto si possono tro·are i íaggi: in quest`area. con
una íauna ·aria e ricca. tro·iamo la presenza di numerosi pascoli.

L`Appennino. zona con la piu alta presenza di boschi. e dominato dall`abete misto e dal
cerro. in alcune zone. dal íaggio e dal leccio in altre: anche qui sono presenti pascoli.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


14
Le caratteristiche del paesaggio molisano - ambiente incontaminato e ricchezza
paesaggistica - potrebbero íar pensare ad una grande presenza di aree protette sul territorio.
In realta. solo l`1.41° circa della superíicie della regione Molise e costituita da aree
protette. 1ra queste ricordiamo le riser·e naturali di (ollemeluccio. di Montedimezzo e di
Pesche. il Parco Nazionale d`Abruzzo. Lazio e Molise e le Oasi Naturali di Bosco (asale e
di Guardiaregia (onsiglio Regionale Unipol. 2003a,.

Nel 1990. in seguito all`appro·azione da parte della Giunta Regionale della legge ^orve per
ta tvteta e ta ratori..a.iove aette ri.or.e vatvrati.ticbe. che pre·ede·a l`istituzione di parchi e
riser·e naturali attra·erso la costituzione di una serie di aree protette. e stata a·anzata l`idea
di istituire tre aree protette in quelle zone del Molise che nel corso degli anni sono state
interessate da progetti per lo s·iluppo turistico e per l`istituzione di parchi naturali: il
Matese. l`Alto Molise e la zona delle Mainarde (onsiglio Regionale Unipol 2003a,.

La zona del Matese. íin dagli anni 60. e stata interessata da ·ari progetti di s·iluppo
turistico: negli anni 60 si e cercato di potenziare (ampitello Matese. localita sciistica della
zona. attra·erso la costruzione di nuo·e strutture: negli anni ¯0 arri·a dal comune di
Bojano la proposta di s·iluppare un`altra localita sciistica dell`area. Acerone. (ialdea 1996:
p.308,.
La zona del Matese e stata coin·olta. nel 1969. in un progetto interregionale di s·iluppo
turistico del Molise e della (ampania elaborato al íine di realizzare un sistema Matese-
1aburno. Ouesto progetto ha permesso di indi·iduare le due aree in cui costruire i parchi
naturali: il Parco Interregionale del Matese e il Parco Interregionale del 1aburno (ialdea
1996,.
Nel 1986 íu a·anzata una proposta di costituzione di un Parco Naturale nella zona del
Matese da parte della (ommissione Regionale Ambiente del (omitato di Zona Medio
Molise del P.(.I. In questa proposta ·eni·a presentato un Parco in cui l`agricoltura do·e·a
rappresentare la sua atti·ita economica principale e in cui si pote·a prospettare anche lo
s·iluppo dell`agriturismo (ialdea 1996,.
Negli anni 90 sono stati presentati dalla (omunita Montana progetti di s·iluppo agricolo e
sil·o-pastorale della zona del Matese mettendo in e·idenza la ·ocazione agricola della zona.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


15
In questa serie di piani la (omunita Montana si propone·a di recuperare in questa zona
soprattutto il patrimonio boschi·o e archeologico (ialdea 1996,.
Iníine. negli anni 90 íu a·anzata una proposta di legge che pre·ede·a l`istituzione di un
Parco Naturale Regionale del Matese. come unica area protetta regionale. ma non riusci ad
ottenere successo e non íu appro·ata (onsiglio Regionale Unipol 2003a,.

La zona dell`Alto Molise. situata al coníine con l`Abruzzo. che ricopre gran parte della
pro·incia di Isernia. e stata analizzata. negli anni ¯0. per conto della Regione. nell`ambito
del Progetto ²². al íine di creare un Parco Naturale nell`altipiano della Montagnola
·alorizzando le caratteristiche speciíiche di ogni comune dell`area.
Nel 1984 ·enne proposto un progetto per la creazione di un Parco dell`Alto Molise. ma
non ottenne un esito positi·o (ialdea 1996,.
Negli anni 90 l`Alto Molise e stato interessato dalla proposta di trasíormare quest`area in
area protetta e. nonostante il mancato successo della proposta. ha ottenuto alcune
inírastrutture realizzate per l`occasione.

Da decenni. anche la zona delle Mainarde e interessata da ·ari progetti di questa natura.
Negli anni 60 e stato istituito un consorzio tra i comuni delle Mainarde per la
·alorizzazione del territorio: costruzione di seggio·ie. di impianti sciistici e di nuo·e strade
per acceder·i.
Nel 1968 e stato presentato da Italia Nostra un primo Progetto per l`ampliamento del
Parco Nazionale d`Abruzzo in questa zona.
Nel 1969 íu a·anzato dall`Amministrazione pro·inciale di (ampobasso un progetto per
contribuire alla ·alorizzazione turistica delle Mainarde.
Nel 19¯¯ e stato proposto dal direttore del Parco Nazionale di ampliare il Parco Nazionale
in questa zona del Molise. 1ale progetto - Progetto Maivarae - pre·ede·a la realizzazione di
·arie riser·e naturali oltre alla costruzione di aree attrezzate. In questi stessi anni. come
sottolinea Donatella (ialdea. il Progetto ´peciate ²² - .ree ívterve propone·a la costituzione di
un Parco Regionale su gran parte del territorio molisano ía·orendo lo s·iluppo dell`atti·ita
di equitazione nella zona delle Mainarde. in particolare nella zona di Montenero
Valcocchiara (ialdea. 1996,.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


16
Il Progetto di costituzione di un Parco Regionale delle Mainarde e stato parzialmente
realizzato negli anni 90. grazie all`annessione di 5 comuni delle Mainarde Rocchetta al
Volturno. lilignano. Pizzone. Scapoli e (astel S. Vincenzo, al Parco Nazionale d`Abruzzo
che oggi ·iene chiamato Parco Nazionale d`Abruzzo. Lazio e Molise.
In realta. l`ampliamento del Parco Nazionale nella zona delle Mainarde ha portato ad una
attuazione solo marginale del Progetto Mainarde poiché non sono state realizzate
inírastrutture e iniziati·e per la promozione e la tutela del territorio nella zona. Per
realizzare pienamente il Progetto Mainarde sarebbero necessarie risorse che do·rebbero
pro·enire direttamente dallo Stato: Il Parco ha. iníatti. dallo Stato solo i trasíerimenti
necessari per la gestione ordinaria del territorio. ma per atti·ita straordinarie. quali la
realizzazione del Progetto Mainarde. |.| le risorse do·rebbero giungere direttamente dallo
Stato` (onsiglio Regionale. Unipol 2003a: pp. 21-22,.

Dopo il íallimento della legge appro·ata nel 1990 dalla Giunta Regionale
5
per l`istituzione
di tre grandi aree protette in Molise. ci sono stati altri tentati·i di questo genere.
Nel 1992 e stato proposto per iniziati·a popolare. con la partecipazione e l`impegno della
(ISL. un disegno di legge regionale riguardo alle aree protette al íine di speciíicare le
íinalita. la classiíicazione e le modalita delle aree protette da istituire (ialdea. 1996,. Anche
questo disegno di legge non ando a buon íine come le altre proposte al riguardo che si
sono susseguite nel corso degli anni.

I Parchi Naturali e le aree protette in una zona come quella molisana potrebbero
rappresentare una íorte spinta allo s·iluppo economico di tutta la regione.
Il (onsiglio Regionale Unipol Abruzzo Molise Puglia ha realizzato una ricerca proprio su
questo argomento dal titolo í Parcbi aet Moti.e: vv`occa.iove ai .ritvppo sottolineando
l`importanza che potrebbe assumere la presenza di Parchi e aree protette nella regione
Molise.
Innanzitutto la presenza di Parchi in Molise potrebbe ía·orire lo s·iluppo dell`economia
regionale. potenziando le strutture che sono gia presenti sul territorio. Uno dei settori che
potrebbe essere maggiormente ía·orito dalla presenza di aree protette e il settore turistico

5
La legge e stata successi·amente in·iata al (ommissariato di Go·erno
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


17
poiche i parchi danno ·isibilita alla regione e richiamano una gran quantita di turisti.
Inoltre. parchi naturali e riser·e potrebbero ía·orire l`occupazione e lo s·iluppo economico
anche in tutti quei settori che sono legati al turismo.
A cio ·a aggiunto sicuramente il íatto che tutti i piccoli comuni molisani a rischio di
isolamento potrebbero beneíiciare della ·isibilita e dei contatti con il mondo esterno
ía·oriti dalla presenza del parco (onsiglio Regionale Unipol. 2003a,.

In realta questo tipo di s·iluppo e mancato in seguito all`ampliamento del Parco Nazionale
d`Abruzzo in quest`area. causando una grande síiducia dei molisani ·erso i parchi.
Il Parco Nazionale d`Abruzzo. iníatti. non ha portato in Molise grande occupazione e
maggiori opportunita in campo turistico (onsiglio Regionale Unipol. 2003b,. Inoltre. dalle
inter·iste ai testimoni pri·ilegiati. emerge che i molisani. soprattutto quelli che ·i·ono nella
zona del Parco. non hanno una ·isione molto positi·a del Parco a causa dei ·incoli che ne
deri·ano: alcuni comuni molisani. annessi negli anni 90 al Parco. ·orrebbero uscire dall`area
a causa dei ·incoli imposti dal Parco. soprattutto rispetto alla ediíicabilita. L`atti·ita edilizia
all`interno del Parco. iníatti. de·e rispettare sia il Piano regolatore del (omune sia il Piano
del Parco. che in questo territorio sostituisce il Piano Paesaggistico Regionale. al íine di
non alterare le caratteristiche architettoniche speciíiche del luogo (onsiglio Regionale
Unipol. 2003a,.
Dalla ricerca dell`Unipol emerge che e proprio la mancanza di una cultura ambientale da
parte delle amministrazioni locali a creare numerose limitazioni allo s·iluppo economico
del Molise. Per ottenere uno s·iluppo adeguato grazie ai Parchi e necessario che anche il
Molise ottenga una legislazione adeguata su questo argomento (onsiglio Regionale
Unipol. 2003a,.
Negli ultimi anni e mancata in Molise una politica ambientale regionale e una legge
regionale sulle aree protette che ha impedito al Molise di beneíiciare delle risorse che
·engono solitamente coníerite alle regioni per la costituzione delle aree protette (onsiglio
Regionale. Unipol 2003a,.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


18
1ra i parchi presenti sul territorio molisano e importante menzionare il Parco dei 1ratturi
6

istituito nel 199¯ al íine di ·alorizzare questo elemento caratteristico della Regione: il Parco
coin·olge ben ¯¯ comuni dalla costa adriatica al Matese www.castellina.it,.

Iníine. sul territorio molisano possiamo tro·are alcuni siti archeologici di note·ole
interesse. scarsamente conosciuti a li·ello nazionale ed internazionale.
Il sito archeologico piu noto e quello di Altilia. nella zona del Matese. do·e si tro·a·a la
citta romana di Seapinum. costruita sulle ro·ine di un insediamento sannitico del IV. V
secolo a.c. Oggi nella zona esiste un insediamento rurale. risalente al XVIII secolo.
ricostruito sulla citta antica.
Nel territorio molisano possiamo incontrare altri siti archeologici interessanti: S. Maria del
(anneto. nei pressi del íiume 1rigno. do·e si possono osser·are mosaici. resti di una ·illa
romana ed altri elementi risalenti ad epoca romana: nella zona di Larino. tra Piana S.
Leonardo e Via 1orre S. Anna. do·e sono state ritro·ate. alcune opere di epoca romana
ca·ea. aníiteatro e arena ecc.,: Pietrabbondante. do·e si tro·a un complesso architettonico
realizzato dai Sanniti www.regionemolise.com,.


6
Antichi sentieri della transumanza che i pastori utilizza·ano per gli spostamenti
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


19
2. LA S1RU11URA PRODU11IVA

í`.gricottvra
Il Molise e una regione íondamentalmente agricola. La superíicie agricola ricopre quasi la
totalita del territorio molisano: su un territorio regionale di circa 4.43¯ Kmq. la superíicie
agricola occupa 250¯ kmq.

Nelle pianure costiere del basso Molise si usano sistemi di colti·azione e concimazione piu
moderni: colture specializzate come írutta. ortaggi. barbabietole da zucchero. pomodori.
oli·eti e ·igneti.

Nella montagna del medio 1rigno e del Biíerno e in quella di (ampobasso pre·ale la
colti·azione dei seminati·i. soprattutto dei cereali (ialdea 1996,.

Nella zona del Matese settentrionale e piu diííusa la zootecnia con una íorte presenza di
alle·amenti di o·ini. da sempre molto diííusi nelle montagne molisane (ialdea 1996,. Dai
dati generali sull`economia molisana. riportati dal POR Molise 2000-2006. emerge che nel
2000 l`alle·amento piu diííuso in Molise e quello a·icolo: ben 12.182 aziende zootecniche
si dedicano all`alle·amento di a·icoli e un numero altrettanto ele·ato di aziende si dedica
all`alle·amento dei suini mentre minore e il numero degli alle·amenti di bo·ini e di o·ini
Regione Molise. 2000-2006,.
L`alle·amento e un`atti·ita che ha radici molto antiche nel Molise e che in passato ·eni·a
praticata soprattutto con il metodo della transumanza. come si puo notare dai numerosi
tratturi ancora ·isibili in Regione.

Le aziende agricole molisane sono caratterizzate da dimensioni note·olmente ridotte:
l`83.8° delle aziende hanno una superíicie compresa tra 1 e 10 ettari. Le dimensioni
limitate delle aziende agricole molisane si aííiancano spesso ad una gestione di tipo
íamiliare con conduttori di eta molto ele·ata: la maggior parte dei conduttori di aziende
agricole ha piu di 60 anni. il 52.¯°. mentre il 38° ha tra i 25 e i 54 anni e solo 10
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


20
conduttori di imprese agricole molisane hanno meno di 25 anni. Regione Molise. 2000-
2006,.

Nel 1999. come appare dalla ricerca condotta dall`Osser·atorio Lconomico Regionale
Polos. il settore agricolo molisano si tro·a in una situazione stagnante con una condizione
economico gestionale peggiore rispetto a quella del 1998. Ouesta situazione di in·arianza
del settore permane anche nel primo semestre 2000 tranne nella pro·incia di Isernia do·e
la ripresa si maniíesta gia in questo semestre con incrementi della produzione Polos.
2000,.

)abetta ] - Andamento dei saldi dei principali indicatori nel settore agricoltura in °,
MOLISL (AMPOBASSO ISLRNIA
1999 I sem.
2000
Stime
2000
1999 I
sem.
2000
Stime
2000
1999 I
sem.
2000
Stime
2000
Produzione ++ ++ + +¬ + + ++ + +¬
latturato ++ ++ + ++ ++ + ++ ++ +
Occupazione ++ ++ + ++ ++ ++ + +¬ +
Lsportazione +¬ ++ + +¬ ++ + - - -
lonte: Osser·atorio Lconomico Locale Molise. 2000 Polos. 2000,

In questo periodo il mercato di riíerimento per il settore agricolo e soprattutto il mercato
locale. indicato nel 56° dei casi. anche se gli imprenditori gia a·anzano l`intenzione di
di·ersiíicare i mercati di sbocco Polos. 2000,.

Nel 2000 il numero di in·estimenti nel settore agricolo diminuisce rispetto all`anno
precedente: dal 38° nel 1999 al 29° nel 2000 Polos. 2000,.
Inoltre. nel 2000 ·iene registrata dal 5° (ensimento sull`Agricoltura Istat una grande
riduzione del numero delle aziende agricole sul territorio molisano rispetto al 1990: le
aziende agricole diminuiscono in Molise del 1¯.¯°. di cui quelle con alle·amenti si
riducono ben del 32.9° Istat. 2003 b,.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


21

In questo periodo la maggior parte delle aziende molisane utilizza i propri terreni per
colti·azioni permanenti 25.899 aziende, e seminati·i 24.9¯4 aziende,: le altre aziende
hanno soprattutto terreni colti·ati a boschi 16.240 aziende, mentre un numero ridotto di
imprese agricole utilizza i propri terreni per pascoli 5.342 aziende, o prati permanenti
3.218 aziende,. Nel 2000 il numero di aziende agricole con pascoli diminuisce del 50.8° e.
nello stesso periodo. si riducono signiíicati·amente le aziende con ·ite e quelle con
alle·amento Istat. 2003 b,.

íigvra 2 - Utilizzazione dei terreni nelle aziende molisane num.aziende,
24.974
25.899
3.218
5.342
16.240
Seminativi
Coltivazioni Permanenti
Prati Permanenti
Pascoli
Boschi
lonte: ns. elaborazione su dati Istat

Dal 5° (ensimento Generale sull`Agricoltura dell`Istat. emerge che nel meridione c`e stato
un calo nella presenza delle imprese agricole iníeriore rispetto alla media nazionale ma il
Molise e l`Abruzzo rappresentano un`eccezione: in queste due regioni si registra un calo
delle aziende agricole superiore alla media nazionale -21.9° in abruzzo: -1¯.¯° in Molise.
-13.6° in Italia, Istat. 2003 b,.

Il processo di riduzione delle aziende agricole in Molise continua ancora oggi. Un articolo
pubblicato sul Nuo·o Molise nel gennaio 2003. coníerma che il Molise. come il resto
dell`Italia. ha registrato un calo della presenza delle industrie agricole: in Molise sono
passate da oltre 41.000 negli anni 90 a meno di 35.000. con un calo di circa il 16°
Manocchio. 2003,.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


22
Nel 2002. come emerge dai dati dell`Osser·atorio Lconomico del Molise. il settore
agricolo non attra·ersa un periodo positi·o. risentendo della congiuntura negati·a generale.
Gli inter·istati dall`Osser·atorio Lconomico del Molise dichiarano che nel 53.1° dei casi
la produzione lorda ·endibile e diminuita rispetto all`anno precedente e il portaíoglio degli
ordini e iníeriore all`anno precedente nel 3¯.5° dei casi. La situazione maggiormente
negati·a si registra nella pro·incia di (ampobasso do·e i saldi negati·i registrati sono
superiori a quelli della regione nella sua totalita: la produzione lorda ·endibile e iníeriore
all`anno precedente nel 58.3° dei casi mentre il portaíoglio ordini e diminuito nel 50.0°
dei casi. Riguardo all`occupazione íissa e atipica la contrazione rispetto all`anno precedente
e limitata. La situazione appare meno negati·a nella pro·incia di Isernia do·e il saldo
negati·o riguarda solo la produzione lorda ·endibile Unione Regionale delle (amere di
(ommercio del Molise. 2003,.

La situazione del settore agricolo in regione non migliora neanche nel 2003: le stime
dell`Osser·atorio Lconomico del Molise per il 2003 registrano ancora saldi negati·i
soprattutto riguardo alla produzione lorda ·endibile Unione Regionale delle (amere di
(ommercio del Molise. 2003,.
Ouesta situazione negati·a. messa in risalto dall`Osser·atorio Lconomico del Molise. e
causata sia da íattori esterni sia da íattori interni che ostacolano lo s·iluppo delle aziende
nel settore agricolo molisano. I íattori esterni che maggiormente ostacolano lo s·iluppo di
queste aziende sono l`ele·ato costo sia dell`energia sia del la·oro. la carenza di ser·izi alle
imprese e l`insuííicienza degli incenti·i.
Se consideriamo i íattori interni di limitazione dello s·iluppo tro·iamo la scarsa
qualiíicazione del personale seguita dal íatto che i prezzi non sono allineati. che la
manodopera non e abbastanza ílessibile e che gli impianti sono inadeguati Unione
Regionale delle (amere di (ommercio del Molise. 2003,.

Inoltre. a creare gra·i problemi al settore agricolo tra la íine del 2002 e l`inizio del 2003 ci
sono le criticita legate agli a··enimenti íisici. ambientali e climatici: le ·iolente
precipitazione e le írequenti ne·icate dell`in·erno 2002-2003 si sono sommate al terremoto
e all`allu·ione.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


23

Nonostante tutto ancora oggi la regione Molise conser·a la sua ·ocazione agricola che si
maniíesta soprattutto nell`e·oluzione positi·a di un settore íortemente legato a quello
agricolo: il settore agroalimentare. Ouesto settore. che oííre all`economia regionale
numerose opportunita di s·iluppo íuturo. e molto presente in Molise con produzioni sia
di tipo industriale che artigianale.

Iníine. parlando del settore agricolo molisano non si puo tralasciare l`importanza che
ricopre la presenza delle colti·azioni biologiche. Negli anni 90 inizia un periodo di
e·oluzione dell`agricoltura biologica sul territorio molisano con la conseguente diííusione
di nuo·e colture e ·alorizzazione delle colture tradizionali come l`olio e il íarro Marino.
1996,. Ouesto tipo di colti·azione agricola. integrata con altri settori come il turismo o
l`agroalimentare. potrebbe rappresentare - in íuturo- un ·olano di s·iluppo per l`economia
regionale.

í`ívav.tria
Negli anni 80 il Molise si colloca tra le regioni italiane in crescita anche se non riesce ad
emergere a li·ello nazionale Ouintano. 1986,.

In questo periodo. l`industria molisana ottiene dalla (assa del Mezzogiorno troppo poco
per intraprendere la strada dell`inno·azione. I íinanziamenti ottenuti negli anni 80 bastano
all`industria molisana solo per intraprendere le prime azioni per uscire dall`isolamento e
recuperare il ritardo economico. ma sono necessari ancora numerosi inter·enti soprattutto
per costruire inírastrutture industriali a sostituzione di quelle esistenti che appaiono ormai
inadeguate Ouintano. 1986,.

I protagonisti del processo di industrializzazione. che ha in·estito il Molise in questi anni.
sono di due tipi: i piccoli imprenditori locali e gli imprenditori extraregionali nazionali o
stranieri,. La mancanza di integrazione tra queste due categorie di protagonisti del processo
di industrializzazione e causa di squilibrio per la Regione Ouintano. 1986,.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


24
L`industria molisana degli anni 80 mostra una peculiarita che la distingue dall`industria del
resto del paese: solitamente l`aumento delle unita locali ·a di pari passo con l`aumento del
numero degli addetti mentre in Molise l`ele·ato numero degli addetti pro·oca un aumento
dimensionale delle industrie. Ouesta situazione e do·uto all`uso estensi·o della
manodopera che ha portato le industrie molisane a sacriíicare per lungo tempo l`uso della
tecnologia nei processi produtti·i Ouintano. 1986,.

In questo stesso periodo si s·iluppano delle specializzazioni produtti·e nelle due pro·ince
del Molise: nella pro·incia di (ampobasso si collocano la maggior parte delle atti·ita
dell`industria tradizionale. mentre nella pro·incia di Isernia le atti·ita dell`industria leggera e
la la·orazione dei minerali non metalliíeri Ouintano. 1986,.

Parlando dell`industria molisana degli anni 80 e importante menzionare lo stabilimento liat
Powertrain di 1ermoli. che. in questo periodo. ha permesso un íorte incremento
occupazionale nella Regione. richiamando gran parte della popolazione molisana nella
pro·incia di (ampobasso Ouintano. 1986,.

Alla íine degli anni 80 e all`inizio degli anni 90 il processo di industrializzazione sembra
ormai ben a··iato e il peso dell`industria in Molise supera la media dell`Italia meridionale
anche se le piccole imprese artigiane non hanno a·uto la spinta dal mercato locale per
passare a dimensioni industriali Associazione Industriali del Molise. 1990,.

La societa molisana dei primi anni 90 si mostra aperta allo s·iluppo e all`industrializzazione
soprattutto nelle aree di Pozzilli. Sessano e 1ermoli. particolarmente adatte a nuo·i
insediamenti produtti·i Unione (amere di (ommercio Industria Artigianato e Agricoltura.
1991,.

In questo periodo. pero. l`industria molisana presenta alcuni squilibri: la limitata presenza
di imprenditori locali e la mancanza di una connessione tra le imprese a capitale esterno. le
medie imprese locali e le microimprese artigiane Associazione Industriali del Molise.
1990,.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


25
Inoltre. lo s·iluppo del Molise appare limitato a causa dello scarso bagaglio íormati·o e a
causa della mancata propensione imprenditoriale della regione poiche i molisani sono piu
propensi a ricoprire ruoli la·orati·i dipendenti Associazione Industriali del Molise. 1990,.
Ouesta caratteristica dei molisani non e un elemento che appartiene solo agli anni 90:
ancora oggi in Molise manca una ·era cultura imprenditoriale.

Nel 1993 M. Lsposto e G. Rosa pubblicano i risultati di un`indagine congiunturale
sull`atti·ita delle imprese industriali in Molise. condotta trimestralmente tramite
questionario su un campione di industrie maniíatturiere iscritte all`Associazione degli
Industriali del Molise. 1ra le aziende scelte per la rile·azione il settore piu rappresentato e
quello alimentare seguito da quello metalmeccanico.
L`indagine mostra che all`inizio dell`anno 1993 si e registrato un calo nell`atti·ita produtti·a
delle industrie del Molise ad eccezione del settore alimentare do·e al contrario c`e stata una
crescita Lsposto. 1993,.
Dopo il primo trimestre del 1993 c`e stata un`in·ersione di tendenza e la produzione
dell`industria molisana ha iniziato una íase di crescita: il settore alimentare denota
·ariazioni positi·e in tutti i periodi dell`anno mentre il settore metalmeccanico presenta
andamenti altalenanti Lsposto. 1993,.

Negli anni 90 continuano ad essere íortemente presenti nell`industria molisana le tre
tipologie di imprese rile·ate negli anni 80: le imprese a capitale esterno. le medie imprese
locali e le microimprese artigiane. In questo periodo. il íatto che le imprese a capitale
esterno extraregionale, hanno gli impianti piu eííicienti e piu consistenti írena lo s·iluppo
dell`imprenditoria locale Bucci. 1994,.

Le industrie presenti sul territorio molisano negli anni 90 sono soprattutto di piccole
dimensione come emerge dai dati del censimento Istat del 1991: il 94.5° delle unita locali
ha massimo 19 addetti lranco. 1996,. Le inter·iste ai testimoni pri·ilegiati e·idenziano che
questa caratteristica dell`industria molisana non e cambiata nel corso degli anni poiche
ancora oggi sul territorio molisano pre·algono le industrie di piccole e medie dimensioni.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


26
Il 2000 si apre in una situazione stazionaria per l`industria molisana. In questo periodo la
produzione. l`occupazione e il íatturato dell`industria maniíatturiera pur mostrando un
lie·e íermento soprattutto nella pro·incia di (ampobasso, rimangono quasi totalmente
in·ariati rispetto all`anno precedente. mentre le esportazioni continuano a crescere in
entrambe le pro·ince.
In questo periodo l`industria maniíatturiera e segnata da alcuni cambiamenti all`interno
delle imprese pro·ocati dal progresso tecnologico nell`ambito della comunicazione Polos.
2000,.

Se consideriamo solo le industrie tessili molisane. collocate soprattutto nella pro·incia di
Isernia. dobbiamo constatare che e ancora necessario s·iluppare una maggiore tendenza
all`inno·azione di prodotto e di processo per puntare alla conquista di nuo·i mercati. alla
luce dei suoi punti di íorza e di debolezza e·idenziati nella tabella 12.

)abetta 2 - Punti di lorza e Punti di Debolezza del 1essile in Molise
PUN1I DI lORZA PUN1I DI DLBOLLZZA
Attratti·ita dell`area:
Vocazione distrettuale:
(apacita di inno·are:

Assenza di aree produtti·e attrezzate:
Insuííiciente dotazione inírastrutturale:
Síasamento nel rapporto prezzo´qualita:
lrammentazione della catena del ·alore`:
produzione´commercializzazione:
Puntualita nelle consegne:
Lle·ata conoscenza del processo produtti·o
e progressi·a internazionalizzazione dello
stesso:
(arenza di assistenza tecnica e íormazione
proíessionale con particolare riíerimento
all`uso dei macchinari:
(ura del parco macchine e del suo li·ello
inno·ati·o.
Diííicolta di collegamento con il Sistema
moda nazionale insieme di concessionari.
grossisti. designer. ecc., che monitora e
determina i trend di mercato.
lonte : Polos Molise 2000

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


27
Dai primi dati dell`8° (ensimento Generale dell`Industria e dei Ser·izi del 2001. emerge
che le unita locali delle imprese industriali in Molise 4862 unita locali e 28694 addetti,
sono diminuite del 11.5°. rispetto al censimento del 1991. La riduzione del numero di
unita locali di imprese si registra soprattutto nella pro·incia d`Isernia -14.8°,.
Per quanto riguarda gli addetti industriali possiamo aííermare che la ·ariazione negati·a
rispetto al censimento del 1991 e contenuta -1.5°, e che tale riduzione riguarda solo la
pro·incia di (ampobasso poiché nella pro·incia d`Isernia si e registrato un aumento degli
addetti 10.1°,. 1ale ·ariazione e note·olmente iníeriore rispetto alla media nazionale
-9.6°, e rispetto alla situazione dell`Italia meridionale -9.3°, Istat. 2003a,.

Nel 2002 il settore maniíatturiero si tro·a in una situazione stazionaria: la produzione delle
imprese rimane costante rispetto al 2001 nei settori estratti·o-chimico. metalmeccanico e
del legno-mobilio. La stessa situazione si ripete per il portaíoglio degli ordini e per il
íatturato che nella maggior parte dei casi rimangono in·ariati rispetto all`anno precedente.
Il numero degli occupati íissi e di quelli atipici rimane in·ariato nella maggior parte dei casi.
mentre il saldo degli occupati íissi e negati·o solo per il settore tessile e per quello del
legno-mobilio Unione Regionale delle (amere di (ommercio del Molise. 2003,.

Il settore delle costruzioni. nel 2002. appare. in·ece. in una situazione positi·a: sia la
produzione
¯
sia il portaíoglio degli ordini
8
sono in aumento rispetto all`anno precedente
anche se signiíicati·a e la percentuale dei casi in cui la situazione del settore costruzioni
rimane in·ariata Unione Regionale delle (amere di (ommercio del Molise. 2003,.

A írenare il decollo delle aziende nel settore maniíatturiero e delle costruzioni
contribuiscono sia íattori esterni sia interni: tra i íattori esterni ·engono indi·iduati. nella
maggior parte dei casi. l`insuííicienza di incenti·i. l`ele·ato costo del la·oro e le diííicolta di
comunicazione: tra i íattori interni i piu menzionati sono. per l`industria maniíatturiera. la
scarsa qualiíicazione del personale. la non competiti·ita e il non allineamento dei prezzi.
mentre. per le costruzioni. la scarsa qualiíicazione del personale. la scarsa ílessibilita della

¯
la produzione e aumentata per il 46° dei casi mentre e rimasta in·ariata per il 40°
8
il portaíoglio degli ordini e aumentato nel 46° dei casi mentre e rimasto in·ariato nel 38°
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


28
manodopera e i tempi lunghi di consegna Unione Regionale delle (amere di (ommercio
del Molise. 2003,.

Parallelamente e stata condotta dall`Associazione degli industriali del Molise un`indagine
trimestrale su un pavet di aziende nei mesi di luglio. agosto e settembre 2002. Dai risultati di
questa indagine si registrano segnali di rallentamento dell`atti·ita economica molisana
rispetto al trimestre precedente: si stima un calo della produzione -2.5°, del íatturato
-1.6°, e delle ·endite -4°, Associazione industriali del Molise. 2003,.
In questo stesso periodo diminuisce il grado di utilizzazione degli impianti e gli
in·estimenti di·entano piu diííicoltosi a causa di irrisolti nodi strutturali e a causa del ·enir
meno di sostegni age·olati Associazione industriali del Molise. 2003,.

Secondo l`Associazione degli industriali del Molise e l`industria metalmeccanica una delle
cause principali del peggioramento dell`industria molisana nei mesi di luglio. agosto e
settembre 2002. In questo periodo l`industria metalmeccanica. iníatti. risente del momento
di crisi del settore automobilistico a li·ello nazionale Associazione industriali del Molise.
2003,.
In una situazione stazionaria si tro·a. in·ece. l`industria alimentare mentre l`industria dei
materiali da costruzione. che nelle precedenti rile·azioni non denota·a segni di crisi.
subisce in questo periodo una battuta di arresto Associazione industriali del Molise. 2003,.

All`inizio del 2003. l`industria. come tutti i settori produtti·i molisani. subisce le
conseguenze destabilizzanti del terremoto e dell`allu·ione. che hanno colpito la Regione a
bre·e distanza l`uno dall`altro.
L`allu·ione e stato il íenomeno piu gra·e per l`industria molisana poiché ha colpito la zona
di 1ermoli do·e si tro·ano molte delle industrie piu grandi.

Nell`ambito del settore industriale un ruolo di primo piano e ri·estito dall`industria
agroalimentare. che. ía·orita dalla ·ocazione agricola della regione. e il comparto con le
maggiori potenzialita di s·iluppo íuturo.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


29
Di·ersa e la situazione di molti altri comparti industriali: l`industria metalmeccanica si tro·a
in una situazione di crisi e l`industria di costruzione. che e molto presente in regione con
imprese di piccole o piccolissime dimensioni. tro·a sbocchi la·orati·i soprattutto
nell`ambito dell`edilizia residenziale pri·ata e nelle ristrutturazioni. ma mancano commesse
pubbliche.

ít )er.iario
Negli anni 90 nascono spinte inno·ati·e del settore terziario e si registra un aumento del
peso ricoperto dalle imprese di ser·izi nell`economia della regione.
In questo periodo iniziano a nascere in Molise societa d`iníormatica. di ser·izi íinanziari e
di ricerche íinanziarie Bucci. 1994,.
I tassi di crescita piu alti nel settore terziario riguardano. oltre alle atti·ita immobiliari. le
atti·ita iníormatiche e le atti·ita di ricerca e s·iluppo. anno·erate tra i ser·izi a·anzati.
lranco. 2001,.

Nel 2000. dopo un 99 piu o meno stabile. il settore dei ser·izi in Molise attra·ersa un
momento molto positi·o soprattutto nelle pro·incia di Isernia. do·e si stima un aumento
del íatturato dopo un lie·e rallentamento nel primo semestre 2000 1abella 3, Polos
2000,.

)abetta ² ÷ Andamento dei saldi dei principali indicatori nel settore ser·izi in °,
MOLISL (AMPOBASSO ISLRNIA
1999 I sem.
2000
Stime
2000
1999 I
sem.
2000
Stime
2000
1999 I
sem.
2000
Stime
2000
latturato +
++
+
++ +¬
+ + + +
Utili
++ ++
+ +
++ ++ ++ +¬
+
Occupazione
++ +¬
+
++ ++ ++ ++ ++
+
lonte: Osser·atorio Lconomico Locale Molise. 2000 Polos. 2000,.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


30

Dai dati dell`Osser·atorio Lconomico Regionale emerge che la tendenza ad in·estire nel
terziario rimane costante nel corso del tempo. come ·iene e·idenziato nella tabella 4. Gli
in·estimenti nel terziario nel 2000 sono orientati soprattutto ·erso l`inno·azione degli
strumenti elettronici e iníormatici Polos 2000,.

)abetta. 1 ÷ In·estimenti settore ser·izi del Molise in °,
1999 Stime 2000
SI 31 28
No 6¯ 66
Ns´nr 2 6
lonte: Osser·atorio Lconomico Locale Molise. 2000 Polos. 2000,

Dai primi dati dell`8° (ensimento Generale dell`Industria e dei Ser·izi del 2001. emerge
che ci sono ¯519 unita locali di imprese di ser·izi che hanno 23420 addetti. La situazione
del terziario nel 2001 appare migliore rispetto a quella presentata nel censimento del 1991:
le unita locali sono aumentate del 14.¯° e gli addetti sono aumentati del 36.9°. Il
miglioramento e stato maggiore nella pro·incia di Isernia soprattutto per quanto riguarda il
numero di addetti. aumentato del 53.3° Istat. 2003a,

Nel 2002 il settore terziario attra·ersa un periodo di stazionarieta. In questo periodo.
iníatti. la domanda dei ser·izi e il ·alore delle atti·ita rimangono costanti - rispetto all`anno
precedente - nella maggior parte dei casi e l`occupazione íissa e atipica rimane in·ariata in
piu dell`80° dei casi. Nonostante tutto. pero. bisogna constatare che. nel 2002. la
percentuale di casi in cui si registra una contrazione sia della domanda dei ser·izi sia del
·alore delle atti·ita e molto alto il 38.9° del campione inter·istato dall`Osser·atorio
Lconomico del Molise. dichiara che la domanda dei ser·izi e diminuita rispetto all`anno
precedente e ben il 41.6° dichiara che il ·alore delle atti·ita e diminuito, Unione
Regionale delle (amere di (ommercio del Molise. 2003,.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


31
Dalle stime elaborate dall`Osser·atorio economico del Molise per l`anno 2003 emerge una
situazione positi·a: sono pre·isti per l`anno 2003 saldi positi·i sia per la domanda dei
ser·izi sia per il ·alore delle atti·ita in entrambe le pro·ince Unione Regionale delle
(amere di (ommercio del Molise. 2003,.

I íattori che contribuiscono a írenare lo s·iluppo delle aziende nel settore terziario sono
l`insuííicienza di incenti·i e l`ele·ato costo del la·oro. oltre ai prezzi non allineati. alle
strutture inadeguate e alla scarsa qualiíicazione del personale. che si sommano alle diííicolta
presentate dalle inírastrutture per il trasporto Unione Regionale delle (amere di
(ommercio del Molise. 2003,.

Oggi in Molise. nell`ambito del settore terziario. ha buone potenzialita di s·iluppo il
comparto iníormatico poiché. al contrario degli altri settori. non ha bisogno delle
inírastrutture tradizionali per il trasporto dei propri prodotti´ser·izi. ed inoltre. essendo
slegato dal territorio. non risente dei problemi del mercato regionale.

ít )vri.vo
Il turismo ha sempre a·uto una posizione modesta nell`economia molisana rispetto agli
altri settori produtti·i.

Il turismo molisano acquista rilie·o solo in alcune zone della regione: la costa. do·e si
concentra la maggior parte del turismo esti·o. e le localita di (apracotta e (ampitello
Matese. mete del turismo in·ernale molisano.

Oueste zone. sia quelle piu adatte ad un turismo esti·o sia quelle piu appropriate per un
turismo in·ernale. non hanno mai a·uto un reale s·iluppo.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


32
La zona costiera ha a·uto delle opportunita per incrementare il turismo. ma non ha saputo
síruttarle: la costa molisana ha ottenuto per anni la bandiera Blu
9
ma non l`ha utilizzata per
incenti·are il ílusso turistico.
Le localita sciistiche di (ampitello Matese e (apracotta sono poco conosciute dai turisti
in·ernali italiani e internazionali. Inoltre. il limite principale che írena il decollo della
localita di (ampitello Matese e che non e stato pre·isto l`utilizzo di ne·e artiíiciale per
mantenere in íunzione gli impianti sciistici in caso di assenza di ne·e naturale.

Il Molise. pur oíírendo un paesaggio incontaminato. che ben si presta allo s·iluppo
turistico. continua a ricoprire un ruolo marginale nell`ambito del turismo nazionale. Dai
dati Istat del 20 Luglio 2000 risulta che nel 1999 il numero degli arri·i dei turisti in Molise e
note·olmente iníeriore a quello di tutte le altre regioni italiane 1¯3.000 unita,: solo una
piccolissima parte dei turisti arri·ati in Molise nel 1999 e costituita da turisti stranieri
14.000 unita,.
La struttura turistica piu írequentata in Molise nel 1999 e l`albergo 15.000 unita di arri·i e
363.000 presenze, Istat. 2003 m,.

I turisti che scelgono il Molise come meta per le ·acanze sono soprattutto i molisani stessi:
solo una piccola quantita di turisti pro·iene dalle altre regioni italiane o dall`estero. I turisti
molisani sono principalmente turisti stagionali e arri·ano in regione soprattutto nei mesi di
luglio e agosto.

I problemi che aííliggono il turismo molisano si sono protratti negli anni senza tro·are
soluzione. I problemi riscontrati dall`Osser·atorio Lconomico Regionale Polos nel 2000 e
dall`Osser·atorio Lconomico del Molise nel 2002. iníatti. sono simili a quelli che ·engono
e·idenziati dai testimoni pri·ilegiati da noi inter·istati nel 2003.
Uno dei primi problemi che contribuisce a írenare lo s·iluppo del turismo in Molise e la
mancanza di inírastrutture appropriate: la situazione precaria delle strade e della íerro·ia in
Molise impedisce un`adeguata gestione dei ílussi turistici.

9
La bandiera Blu ·iene assegnata dalla íovvaatiov tor ívrirovvevtat íavcatiov iv ívrope lLLL,. con la collaborazione
tecnica e íinanziaria della Direzione Ambiente della (ommissione Luropea. ai comuni ed ai porti turistici che
possiedono speciíici requisiti di natura sia turistica sia ambientale.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


33
Inoltre. le strutture turistiche presenti in Regione non sono state ammodernate e
presentano bassi li·elli qualitati·i con un organizzazione aziendale inadeguata e una scarsa
qualiíicazione del personale.

L`Osser·atorio Lconomico Regionale Polos nel 2000 presenta in una tabella una raccolta
di consigli di imprenditori locali per ía·orire lo s·iluppo del turismo in Regione 1abella 5,
Polos 2000,.

)abetta : - Suggerimenti per potenziare l`oííerta turistica locale in °,
1otale (ampobasso Isernia
Operazioni per incrementare il turismo
(reare sito Internet 2¯ 24 31
Realizzazione camp. Pubblicitarie 52 58 46
Sponsorizzazione di e·enti 21 18 23
Llementi da potenziare riguardo le strutture turistiche
Oííerta alberghiera 33 38 28
Pacch.turist. escursioni 23 20 2¯
Pacch.turist. naturalistici 1¯ 16 1¯
Magg.coordinamento tra strutture 21 19 24
Li·ello di proíessionalita degli addetti nel settore turistico
Li·ello adeguato 20 19 21
Prom.iniziati·e di íormazione 56 56 55
Prom.apprendistato 14 14 15
Llementi da integrare con le atti·ita turistiche e commerciali
Prod.´comm.prod. alimentare 4¯ 52 41
prod.´comm. Prod. Artigiana 36 31 43
prod.´comm.opere artistiche 11 11 12
Domanda a risposta multipla.
lonte: Osser·atorio Lconomico Locale Molise. 2000 Polos. 2000,

Dalla tabella dell`Osser·atorio Lconomico regionale Polos emerge che la maggior parte
degli imprenditori inter·istati e consape·ole dell`importanza di una campagna pubblicitaria
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


34
per attrarre i turisti in Molise. Un problema per il turismo molisano. iníatti. e proprio la
scarsa ·isibilita della Regione che ancora oggi condiziona proíondamente lo s·iluppo di
tutto il sistema produtti·o locale.
Inoltre. il settore turistico molisano de·e puntare sulla íormazione degli operatori turistici
per garantire un oííerta turistica di qualita e per permettere un`organizzazione inno·ati·a
del settore Polos 2000,.

Iníine. sia dai dati riportati dall`Osser·atorio Lconomico Regionale Polos sia dalle
inter·iste che abbiamo condotto emerge che per potenziare il settore turistico in Molise e
ía·orirne lo s·iluppo e necessario pensare ad un turismo legato a quei settori produtti·i
che hanno maggiore rilie·o in regione. come quello alimentare o artigianale. Per s·iluppare
il settore turistico in Molise sarebbe necessario guardare al turismo come ad un settore
complementare a quello agroalimentare. oltre a síruttare le ricchezze paesaggistiche oííerte
dal territorio regionale.

Dopo un periodo di stagnazione del settore turistico nel 2002. do·e la domanda dei ser·izi
e il ·alore delle atti·ita risulta·a ridotto nella maggioranza dei casi. l`Osser·atorio
Lconomico del Molise propone delle stime piuttosto ottimistiche per il 2003 anche se la
situazione rimane piu o meno in·ariata rispetto all`anno precedente Unione Regionale
delle (amere di (ommercio del Molise. 2003,.

.ttri .ettori: it covvercio
Nel 2001. secondo i primi dati del 8° (ensimento condotto dall`Istat. sono presenti sul
territorio molisano ¯194 imprese commerciali con 14392 addetti. Il numero delle imprese
commerciali in Molise nel 2001 si e ridotto rispetto al 1991 -¯.8°, mentre il numero degli
addetti nel settore e aumentato -3.1°, in contrasto con l`andamento generale del settore
nell`Italia meridionale do·e il numero degli addetti si e ridotto del 1.3°. La situazione delle
unita locali delle imprese commerciali e simile in tutta l`Italia meridionale do·e la riduzione
e pari a -3.0° Istat. 2003°,.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


35
Nel 2002. nel settore commerciale si registra una riduzione della domanda dei ser·izi e del
·alore delle atti·ita. nella maggior parte dei casi. mentre l`occupazione íissa e atipica rimane
nella stessa situazione registrata l`anno precedente Unione Regionale delle (amere di
(ommercio del Molise. 2003,.

Le aspettati·e dell`Osser·atorio economico del Molise per il 2003 sul settore commerciale
molisano appaiono positi·e anche se nella maggior parte dei casi la situazione rimarra
in·ariata Unione Regionale delle (amere di (ommercio del Molise. 2003,.

Lo s·iluppo delle aziende nel settore commerciale in Molise e írenato da ·ari íattori. I
íattori esterni che limitano lo s·iluppo di queste aziende sono pre·alentemente la carenza
di incenti·i e il íatto che le norme del settore sono inadeguate oltre alle diííicolta nel
trasporto e all`ele·ato costo del la·oro. Inoltre. impediscono lo s·iluppo delle aziende nel
settore commerciali íattori interni come i prezzi non allineati. la mancanza di una struttura
e di ser·izi adeguati e la carente qualiíicazione del personale Unione Regionale delle
(amere di (ommercio del Molise. 2003,.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


36
3. IL MLRCA1O DLL LAVORO

Il sistema del la·oro molisano non ha ancora raggiunto un adeguato s·iluppo. Nonostante
la riduzione del tasso di disoccupazione. registrata nel corso degli anni. iníatti. la situazione
del mercato del la·oro in Molise appare ancora oggi critica.

Nel 199¯ il tasso di disoccupazione in Molise era superiore alla media nazionale: il 16.2 °
contro il 12.3° nel resto dell`Italia. Nello stesso periodo il tasso di disoccupazione
íemminile era il doppio di quello maschile 24.4° tasso di disoccupazione íemminile:
12.4° tasso di disoccupazione maschile, www.europa.molisedati.it,.

Dopo a·er raggiunto il suo picco massimo nel 1998 con il 16.8°. il tasso di disoccupazione
del Molise ha iniziato a diminuire ·ertiginosamente passando dal 16.2° nel 1999 al 14°
nel 2000. pur rimanendo a li·elli molto alti rispetto alla media nazionale ligura 3,
www.regionemolise.it,.

íigvra ² - Andamento del tasso di disoccupazione in Molise anni 1994-2000


lonte: Istat www.regionemolise.it,

Nel periodo compreso tra il 1993 e il 1999 le due pro·ince molisane mostrano due
diííerenti dinamiche di s·iluppo del mercato del la·oro. Nella pro·incia di (ampobasso le
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


37
íorze di la·oro rimangono stabili con un incremento delle persone in cerca di la·oro
-33.3°, parallelo ad un decremento degli occupati -3.8°,. Nella pro·incia di Isernia.
in·ece. diminuiscono sia gli occupati -9.09°, sia le persone in cerca di la·oro -20°,.
Inoltre. il tasso di disoccupazione nella pro·incia di (ampobasso e passato da 13.1° nel
1993 al 1¯.5° nel 1999. mentre nella pro·incia di Isernia la riduzione e stata piu lie·e dal
12.¯° nel 1993 al 12.5 ° nel 1999, Polos 2000,.
Nonostante le diííerenze e·idenziate. le due pro·ince molisane sono accomunate da un
dato negati·o: il tasso di atti·ita
10
e quello di occupazione
11
delle due pro·ince sono
note·olmente iníeriori rispetto ai dati nazionali ligura 4, Polos 2000,.

íigvra 1 - 1assi di Atti·ita e di Occupazione nelle due pro·ince molisane e in Italia nel
1999
1asso di Attività
45,6
44,6
47,9
42
43
44
45
46
47
48
49
Tasso di attività
Campobasso
Tasso di attività
Isernia
Tasso di attività Italia
1asso di Occupazione
37,6
39
42,4
35
36
37
38
39
40
41
42
43
Tasso di occupazione
Campobasso
Tasso di occupazione
Isernia
Tasso di occupazione
Italia

lonte: ns. elaborazione su dati dell` Osser·atorio Lconomico Regionale Polos 2000,

Nel 2000 le persone in cerca di la·oro in Molise diminuiscono di circa 3.000 unita rispetto
all`anno precedente mentre la íorza la·oro rimane piu o meno stabile.
In questo periodo l`occupazione in Molise aumenta -2.1°, soprattutto nel settore
terziario -4.0°, e. in misura minore. nell`industria -2.8°,. Nello stesso periodo
aumenta anche l`occupazione íemminile del 3.6° rispetto al 1999.

10
rapporto tra le lorze di La·oro e la popolazione di 15 anni e piu
11
rapporto tra le lorze di La·oro e le persone occupate
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


38

Nel 2000 si registra un aumento del numero dei la·oratori dipendenti -4.5°, a eccezione
dell`industria do·e. in·ece. c`e un calo. Inoltre. in questo periodo si riduce il numero dei
la·oratori indipendenti -2.0°,. in seguito al calo degli occupati nel settore agricolo. e degli
occupati a tempo parziale -1.3°, Banca D`Italia 2000,.

Nel 2001 il tasso di disoccupazione. che nel 2000 a·e·a raggiunto il 14°. e diminuito
ulteriormente raggiungendo il 13.¯° Istat 2001b,.
Nonostante la diminuzione del tasso di disoccupazione generale del Molise. il tasso di
disoccupazione íemminile registrato nel 2001 e ancora molto alto. piu del doppio di quello
maschile: il tasso di disoccupazione íemminile nel 2001 e del 20.8° mentre quello maschile
e del 9.2 ° Istat 2001 b,.

íigvra : - 1asso di disoccupazione maschile e íemminile in Molise. anno 2001 ·alori
percentuali,
9,2
20,8
Maschi
lemmine

lonte: ns.elaborazione su dati Istat

Nello stesso periodo il tasso di occupazione e pari a 39.6°: quello maschile e 53.1°
mentre quello íemminile e 2¯.1°Istat b,.
Nell`Agricoltura sono occupate solo 11.000 persone. nell`industria 33.000 e nelle altre
atti·ita` 66.000 di cui 15.000 nel commercio. 1ra gli occupati nell`industria e quelli in altre
atti·ita` non c`e grande diííerenza per quanto riguarda gli uomini 28.000 nell`industria e
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


39
3¯.000 in altre atti·ita, mentre per le donne lo scarto e molto íorte 29.000 in altre atti·ita e
5 .000in industria, Istat a,.

Nel 2002 continua a diminuire il tasso di disoccupazione in Molise raggiungendo il 12.6°:
nel corso dell`anno 2002 il tasso di disoccupazione in Molise passa dal 15°. registrato nel
gennaio 2002. all`11.3° nell`ottobre 2002.
1ale diminuzione e coerente con l`andamento del tasso di disoccupazione in Molise negli
ultimi anni. Se consideriamo l`andamento del tasso di disoccupazione in Molise dal 1999.
iníatti. possiamo osser·are un continuo decremento. Il li·ello di riduzione di questo tasso.
pero. non e costante nel corso degli anni: dopo la íorte riduzione del 1999 c`e stato un
periodo. anni 2000-2001. in cui la discesa del tasso di disoccupazione e stata solo di 3 punti
percentuali: nel 2002 la contrazione del tasso di disoccupazione sembra aumentare anche
se e ancora lontana dai li·elli di riduzione del 1999 Istat. 2002,.

íigvra ó ÷ Andamento del tasso di disoccupazione in Molise 1999-2002
·alori percentuali,
J6,2
J4
J3,7
J2,6
10
11
12
13
14
15
16
17
anno 1999 anno 2000 anno 2001 anno 2002

lonte: ns.elaborazione su dati Istat

Nonostante la riduzione e·idenziata nella íigura 6. il tasso di disoccupazione in Molise
permane. nel 2002. a li·elli molto alti rispetto alla media nazionale 9°, Istat 2002,.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


40

Il tasso di disoccupazione íemminile in Molise continua. nel 2002. ad essere piu del doppio
di quello maschile 18.8° il tasso disoccupazione íemminile e 8.8 ° quello maschile,.
In questo periodo bisogna. pero. constatare che la diminuzione del tasso di disoccupazione
íemminile e superiore alla riduzione del tasso di disoccupazione maschile: il tasso di
disoccupazione íemminile. nel 2002. pur rimanendo a li·elli molto alti. si e ridotto rispetto
al 2001 di ben 2 punti percentuali. mentre quello maschile e diminuito solo di 0.4 punti
percentuali.

íigvra ¨ ÷ Andamento del tasso di disoccupazione maschile e íemminile in Molise Anni
2001-2002
Femmine
Maschi
20,8
18,8
9,2
8,8
0
5
10
15
20
25
anno 2001
anno 2002

lonte: ns. elaborazione su dati Istat

Dai dati dei (entri per l`Impiego. elaborati dall`Agenzia Regionale Molise La·oro. emerge
che la maggior parte dei disoccupati molisani. nel maggio 2002. ha oltre 30 anni 26.550
disoccupati,. In questo stesso periodo aumenta lie·emente il numero degli uomini
disoccupati tra i 25 e i 29 anni -0.29°, rispetto al maggio 2001. mentre continua a ridursi
il numero dei disoccupati. uomini e donne. che hanno meno di 25 anni ¯.¯2°,.
Se consideriamo l`eta dei disoccupati congiuntamente al sesso possiamo notare come la
classe piu numerosa sia quella delle donne che hanno oltre 30 anni Regione Molise 2003,.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


41

Parallelamente. dai dati Istat. elaborati dall`Istituto 1agliacarte per l`Osser·atorio
Lconomico del Molise 2003. emerge che. nel 2002. il tasso di disoccupazione piu alto in
Molise si riscontra nella íascia di eta compresa tra i 15 e i 24 anni mentre quello piu basso
si riíerisce ai disoccupati di oltre 30 anni. Anche in questo caso le donne hanno un tasso di
disoccupazione maggiore rispetto a quello degli uomini: comunque la classe piu numerosa
non e quella delle donne che hanno oltre 30 anni. in cui si collocano la maggior parte dei
disoccupati secondo i dati dei (entri per l`Impiego. ma quella delle gio·ani donne con un
eta compresa tra i 15 e i 24 anni Unione Regionale delle (amere di (ommercio del Molise
2003,.

íigvra º - Numero di disoccupati per classi di eta e sesso in Molise. maggio 2002 Valori
assoluti,
7352
7624
3422
5090
10489
16061
0
5000
10000
15000
20000
< 25 anni 25-29 anni oltre 30 anni
Maschi
Femmine

lonte: ns. elaborazione su dati dell`Agenzia Regionale Molise la·oro







Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


42
íigvra · - 1asso di disoccupazione per classi di eta e sesso in Molise. anno 2002 Valori
percentuali,
30,1
39,9
25,9
34,6
4,8
14
0
5
10
15
20
25
30
35
40
15-24 anni 25-29 anni 30-64 anni
Maschi
Femmine

lonte: Unione Regionale delle (amere di (ommercio del Molise 2003

Non possiamo íare un coníronto diretto tra i dati Istat e i dati dei (entri per l`Impiego a
causa di numerose diííerenze nella rile·azione: i dati Istat riguardano tutto l`anno 2002
mentre quelli dei (entri per l`Impiego si riíeriscono al mese di maggio 2002: i dati dei
(entri per l`Impiego indicano il numero di disoccupati - ·alori assoluti - mentre quelli
Istat riportano il tasso di disoccupazione - ·alori percentuali -.

Nonostante queste considerazioni appare e·idente la diííerenza nella situazione della
disoccupazione in Molise presentata dalle due íonti.
L` diííicile pensare che tra i dati del maggio 2002 e la media dei dati dell`anno 2002 ci sia
una ·ariazione cosi grande. Inoltre. poiché il tasso di disoccupazione e il rapporto tra le
persone in cerca di occupazione e le íorze di la·oro. non e possibile pensare che se la
maggior parte dei disoccupati ha oltre 30 anni il tasso di disoccupazione piu alto possa
collocarsi nella íascia di eta compresa tra i 15 e i 24 anni.
La diííerenza tra i dati riportati dalle due íonti si puo íar risalire ad una di·erso modo di
considerare il termine disoccupato`. (oloro che ·engono considerati dai (entri per
l`Impiego disoccupati sono quelle persone iscritte ai (entri per l`Impiego che risultano
uííicialmente disoccupate. mentre l`Istat considera disoccupati solo quelle persone in cerca
di la·oro. con piu di 15 anni. che dichiarano di non a·er eííettuato ore di la·oro nel
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


43
periodo di riíerimento. di essere alla ricerca di un la·oro. di a·er eííettuato almeno
un'azione di ricerca di la·oro atti·a nelle quattro settimane che precedono il periodo di
riíerimento. di essere immediatamente disponibile entro due settimane, ad accettare un
la·oro. qualora gli ·enga oííerto www.istat.it,.

La situazione appena descritta mette in e·idenza che in Molise c`e una grande diííerenza tra
chi e uííicialmente disoccupato` e chi e atti·o nella ricerca di un la·oro. Nel Molise e
molto alto. iníatti. il numero di coloro che. pur essendo iscritti ai (entri per l`Impiego
come disoccupati. non sono in realta alla ricerca di un la·oro poiché gia la·orano in nero.
Ouesto tipo di disoccupati. che si colloca soprattutto nella íascia di eta tra i 30 e i 64 anni.
non ha un la·oro regolare e non e sempre atti·o nella ricerca di un nuo·o la·oro. poiche -
spesso - gia sta s·olgendo un la·oro non regolare. saltuario. non uííiciale.
Il proíilo di disoccupato adulto - in realta occupato in piccoli` la·ori - emerge
dall`osser·azione che i ricercatori Studionet e A.Re.S. hanno condotto in Molise e dai
numerosi colloqui iníormali che hanno a·uto con di·ersi esponenti del mondo socio-
economico. Naturalmente e un dato qualitati·o`. basato sull`esperienza degli osser·atori
locali. e - dunque - non e possibile íornire una misura quantitati·a.

Per leggere correttamente il íenomeno disoccupazione in Molise si de·e considerare che.
nella Regione. e ancora molto íorte la tendenza dei íigli sposati anche con prole, a íare
aííidamento sulla pensione dei genitori anziani. Inoltre. molti molisani possiedono un orto
e producono una serie di prodotti alimentari per sé e per la propria íamiglia che eliminano
la necessita di soddisíare le prime necessita con i pro·enti del la·oro.
Non de·e stupire. quindi. il íatto che in Molise si possano tro·are situazioni in cui - ad
esempio - in una stessa íamiglia risultano uííicialmente disoccupati sia il padre sia la madre
e nonostante tutto riescano ad a·ere una casa e una macchina di loro proprieta e a
soddisíare alle esigenze dei íigli.

Secondo i dati dei (entri per l`Impiego. nel maggio 2002. sono proprio le persone che
hanno oltre 30 anni a íar registrare la maggioranza degli a··iamenti al la·oro anche se gli
a··iamenti degli uomini oltre i 30 anni sono diminuiti rispetto al 2001. Parallelamente
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


44
aumentano gli a··iamenti degli uomini tra i 25 e i 29 anni e quelli delle donne che hanno
oltre 30 anni. anche se rimangono meno numerosi rispetto a quelli degli uomini. mentre
diminuiscono gli a··iamenti delle donne tra i 25 e i 29 anni Regione Molise. 2003,.
Gli a··iamenti degli uomini sono soprattutto nell`industria e quelli delle donne in altre
atti·ita`. sia nel 2001 sia nel 2002. Nel 2002 diminuiscono soprattutto gli a··iamenti
nell`agricoltura. La maggior parte degli a··iamenti nei ·ari settori riguardano operai
qualiíicati e non qualiíicati Regione Molise. 2003,.

In questo stesso periodo il tasso di occupazione in Molise cresce lie·emente rispetto
all`anno precedente passando dal 39.6° nel 2001 al 39.¯° nel 2002. Nel corso del 2002. da
Gennaio 2002 a Ottobre 2002. aumenta il numero degli occupati: l`occupazione. che nel
gennaio 2002. ammonta·a a 10¯.000 unita raggiunge le 110.000 unita circa nell`ottobre
2002 con un incremento del 1.3° rispetto al 2001 Istat 2002,. La crescita dell`occupazione
in Molise rispecchia l`andamento dell`occupazione in tutta Italia anche se i moti·i di questa
crescita appaiono in controtendenza rispetto all`andamento nazionale: l`aumento
dell`occupazione in Molise e da addebitarsi all`aumento del la·oro a tempo pieno piu che
all`incremento del la·oro a tempo parziale Associazione industriali del Molise. 2003b,.
In questo periodo si registra un aumento dell`occupazione nell`industria e nel terziario
corrispondente ad una riduzione dell`occupazione nel settore agricolo do·uta al
progressi·o in·ecchiamento delle persone impiegate in agricoltura che tendono a uscire dal
mercato del la·oro.
Nella pro·incia di (ampobasso la crescita dell`occupazione nel settore terziario -1¯.3°,
appare superiore alla crescita registrata nella pro·incia di Isernia -12.12°,. Per quanto
riguarda l`occupazione nell`industria l`aumento maggiore e stato registrato nella pro·incia
di Isernia: -11.6° nella pro·incia di Isernia contro il 10.6° della pro·incia di (ampobasso
Unione Regionale delle (amere di (ommercio del Molise. 2003,.

Nel corso del 2002 il tasso di atti·ita si riduce lie·emente passando da 45.3°. registrato a
gennaio. a 44.8° ad ottobre conseguente alla riduzione delle persone in cerca di la·oro e
dell`aumento delle persone che non hanno la possibilita e l`interesse a la·orare Istat. 2002,.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


45
Nel mese di ottobre 2002. le persone in cerca di la·oro diminuiscono di circa mille unita. Si
puo ipotizzare che questo sia do·uto ad un íenomeno di scoraggiamento. in relazione alla
situazione economica regionale: le persone in cerca di la·oro. iníatti. tendono a rinunciare
alla ricerca del la·oro quando si tro·ano in un clima economico sía·ore·ole Associazione
industriali del Molise. 2003b,.

Nel 2002 il numero complessi·o delle ore di cassa integrazione guadagni - autorizzate
dall`Inps - e aumentato del 35.42° rispetto al 2001: solo le ore di cassa integrazione
guadagni straordinaria sono diminuite del 21.45° mentre si e registrato un íorte aumento
delle ore di cassa integrazione guadagni ordinaria. ben ¯9.05°. L`aumento maggiore delle
ore di cassa integrazione guadagni ordinaria rispetto all`anno precedente si e registrato
soprattutto nella pro·incia di Isernia. La cassa integrazione guadagni straordinaria registra
un incremento del numero di ore nelle classi di atti·ita economica alimentari soprattutto
nella pro·incia di (ampobasso Inps-Molise. 2002,.
Nella pro·incia di (ampobasso gli inter·enti di cassa integrazione guadagni straordinaria
interessano le atti·ita economiche alimentari. del legno e l`edilizia mentre nella pro·incia di
Isernia riguardano. oltre al settore alimentare. l`abbigliamento e l`arredamento Inps-
Molise. 2002,.

Iníine. per comprendere a pieno la situazione del mercato del la·oro molisano negli ultimi
anni. e importante analizzare le caratteristiche della íorza la·oro.
L`ammontare della íorza la·oro in Molise ha subito deboli ·ariazione nel corso degli anni:
nel 2000 la íorza la·oro molisana era costituita da 125.000 unita che sono di·entate
12¯.000 nel 2001 e 126.000 nel 2002.
Se consideriamo. in particolare. i dati sulla íorza la·oro dell`anno 2001 possiamo notare che
in Molise solo una piccola parte della popolazione ·iene classiíicata come íorza la·oro.
o··ero tra le persone occupate e quelle in cerca di occupazione con piu di 15 anni: nel
2001. su una popolazione di 325.000 abitanti. solo 12¯.000 molisani ¯8.000 maschi e
49.000 íemmine, ·engono inclusi dall`Istat nella categoria íorza la·oro Istat 2001 a,.


Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


46
íigvra ]0 -lorza La·oro in Molise nel 2001 ·alori assoluti in migliaia,
Popolazione
Forza Lavoro
325
127
0
50
100
150
200
250
300
350
FL Donne
FL Uomini
49
78
0
10
20
30
40
50
60
70
80

lonte: ns. elaborazione su dati Istat

Ouesta situazione e·idenzia il íatto che la maggior parte della popolazione molisana ha un
eta a·anzata e non ·iene classiíicata. quindi. come íorza la·oro. Una delle caratteristiche
íondamentali del Molise. iníatti. e il progressi·o in·ecchiamento della popolazione che
induce ad una ri·isitazione dei comportamenti e della struttura sociale e íamiliare con un
aumento di íamiglie unipersonali e un incremento della richiesta di ser·izi assistenziali e
pre·idenziali nella Regione Regione Molise. 2002,
Nel 2002 ben il 21° della popolazione ha oltre 65 anni e il 52.6° della popolazione e
inclusa nella íascia di eta compresa tra i 25 e i 64 anni mentre solo il 12° della popolazione
ha meno di 25 anni Istat 2003c,. L`indice di ·ecchiaia della popolazione molisana e
aumentato note·olmente nel corso degli anni passando da 103 nel 1991 a 145 anziani ogni
100 gio·ani di eta iníeriore ai 14 anni nel 2000 superando la media nazionale 12¯ anziani
ogni 1000 gio·ani di eta iníeriore ai 14 anni, Regione Molise.2002,.
Inoltre. e necessario sottolineare che anche la maggior parte della popolazione molisana
inclusa nella íorza la·oro ha un eta a·anzata. Nel 2001 la maggior parte della íorza la·oro
molisana si colloca nella classe di eta che comprende le persone dai 35 ai 44. anni ma sono
molto rappresentate anche le classi di eta 25-34 e 45-54 Istat 2001 a,. Nell`ottobre 2002 la
íorza la·oro molisana si colloca soprattutto tra i 25 e i 54 anni con un picco nella íascia di
eta compresa tra i 34 e i 44 anni Istat. 2003 c,. La íorza la·oro molisana. inclusa in queste
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


47
due íasce di eta. ha tempi piu lunghi di ricerca del la·oro rispetto a chi ha meno di 25 anni
Istat. 2003 c,.

Nel 2001 il titolo di studio piu diííuso tra la íorza la·oro íemminile e la maturita seguita
dalla licenza media 20.000 hanno la maturita e 15.000 la licenza media,.
1ra la íorza la·oro maschile risulta piu diííusa. nel 2001. la licenza media seguita dalla
maturita 30.000 hanno la licenza media. 26.000 la maturita e solo 6.000 la laurea, Istat a,.

Nell`ottobre 2002 la íorza la·oro molisana ha un li·ello di istruzione medio-basso: i titoli di
studio piu diííusi tra la íorza la·oro molisana sono il diploma di scuola superiore e la
licenza media sia per gli uomini sia per le donne Istat. 2003 c,. Anche i gio·ani. sia maschi
sia íemmine. tra i 15 e i 24 anni. che sono pre·alentemente in cerca di prima occupazione.
hanno. nella maggior parte dei casi. solo una diploma di scuola superiore Istat. 2003 c,

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


48
íigvra ]]- Li·ello di istruzione della íorza la·oro molisana -Ottobre 2002-
Valori assoluti in migliaia,

14
1
46
6
42
15
0
5
10
15
20
25
30
35
40
45
50
Dotto-rato´
Laurea
Diplo-ma
Uni·. o Laurea
bre·e
Maturita Oualiíi-ca
senza accesso
Licenza Media Licenza
elemen-tare´
Nessun titolo

lonte: ns. elaborazione su dati Istat

Nel 2002 si riduce il numero dei molisani iscritti ai (entri per l`Impiego rispetto al 2001:
51.580 iscritti nel maggio 2001 e 50.038 nel maggio 2002. La riduzione maggiore degli
iscritti ai (entri per l`Impiego si e registrata nella pro·incia di (ampobasso do·e il
decremento e pari a -999 unita Regione Molise 2003a,.
Nonostante questa riduzione il numero delle donne iscritte ai centro per l`impiego rimane
note·olmente superiore al numero degli uomini iscritti Regione Molise 2003,.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


49
íigvra ]2 - Andamento degli iscritti ai centri per l`impiego anni 2001-2002







lonte: Agenzia Regionale Molise la·oro Regione Molise. 2003,

Nel 2002 diminuisce note·olmente il numero degli iscritti ai (entri per l`Impiego che si
collocano nel settore di atti·ita Industria. mentre aumentano gli iscritti per le altre atti·ita.
Nel settore agricolo sono diminuiti solo gli uomini iscritti ai (entri per l`Impiego. mentre
le donne sono aumentate Regione Molise. 2003,.


Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


50
4. RICLRCA L INNOVAZIONL

Il miglioramento delle condizioni socio-economiche di una paese e íortemente legato allo
s·iluppo della ricerca scientiíica e dell`inno·azione tecnologica.

Nei Paesi europei. l`attuazione delle politiche a ía·ore della ricerca scientiíica e
dell`inno·azione e note·olmente in ritardo rispetto ad altri paesi íortemente tecnologizzati.
L`unione Luropea ha palesato la necessita di creare íra i paesi membri un approccio
comune alla ricerca per superare le írammentazioni delle politiche nazionali su ricerca e
inno·azione. Inoltre. la (ommissione Luropea ha deciso di puntare sulle autorita locali e
regionali per stimolare la crescita della ricerca e dell`inno·azione spingendo le Regioni dei
paesi membri. soprattutto quelle non ancora s·iluppate. ad a··alersi delle opportunita
oííerte dal Programma Ouadro e dalle politiche comunitarie. In questo ambito le Regioni
assumono un ruolo trainante occupandosi soprattutto della íormazione. del supporto
íinanziario ai ricercatori e dell` assistenza ai laboratori Regione Molise. 2002,.

1ra i paesi dell`Unione Luropea. l`Italia non ha una íorte competiti·ita nel campo
dell`inno·azione e della ricerca tanto che negli ultimi anni ha utilizzato soprattutto
inno·azioni realizzate negli altri paesi. Ouesta situazione si puo íar risalire a ·ari elementi
che contraddistinguono l`Italia. In Italia e molto piu bassa la presenza di grandi industrie o
di ricercatori che si occupano di bigb·tecb rispetto agli altri paesi europei: a cio ·a aggiunto il
íatto che le imprese italiane in·estono poco nella ricerca. che le spese per la ricerca sono
diminuite nel tempo e che non c`e abbastanza interazione tra le ·arie reti di ricerca
Regione Molise. 2002,.
Ritro·iamo alcune delle moti·azioni sopra elencate anche nell`elenco dei punti di debolezza
del sistema di R&S italiano del Ministero dell`Istruzione. Uni·ersita e Ricerca:
• Scarsa presenza di grandi industrie che si occupano di high-tech
• Basso numero di laureati e di dottori di ricerca in settori high-tech
• Scarso in·estimento delle imprese nella R&S
• Debole interazione tra le reti di ricerca
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


51
• Scarsa diííusione. ·alorizzazione e ·alutazione dei risultati della R&S
pubblica
• Scarsa attrazione dei gio·ani ·erso la carriera scientiíica
• Scarsa attenzione dell`opinione pubblica al íatto che la R&S ha un ruolo
centrale nello s·iluppo del Paese
(Ministero dell`Istruzione. dell`Uni·ersita e della Ricerca. 2002).

Il rapporto tra la spesa per la R&S e il Prodotto Interno Lordo nazionale. tra il 199¯ e il
2000. non segue un andamento regolare: ad un aumento dell`incidenza della spesa per la
R&S sul Pil segue una riduzione. La spesa per la R&S e pari a 1.0¯° del PIL sia nel 2000
sia nel 1998 mentre nel 1999 e pari a 1.04° . quasi come nel 199¯ 1.05°, Istat,.

íigvra ]² - Andamento del rapporto tra spesa per la R&S e Pil. Anni 199¯-2000 ·alori
percentuali,
1,05
1,07
1,04
1,07
1,03
1,03
1,04
1,04
1,05
1,05
1,06
1,06
1,07
1,07
1,08
anno 1997 anno 1998 anno 1999 anno 2000

lonte: ns. elaborazione su dati Istat

Nonostante l`alternanza tra íasi di crescita e íasi di discesa nel rapporto tra spesa e Pil tra il
199¯ e il 2000. la spesa per la R&S in Italia ha a·uto un progressi·o calo nel corso degli
anni 90 Ministero dell`Istruzione. dell`Uni·ersita e della Ricerca. 2002,. Il Ministero
dell`Istruzione dell`Uni·ersita e della Ricerca registra a partire dal 1992 un decremento della
spesa per la R&S: nel 1992 la spesa per la R&S in Italia era pari al 1.3° del Pil mentre nel
2001 e solo l`1.03° del Pil Ministero dell`Istruzione. dell`Uni·ersita e della Ricerca. 2002,.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


52

Nell`Italia meridionale la situazione della ricerca e dell`inno·azione e ancora piu
problematica. In questa parte d`Italia l`assegnazione di risorse per la ricerca e l`inno·azione
e scarsa e gli in·estimenti nella ricerca e nell`inno·azione sono esigui rispetto a quelli del
resto d`Italia Regione Molise. 2002,.

Il ritardo dell`Italia meridionale nella ricerca scientiíica e nell`inno·azione tecnologica lo
possiamo riscontrare in Molise.
Nonostante la crescita dell`incidenza degli in·estimenti per la ricerca sul Pil regionale
a··enuto negli anni 90. in Molise. non esiste ancora una politica regionale a sostegno della
ricerca e dell`inno·azione ma non e l`unico íattore negati·o in quest`ambito Regione
Molise. 2002,.
I costi dell`inno·azione tecnologica e le diííicolta nel reperire personale qualiíicato
·engono identiíicati dalle imprese molisane. secondo i dati dell`indagine condotta a
sostegno del Piano delle Strategie sull`inno·azione e la ricerca. come elementi di
limitazione in questo campo Regione Molise. 2002,.

Uno dei moti·i íondamentali del ritardo del Molise nello s·iluppo della ricerca scientiíica e
dell`inno·azione tecnologica e da addebitarsi alla mancanza di cooperazione tra le imprese
e al conseguente íenomeno di isolamento che aííligge la maggior parte delle aziende
molisane. In questa condizione. un`azienda che ·uole inno·arsi tro·a numerose diííicolta
soprattutto se e di piccole e medie dimensioni. come il 95° delle aziende molisane.
Innanzitutto per un`azienda e molto piu diííicile aíírontare da sola le possibili conseguenze
dell`introduzione di un`inno·azione piuttosto che a·ere al proprio íianco altre aziende con
cui condi·idere il rischio Regione Molise. 2002,. Inoltre. le aziende molisane hanno
relazioni deboli tra loro e di conseguenza lo scambio di iníormazioni tra un`azienda ed
un'altra di·enta complicato. anche in un territorio cosi piccolo come quello molisano ed
anche qualora sussista una situazioni di ·icinanza spaziale tra le aziende.
A cio si aggiunge il íatto che spesso nella Regione si ·eriíica la pol·erizzazione spaziale
delle unita produtti·e che rende piu ardua la comunicazione tra le aziende limitando
l`apprendimento e l`inno·azione.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


53

A írenare ulteriormente la ricerca e l`inno·azione nella Regione Molise c`e anche il
tradizionale comportamento dei molisani - piu ·olte riscontrato sul campo dai ricercatori
Studionet e A.Re.S. - che li spinge ad esaurire le proprie azioni rispetto in quanto gia
realizzato. senza tentare nuo·e strade per accrescere la propria azienda ed aprirsi a nuo·i
mercati. Una speranza per superare questa situazione e rappresentata dai gio·ani. che sono
meno iníluenzati da questo atteggiamento tradizionale e piu propensi alle no·ita. Per
ía·orire e potenziare il processo d`inno·azione in Molise e necessario. quindi. írenare la
íuga di cer·elli` e creare opportunita per i gio·ani ricercatori che ·ogliono rimanere in
regione.

L` necessario sottolineare che. oltre alla mancanza di un centro di coordinamento per la
diííusione delle inno·azioni tecnologiche. in Molise c`e una íorte carenza di inírastrutture
per la ricerca e l`inno·azione.
Nella Regione le uniche strutture che si occupano di ricerca e inno·azione sono il Parco
scientiíico e tecnologico Moliseinno·azione. il Neuromed. il (ISI. il (entro ad Alta
1ecnologia nelle Scienze Biomediche dell`Uni·ersita (attolica del Sacro (uore e l`Lrsam.
che promuo·e lo s·iluppo dell'agricoltura regionale. del reddito e delle condizioni delle
popolazioni rurali. O··iamente a queste strutture si aggiungono quelle dell`Uni·ersita del
Molise.

Nonostante i limiti che presenta la ricerca scientiíica e l`inno·azione tecnologica nella
regione Molise. alcune aziende molisane mostrano spinte inno·ati·e.
Alcune imprese hanno cercato di potenziare la qualita dei loro prodotti migliorando
l`eííicienza delle tecnologie tradizionali o sostituendo le tecnologie presenti con altre piu
inno·ati·e. Le tecnologie introdotte dalle imprese in Molise sono pre·alentemente
tecnologie semplici e ílessibili. appropriate alle ridotte dimensioni della maggior parte delle
aziende Regione Molise. 2002,.

In Molise piu che di inno·azione di processo e di prodotto si de·e parlare di inno·azione
adatti·a` Regione Molise. 2002,.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


54
L`inno·azione di processo ·iene realizzata in Molise solo per abbattere i costi e rendere
meno íaticosa l`atti·ita di produzione e non per ía·orire la crescita della produzione e delle
dimensioni dell`azienda. L`inno·azione di prodotto e piu ·i·ace e dinamica ma le imprese
si limitano pre·alentemente a riproporre prodotti che hanno gia a·uto successo di mercato
Regione Molise. 2002,.

Il Piano delle Strategie sull`Inno·azione e la Ricerca. nell`ambito del Por 2000-2006.
mostra la ·olonta della Regione Molise di potenziare lo s·iluppo della ricerca
12
.
La Regione Molise si propone di ía·orire e potenziare l`interazione tra imprese. centri di
ricerca pubblici e pri·ati. uni·ersita e istituzioni pubbliche locali. per rendere piu
competiti·o e piu inno·ati·o il sistema socio-economico del Molise Regione Molise.
2002,. Inoltre. la Regione si propone di Istituire un Nucleo Strategico Regionale
13
`. per
programmare. monitorare e coordinare la ricerca e lo s·iluppo tecnologico nella regione
Regione Molise. 2002,.
Per íinanziare i di·ersi inter·enti a ía·ore dell`atti·ita di ricerca in Molise la Regione ha
pensato di programmare uno strumento íinanziario che. pur ispirandosi al modello
nazionale. si adatti alle esigenze regionali. permettendo la presentazione di progetti ridotti
che possano essere attuati íacilmente anche dalle aziende di dimensioni limitate. L`
impensabile. iníatti. che le aziende molisane. soprattutto di piccole e piccolissime
dimensioni. possano presentare progetti di grande entita come quelli delle grandi aziende
che si tro·ano in altre regioni Italiane.

Iníine. parlando di ricerca e di inno·azione in Molise. e opportuno soííermarsi sui
principali centri e istituti di ricerca presenti nella Regione.

Parco ´cievtitico e )ecvotogico Moti.eivvora.iove
Il Parco Scientiíico e 1ecnologico Moliseinno·azione. ospitato negli ediíici dell`Uni·ersita
degli Studi del Molise a (ampobasso. e una societa consortile a responsabilita limitata di
cui íanno parte no·e aziende industriali agroalimentari. quattro aziende del settore terziario

12
Anche nel POP 1994-99. in particolare. nella Misura 6.4 Ricerca. S·iluppo ed Inno·azione`. la regione a·e·a
pensato ad uno s·iluppo dell`atti·ita di ricerca.
13
Organo consulti·o regionale stabile Regione Molise. 2002: p.¯,.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


55
a·anzato. la (amera di (ommercio di (ampobasso. la (amera di (ommercio di Isernia.
l`Uni·ersita degli studi del Molise e un Istituto di (redito www.pstmol.it,.

Le tecnologie produtti·e per l'industria agro-alimentare e quelle per la gestione agro-
ambientale rappresentano le protagoniste dell`atti·ita di ricerca s·olta all`interno del Parco.
Il (onsorzio Moliseinno·azione si propone di ía·orire l`aggregazione di chi persegue lo
s·iluppo economico del Molise attra·erso la ricerca scientiíica e l`inno·azione tecnologica e
di realizzare sia ricerche scientiíiche sia atti·ita di trasíerimento tecnologico in ·ari campi:
• Produzioni agricole
• Diíesa ambientale
• Industria di trasíormazione e conser·azione di prodotti alimentari
• Accertamento e certiíicazione di Oualita www.pstmol.it,.

Il Parco s·olge il complicato ruolo di interíaccia tra ricerca e impresa. L` diííicile conciliare.
iníatti. due mondi cosi di·ersi come quello degli istituti di ricerca e quello delle imprese: i
linguaggi sono di·ersi e di·ersi sono anche i modi di pensare. Il Parco Scientiíico e
1ecnologico guarda le esigenze delle imprese e le comunica a chi ía ricerca e
contemporaneamente cerca di capire le esigenze della ricerca e le comunica alle imprese.

Il Parco Scientiíico e 1ecnologico tenta di inno·are il territorio nonostante lo scetticismo
del Molise nel campo della ricerca scientiíica e dell`inno·azione tecnologica riadattando a
moderno elementi tradizionali. Il Parco. iníatti. ha progettato prodotti inno·ati·i partendo
da quelli che íanno parte della tradizione: ne sono un esempio i progetti che riguardano gli
essiccati sott`olio o tipi speciali di pasta.

Il Parco Scientiíico e 1ecnologico ha un ruolo importante anche nella íormazione dei
gio·ani ricercatori. Moliseinno·azione ía parte. iníatti. di una rete di cinque parchi di
altrettante regioni italiane14 associati in AIDA nell`ambito del progetto Gio·ani

14
Marche. Abruzzo. Molise. (alabria. Salerno e aree interne della (ampania
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


56
inno·azioni`. 1ale progetto ha come obietti·o la íormazione15 di nuo·i tecnologi
sostenendo la domanda delle aziende presenti nelle regioni dei parchi. Il Parco Scientiíico e
1ecnologico Moliseinno·azione. in particolare. si propone di íormare i tecnologi
nell`ambito del settore agroalimentare www.pstmol.it,.

Solitamente Moliseinno·azione si propone alle aziende o ·iene contattato direttamente
dalle imprese che non hanno strumenti suííicienti per sostenere - da sole - un progetto di
ricerca o per realizzare un`inno·azione di prodotto che consenta di esplorare nuo·e nicchie
di mercato. Il Parco s·iluppa il progetto di ricerca. segue l`azienda durante tutto l`iter per
ottenere il íinanziamento16 íino alla stipula del contratto e poi s·olge un ruolo di
consulenza.

Il Parco Scientiíico e 1ecnologico Moliseinno·azione. in attuazione dei progetti MURS1.
ha realizzato tre centri d`inno·azione. atti·i dal maggio 2000. in tre comparti del settore
agroalimentare:
_ (entro di inno·azione per le tecnologie di produzione. ·alutazione. gestione
logistica. la·orazione e trasíormazione dei cereali:
_ (entro di inno·azione per le tecnologie di produzione. ·alutazione. gestione
logistica. la·orazione e trasíormazione del latte:
_ (entro di inno·azione per le tecnologie di produzione. ·alutazione. gestione
logistica. la·orazione e trasíormazione delle carni suine www.pstmol.it,.
Il Centro di innovazione per le tecnologie di produzione, valutazione, gestione
logistica, lavorazione e trasformazione dei cereali la·ora a ser·izio di ·arie aziende
molitorie e pastarie del Molise al íine di analizzare le materie prime. i prodotti intermedi e
íiniti. realizzare tecnologie inno·ati·e e íormare i gio·ani tecnologi www.pstmol.it,. Il
(entro si occupa. inoltre. dello s·iluppo del Progetto MURS1 "S·iluppo di tecnologie per
produzione e la diíesa da organismi noci·i di cereali e deri·ati e delle patate" che si

15
I íuturi 1ecnologi dopo a·ere s·olto una tesi di laurea su un argomento prescelto dalle aziende. a·ranno un periodo
di specializzazione presso i parchi e successi·amente si trasíeriranno nelle aziende portando soítware e know how
elaborati durante la íormazione www.pstmol.it,
16
Il Parco stesso ía domanda di íinanziamento del primo progetto di ricerca al Ministero.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


57
propone di indi·iduare le tecnologie atte a migliorare le tecniche colturali del grano duro e
del íarro. a incrementare la qualita delle materie prime e dei prodotti íiniti paste,. ad
inno·are i prodotti intermedi semole e íarine,. a síruttare in modo mirato ed
economicamente piu ·antaggioso dei sottoprodotti e a produrre inno·azioni dietetiche e
nutrizionali www.pstmol.it,.
Nel Centro di innovazione per le tecnologie di produzione, valutazione, gestione
logistica, lavorazione e trasformazione del latte. parallelamente allo s·iluppo dei
progetti MURS1. si s·olgono atti·ita a ser·izio delle numerose aziende casearie della
regione: analisi delle materie prime. prodotti intermedi e prodotti íiniti. messa a punto di
tecnologie inno·ati·e. íormazione di gio·ani tecnologi. e preparazione di pacchetti
tecnologici mirati su richiesta delle aziende della Regione www.pstmol.it,.
Il progetto Murst per il settore lattiero caseario. "Valorizzazione del latte e dei prodotti
lattiero caseari tipici molisani". ·uole identiíicare le biotecnologie per ·alorizzare i prodotti
lattiero caseario tipici del Molise e per migliorare l`impatto ambientale determinato dai
sotto-prodotti della la·orazione siero,. riducendo contemporaneamente i costi generali di
processo www.pstmol.it,.

Il Centro di innovazione per le tecnologie di produzione, valutazione gestione,
logistica, lavorazione e trasformazione delle carni suine. ha il coordinamento negli
uííici del Parco Scientiíico e 1ecnologico mentre il centro operati·o e costituito da un
alle·amento sperimentale con una struttura modulare www.pstmol.it,.
Il Progetto Murst 1ecnologie della íiliera suina per l`alle·amento ed il trattamento delle
carni" si propone di recuperare le caratteristiche dei salumi tipici molisani operando su
tutta la íiliera. L`obietti·o íinale e quello di deíinire un protocollo di íiliera per la
produzione dei di·ersi salumi tipici indi·iduando una linea genetica. le tecniche di
alle·amento. le tecniche di trasíormazione e stagionatura. che consentono di garantire e
·alorizzare la tipicita dei prodotti` www.pstmol.it,.



Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


58
|virer.ita aegti ´tvai aet Moti.e
L`uni·ersita ha un ruolo molto importante nell`ambito del sistema d`inno·azione in Molise.
L`uni·ersita degli Studi del Molise. iníatti. ha cercato di ía·orire l`apertura della regione
·erso l`esterno e ·erso le no·ita.
L`importanza ricoperta dall`Uni·ersita in Molise tende a crescere nel corso degli anni. come
testimonia ·isi·amente il continuo ampliamento delle strutture uni·ersitarie che oggi
occupano una superíicie di 30.635 mq e che in íuturo occuperanno complessi·amente una
superíicie di 4¯.335 mq Regione Molise 2002,.

L`Uni·ersita degli Studi del Molise e ubicata nelle tre citta piu importanti e popolate della
Regione: (ampobasso. Isernia e 1ermoli.

Le íacolta attualmente presenti sul territorio molisano sono:
_ Agraria.
_ Lconomia.
_ Giurisprudenza.
_ Scienze matematiche. íisiche e naturaliwww.unimol.it,.

Inoltre. nell`ambito dell`oííerta didattica dell`Uni·ersita degli studi del Molise e do·eroso
menzionare il (entro di Ricerca e Ser·izio di Ateneo per la lormazione G. A. (olozza`.
Ouesto (entro e una struttura didattica interíacolta equiparata alle altre íacolta
dell`Uni·ersita degli studi del Molise che promuo·e. in particolare. i corsi di studio nel
campo della íormazione. della comunicazione e delle scienze della cultura.
L`oííerta didattica del (entro comprende le lauree in Scienze della comunicazione. Scienze
motorie. Scienze dei Beni culturali e ambientali. Scienze della íormazione primaria: la laurea
specialistica in Scienze della (omunicazione sociale e istituzionale: la Scuola di
specializzazione per gli insegnanti della Scuola secondaria www.unimol.it,.
Importante e anche il ruolo ricoperto dall`Uni·ersita degli Studi del Molise nell`ambito
dell`atti·ita di ricerca della regione. L`Uni·ersita. iníatti. non solo s·olge direttamente
ricerche di base. in alcuni casi in collaborazione con realta industriali. ma e anche il luogo
do·e ·iene íormato il personale coin·olto nell`atti·ita di ricerca.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


59

L`atti·ita di ricerca dell`Uni·ersita degli Studi del Molise si s·olge nei seguenti dipartimenti:
• (ostituzione Dip. S.1.A.1.
• Scienze Lconomiche Gestionali e Sociali
• Scienze Animali. Vegetali e dell'Ambiente
• Scienze e 1ecnologie Agro-Alimentari Ambientali e Microbiologiche
• Scienze Giuridico-Sociali e dell'Amministrazione
www.unimol.it,

Nell`ambito dell`atti·ita di ricerca dell`Uni·ersita molisana ricordiamo il - (.S.I.M. - (entro
di Ser·izi Interdipartimentali di Microscopia che ha lo scopo di coordinare la gestione di
attrezzature complesse. di promuo·ere e stimolare l`atti·ita di ricerca nel ambito delle
tecnologie a·anzate. di promuo·ere atti·ita di tipo íormati·o per gio·ani ricercatori. di
supportare l`atti·ita didattica e di oíírire consulenza a Lnti pubblici e pri·ata
www.unimol.it,.

L`Uni·ersita degli Studi del Molise puo contare su numerose inírastrutture a sostegno
dell`atti·ita di ricerca: dipartimenti. biblioteche. aule didattiche. locali amministrati·i.
laboratori iníormatici. linguistici e sale multimediali.

^evrovea
Il Neuromed. Istituto Neurologico Mediterraneo. nato nel 19¯6 nei pressi di Venaíro e
successi·amente collocato nella nuo·a sede di Pozzilli. e stato riconosciuto come uno degli
Istituti di Rico·ero e (ura a (arattere Scientiíico IR((S, del Ser·izio Sanitario Nazionale
nel 1983 ed oggi e considerato il secondo IR((S in Italia per la terapia delle epilessie
íarmaco-resistenti www.neuromed.it,.

L`Istituto Neuromed ha creato un Parco 1ecnologico per ricerche biomediche`
destinando un`intera area al potenziamento della ricerca biomedica con tecnologie e
ricercatori qualiíicati www.neuromed.it,.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


60
Nella struttura. do·e il ruolo della ricerca e íondamentale per mantenere standard
qualitati·i ele·ati sia nella íase diagnostica sia in quella terapeutica. sono stati atti·ati
laboratori di ricerca di base su una superíicie di circa 3000 mq. a partire dal 1994. dopo
una íase dedicata solo a studi clinici.

Oggi. nell`Istituto ·iene praticata la ricerca sia di tipo sperimentale sia di tipo clinico.
La ricerca sperimentale studia le basi molecolari e la íisiopatologia delle malattie primarie
del sistema ner·oso e i disturbi cerebrali secondari a danni ·ascolari www.neuromed.it,.
La ricerca clinica si occupa dello studio della storia naturale delle malattie del sistema
ner·oso. del miglioramento delle procedure diagnostiche e delle strategie terapeutiche per i
malati neurologici www.neuromed.it,.

L`Istituto oííre alcuni ser·izi a sostegno dell`atti·ita di ricerca: una biblioteca specializzata
nell`ambito delle neuroscienze e una direzione scientiíica che. oltre a dirigere l`atti·ita di
ricerca. agisce come una struttura di ser·izio per la ricerca.
La direzione scientiíica íornisce ser·izi all`atti·ita di ricerca attra·erso tre unita speciíiche:
_ Biostatistica e metodologia della ricerca: íornisce supporto nella realizzazione
di disegni di studio e nell'analisi dei dati oltre a condurre direttamente ricerche in
ambito epidemiologico e nello s·iluppo e attuazione di nuo·e metodologie di analisi
statistica.
_ Iníormatica medica: realizza soítware originali e aiuta a risol·ere in modo
iníormatico i problemi di immagazzinamento. di gestione e di analisi dei dati
_ Documentazione: si occupa della gestione della biblioteca. delle ricerche
bibliograíiche e dell`archi·iazione delle ricerche condotte nell`istituto. (ura l`editing
e la pubblicazione delle ricerche dell`Istituto oltre ad interessarsi delle richieste di
íinanziamento di questa atti·ita www.neuromed.it,.

L`Istituto Neuromed e dotato di 6 dipartimenti in cui si s·olge l`atti·ita di ricerca:
• Patologia Molecolare:
• Angiocardioneurologia:
• Neurologia:
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


61
• Diagnostica per immagini:
• Neuroriabilitazione:
• Neurochirurgia
www.neuromed.it,.

1ali dipartimenti hanno la possibilita di conoscere le opportunita oííerte dall`Unione
Luropea nell`ambito della ricerca e di predisporre progetti di ricerca in collaborazione con
altri (entri ed Istituti di ricerca dei Paesi Membri grazie alle iníormazioni pro·enienti dal
monitoraggio permanente dei programmi di ricerca dell`Unione Luropea eííettuato dal
(entro ser·izi per le Relazioni Luropee dell`istituto Neuromed Regione Molise. 2002,.

Ci.i
Il (isi Molise. (entro Integrato per lo S·iluppo dell'Imprenditorialita. e una societa
territoriale di promozione economica regionale del gruppo S·iluppoitalia creata per
ía·orire la nascita. l`inno·azione e l`internazionalizzazione delle piccole e medie imprese
www.cisimolise.it,.

Il (entro Integrato per lo S·iluppo dell'Imprenditorialita e situato nei pressi di
(ampobasso. nella localita di (ampochiaro. su una superíicie di 30.000 mq di cui 6.600 mq
sono suddi·isi in 38 laboratori modulari di ·arie dimensioni www.cisimolise.it,.

Il (isi oííre. una serie di ser·izi integrati a chi ha un progetto d`impresa concreto e
aííidabile e ·uole a··iare e s·iluppare un`iniziati·a imprenditoriale.

SLRVIZI OIILR1I DAL CISI PLR LA CRLAZIONL D'IMPRLSA
Assistenza tecnica e studio di íattibilita del progetto imprenditoriale
Indi·iduazione delle íonti di íinanziamento
L·entuale inserimento nell`incubatore
Strumenti íinanziari di sostegno allo s·iluppo
(onsulenza specialistica
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


62

Nel (entro si tro·a un incubatore attrezzato per ospitare e a··iare atti·ita imprenditoriali.
Le aziende ·engono ospitate nell`incubatore per un periodo medio di 3´5 anni ma qualora.
al termine dei cinque anni. le aziende non si sentano ancora pronte a lasciare l`incubatore
non ·engono obbligate a íarlo poiché. come sottolinea uno dei dirigenti del (entro da noi
inter·istato. dopo a·er in·estito tante energie e risorse per aiutare un impresa a nascere
non bisogna contribuire al suo íallimento abbandonandola quando ha ancora bisogno di
aiuto`.

Le aziende ospitate possono accedere ad una serie di ser·izi comuni. pur a·endo
autonomia nella íase di gestione:
_ Reception. centralino. segreteria
_ Ser·izio mensa
_ Sale con·egno
_ Sale contatti
_ Laboratorio iníormatico
_ Aule di íormazione
_ Parcheggi interni
_ Locale iníermeria
_ lornitura di acqua potabile e industriale. illuminazione. riscaldamento.
condizionamento. teleíono ecc. www.cisimolise.it,.

Il (entro e dotato di una rete interna di trasmissione dati realizzata con un sistema di íibre
ottiche che permette l`utilizzo di rete internet e delle attrezzature di ·ideo coníerenza ad
ele·ati standard qualitati·i www.cisimolise.it,.

Le imprese presenti nell`incubatore de·ono pagare un canone che gli permette di utilizzare
gli spazi attrezzati e i ser·izi logistici comuni.

Ouando le proíessioni interne al (entro non sono suííicienti per oíírire i ser·izi richiesti
dalle aziende. ·iene preso personale da altre strutture.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


63

Gli imprenditori che possono essere ospitati nel (entro e accedere ai ser·izi oííerti, non
sono solo molisani. Attualmente all`interno del (entro ·i sono soprattutto imprenditori
pro·enienti da altre regioni italiane attratti in Molise dai ser·izi oííerti e dai locali messi a
disposizione dal (isi.

Nel (entro. oltre ai laboratori tradizionali utilizzati per la produzione delle piccole imprese
artigianali e maniíatturiere. ·i sono laboratori ad alta tecnologia per le atti·ita del terziario
a·anzato do·e ·engono ospitate aziende di ser·izi e aziende artigianali www.cisimolise.it,.

Le imprese presenti nel (entro possono usuíruire. oltre che di una serie di ser·izi di
consulenza. di due strumenti íinanziari: il (onsorzio Garanzia íidi e il londo Venture
(apital. Attra·erso il (onsorzio Garanzia lidi. il ser·izio piu richiesto dalle imprese.
·engono prestate alle aziende garanzie per ottenere a bre·e termine íinanziamenti da istituti
di credito con·enzionati. Il londo Venture (apital permette di assumere partecipazioni di
minoranza nel capitale di rischio delle imprese potenziandone la dotazione di mezzi.

Dal 96 ad oggi il (isi ha generato un`occupazione di circa 400 unita e ha dato ·ita a circa 53
aziende. Dal 1996 ad ora. tra le aziende nate grazie al sostegno oííerto dal (ISI. solo
un`azienda e íallita. una e in diííicolta e di un'altra il (entro non ha piu notizie.

Cevtro aa atta tecvotogia vette ´ciev.e ßioveaicbe
Il (entro ad alta tecnologia nelle Scienze Biomediche. sede molisana dell`Uni·ersita
(attolica del Sacro (uore

. e stato inaugurato il 28 no·embre 2002 a (ampobasso.

Il Progetto per la realizzazione del (entro ad alta tecnologia nelle Scienze Biomediche in
Molise e nato nel 1988 sotto l`impulso della Regione Molise
18
.


Il (entro ad alta tecnologia nelle Scienze Biomediche e la quinta sede in Italia dell`Uni·ersita (attolica del Sacro
(uore. Le altre sedi sono a Milano. Roma. Brescia. Piacenza-(remona.
18
La Regione Molise. nel 1988. aííido all`Uni·ersita (attolica uno studio di íattibilita per la realizzazione di un polo di
eccellenza per la ricerca biomedica. l`assistenza sanitaria e la íormazione anche manageriale del personale sanitario. Il
progetto. dopo essere stato appro·ato dal (IPL (omitato interministeriale per la programmazione economica,. il 30
maggio 1991. ·ide la luce nel 1995. quando Gio·anni Paolo II pose la prima pietra www.cattolicanews.it,.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


64
La struttura ha atti·ato il diploma uni·ersitario in Scienze iníermieristiche per l`anno
accademico 9¯-`98. al íine di preparare il personale del (entro. A settembre dello stesso
anno sono stati aperti i primi ser·izi clinici di Radioterapia e Radiodiagnostica mentre i
primi laboratori di ricerca e il (orso di Laurea per tecnici di Radiologia medica sono stati
a··iati nell`anno accademico 2002´2003 www.cattolicanews.it,.

Il (entro. che occupa una superíicie di 55.000 metri quadrati di cui 6.000 destinati alla
ricerca e 5.000 alla didattica. e un polo d`eccellenza nell`Italia meridionale per l`assistenza
sanitaria. la ricerca biomedica e la íormazione anche manageriale del personale sanitario.
L`atti·ita del (entro e sostenuta dai legami con il Policlinico Gemelli e con la íacolta di
Medicina www.cattolicanews.it,.

Nell`ambito dell`assistenza il centro e specializzato soprattutto nel settore oncologico e
cardiologico e si pone l`obietti·o di realizzare un centro protesi. Nell`ambito della ricerca
scientiíica il (entro e nato con l`obietti·o di realizzare ricerche su materiali e su alte
tecnologie nella chirurgia a·anzata e di s·olgere atti·ita di ricerca biomedica di base. clinica
ed epidemiologica sull`interazione tra íattori genetici e ambientali nel rischio di malattie
tumorali e cardio·ascolari. Iníine. nel campo della íormazione il (entro si propone di
realizzare inter·enti íormati·i in campo manageriale per i medici o per altro personale che
opera nel Ser·izio Sanitario Nazionale www.cattolicanews.it,.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


65
5. I PA11I 1LRRI1ORIALI

Dalla íine degli anni 90 in poi il Molise e stato interessato da alcuni Patti 1erritoriali che
hanno cercato di ía·orire lo s·iluppo della Regione.

1ra i patti territoriali che hanno riguardato il territorio molisano e importante menzionare
quello che ha interessato l`area del Matese. caratterizzata da un`ampia specializzazione nel
comparto agroalimentare e dalla íorte presenza di risorse ambientali. storiche.
paesaggistiche ed archeologiche.

Il Patto 1erritoriale del Matese per l'Occupazione e nato dalla necessita di síruttare nel
modo migliore i punti di íorza dell`area del Matese per ·alorizzare le potenzialita di questa
zona.

)abetta ó - Punti di íorza e di debolezza dell`area P.1.O. Matese
PUN1I DI lORZA PUN1I DI DLBOLLZZA
L(ONOMI(I S·iluppo di una classe imprenditoriale
autoctona.
Lle·ata incidenza dei
trasíerimenti statali e della
Pubblica Amministrazione.
Lle·ata propensione all'in·estimento. Reddito pro-capite e propensione
al consumo bassi.
Specializzazione diííusa nel comparto
agroalimentare.
Progressi·a perdita e´o
attenuazione dei li·elli delle
age·olazioni e degli aiuti nazionali
e comunitari.
Ridotta base industriale.

Dimensione media delle aziende
ridotta.
AMBILN1ALI
INlRAS1RU11URL
Presenza diííusa di risorse ambientali.
storiche. paesaggistiche ed
archeologiche.
Orograíia accidentata.
Disponibilita di spazi e strutture per
nuo·i insediamenti produtti·i.
Modesta accessibilita a causa della
scarsa dotazione di inírastrutture
di trasporto.
t.egve)
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


66


Progressi·o deterioramento della
qualita e dei ser·izi ambientali del
territorio.
SO(IALI Lle·ata disponibilita di risorse umane. Spopolamento (omuni minori.
lorte coesione e ía·ore·ole clima
sociale.
lorte in·ecchiamento della
popolazione.
Assenza di criminalita organizzata e di
microcriminalita.
Alta disoccupazione.

Parti sociali impegnate a sostenere lo
s·iluppo.


Lsistenza di una associazione di
rappresentanza delle organizzazioni
non lucrati·e

lonte: www.pro·incia.campobasso.it

L`area interessata dal Patto 1erritoriale del Matese per l`Occupazione e molto ·asta e
comprende ben 56 comuni del Molise centrale appartenenti sia alla pro·incia di
(ampobasso sia a quella di Isernia.
I comuni interessati sono i seguenti:

Sant'Llena Sannita
(olle d'Anchise
Guardiaregia
San Giuliano del Sannio
(astelpizzuto
Longano
(ercepiccola
S.Maria del Molise
(ampolieto
Pietracatella
1uíara
(ampobasso
lossalto
Limosano
Ripalimosani
Gildone
San Gio·anni in Galdo
(ampodipietra
Petrella 1iíernina
Bojano
lrosolone
Riccia
Montagano
1oro
Macchia Valíortore
Sant'Llia a Pianisi
(astellino sul Biíerno
Jelsi
S.Angelo Limosano
S.Massimo
(astelpetroso
San Polo Matese
(ampochiaro
Baranello
Busso
(ampochiaro
(antalupo del Sannio
(asalciprano
(astelbottaccio
(astropignano
(ercemaggiore
Duronia

lerrazzano
Gambatesa
Lucito
Macchiagodena
Matrice
Mirabello Sannita
Monacilioni
Oratino
Roccamandolíi
S. Biase
Sepino
Spinete
1orella del Sannio
Vinchiaturo
www.pattodelmatese.org,
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


67

Il Patto 1erritoriale del Matese per l`Occupazione. che ía parte dei patti sperimentali
europei. ha usuíruito di un íinanziamento per la íase di accompagnamento` delle
iniziati·e riguardanti l`industria. l`agroindustria. l`agricoltura. la pesca e l`acquacoltura. il
turismo. i ser·izi e l`apparato inírastrutturale.

Le tappe íondamentali del Patto 1erritoriale del Matese per l`Occupazione si sono s·olte
negli anni compresi tra il 1998 e il 2001.

)abetta ¨ - 1appe del Patto territoriale del Matese per l`Occupazione.
Agosto 1998 Presentazione Programma Operati·o Multiregionale a Bruxelles
Settembre
1998
(ostituzione del Soggetto Intermediario Locale gestore del Patto,
No·embre
1998
Lmanazione primi Bandi
Dicembre
1998
Decisione di appro·azione (omunitaria del Programma 39¯8 del
29´12´1998,
Gennaio 1999 Attribuzione della qualiíica di Patti 1erritoriali Decreto del Ministero del
1esoro. Bilancio e della P.L. n. 96¯ del 29 gennaio 1999,
Marzo 1999 Maniíestazione di lancio dei Patti 1erritoriali per l'Occupazione alla
presenza dell'allora Ministro del 1esoro ed attuale Presidente della
Repubblica. (arlo Azeglio (iampi.
Dicembre
1999
Impegno integrale delle risorse pubbliche disponibili:
Dicembre
2001
(hiusura del Programma con l'integrale spesa dei con íondi comunitari
disponibili
lonte: www.pattodelmatese.org.


Il Patto 1erritoriale del Matese per l`Occupazione e stato sottoscritto da molti soggetti che
compongono la struttura socio economica dell`area del Matese:





Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


68
• (omuni del Patto
• Regione Molise
• Pro·incia di (ampobasso
• Pro·incia di Isernia
• (amera di (ommercio di
(ampobasso
• (amera di (ommercio di Isernia
• Unione Regionale delle (amere di
(ommercio del Molise
• (.I.S.I. Molise s.p.a.
• Banco di Napoli
• linmolise
• (GIL Molise
• (ISL Molise
• UIL Molise
• Associazione Industriali del Molise
• (.N.A. - (ampobasso
• (.I.A. - (ampobasso
• U.P.A. - (ampobasso
• A(LM Molise
• API Molise
• (oníesercenti Molise
• (onícommercio Molise
• (onícooperati·e Molise
• Lega(oop Molise
• U.N.(.I. Molise
• I.S.P.L.S.L. - (ampobasso
• Ordine degli Ingegneri -
(ampobasso
• Ordine dei Dottori Agronomi
• (ollegio Regionale Agrotecnici del
Molise
• Uni·ersita degli Studi del Molise
• (omunita Montana Matese di
Bojano
• lederazione Regionale (olti·atori
Diretti del Molise
• (ommissione Regionale Pari
Opportunita
• (omunita Montana lortore
Molisano di Riccia
• AMA (asa Molise
• (oníartigianato - (ampobasso
• (omunita Montana Molise
(entrale di (ampobasso
• Legambiente Molise
• \l Molise
• (.A.I. Molise
• Lipu Molise
• Artigiancassa
• (onsorzio per il Nucleo di
Industrializzazione (ampobasso-
Bojano
• Assotur (ampitello
• Matese
• (ollegio Regionale Periti Agrari
del Molise
• Ordine dei Geologi
• Ordine degli Architetti
• Lnel
• Direzione Regionale lerro·ie
dello Stato
• AUSL n. 3 "(entro Molise"
• LRIM
• Direzione Regionale delle Lntrate
• ISPLSL
• Direzione Regionale del La·oro



www.pattodelmatese.org,








Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


69
Per la gestione del Patto 1erritoriale del Matese per l`Occupazione e stata costituita. nel
settembre 1998. una societa consortile per azioni a carattere misto pubblico-pri·ato,.
denominata S.I.L. Soggetto Intermediario Locale,. con l`obietti·o di pro··edere alla
promozione del territorio. attra·erso atti·ita di marketing territoriale per attrarre
in·estimenti esteri nella Regione. e di oíírire assistenza e tutoraggio alle imprese che si
insediano nell`area del Matese (oníederazione generale dell`industria italiana. 1998,.
Inoltre. il Sil e nato con lo scopo di seguire l`iter di attuazione del Patto e gestire le risorse
íinanziarie.

Il SIL. nel 1999. ha pro··eduto all'impegno totale dei circa 100 miliardi di lire che
costitui·ano la somma delle risorse nazionali e comunitarie utilizzabili
www.pattodelmatese.org,.
Nel corso della sua atti·ita. il Sil ha contribuito allo s·iluppo di progetti speciíici nel campo
della mobilita urbana. ha supportato le amministrazioni locali nella gestione delle opere
inírastrutturali. ha s·iluppato progettazioni e proposizioni di Progetti Integrati 1erritoriali.
ha realizzato un nucleo specialistico di supporto agli Lnti locali e ha s·olto atti·ita di
promozione turistica www.pattodelmatese.org,.
Inoltre. Il Sil ha atti·ato. nel 2000. il Patto 1erritoriale del Matese per l`Agricoltura.

L`obietti·o íondamentale del Patto 1erritoriale del Matese per l`Occupazione era quello di
creare 600 nuo·i posti di la·oro oltre a stimolare numerosi eííetti occupazionali indiretti
grazie a iniziati·e produtti·e e inírastrutturali www.pro·incia.campobasso.it,.

Per raggiungere gli obietti·i preíissati gli inter·enti del Patto. secondo quanto pre·isto dal
Programma Operati·o Multiregionale P.O.M.,. do·e·ano essere s·olti in maniera integrata
su quei íattori che condizionano lo s·iluppo del territorio: le risorse umane. le dotazioni
ambientali e inírastrutturali. materiali ed immateriali. la capacita di in·estimento
www.pro·incia.campobasso.it,.

La strategia adottata dal Patto 1erritoriale del Matese per l`Occupazione. per raggiungere
gli obietti·i sopraindicati. mira·a innanzitutto ad accrescere e ad ampliare la base
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


70
imprenditoriale dei settori maggiormente rile·anti in Molise. come quello agroalimentare. e
di quelli con maggiori opportunita di s·iluppo íuturo cercando di promuo·ere
un`immagine di qualita della regione www.pro·incia.campobasso.it,. Il Patto punta·a a
completare le íiliere produtti·e specializzate del comparto agroalimentare nell'area. ad
aumentare la qualita sia delle produzioni sia dei processi produtti·i dell`intera íiliera. a
potenziare i circuiti turistici dell`area e ad aííermare il terzo settore nel ruolo di operatore
economico www.pro·incia.campobasso.it,.

Un`altra strategia utilizzata dal Patto 1erritoriale del Matese per l`Occupazione e stata la
creazione di condizioni piu ía·ore·oli per lo s·olgimento delle atti·ita economiche:
realizzazione di inírastrutture e a··io di un (entro Ser·izi per il 1erzo Settore ecc.
www.pro·incia.campobasso.it,.

1ali strategie sono state tradotte in inter·enti pratici dalle 6 misure del Piano d`Azione che
puntano principalmente al potenziamento del settore agroalimentare e di quello turistico
oltre all`ambiente.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


71
)abetta º - Misure del Piano di Azione
1. Ricostruzione e rilancio del tessuto produtti·o locale
1.1 S·iluppo íiliera agroalimentare
1.2 Raííorzamento base produtti·a in settori a ridotto impatto ambientale
1.3 Assistenza tecnica e tutoraggio

2. 1utela e ·alorizzazione dell'ambiente e sostegno alle potenzialita turistiche
2.1 Riqualiíicazione e ·alorizzazione ambientale
2.2 S·iluppo att. econ. connesse all`ambiente. riíiuti ed energia rinno·abile
2.3 Valorizzazione dei centri storici a íinalita turistiche
2.4 Miglioramento oííerta turistica e ·alorizzazione dei punti di íorza

3. Inírastrutture di supporto allo s·iluppo locale
3.1 Inírastrutture connesse agli inter·enti del Patto 1erritoriale per l'Occupazione

4. Risorse Umane
4.1 lormazione a supporto delle atti·ita economiche pre·iste dal P1O
4.2 Azioni esemplari in tema di ·alorizzazione delle risorse umane

5. Miglioramento delle condizioni di ·ita e creazione di un ambiente ía·ore·ole per lo
s·iluppo delle imprese
5.1 Ser·izi alla popolazione e s·iluppo di atti·ita nel 1erzo Settore
5.2 Azioni inno·ati·e per lo s·iluppo del Partenariato e promozione del territorio
6. Sostegno al soggetto intermediario responsabile del Piano di azione del Patto 1erritoriale
per l'occupazione
lonte : www.pro·incia.campobasso.it


Il Patto del Matese per l`Occupazione ha portato a termine entro il limite prescritto. 31
dicembre 2001. il programma di in·estimenti appro·ato dalla (ommissione Luropea
www.pattodelmatese.org,.
Le inírastrutture realizzate sono state numerose: impianti di risalita della stazione sciistica
di (ampitello Matese. un incubatore per le atti·ita del 1erzo Settore. la ristrutturazione del
1eatro Sa·oia. un raccordo íerro·iario per aziende presso il Nucleo Industriale di
(ampobasso-Bojano www.pattodelmatese.org,.
La nuo·a occupazione creata dal Patto supera. attualmente. le 400 unita: tale ·alore potra
subire ·ariazioni positi·e in considerazione del íatto che numerose atti·ita de·ono ancora
entrare a regime. L'occupazione pre·ista a regime e pari a 620 nuo·i posti di la·oro nei
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


72
di·ersi settori di atti·ita in cui il Patto e inter·enuto maniíatturiero. agroalimentare.
turismo. ambiente e non proíit, SIL,.

)abetta · - I settori interessati dai miglioramenti occupazionali ed economici delle atti·ita
íinanziate dal Patto
Maniíatturiero: 46 progetti íinanziati
Agroalimentare: 24 progetti íinanziati
Ambiente e turismo: 128 progetti íinanziati
lormazione: 8 progetti íinanziati
Non proíit: 40 progetti íinanziati
lonte: www.pattodelmatese.org.

Molti inter·istati sottolineano - in realta - che i risultati ottenuti dal Patto del Matese
hanno a·uto bre·e durata. Gli oltre 600 posti di la·oro e le 80 imprese. secondo gli
inter·istati. sono nati sotto la spinta degli incenti·i: all`esaurimento di questi la maggior
parte delle imprese sarebbero state chiuse. causando la perdita di numerosi posti di la·oro.

Nel 2000 in questa stessa zona e nato il Patto 1erritoriale del Matese per l'Agricoltura
per il rilancio del settore agricolo e agroalimentare dell`area del Matese con l`obietti·o di
potenziare. in particolare. le íiliere del latte e della carne oltre a ·alorizzare le produzioni
biologiche e il settore della íorestazione produtti·a www.pattodelmatese.org,.

L` stato pre·isto che il Patto 1erritoriale del Matese per l`Agricoltura creera 140 nuo·i
posti di la·oro
19
.
lanno sottoscritto il Patto di·erse organizzazioni pubbliche e pri·ate oltre a 101 imprese:

19
(onsiderando il piu recente a··io di questo Patto rispetto al Patto per l'Occupazione e possibile segnalare. in
questo caso. solamente l'occupazione pre·ista a regime.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


73
1 Pro·incia di (ampobasso
2 (omune di Baranello
3 (omune di Bojano
4 (omune di Busso
5 (omune di (ampobasso
6 (omune di (ampochiaro
¯ (omune di (ampolieto
8 (omune di (ampodipietra
9 (omune di (asalciprano
10 (omune di (astelbottaccio
11 (omune di (astellino del Biíerno
12 (omune di (astropignano
13 (omune di (ercemaggiore
14 (omune di (ercepiccola
15 (omune di (olle d'Anchise
16 (omune di Duronia
1¯ (omune di lerrazzano
18 (omune di lossalto
19 (omune di lrosolone
20 (omune di Gambatesa
21 (omune di Gildone
22 (omune di Guardiaregia
23 (omune di Jelsi
24 (omune di Limosano
25 (omune di Lucito
26 (omune di Macchia Valíortore
2¯ (omune di Matrice
28 (omune di Mirabello Sannitico
29 (omune di Molise
30 (omune di Monacilioni
31 (omune di Montagano
32 (omune di Oratino
33 (omune di Petrella 1iíernina
34 (omune di Pietracatella
35 (omune di Pietracupa
36 (omune di Riccia
3¯ (omune di Ripalimosani
38 (omune di S. Biase
39 (omune di Sant'Llia a Pianisi
40 (omune di S.Gio·anni in Galdo
41 (omune di S.Giuliano del Sannio
42 (omune di San Massimo
43 (omune di S. Polo Matese
44 (omune di S. Angelo Limosano
45 (omune di Sepino
46 (omune di Spinete
4¯ (omune di 1orella del Sannio
48 (omune di 1oro
49 (omune di 1uíara
50 (omune di Vinchiaturo
51 (omunita Montana "Matese"
52 (omunita Montana Molise (entrale
53 (.(.I.A.A. di (ampobasso
54 (.I.S.L. Molise
55 linmolise
56 Uni·ersita degli Studi del Molise
5¯ Associazione Industriali del Molise
58 (onícooperati·e Molise
59 Lega Nazionale (ooperati·e e Mutue
60 led. Region. (oldiretti del Molise
61 (.I.A.
62 (onícommercio Molise
63 (oníesercenti
64 (.I.S.I. Molise S.p.A.
65 Molise S·iluppo S.c.p.a.
66 Parco Scientiíico e 1ecn. del Molise
6¯ L.R.S.A. Molise
68 (onsorzio Industriale (B-Bojano
69 API-A(LM
¯0 Ordine agronomi Pro·. (b-Isernia
¯1 UIL Molise
¯2 (omune di Sant`Llena Sannita
www.pattodelmatese.org,

Nel settembre 1996 e stata a··iata la procedura per la realizzazione di un altro patto
territoriale nella Regione Molise: il Patto 1erritoriale del 1rigno-Sinello.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


74
Il Patto 1erritoriale 1rigno-Sinello ha interessato sia la Regione Molise sia la Regione
Abruzzo. In particolare. questo Patto 1erritoriale ha riguardato le Pro·ince di (hieti.
Isernia e (ampobasso: 30 (omuni della Pro·incia di (hieti. 12 della pro·incia di Isernia
20
e
10 della Pro·incia di (ampobasso
21
Pro·incia di (hieti. 2000,. L`area molisana interessata
dal Patto e pre·alentemente l`Alto Molise.
La proposta del Patto e nata dalla necessita di ía·orire lo s·iluppo dell`area con inter·enti
integrati nell`industria. agroindustria. ser·izi. turismo e nelle inírastrutture. La Regione
Abruzzo e le pro·ince di (hieti. Isernia e (ampobasso hanno sottoscritto il Patto con
l`intento di cooperare per modiíicare positi·amente le prospetti·e del territorio interessato
space.tin.it´scienza´giodegae´index.html,.

Il Patto 1erritoriale 1rigno-Sinello si propone·a di creare 1¯92 posti di la·oro nell`area
interessata in tre anni Pro·incia di (hieti. 2000,.

Le iniziati·e imprenditoriali ammissibili sono state 59 per un ·alore di spesa age·olabile di
mil.´(.100.64. e con un contributo complessi·o di mil.´(.33.83.

)abetta ]0 ÷ GLI INVLS1IMLN1I DLL PA11O mil´(,
Settori di inter·ento Numero iniziati·e
In·estimento
age·olato
(ontributo
pubblico
Iniziati·e
imprenditoriali
59 100.64 33.83
Inter·enti
inírastrutturali pubblici
10 11.05 8.55
1otale Patto 69 111.69 42.38
lonte: www.regione.abruzzo.it


20
Agnone. Belmonte del Sannio. (apracotta. (aro·illi. (astel·errino. (hiauci. (i·itano·a del Sannio. Pescolanciano.
Pietrabbondante. Poggio Sannita. Vastogirardi. Bagnoli del 1rigno
21
(astelmauro. Maíalda. Monteíalcone del Sannio. Montemitro. Montenero di Bisaccia. Petacciato. Rocca·i·ara.
Salcito. San lelice del Molise. 1ri·ento
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


75
L`iter del Patto 1erritoriale si e articolato nel corso di cinque anni dal 1996 al 2000. Dopo
l`a··iamento della procedura e la prima riunione sull'ipotesi di atti·azione del Patto. si
susseguirono le tappe íondamentali del Patto 1erritoriale del 1rigno-Sinello.
Nel 1998. dopo la íirma del protocollo d`intesa. sono state s·olte le seguenti atti·ita: i ta·oli
di concertazione. la sensibilizzazione del territorio coin·olto. un`assemblea degli aderenti.
l`appro·azione delle priorita d'inter·ento nel sistema produtti·o locale. nel turismo.
nell`ambiente e nell`agricoltura e l`a··iso pubblico per la presentazione dei progetti nel
dicembre dello stesso anno.
Nel 1999 tro·iamo le seguenti tappe di attuazione del Patto:
• Scadenza per la presentazione dei progetti sugli inter·enti ·erticali domanda e
documenti economico-íinanziari, 2¨ tebbraio, e sulle inírastrutture ]: tvgtio,
• Scadenza per la costituzione delle imprese 20 givgvo,
• Appro·azione ]: var.o, e costituzione 0ó ottobre, dell'Associazione dei comuni:
• Presentazione documenti tecnici dei progetti ²] vaggio, e in·io progetti alla banca
con·enzionata per l'istruttoria 2: givgvo,:
• Deíinizione dei piani integrati d'inter·ento e selezione dei progetti 01 ago.to,: íine
dell'istruttoria da parte della banca con·enzionata ]¨ .ettevbre,:
• Predisposizione e appro·azione del Progetto di Patto territoriale e del Protocollo
d`Intesa deíiniti·o 0: ottobre,:
• Partecipazione del Patto 1erritoriale 1rigno-Sinello al bando nazionale per il
íinanziamento ]0 ottobre, space.tin.it´scienza´giodegae´index.html,.

Il 15 íebbraio 2000 il (IPL ha deliberato il íinanziamento dei Patti 1erritoriali presentati il
10 ottobre 99 tra cui il Patto 1erritoriale del 1rigno-Sinello. In questo stesso periodo e
stata costituita l`Associazione dei comuni per occuparsi delle procedure necessarie a
realizzare uno Sportello Unico e una rete telematica. a promuo·ere lo s·iluppo turistico
dell`area interessata dal Patto e ad attuare programmi d`inter·ento ecc. Inoltre in questo
periodo e stato realizzato un Soggetto Responsabile Locale` per occuparsi dell`attuazione
del Patto e del raggiungimento degli obietti·i tramite la corretta distribuzione dei mezzi
íinanziari. Pro·incia di (hieti. 2000,.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


76
Il 1¯ dicembre 2002 e stato sottoscritto dalla Regione Abruzzo l'accordo di programma
Ouadro Apq, per íinanziare le inírastrutture a ser·izio del Patto territoriale del 1rigno-
Sinello. La maggior parte degli in·estimenti 6.26 milioni di euro su circa 10 milioni,
stabiliti dal programma d`in·estimenti sono destinati al territorio Abruzzese
www.ansa.it´notiziari´abruzzo´2002121¯1¯2132420049.html,.

Iníine. tra i Patto 1erritoriali che hanno interessato il territorio molisano. e necessario
menzionare il Patto del Basso Molise e lortore.

Nel Settembre 2000 l`Assemblea Generale del Paternariato del Patto 1erritoriale del Basso
Molise e lortore ha appro·ato il Piano D`Azione 2000-2006 Banca D`Italia. 2000,.

Le iniziati·e del Patto pre·edono una spesa pari a 191.4 milioni di euro di cui il 59°
íinanziato dal settore pubblico e il resto da enti pubblici locali e da pri·ati. Banca D`Italia.
2000,.

Il Piano D`Azione del Patto 1erritoriale in·ita gli Lnti Pubblici. gli operatori economici ed
ogni altro soggetto operante nel contesto economico sociale dell'area interessata a
presentare progetti riguardanti la realizzazione di in·estimenti imprenditoriali e´o iniziati·e
per la realizzazione di ser·izi. inírastrutture e azioni di ·alorizzazione di risorse culturali e
ambientali domino.pro·incia.(ampobasso.it,.

Il Patto 1erritoriale del Basso Molise e lortore interessa 26 comuni della pro·incia di
(ampobasso. pari al 25.6 ° del territorio e al 26.5° della popolazione della regione Banca
D`Italia. 2000,.

I comuni molisani che íanno parte dell`area del Patto 1erritoriale del Basso Molise e
lortore sono:



Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”


77
A(OUAVIVA (OLLL(RO(L. MORRONL DLL SANNIO.
BONLlRO. PALA1A.
(AMPOMARINO. POR1O(ANNONL.
(ASA(ALLNDA. PROVVIDLN1I.
(IVI1A(AMPOMARANO. RIPABO11ONI.
(OLLL1OR1O. RO1LLLO.
GUARDIALlILRA. SAN GIA(OMO DLGLI S(lIAVONI.
GUGLIONLSI. SAN GIULIANO DI PUGLIA.
LARINO. SAN MAR1INO IN PLNSILIS.
LUPARA. SAN1A (RO(L DI MAGLIANO.
MON1L(ILlONL. 1AVLNNA.
MON1LLONGO. 1LRMOLI.
MON1ORIO DLI lRLN1ANI. URURI
domino.pro·incia.campobasso.it,
L`Assemblea Generale del Paternariato del Patto 1erritoriale del Basso Molise e lortore e
costituita:
• dalla Pro·incia di (ampobasso.
• dalla rappresentanza degli Lnti locali.
• dalle íorze sociali ed economiche.
• dagli Lnti sub regionali
• dagli organismi culturali. ambientali e del ·olontariato dell`area interessata
domino.pro·incia.(ampobasso.it,.

I patti territoriali. pur rappresentando tentati·i di s·iluppo locale. sono oggetto di critica
poiche - secondo di·ersi testimoni pri·ilegiati da noi inter·istati - non hanno
rappresentato una reale occasione di s·iluppo a lungo termine. ma solo un`opportunita di
miglioramento temporaneo.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
78


- PAR1L II -
IL MOLISL OGGI

J. LL ARLL 1LRRI1ORIALI

I ·ari settori produtti·i del Molise non sono dislocati in modo uniíorme su tutto il
territorio regionale. Si possono indi·iduare. iníatti. delle aree territoriali in cui sono
maggiormente s·iluppati determinati settori produtti·i piu di altri. Inoltre. alcune di queste
aree possiedono caratteristiche che le rendono particolarmente adatte all`insediamento e
allo s·iluppo di determinati settori produtti·i.

Le aree territoriali del Molise in cui e molto presente l`attività industriale sono quelle che
interessano i comuni di 1ermoli. Pozzilli. Isernia-Venaíro.

La zona di 1ermoli e considerata la piu importante tra le aree industriali del Molise. La
·ocazione industriale di quest`area ·iene segnalata sia nelle schede realizzate dall`Unione
delle (amere di (ommercio negli anni 90 sia. in tempi piu recenti. nella Guida alle
opportunita d`in·estimento in Molise sia nella maggior parte delle inter·iste ai testimoni
pri·ilegiati.
La zona industriale di 1ermoli e sempre stata ·antaggiosa per le imprese medio grandi.
nonostante la lontananza dai íornitori di materie prime e semila·orati. grazie alla sua
posizione strategica. Ouesta zona industriale. iníatti. situata a 2 km da (ampomarino e a ¯
km dalla citta di 1ermoli puo contare su una maggiore disponibilita di inírastrutture
rispetto alle altre zone molisane: a soli 2.5 km dalla zona industriale si puo tro·are il casello
dell`autostrada A14 Bologna-1aranto. e a 9 km le strade statali 1ermoli-(ampobasso-
Vairano e la Bologna-Bari oltre al Porto marittimo di 1ermoli. Inoltre. la zona industriale
di 1ermoli puo contare su un centro íerro·iario intermodale. quello di Guglionesi-
Portocannone. e sulla ·icinanza alle inírastrutture delle regioni limitroíe. Iníine. bisogna
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
79
ricordare che. secondo quanto emerge dal Por 2000-2006. proprio in questa zona e pre·ista
la costruzione di un interporto come punto di raccordo tra íerro·ia e porto l.A.I.. 2003,.


Nei primi anni 90 la zona industriale di Pozzilli gia oííri·a una ía·ore·ole localizzazione
per le imprese medio-grandi produttrici di plastica e alluminio pur risentendo della
lontananza dai íornitori di materie prime e dalle grandi strutture di ser·izi Unione (amere
di (ommercio Industria Artigianato e Agricoltura. 1991,. Ancora oggi questa zona ·iene
identiíicata da alcuni testimoni pri·ilegiati da noi inter·istati come una importante zona
industriale per la regione Molise.

L`area Isernia-Venaíro e altrettanto importante nell`ambito dell`industria molisana e oííre
numerose opportunita a chi ·uole in·estire in Molise poiche e inserita in un tessuto
integrato di inírastrutture che garantisce accessi rapidi a tutti i mercati nazionali ed
internazionali: autostrada. asse íerro·iario. aeroporto internazionale. Inoltre. la zona di
Isernia-Venaíro. come sostiene il lAI. e interessata da un programma di in·estimenti che
sta rapidamente modernizzando la dotazione di ser·izi dell'area
www.cb.camcom.it´íai´marketing_terr_molise,.

In particolare. l`area di Isernia ha una íorte ·ocazione per il settore tessile. come mostra la
íigura 14. insieme ad una piccola area a sud o·est di (ampobasso. do·e si tro·ano i
comuni di Riccia e di San Bartolomeo in Galdo Polos 2000,.
Oggi. i comuni della pro·incia d`Isernia maggiormente interessati dal settore tessile. come
e·idenzia l`Osser·atorio Lconomico del Molise. sono: Montenero Valcocchiara. Isernia.
Roccasicura. Sessano del Molise. San Pietro A·ellana e Pettoranello del Molise do·e
tro·iamo l`I11ILRRL. industria tessile di note·ole importanza nella Regione Unione
Regionale delle (amere di (ommercio del Molise. 2003,.




Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
80
íigvra ]1 ÷ Le aree del tessile in Molise
·ocazione molto alta: ·ocazione medio alta
lonte: Polos 2000

L`attività agricola e molto s·iluppata nella zona centrale dell`alto Molise. nel comune di
Agnone e nei comuni Belmonte del Sannio e Poggio Sannita.

Inoltre. l`atti·ita agricola e íortemente diííusa nella zona del Matese a sud o·est di
(ampobasso: Bojano e San Massimo. Nella zona di Bojano. in particolare. l`atti·ita agricola
e ía·orita da un`irrigazione molto diííusa che ía·orisce la colti·azione di prodotti destinati
all`ambito zootecnico. In questa zona. come in quella di Agnone. l`atti·ita agricola ·iene
aííiancata a quella industriale: nell`area di Bojano e presente un nucleo industriale a
carattere pre·alentemente lattiero caseario (ialdea. 1996,.

Un`atti·ita agricola diííusa si presenta anche nella zona dei comuni di lrosolone e
Macchiagodena e nella piana di Monteroduri. impegnata soprattutto nella colti·azione di
·ite e oli·o. do·e l`abbondanza di acque sorgi·e rende il territorio molto íertile. La piana di
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
81
Monteroduri puo contare. inoltre. su un terreno di tipo allu·ionale e su un altitudine
massima di 300 m che la rendono particolarmente adatta alle colti·azioni agricole (ialdea.
1996,.

Iníine. alcuni testimoni pri·ilegiati da noi inter·istati sostengono che le aree territoriali in
cui e piu opportuno in·estire in atti·ita agricole sono la piana d`Isernia e la zona di Larino
nel Basso Molise.

La zona del medio 1rigno e Biíerno e quella di (ampobasso sono colti·ate
pre·alentemente a seminati·i mentre nell`area del Matese settentrionale sono diííuse zone
colti·ate a prato-pascolo e alle·amenti di o·ini. Nella zona costiera. in·ece. do·e l`atti·ita
agricola e piu ·i·ace. pre·algono colti·azioni orti·e oltre a quelle di uli·o e ·ite (ialdea.
1996,.

Le zone agrarie molisane con un`alta specializzazione cerealicola negli anni 90 sono
collocate. in particolare. nelle colline nord-orientali di (ampobasso e in quelle sud-orientali.
oltre all`area del medio Biíerno. alle colline litoranee di 1ermoli. alla zona della montagna
di (ampobasso e di quella tra Medio 1rigno e Biíerno Mariani. 2001,. Le aree do·e sono
maggiormente collocate le aziende granicole sono situate nel Basso Molise soprattutto
nell`area di (ampobasso e dintorni e nella zona costiera Mariani. 2001,.

In base alle inter·iste ai testimoni pri·ilegiati possiamo aííermare che non esistono in
Molise aree territoriali con una particolare specializzazione nell`agricoltura biologica. ma
singole esperienze sparse in tutta la regione.

Il comparto agroalimentare ha una íorte concentrazione nella pro·incia di (ampobasso.

Se consideriamo il settore lattiero-caseario possiamo identiíicare zone specializzate nella
produzione e altre nella trasíormazione.
Le zone maggiormente ·ocate alla produzione lattiero-casearia si collocano nella zona di
1ermoli e nella zona a sud e a est di (ampobasso. La trasíormazione del latte a··iene
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
82
in·ece in alcune zone diííuse su tutto il territorio regionale che interessano sia la pro·incia
di Isernia sia quella di (ampobasso: (ampobasso. Bojano. Venaíro. Agnone ecc. Mariani.
2001,.

Le aziende oli·icole. i írantoi oleari e la produzione delle oli·e destinate all`ottenimento di
olio DOP occupano una zona molto ·asta del territorio regionale da (ampobasso a Isernia
e da Venaíro. denominata citta dell`olio. a 1ermoli Mariani. 2001,.

La íiliera ortoírutticola si concentra nella collina litoranea e nella pianura costiera del Basso
Molise. Se consideriamo solo la produzione írutticole possiamo aggiungere alle aree
precedentemente citate l`area di Venaíro e quella di (ampobasso Mariani. 2001,.

Le aziende ·iticole regionali sono localizzate pre·alentemente nel Basso Molise e nel
Molise (entrale Mariani. 2001,.

Se consideriamo i prodotti tipici regionali possiamo ulteriormente suddi·idere il territorio
della regione in aree territoriali. Alcune aree. iníatti. sono piu specializzate di altre nella
produzione di determinati prodotti tipici.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
83
íigvra ]: ÷ Le aree e i prodotti tipici molisani
lonte: http:´´www.traccedelpiacere.it´territorio.asp4

La zona del territorio molisano do·e e piu sentita la presenza del turismo e l`area costiera
che per anni ha ottenuto la Bandiera Blu come testimonianza della presenza di speciíici
requisiti di natura sia turistica sia ambientale. In questa zona si concentra soprattutto un
turismo di tipo esti·o mentre le aree destinate al turismo in·ernale sono (apracotta e
(ampitello Matese. grazie alla disponibilita di impianti sciistici.

Dalle inter·iste ai testimoni pri·ilegiati emerge che l`area di (ampobasso e la zona del
Molise con la maggiore ·ocazione per il settore terziario.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
84
Iníine. e opportuno sottolineare che in Molise si possono tro·are aree territoriali che
oíírono opportunita di in·estimento in ·ari settori produtti·i. Oltre a 1ermoli. Isernia-
Venaíro. il lAI. nella sua giuda alle opportunita d`in·estimento in Molise. consiglia di
in·estire in atti·ita imprenditoriali nell`area di (arpinone. in quella di (astel del Giudice. in
quella di Rio (upo e Vinchiaturo. nell`area di Ischia-1ri·ento. nell`area di Larino e in quella
di (ampobasso-Bojano l.A.I.. 2003,.

L`area di (ampobasso-Bojano. in particolare. ha qualche moti·o in piu che spinge le
imprese ad insediarsi in questa zona poiche dispone di due strutture di supporto che si
occupano dell`erogazione di ser·izi per l'assistenza durante le íasi di insediamento e di
produzione di imprese nazionali ed estere: il (ISI Molise ed il Lab Laboratorio (himico
Merceologico,. atti·ato dalla (amera di (ommercio di (ampobasso
www.cb.camcom.it´íai´marketing_terr_molise,.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
85
2. I SL11ORI PRODU11IVI

La situazione attuale dei settori produtti·i molisani non appare particolarmente positi·a. a
parte qualche rara eccezione. Nonostante tutto gli osser·atori locali mettono in e·idenza
buone opportunita di s·iluppo.

L`agricoltura. da sempre settore di primo piano in Molise. necessita di una proíonda
trasíormazione che sappia assecondare le nuo·e esigenze del mercato per raggiungere
un`adeguata crescita.
Nell`ambito del mondo agricolo. il settore agroalimentare e quello biologico sono quelli che
mostrano maggiori potenzialita di s·iluppo íuturo.

Il turismo molisano. che íino ad ora ha risentito della scarsa ·isibilita del Molise. potrebbe
rappresentare un ·olano di s·iluppo dell`intera regione. La crescita del turismo. iníatti.
potrebbe essere collegata agli inter·enti - necessari - che in·estiranno il Molise nel
prossimo íuturo. Si pensi - ad esempio - ai progetti sulla ·iabilita.

La grande industria non tro·a possibilita di s·iluppo in una regione di ridotte dimensioni.
con íorti carenze inírastrutturali e soprattutto do·e manca una ·era cultura industriale.
secondo di·ersi esperti. In Molise e necessario pensare alla crescita della piccola industria.
lontana dalla logica produtti·a dell`industria pesante.

Il settore terziario anche in Molise risente dell`aumento della richiesta di ser·izi altamente
qualiíicati che ha in·estito il mercato nazionale ed internazionale. Il punto di íorza del
settore in Molise consiste nella sua capacita di utilizzare inírastrutture alternati·e a quelle
tradizionali per la commercializzazione.

Per a·ere una corretta ·isione dello s·iluppo íuturo dei settori produtti·i in Molise e
necessario prendere in considerazione un approccio sistemico. che considera ogni
elemento come íunzionalmente collegato agli altri. Si de·e pensare. quindi. ad uno s·iluppo
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
86
dell`intero .i.teva proavttiro regiovate e non alla crescita di ogni singolo settore. La crisi di un
solo settore potrebbe. iníatti. riílettersi negati·amente su tutti gli altri.
Se la situazione del settore agricolo - ad esempio - do·esse precipitare tra·olgerebbe
innanzitutto il comparto agraolimentare ad esso strettamente collegato. In questa
situazione anche l`industria agroalimentare. molto presente in regione. entrerebbe in crisi.
Di conseguenza la richiesta di ser·izi si ridurrebbe drasticamente. Il turismo. che punta
íondamentalmente sul gran numero di prodotti agroalimentari oííerti dalla regione oltre
che sull`ambiente incontaminato. sarebbe tra·olto dalla crisi. Parallelamente il crollo del
turismo produrrebbe eííetti negati·i sulla ·isibilita della regione peggiorando la condizione
dell`esportazione dei prodotti molisani - industriali. agricoli. agroalimentari e del terziario -
oltre il coníine regionale.

Un esempio di crisi a ·alanga`. d`altronde. lo abbiamo gia a·uto con la crisi lIA1.
Ouando il gruppo entro in crisi anche l`indotto intorno allo stabilimento di 1ermoli subi
un íorte contraccolpo. Si pensi alla Poma. impresa che costruisce sedili per auto: ben 200
addetti - su un totale di 360 - íurono messi in cassa integrazione.





Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
87
2.J L'agricoltura

Il Molise ha sempre a·uto una íorte ·ocazione per il settore agricolo. lino agli anni 60
l`agricoltura ha rappresentato la maggiore íonte di sussistenza per i molisani. Oggi
l`agricoltura. in alcuni casi. rappresenta il reddito integrati·o dei molisani che pur s·olgendo
altri la·ori continuano a colti·are la terra.

La presenza di aziende agricole si e ridotta note·olmente nel corso degli anni in regione.
come si e gia illustrato in precedenza.
Le aziende agricole oggi presenti in Molise sono. nella maggior parte dei casi. di piccole
dimensioni: uno dei testimoni pri·ilegiati della (oldiretti da noi inter·istato sottolinea che
la media delle aziende agricole molisane si aggira intorno ai 2 ettari.
Ouesta situazione contribuisce a írenare lo s·iluppo del settore agricolo regionale e
soprattutto l`espansione in nuo·i mercati. al di la del coníine molisano. poiche e diííicile
per un`azienda di dimensioni ridotte produrre quantita tali da soddisíare altri mercati oltre a
quello locale.

Una prima soluzione a questo problema e rappresentata dalla qualita: realizzare prodotti di
qualita permette di sopperire alla scarsa quantita prodotta e di conquistare nuo·e quote di
mercato soddisíacendo al meglio le esigenze del cliente. Ouesta soluzione ben si addice alle
aziende piu piccole do·e proprio la scarsa produzione rende piu semplice la cura del
particolare.
Per realizzare prodotti di qualita e necessario. innanzitutto. utilizzare manodopera
qualiíicata superando la tradizionale tendenza delle aziende agricole ad utilizzare quasi
esclusi·amente manodopera íamiliare: come sottolinea un esperto del settore da noi
inter·istato. iníatti. le produzioni piu ricche sono quelle in cui si in·este di piu in
manodopera.

Un`altra soluzione per incrementare la scarsa produzione delle aziende agricole molisane
consiste nella cooperazione: la produzione potrebbe essere incrementata rapidamente se le
piccole aziende cooperassero tra loro. 1ale soluzione. apparentemente íacile da realizzare.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
88
di·enta complessa da applicare in Molise do·e l`indi·idualismo e la tradizionale a··ersita
dei molisani alla cooperazione si riscontra in ogni settore produtti·o.
Recentemente. secondo un esponente della (oldiretti. ci sono stati alcuni tentati·i di
cooperazione tra le aziende agricole molisane: alcune aziende stanno creando consorzi tra
cui e importante menzionare quello del tratturo e quello delle carni nato con l`intento di
ía·orire la produzione zootecnica regionale.

La quantita prodotta dalla aziende agricole molisane non rappresenta l`unico íreno allo
s·iluppo del settore agricolo regionale e alla conquista di nuo·i mercati. iníatti. anche se la
produzione delle aziende agricole aumentasse rimarrebbero comunque i problemi di
commercializzazione. Oltre al íatto che gli agricoltori molisani sono soli sul mercato perché
le associazioni di produttori sono deboli o inesistenti. come e·idenziano i testimoni
pri·ilegiati da noi inter·istati. mancano ricerche di mercato adeguate prima
dell`inserimento di colture nuo·e e prima di proporre nuo·i prodotti direttamente sul
mercato.
Inoltre. i produttori agricoli incontrano numerose diííicolta nel rapporto con le aziende che
si occupano della trasíormazione e della commercializzazione del prodotto.
Per íacilitare tale rapporto la Regione potrebbero promuo·ere la creazione di contratti tra
aziende agricole e aziende di trasíormazione. come suggeriscono alcuni dei testimoni
pri·ilegiati da noi inter·istati. e creare una societa che apra spazi per la
commercializzazione dei prodotti. come propone un rappresentante dell`Lrsam.

Un ulteriore problema e dato dalle errate colti·azioni in rapporto alla zona.
Un esempio di questa situazione e rappresentato dal íatto che si ía cerealicoltura in zone di
collina. con boschi note·oli. imitando le colti·azioni cerealicole della pianura senza inserire
nuo·e colture piu adatte alla collina o che potrebbero a·ere una qualita maggiore in questa
zona rispetto alla pianura.
Ouesta caratteristica dell`atti·ita agricola molisana e strettamente legata alla tendenza degli
agricoltori regionali a programmare le colti·azioni in base alle age·olazioni e agli incenti·i
oííerti per la produzione di certe colture senza ·alutare adeguatamente la zona piu adatta
do·e inserirle. L`importanza attribuita agli incenti·i nella scelta della coltura da impiantare e
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
89
molto rischiosa. secondo gli esperti del settore da noi inter·istati. perche quando i
contributi concessi alle aziende si esauriranno tali aziende rischiano di tro·arsi con una
coltura poco redditizia e non adatta alla zona.

La maggior parte delle aziende molisane. inoltre. non introduce colture nuo·e e
potenzialmente piu redditizie a causa delle caratteristiche gestionali delle aziende. Oueste
sono gestite pre·alentemente da anziani che tendono a conser·are le colture esistenti senza
introdurre no·ita. Secondo gli esperti da noi inter·istati. gli anziani in agricoltura non
hanno la necessaria ílessibilita per sperimentare nuo·e colture e continuano a colti·are
come nel passato. mentre i gio·ani leggono. si iníormano e sono piu aperti alle no·ita.
(ome dice uno degli inter·istati gli agricoltori anziani sono li solo a presidio del
territorio`.
Per incrementare lo s·iluppo di nuo·e colture e di nuo·i metodi di colti·azioni al íine di
raggiungere un`adeguata e·oluzione del settore agricolo sarebbe necessario. quindi. ía·orire
la partecipazione dei gio·ani. La partecipazione dei gio·ani in agricoltura e. pero. limitata
da alcuni íattori. L`impegno e la íatica richiesti dal la·oro agricolo non rendono questo
settore attraente per un gio·ane e le piccole dimensione delle aziende agricole molisane
non oíírono molte possibilita la·orati·e per i gio·ani. A cio si aggiunge il íatto che i
gio·ani che decidono di intraprendere questa atti·ita incontrano numerose diííicolta nel
cambio generazionale. Gli anziani proprietari di un`azienda agricola non cedono
íacilmente la gestione ai piu gio·ani. Anche qualora il cambio generazionale a··enga gli
anziani proprietari tendono ad aííiancare comunque il gio·ane nello s·olgimento
dell`atti·ita agricola. limitandone l`autonomia decisionale. Il controllo della gestione
dell`azienda di íamiglia da parte dei piu anziani. a ·olte. continua anche dopo la loro
íuoriuscita uííiciale dal mercato del la·oro a causa dell`eta a·anzata.

I gio·ani che decidono di intraprendere questo diííicile cammino nel campo agricolo
do·rebbero essere adeguatamente supportati da corsi di íormazioni. consulenze ecc. Per
s·olgere l`atti·ita in campo agricolo. iníatti. i gio·ani non possono impro··isarsi agricoltori
ma hanno bisogno di essere iníormati continuamente ed essere aggiornati sulle nuo·e
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
90
tecnologie poiche la nuo·a impresa agricola. come aííerma un esponente della (oldiretti. e
anche tecnologia.
Negli ultimi anni in Molise ci sono stati alcuni tentati·i per ía·orire l`inserimento dei
gio·ani in agricoltura. 1ra questi e importante ricordare quelli dell`Uni·ersita degli Studi del
Molise e dell`Lrsam che hanno organizzato e realizzato alcuni corsi per gio·ani
imprenditori agricoli. Inoltre. ·anno menzionati. a questo proposito. i contributi della (LL
erogati per ía·orire il passaggio generazionale in agricoltura: un premio di primo
insediamento e age·olazioni per il prepensionamento degli imprenditori piu anziani. Le
domande per ottenere le age·olazioni per il primo insediamento sono state molteplici. ma
cio non indica un reale miglioramento della situazione poiche spesso i gio·ani hanno íatto
queste domande solo per ottenere age·olazioni per l`azienda di íamiglia mentre la gestione
dell`azienda e rimasta comunque in mano ai piu anziani.

In agricoltura e diííicile. quindi. tro·are agricoltori gio·ani mentre e molto piu írequente
incontrare la·oratori di oltre 40 anni. Gli agricoltori che si collocano in questa íascia di eta
sono. inoltre. a maggior rischio di espulsione dal mercato del la·oro. Le piccole imprese.
rese íragili dalle dimensioni contenute e dal basso li·ello o totalmente assente,
d`inno·azione. rischiano la crisi ogni qual·olta un e·ento economico recessi·o o naturale`
come l`allu·ione, si abbatte su di esse. Ouesti piccoli agricoltori anziani`. in caso di crisi.
a·rebbero una maggiore diííicolta a rientrare o ricollocarsi, nel mercato del la·oro anche a
causa della loro scarsa specializzazione e del basso li·ello di istruzione.

Una situazione ancor piu complessa nell`agricoltura molisana e quella delle donne.
Il íenomeno della partecipazione íemminile in agricoltura e scarsamente conosciuto in tutta
la regione: molti testimoni pri·ilegiati da noi inter·istati non sono riusciti a descri·ere il
íenomeno della partecipazione íemminile in agricoltura a causa della scarsa conoscenza.
Un dato. pero. e certo: le donne che la·orano con un ruolo di imprenditrici sono una
minoranza.
Nonostante la loro scarsa ·isibilita. pero. le donne molisane sono molto importanti
nell`atti·ita agricola. Secondo di·ersi inter·istati. le donne in agricoltura hanno un intuito
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
91
maggiore degli uomini sia nella gestione dell`azienda sia nell`atti·ita pratica: le donne hanno
un occhio in piu e riescono a ·eder un po` piu in la degli uomini`.
Se gli uomini appaiono come i titolari dell`azienda agricola e pero ·ero che le donne
aííiancano i mariti nell`atti·ita agricola íino a di·entare. in alcuni casi. il cuore dell`azienda:
come sostiene una testimone pri·ilegiata da noi inter·istata: l`uomo sembra la íigura
dominante in agricoltura ma in realta tutto ruota intorno alla donna`.
Un esempio emblematico di questa situazione si puo tro·are in una nota azienda agricola
molisana da noi ·isitata. do·e la íigura principale risulta essere proprio quella della moglie
del titolare dell`azienda che aííianca il marito nella gestione dell`azienda e che si occupa di
molte atti·ita all`interno della stessa,. Non a caso questa donna e stata segnalata ai
ricercatori di Studionet e A.Re.S. come la persona piu competente per rispondere a
domande sull`atti·ita agricola dell`azienda.

In Molise esiste. pero. un`altra íaccia della medaglia che e opportuno considerare: uno dei
testimoni pri·ilegiati da noi inter·istato ha sottolineato che alcune donne molisane
risultano imprenditrici dell`azienda agricola solo per usuíruire degli incenti·i nazionali
sull`imprenditoria íemminile. ma i ·eri proprietari dell`azienda sono i mariti.

Un`ulteriore criticita del settore agricolo. riscontrata dai testimoni pri·ilegiati da noi
inter·istati. riguarda il íatto che. attualmente. molti progetti agricoli nella regione sono
aííidati a íigure non esperte - in modo speciíico - del settore agricolo: geometri. ingegneri
e architetti. Negli ultimi anni c`e la tendenza da parte degli agricoltori a ri·olgersi a questo
tipo di íigure proíessionali che conoscono solo dall`esterno il settore agricolo.
Nel settore agricolo e necessario disporre di íigure proíessionali che conoscano
direttamente il settore. Ad esempio oggi nella costruzione di stalle e necessario tenere
presente anche del benessere degli animali. rispettando parametri che i tecnici esterni al
mondo agricolo non conoscono adeguatamente.
Il tecnico che si muo·e nel mondo agricolo. oltre ad a·ere una íormazione speciíica in
questo campo. de·e aggiornarsi continuamente sulle nuo·e colti·azioni e sulle nuo·e
tecniche per essere al passo con le trasíormazioni del settore: anche l`agronomo. íigura
íondamentale in agricoltura. rischia. secondo di·ersi inter·istati. di adagiarsi sulle
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
92
conoscenza acquisite durante il percorso uni·ersitario senza che si aggiorni sulle no·ita del
settore.

1ra gli esperti agricoli molisani che si occupano da ·icino del settore. e importante
menzionare i di·ulgatori agricoli. tecnici agricoli dell`Lrsam. Oueste íigure proíessionali.
con una íormazione speciíica in questo settore. assistono l`agricoltore per ía·orire lo
s·iluppo agricolo e lo aiutano ad a··icinarsi a nuo·e colture.
Nel ¯9 la (LL ha organizzato corsi di íormazione al íine di creare tecnici da inserire nel
settore agricolo: i tecnici. dopo essere stati íormati. sono tornati nelle proprie regioni.
Dall`88 il primo gruppo di di·ulgatori agricoli tornato in Molise e stato inserito nell`Lnte di
S·iluppo regionale con il compito di íormare altri tecnici.
In una prima íase. l`Lrsam. per s·olgere il compito di di·ulgazione e assistenza tecnica
aííidatogli dalla Regione Molise. ha realizzato pro·e sperimentali su tutto il territorio
regionale: il territorio e stato suddi·iso in comparti ·erticali e orizzontali
22
. ogni tecnico si
occupa·a di un comparto mentre un gruppo di tecnici coadiu·a·a tutti i comparti.

Le atti·ita s·olte dall`Lrsam e in particolare dai di·ulgatori agricoli. per ía·orire lo s·iluppo
dell`agricoltura la·orando a stretto contatto con gli agricoltori. sono state molteplici nei ·ari
comparti agricoli.

Per ía·orire la conoscenza delle colture minori. piccoli írutti. leguminose e piante oííicinali.
sono stati realizzati campi sperimentali. opuscoli. giornate di·ulgati·e e con·egni ri·olti ad
agricoltori e tecnici
I campi sperimentali sono stati realizzati. dopo a·er tro·ato. tramite a··isi pubblici.
aziende pronte a collaborare e dopo a·er íornito loro piantine sperimentali da inserirle nei
campi. Successi·amente queste stesse aziende sono state utilizzate come campi dimostrati·i
do·e. durante le giornate dimostrati·e organizzate dai di·ulgatori agricoli dell`Lrsam. gli
agricoltori di altre aziende pote·ano ·edere direttamente le caratteristiche delle nuo·e
colture sperimentate.

22
Verticali: olivicoltura, cerealicoltura, frutticoltura, colture minore ecc; orizzontali: contabilità, patologia,
agrometodologia ecc.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
93
Le leguminose hanno suscitato immediatamente l`interesse degli agricoltori. soprattutto di
quelli che ·ole·ano praticare agricoltura biologica perche nella colti·azione biologica
l`agricoltore de·e inserire nella rotazione le leguminose.
Per le piante oííicinali. in·ece. c`e stato uno scarso interesse da parte degli agricoltori
soprattutto da un punto di ·ista economico perche l`agricoltore non riusci·a a ·ederne il
guadagno. I di·ulgatori dell`Lrsam hanno tentato di o··iare a questo scarso interesse da
parte degli agricoltori creando condizioni che potessero aumentare il guadagno rica·abile
dalle piante oííicinali: ingrandire gli appezzamenti di piante oííicinali e coin·olgere le
industrie di trasíormazione per ía·orire un riscontro commerciale di questo tipo di colture.
Purtroppo - sostengono gli inter·istati - questi programmi non sono riusciti ad andare
a·anti poiche i Por non hanno dato la possibilita di continuare le azioni intraprese.
Per i piccoli írutti c`e stato un riscontro di mercato immediato anche se e stata necessaria
un`atti·ita di promozione per íar conoscere il prodotto a li·ello locale e nazionale poiche
prima si utilizza·a pre·alentemente il prodotto surgelato. In questo caso. poiche i
colti·atori a·e·ano appezzamenti molto piccoli. massimo mezzo ettaro. la produzione e la
·endita dei piccoli írutti e stata possibile grazie alla cooperazione. che solitamente ·iene
ostacolata dagli agricoltori molisani. Gli agricoltori piu gio·ani sono stati quelli che
maggiormente hanno ·isto la cooperazione come un modo per superare le diííicolta nella
colti·azione di questo tipo di coltura.

Nell`ambito della cerealicoltura sono state realizzate da parte dell`Lrsam e dei suoi
di·ulgatori agricoli una serie di indagini per comprendere le esigenze del territorio e poi
una serie di azioni per contribuire allo s·iluppo della cerealicoltura. L`Lrsam annualmente
realizza il monitoraggio della produzione cerealicola analizzando campioni prele·ati e poi
realizza una scheda tecnica.
Per portare in Molise le ·arieta cerealicole migliori i tecnici dell`Lrsam si sono a··alsi delle
iníormazioni íornite dal mondo della ricerca sulle tipologie di cereali che possono
permettere un miglioramento a li·ello di ·arieta e a li·ello qualitati·o.
Inoltre. l`Lrsam in collaborazione con l`Istituto di (erealicoltura. che ha sede a Roma e ha
sezioni su tutto il territorio nazionale. ha realizzato campi sperimentali per ·alutare le
·arieta cerealicole migliori: grano duro. orzo. a·ena ecc. L`Istituto di cerealicoltura ha
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
94
íornito le attrezzature scientiíiche e tecniche per rile·are i dati e l`Lrsam ha dato il suo
sostegno per il ciclo colturale. Per realizzare questi campi sperimentali sono state scelte
aziende strategiche gestite da agricoltori leader capaci di coin·olgerne altri. Ouando
l`Lrsam ha organizzato le ·isite guidate in questi campi sono stati proprio gli agricoltori
delle aziende sperimentali a richiamare altri agricoltori sull`importanza di questo tipo di
colti·azioni.
Durante le ·isite guidate gli agricoltori hanno ·isto direttamente le nuo·e colture e ne
hanno ·isionato le di·erse íasi del ciclo produtti·o. Molti agricoltori. dopo queste ·isite e
soprattutto dopo a·er compreso le diííerenze tra le colture ·ecchie e nuo·e. hanno deciso
di introdurre nelle proprie aziende le nuo·e colture.
Gli agricoltori sono stati aggiornati periodicamente sui risultati sperimentali: l`Lrsam ha
pubblicato i risultati sperimentali su ri·iste tecniche a li·ello nazionale a disposizione degli
agricoltori oltre a preparare annualmente tabelle da íornire agli agricoltori in occasione di
con·egni e seminari.

Il Documento di Programmazione Lconomico linanziario del 2003 e·idenzia un processo
di trasíormazione dell`assetto organizzati·o dell`Lrsam. Si pre·ede l`istituzione di
un`Agenzia per la gestione dei ser·izi legati allo s·iluppo agricolo. 1ra i ·ari compiti di
questa Agenzia e importante menzionare il potenziamento della íiliera agroalimentare e il
ser·izio di assistenza tecnica per la trasíormazione delle aziende agricole ·erso il biologico
e il biodinamico. L`Lrsam. inoltre. perdera l`atti·ita íinanziaria nel settore agroalimentare
che ·erra trasíerita alla linmolise Regione Molise. 2003,.

Dalle inter·iste emerge la necessita che l`agricoltura molisana segua una speciíica direzione
nella íase di s·iluppo per conquistare nuo·i mercati.
In particolare e importante eííettuare una corretta ·alutazione dei molteplici íattori che
determinano il successo o l`insuccesso delle aziende agricole: l`orograíia della zona. il tipo
di coltura. gli sbocchi sul mercato. la quantita e qualita della manodopera necessaria. i
mezzi tecnici. ecc. Molti testimoni pri·ilegiati da noi inter·istati hanno constatato che per
s·iluppare l`agricoltura in Molise e necessario puntare soprattutto su un tipo di agricoltura
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
95
non con·enzionale: agricoltura multiíunzionale. agriturismo. agricoltura biologica.
artigianato rurale. íattoria didattica.

_ L'Agroalimentare

L`agroalimentare e il settore produtti·o molisano che presenta maggiori possibilita di
s·iluppo íuturo.
Numerosi elementi hanno. pero. limitato la crescita del settore agroalimentare in Molise nel
corso degli anni.

Innanzitutto i prodotti agroalimentari molisani non riescono ad aííermarsi pienamente sul
mercato nazionale a causa della loro scarsa ·isibilita. I prodotti delle altre regioni italiane
sono molto piu conosciuti di quelli molisani e. quindi. a parita di prodotto il consumatore
nazionale preíerisce acquistare quello piu noto.
Un esempio della scarsa ·isibilita dei prodotti agroalimentari molisani e rappresentato dal
tartuío. Il Molise e il piu grande produttore italiano di tartuío bianco. ma poche persone ne
sono a conoscenza poiche il tartuío bianco molisano ·iene ·enduto con altri marchi: alcuni
testimoni pri·ilegiati da noi inter·istati ci hanno ri·elato che parte dei tartuíi bianchi
·enduti sul mercato nazionale ed internazionale come tartuío d`Alba pro·engono dal
Molise. Uno dei moti·i della scarsa penetrazione del tartuío sul mercato e che questa
atti·ita non riesce ad emergere dal nero`. Spesso le atti·ita legate al tartuío sono collaterali
al la·oro uííicialmente s·olto. a sostegno del reddito prodotto da quest`ultimo.

A rendere poco ·isibile i prodotti tipici molisani contribuisce il íatto che il Molise e la
regione italiana con il minor numero di prodotti tipici tutelati da marchi Mariani. 2001,. I
consumatori nazionali. ·ista la grande ·arieta e la qualita dei prodotti agroalimentari italiani.
danno importanza al marchio e alla certiíicazione DOP nella scelta del prodotto da
acquistare.
La diííicolta dei prodotti molisani nell`ottenere marchi o denominazioni di origine protetta
e do·uta a molteplici íattori alcuni dei quali diííeriscono da un prodotto all`altro.
(omunque una delle cause comuni e data dalla diííicolta dei molisani a cooperare. La
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
96
tendenza a la·orare in modo autonomo spinge a produrre il proprio olio o la propria
mozzarella senza cercare di cooperare con gli altri produttori molisani dello stesso
prodotto. impedendo cosi la realizzazione di un marchio regionale.
Inoltre. la conílittualita rischia. a ·olte. di compromettere l`intero processo di ottenimento
di certiíicazioni: ad esempio. quando ·iene a·anzata l`ipotesi di includere nell`area
produtti·a di un determinato prodotto Dop solo alcune zone del Molise appartenenti ad
una sola pro·incia. nel ta·olo delle trattati·e`. le zone escluse írenano l`intero processo -
íino al suo blocco - pur di ·edersi includere nell`area geograíica del prodotto Dop in
questione.

Per tentare di superare questi problemi e necessario puntare sul mercato estero do·e la
mancanza di marchi o la scarsa ·isibilita dei prodotti molisani rispetto alle altre regioni
italiane e meno importante. Nei paesi esteri i nostri prodotti nazionali hanno grande
successo e ·engono considerati prodotti di qualita. indipendentemente dal íatto che
abbiano la Dop o che siano prodotti in una regione anziche in un`altra: marchio made in
italv e suííiciente per ·endere.

Proporre sul mercato estero i prodotti agroalimentari molisani non e aííatto íacile a causa
di di·ersi íattori.
Innanzitutto l`esportazione dei prodotti agroalimentari molisani oltre il coníine regionale e
limitata dalla situazione critica delle inírastrutture che rende diííicoltoso il trasporto. Alcuni
prodotti agroalimentari necessitano di essere trasportati e ·enduti poco tempo dopo la
loro produzione. come ad esempio i prodotti caseari. ma questo e molto diííicile da
realizzare in Molise do·e manca un adeguato trasporto su gomma e su rotaie.
Inoltre. come e·idenziato precedentemente. la scarsa tendenza dei molisani a cooperare ía
si che non si riesca a produrre suííiciente massa critica per esportare i prodotti.
La diííicolta nel raggiungere un`adeguata massa critica di prodotto dipende anche dal íatto
che in Molise e molto diííuso l`autoconsumo dei prodotti agroalimentari. Alcuni prodotti
molisani. soprattutto quelli di nicchia. ·engono prodotti in casa e consumati solo all`interno
della íamiglia o ·enduti in un ristretto mercato locale. Ouesta situazione rischia di íar
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
97
scomparire alcuni prodotti tipici regionali la cui produzione rimane in mano a singole
íamiglie.
I prodotti tipici regionali rappresentano l`apice di tutto il settore agroalimentare. Sono
proprio i prodotti tipici quelli su cui - secondo molti inter·istati - do·rebbe puntare il
Molise per ottenere uno s·iluppo íuturo. La scarsa ·isibilita dei prodotti molisani rispetto a
quelli delle altre regioni italiane potrebbe essere superata diííondendo e producendo non
tanto prodotti gia commercializzati da altre regioni. ma prodotti tipici della tradizione
regionale e prodotti inno·ati·i. Ouesti prodotti. iníatti. non sarebbero in competizione con
gli altri prodotti nazionali e potrebbero occupare una nicchia di mercato diretta a chi
ricerca la particolarita e la qualita oltre a contribuire a ·alorizzare l`immagine del Molise
oltre i coníini regionali.

Negli ultimi anni e cresciuto un turismo di tipo gastronomico che spinge molti a scegliere
di ·isitare alcune regioni in base alle oííerte gastronomiche alla ricerca della particolarita e
della tradizione.
La numerosita dei prodotti tipici molisani potrebbe attirare molti turisti in Molise se si
realizzassero maniíestazioni e percorsi enogastronomici ben pubblicizzati e che potessero
a··alersi di un adeguato sistema di inírastrutture.
Scoprire il Molise rappresenta signiíica ·iaggiare tra i mille sapori del mondo
agroalimentare molisano. Si puo passare dalla Ventricina di Montenero di Bisaccia. un
particolare salume íatto con carne di suino aromatizzata con peperoncino paprica e íiori di
íinocchio. al burrino dell`Alto Molise e del Matese. íormaggio con un cuore di burro. íino
alla íamosa stracciata. un latticino íresco a pasta íilata dal sapore delicato che si puo tro·are
nell`Alto Molise soprattutto ad Agnone (apracotta e Vastogirardi,.

L`Lrsam. per ía·orire la conoscenza dei prodotti tipici molisani. ha realizzato un Atlante
dei Prodotti 1radizionali della regione Molise`. In questo Atlante ·engono presentati tutti i
prodotti tipici regionali e per ognuno ·engono illustrate le caratteristiche. la metodologia di
la·orazione. l`area di produzione. il materiale e attrezzature per la la·orazione. i locali di
la·orazione. conser·azione e stagionatura. gli aspetti igienico sanitari e gli elementi che
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
98
compro·ano la tradizione. La realizzazione dell`atlante e iniziata nel 1999 e ha consentito
di indi·iduare 149 prodotti tipici della tradizione molisana raccolti in ¯ tipologie di·erse
23
.
Ouesto atlante non solo ha permesso di ·alorizzare i prodotti tipici molisani ma ha
permesso di riscoprire quelli che rischia·ano di scomparire deíiniti·amente. Riscoprire e
diííondere la conoscenza di questi prodotti tipici non e solo un ·antaggio per il mondo
agroalimentare ma rappresenta la conser·azione e l`esaltazione di tutto il patrimonio
storico culturale del Molise.

L`Unione Regionale delle (amere di (ommercio del Molise ha aderito al progetto
SPL(IALI1AL\ che promuo·e la ·alorizzazione dei prodotti tipici italiani appartenenti a
·ari settori tra cui anche quello agroalimentare. 1ale ·alorizzazione a··iene attra·erso un
sito web. www.specialitalv.it. in cui anche i prodotti tipici molisani possono íarsi conoscere
a li·ello nazionale ed internazionale e tro·are maggiori opportunita di mercato.
SPL(IALI1AL\. iníatti. e uno strumento ideato per ·endere all'estero i prodotti delle
imprese italiane soprattutto quelle piccole e medie.

Un`altro sito web importante come ·etrina dei prodotti tipici regionali che riguardano la
zona speciíica del Matese e www.traccedelpiacere.it. Ouesto sito mostra i prodotti tipici
molisani di qualita Miele. carne. latte e íormaggio, oltre ad indicare do·e acquistare i
prodotti. do·e gustarli e sopratutto come cucinare le ricette della tradizione molisana
utilizzando questi prodotti. Ouesto sito e curato dall`APA
24
che si occupa di tutte le
iniziati·e che possono contribuire al miglioramento del bestiame alle·ato e ad una piu
eííiciente ·alorizzazione del bestiame e dei prodotti da questo deri·ati. inquadrando gli
interessi speciíici della produzione zootecnica in quelli piu ·asti della produzione agricola
www.traccedelpiacere.it,. Nell`ambito dell`atti·ita dell`APA ricordiamo tre programmi di
·alorizzazione dei prodotti: il programma Oualita Latte. quello Oualita Miele e quello
Oualita (arne denominato le carni del tratturo`. Oueste azioni hanno permesso di

23
Be·ande analcoliche. liquori e distillati.: carni e írattaglie íresche: íormaggi: paste íresche e prodotti della panetteria.
biscotteria. pasticceria e coníetteria: preparazione di pesci. molluschi . crostacei e tecniche particolari di alle·amento
degli stessi. prodotti di origine animale: prodotti ·egetali.
24
Associazione Pro·inciale Alle·atori di (ampobasso
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
99
·alorizzare la produzione di questi tre prodotti regionali creando un marchio che
rappresenta una rarita sul territorio regionale.

Per approíondire le caratteristiche del settore agroalimentare in Molise e necessario
analizzare alcuni dei comparti agroalimentari piu rile·anti in regione.

La íiliera lattiero casearia e íortemente radicata nella tradizione regionale.
Da sempre in Molise la zootecnia e un`atti·ita collaterale a quella agricola. La tradizione
casearia nasce proprio nelle piccole aziende agricole molisane do·e per soddisíare i bisogni
alimentari della íamiglia si e iniziato a trasíormare il latte. Ouesto carattere íamiliare e
artigianale del comparto e ancora oggi molto presente.

Negli anni 90. in Molise. la zootecnia ha subito un processo di ristrutturazione che ha
portato ad un aumento del numero di capi di bestiame anche se continua a rimanere
un`atti·ita collaterale: il numero medio di bo·ini da latte per azienda e pari a 5.2 Mariani.
2001,.

L`atti·ita zootecnica. nell`ambito della íiliera lattiero casearia. e quella che presenta
attualmente maggiori diííicolta: il settore lattiero-caseario molisano rischia di di·entare un
settore di sola trasíormazione.
Le aziende lattiero casearie di trasíormazione preíeriscono. iníatti. importare latte
dall`estero piuttosto che acquistare latte regionale. Uno dei moti·i addotti dagli esperti del
settore e che le aziende zootecniche non riescono a produrre una quantita di latte che
soddisíi la richiesta di tutte le aziende di trasíormazione presenti sul territorio regionale. Gli
alle·atori molisani. per molto tempo. hanno ottenuto dai propri alle·amenti quantita di
latte iníeriori alle potenzialita a causa sia delle ridotte dimensioni delle aziende sia degli
scarsi in·estimenti per l`inno·azione sia dei ·incoli delle quote latte. I ·incoli delle quote
latte. in particolare. hanno limitato la produzione di latte piu del do·uto poiche. in alcuni
casi. gli alle·atori molisani. che. per pagare meno tasse. hanno dichiarato di produrre meno
latte di quello realmente prodotto. hanno ottenuto quote latte iníeriori alle reali possibilita
di produzione di latte dei propri alle·amenti.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
100

Il latte straniero e preíerito da di·erse aziende molisane di trasíormazione poiche si dubita
della qualita` di cio che ·iene ·enduto dall`alle·atore.
O··iamente i ricercatori Studionet e A.Re.S qui non esprimono una propria opinione. ma
si limitano ad osser·are un dibattito in atto. un problema solle·ato da esperti nel settore.
Uno di questi. da noi inter·istato. arri·a a sostenere che l`alle·atore molisano piu onesto
nel latte mette l`acqua`.
1ale aííermazione - al di la della realta del íatto - esprime comunque una situazione di
disagio. Ancora una ·olta. chi ha curato questa ricerca non ·uole certamente sostenere che
tutti gli alle·atori usino degli espedienti per ·endere il latte alle aziende di trasíormazione
regionale . ma desiderano sottolineare che - qualunque siano i moti·i - ri·olgersi al
mercato estero per il latte nuoce all`immagine dei prodotti molisani. cosi íortemente legati
all`ambiente incontaminato e alle la·orazioni di alta qualita.

Inoltre. utilizzare latte estero crea dei problemi nell`ottenere i marchi per alcuni prodotti
lattiero caseari molisani poiche se un prodotto e realizzato con latte estero non e piu un
·ero` prodotto regionale. Per tentare di risol·ere questo problema e nato un (onsorzio
del 1ratturo do·e le aziende si impegnano a la·orare latte regionale al íine di ía·orire la
zootecnia molisana.
Utilizzare solo latte molisano non de·e. pero. essere considerata la soluzione ai problemi di
questo comparto poiche e necessario ·alutare anche l`altra íaccia della medaglia: spingere le
aziende molisane di trasíormazione a la·orare solo latte molisano íarebbe lie·itare i prezzi
di produzione e ridurrebbe ulteriormente la quantita prodotta.

Le aziende di trasíormazione. collocate soprattutto nella pro·incia di (ampobasso.
incontrano non pochi problemi sul mercato. La scarsita di marchi rende il prodotto
caseario molisano scarsamente ·isibile di íronte ai prodotti caseari di altre regioni certiíicati
dalla Dop. Inoltre. le ridotte dimensioni delle aziende lattiero casearie rendono ancor piu
diííicoltoso l`adeguamento alle norme igienico sanitarie europee. A cio si sommano i
problemi delle inírastrutture che rallentano il trasporto sul territorio molisano dei prodotti
lattiero caseari. altamente deteriorabili: questi prodotti andrebbero trasportati in poche ore
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
101
in altre regioni o nazioni poiche. nella maggior parte. dei casi sono prodotti che hanno dei
limiti di conser·azione.

Nonostante tutto le aziende lattiero casearie riescono a resistere sul mercato proprio grazie
alla tipicita dei prodotti. Il settore lattiero caseario ha molte opportunita di s·iluppo íuturo
nella regione grazie alla grande quantita di prodotti tipici che andrebbero ·alorizzati
ulteriormente. In questo settore. iníatti. sono necessarie maggiori atti·ita di promozione e
di marketing per íar conoscere i prodotti.
Per ía·orire lo s·iluppo di questo settore e necessario puntare maggiormente
sull`inno·azione a cui ancora ·iene dedicata scarsa attenzione soprattutto nelle aziende
zootecniche. Ancora oggi le la·orazione del comparto lattiero caseario a··engono. spesso.
con metodi appartenenti alla tradizione molisana. L` necessario. quindi. adeguare le aziende
lattiero casearie alle inno·azioni tecnologiche per rispondere alle nuo·e esigenze del
mercato.

Il Programma Operati·o Regionale 2000´2006 si propone di ·alorizzare la qualita dei
prodotti lattiero caseari. 1ra le ·arie azioni. il Programma Operati·o Regionale 2000´2006
pre·ede in·estimenti nelle aziende agricole che operano nel settore zootecnico che si
propongono di migliorare la qualita e di ·alorizzare i prodotti della tradizione molisana
Mariani. 2001,.

Sono state intraprese numerose azioni a tutela dei prodotti lattiero caseari di qualita in
Molise. Grazie all`atti·ita dell`Associazione del produttori e stato creato il marchio I
íormaggi del tratturo` in cui ·engono raccolti i prodotti che hanno radici nella tradizione
della transumanza. 1ale marchio non solo e utile per la promozione dei prodotti caseari ma
e utile a ·alorizzare il territorio molisano attra·erso la tradizione del tratturo. Inoltre. e stata
a·anzata la proposta di includere parte del territorio molisano
25
nell`area geograíica della
produzione della mozzarella di buíala campana` Mariani. 2001,.


25
Questa proposta coinvolge i comuni di Venafro, vasto, Sesto Campano e Pozzilli
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
102
I marchi e le denominazioni di origine non possono eííicacemente ía·orire l`aííermazione
dei prodotti molisani se non accompagnate da atti·ita di supporto. L`ottenimento di
certiíicazioni Doc e Dop non e stato sempre molto incisi·o in Molise perche non
accompagnato da adeguate atti·ita di supporto. Ne e un esempio il riconoscimento della
Doc (acioca·allo Silano` che non ha a·uto íorti conseguenze in Molise poiche non e
stato realizzato un opportuno coin·olgimento della base produtti·a Mariani. 2001,.

Un altro settore importante in Molise e quello molitorio-pastario.
Il Molise ha una specializzazione nella produzione cerealicola. in particolare. del grano
duro: circa il ¯0° degli ettari colti·ati a cereali in Molise sono destinati alla colti·azione del
grano duro. Nella produzione del grano duro l`attenzione alla qualita e abbastanza buona:
il 50° prodotto e di buona qualita. secondo i testimoni pri·ilegiati da noi inter·istati.

Nell`Alto Molise il guadagno nella cerealicoltura e ottenuto grazie al contributo (LL
altrimenti la produzione di grano duro coprirebbe solo le spese: senza contributi l`Alto
Molise non a·rebbe un reddito dalla produzione di grano duro. Nel Basso Molise la
cerealicoltura e aííiancata ad altre colture piu redditizie come il pomodoro e la
barbabietola.

L`Lrsam ha realizzato una serie di azioni per monitorare la produzione di grano duro:
annualmente si ·isitano aziende che producono grano duro. si rile·ano le caratteristiche
tecniche e poi si prele·ano campioni di granella` che ·engono analizzate.

Un`altro cereale particolarmente importante in Molise e il íarro che si adatta períettamente
a di·ersi tipi di clima e di terreno. La colti·azione del íarro. uno dei prodotti tipici molisani.
ía parte del tentati·o di recuperare e di ·alorizzarli i ·ecchi cereali della tradizione
regionale. L`attenzione alla produzione di qualita del íarro e molto alta tanto che e l`unico
prodotto cerealicolo molisano inserito in un catalogo di prodotti di qualita italiani Mariani.
2001,.
Il íarro. inoltre. e un prodotto cerealicolo che. per le sue caratteristiche ben si presta alla
produzione biologica.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
103
La maggior parte del íarro italiano e íarro molisano: il íarro trasíormato da una nota
azienda italiana del settore pro·iene dal Molise.
Nonostante queste caratteristiche del íarro molisano manca ancora un marchio regionale
del íarro che permetta di ·endere il territorio insieme al prodotto migliorando la ·isibilita
del Molise.

Nei primi anni 90 nel 1ri·ento e stata íinanziata. nell`ambito dei Programmi integrati
mediterranei PIM,. la costruzione di uno stabilimento per la la·orazione e la
trasíormazione del íarro. L`Lrsam e inter·enuto a supporto della cooperati·a per il
recupero di questo antico cereale.
Gli agricoltori erano soddisíatti della colti·azione del íarro perche la cooperati·a paga·a
loro qualcosa in piu. rispetto al prezzo di ·endita del mercato. per il prodotto e la sua
colti·azione: era possibile un íorte risparmio sulla concimazione e íertilizzazione del suolo
perche e una coltura poco esigente` che sírutta la íertilita residua del terreno.
Successi·amente. quando la cooperati·a ha a·uto dei problemi le colti·azioni di íarro sono
diminuite.
Le altre regioni hanno ripreso l`idea della cooperati·a del 1ri·ento con successo. In Molise
la crisi di questo progetto e do·uta pre·alentemente al íatto che pur essendoci la íiliera la
cooperati·a ritira·a il prodotto. lo trasíorma·a e poi lo commercializza·a, non ha
íunzionato il raccordo tra produttore e cooperati·a.

Le aziende che producono pasta hanno una íorte tendenza all`inno·azione. (ercano di
migliorare il prodotto o di crearne delle ·arieta inno·ati·e. Negli ultimi anni molte aziende
hanno íatto in·estimenti per migliorare soprattutto gli impianti e potenziare la íase
commerciale Mariani. 2001,. Le tendenze di queste aziende ·erso l`inno·azione ·engono
spesso írenate dalla diííicolta di accesso al credito.

La pasta prodotta in Molise ·iene distribuita sia a li·ello regionale sia a li·ello nazionale.
Inoltre. la pasta del Molise ·iene esportata all`estero e considerata un prodotto di qualita in
grado di esaltare e ·alorizzare la produzione cerealicola molisana nonostante l`assenza di
marchi e di certiíicazioni Dop,. Per ·alorizzare il prodotto. alcuni pastiíici artigianali
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
104
cercano di rendere la pasta un prodotto tipico` assimilando un certo tipo di pasta con
una ricetta tradizionale.

La íiliera oli·icola-olearia oííre - secondo numerosi testimoni pri·ilegiati - numerose
possibilita di s·iluppo al Molise.
La produzione oli·icola e pero caratterizzata da una íorte pol·erizzazione aziendale: la
colti·azione di uli·i interessa ben il 45° delle aziende agricole regionali. ma occupa solo il
5° della superíicie agricola. La íase agricola di produzione oli·icola e a carattere artigianale
e. pur essendo diííusa su tutto il territorio regionale. si concentra pre·alentemente nel
Basso Molise e nell`isernino Mariani. 2001,.

La produzione oli·icola molisana ha una bassa incidenza sul totale dell`oli·icoltura
nazionale: l`incidenza della produzione oli·icola molisana. tra il 1998 e il 1999. oscilla tra lo
0.¯° e lo 0.88° della produzione nazionale. Molto diííusa e la produzione dell`olio a basso
impatto ambientale.

Nella íase di trasíormazione c`e una maggiore tendenza all`inno·azione. soprattutto di
prodotto. per soddisíare i clienti. (ome sottolinea uno dei testimoni pri·ilegiati. bisogna
puntare soprattutto su prodotti di alta qualita e di nicchia. dai prodotti sott`olio ai ·ari tipi
di olio aromatizzato. al tartuío o al peperoncino. trasíormando l`olio in un prodotto tipico
piu appetibile per la clientela. L`olio. inoltre. de·e essere maggiormente inserito nel settore
biologico e nelle aziende agrituristiche.

L`olio molisano e un olio di qualita: la maggior parte dell`olio prodotto in molise e extra
·ergine. Ouesta caratteristica dell`olio molisano mostra le potenzialita della regione nella
produzione di olio di qualita: la ·arieta climatica. l`imprenditoria medio-piccola interessata a
realizzare un prodotto di qualita. tecniche inno·ati·e di estrazione dell`olio. ·icinanza tra le
aziende di produzione e di trasíormazione Mariani. 2001,.
In Molise. inoltre. e stata a·anzata la proposta di riconoscimento della DOP dell`olio extra-
·ergine di oli·a Molise` Mariani. 2001,. Oggi. come sottolinea uno dei testimoni
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
105
pri·ilegiati. la procedura di riconoscimento della Dop dell`olio molisano e completata al
99° e la proposta di Dop e stata allargata a tutta la regione.

Nonostante tutto l`olio Molisano continua ad incontrare numerose diííicolta sul mercato
nazionale nel coníronto con quello prodotto nelle altre regioni italiane. L`olio molisano.
iníatti. se pur di alta qualita e poco conosciuto a li·ello nazionale rispetto a quello prodotto
nelle altre regioni. L` opportuno. quindi. pensare anche al mercato estero do·e il made in
Italv` e un elemento íondamentale per a·ere successo al di la della pro·enienza regionale.
La diííusione dell`olio molisano sul mercato internazionale e. pero. condizionata da íattori
che limitano la produzione di una quantita di olio tale da essere esportata: il íorte
autoconsumo e la ·endita di olio síuso direttamente da parte dei produttori e dai
raccoglitori.

Un esempio di successo del settore oli·icolo molisano e rappresentato dall`oleiíicio
(ola·ita.
La íamiglia (ola·ita produce olio molisano da tre generazione. L`azienda (ola·ita e riuscita
a realizzare una ·asta gamma di prodotti oleari: molte tipologie di oli extra·ergini. una ·asta
gamma di oli aromatizzati e di prodotti sott`olio.
Per rendere il prodotto oleario ancor piu attraente per i clienti. l`azienda (ola·ita ha creato
coníezioni particolari che sono andate ad aííiancare quelle tradizionali.
I prodotti dell`oleiíicio (ola·ita sono stati collocati soprattutto sul mercato internazionale.
In particolare in America l`azienda (ola·ita ha aperto il Cotarita Cevter tor ítatiav íooa ava
!ive`. che opera in collaborazione con il prestigioso Cvtivary ív.titvte ot .verica.
Dopo a·er ottenuto successo nel mercato estero l`oleiíicio (ola·ita ha puntato sul mercato
italiano ponendo i suoi prodotti in competizione con quelli delle altre regioni italiane.
Oggi il marchio (ola·ita e leader negli Stati Uniti e. in Italia. sta cercando di aííermarsi
come marchio di riíerimento nel Lazio.

Iníine. tra i comparti agroalimentari. e opportuno soííermarsi su quello ·iti·inicolo.
Le aziende ·iti·inicole sono pre·alentemente di ridotte dimensioni e utilizzano tecniche di
produzione tradizionali.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
106
Le aziende ·iticole tendono ad aderire a strutture associati·e e ad organismi cooperati·i. In
Molise sono state istituite ben due denominazione di origine controllata in questo
comparto. La Doc Biíerno riguarda i ·ini prodotti nella pro·incia di (ampobasso. mentre
la DO( Molise riguarda tutto il territorio regionale.

Nel Pop 1994 - 1999 e stata promossa l`introduzione di nuo·e tecnologie oltre al sostegno
per lo s·iluppo della ·iti·inicoltura biologica.
Successi·amente e stato elaborato il Reg. (e 1493´99 per adeguare il comparto
·iti·inicolo molisano agli s·iluppi del mercato. In questo ambito la Regione Molise ha
realizzato un Piano regionale per la ristrutturazione e la ricon·ersione dei ·igneti` con il
tentati·o di ottenere una maggiore qualita nella produzione per migliorare l`eííicienza
economica delle aziende e la tutela dell`ambiente.
Nel Por Molise 2000-2006 sono pre·iste ulteriori azioni per ·alorizzare questo comparto.
In particolare. il Por 2000-2006 pre·ede inter·enti soprattutto per migliorare la
trasíormazione e la commercializzazione dei prodotti ·iti·inicoli Mariani. 2001,.

_ L'Agricoltura Biologica

Alla íine degli anni 90 si e registrata una crescita del settore biologico in Molise: dal 1996 al
1999 e note·olmente aumentato sia il numero di imprese biologiche presenti in Molise
ligura 16, sia la superíicie agricola regionale utilizzata in agricoltura biologica o in íase di
con·ersione
26
ligura 1¯,.







26
Le aziende che a··icinano al biologico dopo un periodo di colti·azione con·enzionale sono sottoposte ad un
periodo di con·ersione al termine del quale l`azienda che ·i si e sottoposta ottiene la certiíicazione biologica delle sue
produzioni. La con·ersione ser·e per preparare il suolo ad una coltura biologica depurandolo e ripristinandolo e per
dare il tempo all`agricoltore di adeguarsi alle tecniche biologiche.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
107

íigvra ]ó - Aziende biologiche presenti in Molise 1996-1999,
252
272
333
477
0
50
100
150
200
250
300
350
400
450
500
anno 1996 anno 1997 anno 1998 anno 1999
lonte: (amera di (ommercio. Industria e Artigianato di (ampobasso 2002b, su dati
1utto Bio 1999. 2000. 2001`


ligura 1¯ - Superíicie agricola utilizzata per colti·azioni biologiche e in con·ersione in
Molise 1996-1999,
3071
3315
4004
4717
0
500
1000
1500
2000
2500
3000
3500
4000
4500
5000
anno 1996 anno 1997 anno 1998 anno 1999
lonte: (amera di (ommercio. Industria e Artigianato di (ampobasso 2002b, su dati
1utto Bio 1999. 2000. 2001`


La maggior parte delle aziende biologiche molisane si occupa di produzione: nel 1999 sono
presenti in Molise ben 421 aziende biologiche di produzione contro 19 aziende biologiche
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
108
di trasíormazione e solo ¯ che si occupano sia di produzione sia di trasíormazione (amera
di (ommercio. Industria e Artigianato di (ampobasso. 2002b,.

Per comprendere la situazione dell`agricoltura biologica negli anni 90 in Molise e
interessante consultare la ricerca condotta nell`annata agraria 1993´1994 su aziende
biologiche molisane e realizzata nell`ambito degli studi sull`agricoltura biologica s·olti
dall`Unita Operati·a 1.29 dell`area tematica Modelli di s·iluppo integrato in aree collinari e
montane` del P.l. Raisa del (NR Marino. 1996,. Le aziende prese in considerazione in
questa ricerca. circa la meta di quelle molisane che hanno íatto richiesta di iscrizione
all`albo delle aziende biologiche. sono un campione altamente rappresentati·o della
situazione dell`agricoltura biologica in Molise. Oueste aziende biologiche sono concentrate
nella pro·incia di (ampobasso: quelle con una superíicie agraria maggiore si collocano
nella zona delle colline litoranee mentre nella zone interne la dimensione aziendale e piu
ridotta. La maggior parte delle aziende biologiche coin·olte nella ricerca sono aziende a
gestione indi·iduale in cui ·iene impiegata soprattutto manodopera íamiliare Marino.
1996,.
Se consideriamo il settore agroalimentare biologico. dalla ricerca emerge la tendenza delle
aziende di produzione ad aderire a strutture cooperati·e o ad associazioni biologiche. In
questo settore speciíico i conduttori delle aziende hanno pre·alentemente un`eta compresa
tra i 40 e i 65 anni e un titolo di studio medio-basso Marino. 1996,.

Nell`ambito dell`agricoltura biologica e molto diííusa in Molise l`agricoltura biodinamica.
Ouesto tipo di agricoltura. in equilibrio con l`ambiente circostante ed in sintonia con i cicli
·itali` (amera di (ommercio. Industria e Artigianato di (ampobasso. 2002b: p.9,. utilizza
esclusi·amente sostanze naturali.
L`agricoltura biologica ha contaminato anche l`agricoltura con·enzionale tanto che si e
aííermata con successo nel territorio regionale l`agricoltura integrata. un tipo di agricoltura
a basso impatto ambientale che íonde l`agricoltura biologica con quella con·enzionale.
Ouesto tipo di colti·azione utilizza sostanze chimiche contemporaneamente a tecniche che
rispettano l`ambiente.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
109
La crescita del biologico. che negli ultimi anni ha interessato molti paesi in tutto il mondo.
e ía·orita in Molise dalle peculiarita del territorio. L`ambiente incontaminato e
l`attaccamento dei molisani alla propria terra íanno del Molise la regione ideale per lo
s·iluppo del settore biologico.
Il settore biologico in Molise ha dato ·ita a una continua e·oluzione di nuo·e colture oltre
allo s·iluppo di quelle tradizionali come l`olio e il íarro. La grande ·arieta dei prodotti tipici
locali e stata ·alorizzata grazie a questo tipo di colti·azione che con metodi naturali e
tradizionali ha permesso di recuperare anche quei prodotti ormai scomparsi.

Il biologico oííre un tipo di colti·azione che richiama alla mente quella praticata dai
nonni`. senza elementi chimici o altri metodi lontani dalla tradizione agricola. che ben si
adatta ad un tipo di agricoltura. come quella molisana. do·e la gestione dell`azienda e. nella
maggior parte dei casi. in mano agli anziani.
In realta. proprio quest`ultimo elemento rappresenta un limite per un ulteriore s·iluppo del
biologico: il biologico. pur proponendo un tipo di agricoltura ·icina alla tradizione agricola.
e comunque una no·ita e come tale non e sempre compresa dagli anziani proprietari
agricoli che la guardano con diííidenza.

I gio·ani sono piu propensi ad a··icinarsi al biologico poiche riescono a coglierne le
possibilita di successo íuturo. ma per introdurre questo nuo·o tipo di colti·azione de·ono
superare le resistenze degli anziani che continuano a detenere la gestione dell`azienda. Il
primo ostacolo che de·ono superare i gio·ani che ·ogliono a··icinarsi all`agricoltura
biologica lo tro·ano proprio in íamiglia.

Dopo a·er con·into i íamiliari a cambiare il loro metodo di colti·azione. il gio·ane
agricoltore molisano si tro·a di íronte ad una realta quasi sconosciuta con nuo·i problemi
e nuo·i meccanismi. L` necessaria. quindi. un`assistenza tecnica a sostegno dell`agricoltore
che si a··icina al biologico per supportarlo sia nella íase di con·ersione sia nella íase
successi·a per permettergli di acquisire l`esperienza e le competenze necessarie in materia,.
L`agricoltore che decide di abbandonare l`agricoltura con·enzionale a ía·ore di
un`agricoltura a basso impatto ambientale ha bisogno di un`assistenza tecnica spalla a
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
110
spalla` per ·eriíicare e risol·ere direttamente i problemi incontrati. Ancora oggi questo tipo
di assistenza - s·olta direttamente sul campo - non e stata realizzata completamente in
Molise e l`agricoltore che decide di a··icinarsi al biologico puo tro·arsi disorientato.

Inoltre. secondo alcuni esperti del settore. l`agricoltore biologico a·rebbe bisogno di
laboratori di ricerca direttamente nelle aziende per scoprire e sperimentare direttamente e
sul campo, nuo·i metodi. La ricerca. iníatti. e un elemento íondamentale del biologico. per
incrementarne la crescita. Alcune aziende gia stanno sperimentando nuo·i prodotti
biologici che potrebbero rappresentare un ·olano di s·iluppo íuturo dell`intero comparto.
Un esempio e rappresentato dal cotone biologico che sposta l`interesse per il biologico dal
settore alimentare. do·e oggi e molto presente. al settore dell`abbigliamento o a tutti quei
settori in cui questo tipo di prodotto potra essere impiegato.

Gli imprenditori agricoli per aííermarsi nel settore biologico de·ono superare un`altro
ostacolo importante: collocare il prodotto sul mercato. Il prodotto biologico se pur molto
apprezzato e diííicile da introdurre nel mercato nazionale sia perche gli italiani sono poco
abituati a questo tipo di prodotti sia a causa del prezzo ele·ato del prodotto biologico.
Ouesto problema e ancor piu sentito dalle aziende molisane che tro·ano diííicolta nel
mercato nazionale anche con i prodotti con·enzionali. Secondo i testimoni pri·ilegiati da
noi inter·istati l`imprenditore bio` de·e cercare. quindi. i clienti íuori dal coníine
nazionale do·e il biologico e molto piu diííuso e apprezzato.

Per promuo·ere il biologico in Molise e stata appro·ata dalla Giunta Regionale l`11 marzo
2003 una proposta di legge con lo scopo di tutelare la salute dei consumatori e consentire
un`adeguata remunerazione all`atti·ita agricola compatibile con la protezione dell`ambiente
naturale e con le tradizioni della ci·ilta rurale molisana Le Liberta. 2003: p.3,. Ouesta
proposta si pone a sostegno di tutti gli ambiti del biologico: la colti·azione. la
trasíormazione. la conser·azione e la commercializzazione. Inoltre. tale proposta di legge
propone l`istituzione di un elenco regionale degli operatori dell`agricoltura biologica sia
singoli. sia associati Le Liberta. 2003,.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
111
L`aííermazione del biologico in Molise necessita di un cambiamento cultural. Un nuo·o
modo di rapportarsi con l`ambiente de·e diííondersi in ogni settore produtti·o e in ogni
ambito della regione. L`ambiente. l`economia e i rapporti sociali non sono dimensioni
distinte. ma tra loro correlate. L` il principio dello s·iluppo sostenibile. che a·remo modo
di commentare piu a·anti.

Iníine. per comprendere a pieno la situazione del biologico in Molise e importante
illustrare due esperienze importanti in questo settore con cui sono ·enuti a contatto i
ricercatori durante la íase di ricerca sul campo.

La prima esperienza di successo nel settore bio e quella dell`Azienda Agricola Biodinamica
Agrituristica di Augusto Desiderio situata nel Basso Molise nella zona dell`agro di
Portocannone.
1ale azienda. sul territorio regionale da oltre 50 anni. ha oggi un`estensione di circa 200
ettari. la maggior parte dei quali colti·ati a ortoírutta.
La strada ·erso il biologico e iniziata nei primi anni 80 quando. situata l`azienda
nell`ubicazione attuale. il suo íondatore lla·io Desiderio si e lasciato aííascinare
dall`agricoltura biodinamica. Ouando lla·io Desiderio senti parlare di colti·azione
biodinamica non gli sembro molto di·ersa dal tipo di colti·azione che íace·ano i suoi
genitori o i suoi nonni e decise di introdurlo nell`azienda.
Alla base di tale scelta. come sottolinea il testimone pri·ilegiato da noi inter·istato. c`e
soprattutto la ·oglia di e·ol·ersi e di migliorare. Ouesti sono i presupposti necessari per
allontanarsi dall`agricoltura con·enzionale e per a··icinarsi al biologico con buoni risultati.

Oggi questa e un`azienda di successo nel settore grazie alle scelte dell`imprenditore e della
sua íamiglia. L`imprenditore e la sua íamiglia hanno saputo cogliere íin dall`inizio della loro
atti·ita nel biologico la necessita di puntare soprattutto sul mercato estero che assorbe
attualmente il 90° della produzione agricola. L`azienda ha iniziato ad esportare in
Germania síruttandone la ·ocazione per il biodinamico e in seguito. dopo i primi successi.
hanno ·enduto anche in altri Paesi europei. íra cui Olanda. Inghilterra. lrancia. Nor·egia.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
112
L`azienda Desiderio e íortemente impegnata nell`opera di diííusione e di aííermazione del
biologico soprattutto tra i gio·ani. Nell`azienda ·engono accolti gli alunni delle scuole per
permettere loro di a·ere un primo contatto con l`agricoltura biologica e ·engono
organizzate lezioni e stage sull`argomento. Inoltre. i gio·ani agricoltori che ·ogliono
a··icinarsi al biologico si ri·olgono all`azienda Desiderio per a·ere iníormazioni sul
settore.

L`azienda rappresenta. inoltre. un punto d`incontro tra agricoltori biologici per scambiarsi
iníormazioni ed esperienze oltre ad ospitare la sede regionale dell`Associazione Agricoltura
Biodinamica.
Oueste atti·ita hanno permesso ad Augusto Desiderio e a sua moglie Giuseppina di
ottenere un riconoscimento dall`Accademia del liorino di Prato per a·er sensibilizzato i
gio·ani ·erso il biologico e. piu in generale. ·erso tutto il settore agricolo.

Un`altra esperienza interessante nel settore biologico e quella dell`azienda BioSapori.
cooperati·a di trasíormazione e di produzione gestita gio·ani donne che dopo la laurea
non hanno abbandonato la regione ma hanno cercato di tro·are il modo di íar conoscere le
specialita agro-alimentari della zona.

La scelta del biologico. ci dice una delle socie della cooperati·a. e stata una scelta di ·ita`.
1ale scelta si esprime nel desiderio di realizzare prodotti di qualita. di promuo·ere il
territorio regionale anche nelle altre regioni.
Oggi la BioSapori ·ende i suoi prodotti con successo non solo in Molise ma anche in altre
regioni italiane. come il Piemonte. il Lazio e il 1rentino. L` riuscita a diííondere in Italia i
prodotti tipici della tradizione molisana oltre che a proporre con successo nuo·e
sperimentazioni come i germogli d`aglio sott`olio o la coníettura di perocotogno. Ora la
BioSapori si propone di creare una societa per la commercializzazione del prodotto e di
aprire un punto ·endita in Abruzzo.

(ome l`azienda agricola Desiderio. anche la BioSapori s·olge un ruolo importante nella
diííusione della conoscenza del biologico organizzando ·isite guidate per le scuole do·e gli
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
113
alunni possono a·ere un contatto diretto con il prodotto biologico. seguirne il processo di
la·orazione e anche assaggiarlo.

La BioSapori. oltre a rappresentare un esempio di successo del biologico in Molise. ha due
particolarita che la rendono particolarmente interessante.
La prima riguarda la partecipazione íemminile. L` un`azienda con tutte donne in posizioni
apicali. La testimone pri·ilegiata da noi inter·istata e·idenzia come questo elemento. unito
alla gio·ane eta. costituisca spesso un limite in Molise do·e e ancora molto íorte una
·isione tradizionale del ruolo della donna. La Biosapori e riuscita a trasíormare questo
limite` in un`opportunita. La testimone pri·ilegiata da noi inter·istata sottolinea
l`importanza del íare` íemminile. della cura. delle attenzioni e della sensibilita che ·iene
utilizzata nel preparare i prodotti della natura: legame speciale`. che riescono ad a·ere
soprattutto le donne.

La BioSapori rappresenta. inoltre. un esempio di cooperazione di successo.
Ouest`azienda nasce nell`ambito di un percorso íormati·o promosso dalla Regione Molise.
dalla (onícooperati·e Molise. dalla (oníederazione trentina nell`ambito del progetto
P.A.(.1.O. (ooperati·o

. Ouesto progetto. realizzato dalla pro·incia Autonoma di 1rento
al íine di ía·orire lo s·iluppo di rapporti di cooperazione tras·ersale con la (alabria e il
Molise e per estendere in queste zone il modello di distretto cooperati·o trentino. e stato
determinante nella nascita e nello s·iluppo della BioSapori.
Una delle gio·ani imprenditrici della Biosapori. durante lo stage in 1rentino realizzato al
termine dei corsi di íormazione al íine di íormare "animatori territoriali di cooperazione" e
soci di piccole imprese cooperati·e. ha acquisito una preparazione teorica-pratica che ha
saputo riadattare con successo alla realta molisana.

2.2 L'industria

Nel Molise non e presente una ·era cultura industriale. Siamo molto lontani - e non solo
geograíicamente - dalle grandi imprese del Nord Italia.


Progetto Azione (rescita 1erritorio Obietti·o (ooperati·o
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
114
Il Molise e piuttosto caratterizzato dalla presenza di medie e soprattutto, piccole aziende.
che utilizzano in pre·alenza metodi artigianali di produzione.
Le grandi industrie non solo sono poche. ma in molti si chiedono quanto esse siano
realmente compatibili con l`ambiente naturale del Molise. soprattutto se ci riíeriamo a
quelle a maggior rischio di impatto ambientale.

Le dimensioni ridotte del territorio e le criticita delle inírastrutture non rendono il Molise
un a regione che attira l`interesse delle grandi industrie nazionali ed internazionali. Una
delle eccezioni e rappresentata dalla liat che ha creato. negli anni 80. un suo stabilimento
nella zona di 1ermoli. liat Powertrain. che ha dato la·oro a numerosi molisani. La crisi
della liat ha coin·olto questo stabilimento e tutto il suo indotto nella regione dando ·ita
ad un processo di deterioramento dell`intero comparto metalmeccanico molisano. poiche
l`indotto della liat in Molise e molto ampio.

L`industria tessile molisana ha risentito del íallimento della Pantrem anche se presenta
alcuni esempi di successo come l`I11ILRRL. azienda del gruppo I1 lolding.
Ouest`azienda e riuscita a conquistare il mercato sia nazionale sia estero attra·erso ·ari
marchi. Il successo di questa azienda. pero. non e stato sentito particolarmente
dall`industria molisana perche la maggior parte dell`indotto e íuori regione.

L`industria edile e concentrata pre·alentemente sull`edilizia residenziale e risente della
mancanza di commesse pubbliche.

La precaria situazione dell`industria molisana e stata aggra·ata all`inizio del 2003
dall`allu·ione che si e abbattuto sulla regione. L`industria e stata íortemente colpita da
questo íenomeno ambientale poiche l`area interessata dall`allu·ione e stata quella di
1ermoli. importante polo-industriale della regione.

Oggi l`industria non oííre molte possibilita la·orati·e soprattutto a quelle categorie che
sono considerate le piu deboli nel mercato del la·oro regionale.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
115
La crisi di alcune industrie presenti sul territorio regionale ha spinto molte persone -
spesso oltre i 40 anni - alla ricerca di un nuo·o la·oro. Ouesta categoria di persone.
tro·atasi all`impro··iso senza la·oro. incontra molte diííicolta nel tro·arne uno nuo·o nel
settore industriale poiche. nella maggior parte dei casi. non risponde alle esigenze
dell`industria attuale. Le persone disoccupate che si collocano in questa íascia di eta hanno.
in genere. una bassa specializzazione e un basso li·ello di istruzione.

I gio·ani. considerando la scarsa oííerta la·orati·a dell`industria molisana in questo
momento. preíeriscono tro·are la·oro altro·e.

Le donne non hanno ampio spazio nell`industria soprattutto a li·elli dirigenziali. anche se il
íenomeno e poco conosciuto.

Se pensiamo ad una prospetti·a di s·iluppo íuturo dell`industria molisana e necessario
tener presente le peculiarita dell`industria regionale. Il Molise. iníatti.non dispone delle
caratteristiche necessarie per la crescita e l`aííermazione dell`industria pesante. Di·ersi
osser·atori ritengono che le politiche pubbliche do·rebbero sostenere soprattutto la PMI.
che caratterizza il tessuto economico-sociale del Molise.

2.3 Il terziario

Negli ultimi anni e aumentata la richiesta di ser·izi a·anzati con un alto li·ello di
specializzazione. Ouesta tendenza ha condizionato anche il Molise do·e il terziario
a·anzato ha raggiunto un maggiore s·iluppo proprio negli ultimi anni.

La maggior parte delle aziende del terziario a·anzato presenti sul territorio regionale sono
di ridotte dimensioni e di gio·ane eta. In queste aziende la·orano persone pre·alentemente
tra i 30 e 40 anni con un li·ello di istruzione medio alto lranco. 2001,.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
116
Una caratteristica del terziario a·anzato e la necessita di risorse umane con una íorte
qualiíicazione proíessionale. Le opportunita la·orati·e oííerte da questo settore. quindi.
sono indipendenti dalla ·ariabile eta o di genere.
Dalle inter·iste che abbiamo eííettuato e emerso che il terziario potrebbe rappresentare un
settore importante per l`occupazione delle íasce deboli del mercato del la·oro donne.
gio·ani. o·er 40,.
Nel settore terziario. iníatti. non sono presenti quei problemi che - ad esempio -
caratterizzano il settore agricolo e che tendono ad emarginare i gio·ani e tener íuori dalle
posizioni apicali le donne. Neanche soííre dei problemi che caratterizzano l`industria e che
abbiamo gia elencato,. Piuttosto il problema. allora. di·enta quello legato alle qualiíiche e
alle capacita proíessionali degli appartenenti a quei gruppi deboli` che abbiamo citato: qui
e e·idente. in tutta la sua importanza. il ruolo della íormazione. della íormazione continua
e dei programmi di sostegno alla riqualiíica proíessionale.

Nell`ambito del terziario a·anzato il comparto che presenta maggiore potenzialita di
s·iluppo íuturo nel Molise e quello iníormatico. Il comparto iníormatico non utilizza le
inírastrutture tradizionali. che in regione appaiono critiche. per la commercializzazione.
Inoltre. questo e un settore - almeno in parte - slegato dal territorio. dunque e meno
condizionato dai problemi del mercato locale. Puntare sul comparto iníormatico potrebbe
permettere al Molise di ottenere una maggiore ·isibilita oltre a ía·orire il rilancio dell`intero
settore terziario regionale superando i limiti piu e·identi della regione come quelli
inírastrutturali.

Un esempio di azienda di successo nel settore iníormatico presente sul territorio molisano
e l`Italvweb. un`azienda che oííre ser·izi
28
di ·aria natura che riguardano il mondo di
internet. Il cuore dell`azienda Italvweb e a Venaíro. ma grazie ad una íitta rete di
íranchising. s·iluppatasi nel corso degli anni. oggi e presente su tutto il territorio nazionale
con una gran numero di agenzie www.italvwebspa.it,.

28
Sviluppo siti web, sviluppo portali, soluzioni per l’E-commerce, web marketing, servizi di hosting e
registrazione domini.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
117
Nel 2000 la crescita dell`Italvweb e stata ía·orita dall`arri·o nell`azienda di un gio·ane
ingegnere americano che a soli 24 anni. laureatosi a tempo di record in ingegneria all'"
ív.titvte ot )ecvotogy" di New \ork. si e specializzato in Scienza del (omputer ed ha
contribuito al lancio di una prestigiosa "ívtervet Covpavy" negli Stati Uniti
www.piazzaregione.it,. Oggi l`Italvweb e in íase di espansione.

2.4 Il turismo

Il turismo e uno dei settori del Molise su cui e opportuno in·estire per ía·orire lo s·iluppo
íuturo dell`intera regione: la sua crescita potrebbe. iníatti. produrre eííetti positi·i in ogni
settore produtti·o del Molise.

lino ad ora il turismo non ha raggiunto un adeguato s·iluppo a causa della scarsa ·isibilita
della regione ed anche delle carenze nelle inírastrutture. Il turista italiano o straniero non
conosce bene le oííerte turistiche del territorio molisano e preíerisce scegliere altre mete
turistiche. Inoltre. molte delle strutture turistiche molisane non sono concorrenziali con
quelle delle altre regioni italiane ne per quantita ne per qualita dei ser·izi oííerti.

Sono numerose le bellezze paesaggistiche e storico culturali oííerte dal Molise. ma sono
quasi tutte sconosciute oltre i coníini regionali poiche e carente l`atti·ita di promozione.
1ale situazione accentua la chiusura dei molisani ·erso l`esterno e l`isolamento della
regione.

In Molise possiamo incontrare alcuni siti archeologici di note·ole importanza ma
scarsamente conosciuti a li·ello nazionale e internazionale come quello di Altilia. nella zona
del Matese. do·e si tro·a·a la citta romana di Seapinum. costruita sulle ro·ine di un
insediamento sannitico del IV. V secolo a.c.. e quello di Pietrabbondante do·e si tro·a un
complesso architettonico realizzato dai Sanniti.

Sul territorio regionale si possono incontrare alcune aree protette di note·ole bellezza.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
118
L` Oasi Lipu di (asacalenda e la prima Oasi naturalistica del Molise. istituita nei primi anni
90 quando il (omune di (asacalenda. destino il bosco ad area protetta. Ouesta oasi
naturale. che occupa i due terzi del Bosco (asale. e caratterizzata da distese di cerri e íaggi
attorniati da Biancospino e Rosa canina e circondati da sentieri abbelliti dalle bacche del
(orniolo e dai íiori bianchi del Prugnolo. dal Giglio rosso e dalla Ginestra. Il territorio
dell`Oasi naturale di (asacalenda ospita 110 specie di uccelli tra cui la Poiana. lo Spar·iere.
il Pettirosso. la Gazza e il Picchio Verde www.lipu.it´oasi´oasi_35_casacalenda.htm,.
L`Oasi \l di Guardiaregia. situata sul ·ersante orientale del Matese. e caratterizzata da
due ambienti naturali con peculiarita diííerenti: il Monte Mutria e le Gole del torrente
Ouirino. L`area. che ha un`estensione molto ·asta. circa 1056 ettari. ha íorti ·ariazioni
altimetriche che permettono di incontrare nell`Oasi un ·egetazione ·aria. si passa. iníatti.
dalla ·egetazione tipica della macchia mediterranea nella zona delle Gole alla ·egetazione
appenninica nella zona di montagna. 1ra gli animali presenti nell`Oasi ricordiamo il gatto
sel·atico. lo scoiattolo. il lupo e la salamandrina dagli occhiali. simbolo dell`oasi.

Negli anni 90 cinque comuni delle Mainarde Rocchetta al Volturno. lilignano. Pizzone.
Scapoli e (astel S. Vincenzo, sono stati annessi al Parco Nazionale d`Abruzzo che oggi
·iene chiamato Parco Nazionale di Abruzzo. Lazio. Molise. lino ad ora il turismo del
parco si e concentrato pre·alentemente nell`area abruzzese poiche i molisani non sono
riusciti a síruttare questa opportunita in modo adeguato. Il Parco potrebbe rappresentare
un íorte richiamo per tutti quelli che cercano un turismo a contatto con la natura. un tipo
di turismo che non e solo esti·o o in·ernale ma che interessa tutta l`anno (onsiglio
Regionale Unipol Molise. 2003a,.

Anche la zona di 1ermoli non e stata adeguatamente síruttata dai molisani a scopo
turistico. Ouesta zona ha ottenuto per anni la Bandiera Blu a testimonianza della purezza
del mare che bagna le sue coste ma questo non ha contribuito a richiamare un gran numero
di turisti. In altre zone d`Italia la Bandiera Blu ha permesso di incenti·are note·olmente il
turismo esti·o ma questo non e accaduto in Molise. Secondo di·ersi osser·atori. ad
aggra·are la situazione ha contribuito il contrasto che regna nella zona di 1ermoli do·e
·icino al mare pulito si tro·a il piu grande polo industriale della regione: il turista attratto
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
119
nella zona dalla purezza del mare si tro·erebbe - dunque - a do·er con·i·ere con le
industrie.
La zona di 1ermoli si tro·a a poca distanza dalle coste della (roazia do·e negli ultimi anni
e note·olmente aumentato il turismo. Secondo gli esperti del settore. 1ermoli potrebbe
síruttare il turismo ·erso questa zona incenti·ando i collegamenti portuali con la (roazia.

La ·isibilita delle localita sciistiche molisane non appare migliore. Oualche anno ía ci sono
stati i campionati mondiali di sci da íondo in Molise ma l`e·ento. che non e stato
adeguatamente pubblicizzato. non e riuscito ad attrarre un numero cospicuo di turisti.
Inoltre le strutture sciistiche oííerte dal ·icino Abruzzo sono note·olmente superiori a
quelle di (apracotta e (ampitello Matese do·e non e neanche pre·isto l`utilizzo di ne·e
artiíiciale in caso di necessita.

La scarsa ·isibilita e l`isolamento del Molise non de·e essere considerato solo come un
dato negati·o per il turismo. In realta proprio questa condizione ha contribuito a
preser·are l`ambiente incontaminato. Se adeguatamente síruttato questo elemento
potrebbe rappresentare il ·olano di s·iluppo di tutto il settore turistico.
Il turismo in Molise non de·e essere considerato come un settore a se: il suo s·iluppo
do·rebbe coin·olgere l`ambiente. le bellezze paesaggistiche ed anche il settore
agroalimentare. che ha una note·ole importanza in regione. Il Molise e il luogo ideale.
iníatti. per un turismo ambientale ed enogastronomico. Il turista che sceglie il Molise come
meta per le proprie ·acanze non e una persona che ricerca il grande albergo o il ·illaggio
turistico ma e un turista che preíerisce l`agriturismo o il turismo rurale che - a contatto con
la natura - ha il piacere di gustare i numerosi prodotti tipici della regione. L`agriturismo.
pero. non riesce ancora a produrre un eííetti·o guadagno: íino ad ora e riuscito a
sopra··i·ere grazie alla ristorazione e all`atti·ita agricola. L` necessario promuo·ere
l`agriturismo molisano sia in Italia sia all`estero e migliorare le strutture agrituristiche
presenti in regione. Le strutture agrituristiche regionali. iníatti. in alcuni casi sono carenti
sotto l`aspetto qualitati·o e non síruttano in modo adeguato le bellezze oííerte dal
paesaggio regionale. La rigida regolamentazione. inoltre. ostacola l`ampliamento delle
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
120
aziende agrituristiche e ne limita la ·arieta dei prodotti consumati poiche la maggior parte
dei prodotti ·enduti o cucinati nell`agriturismo de·ono essere prodotti nell`azienda.

Iníine e importante ricordare che oggi. grazie ad internet. la conoscenza delle bellezze
oííerte dal territorio molisano e íacilmente accessibile: na·igando in internet molti turisti
possono scoprire i suoi prodotti tipici. le sue bellezze paesaggistiche e tutto quello che la
regione puo oíírire. 1ra questi siti e importante menzionare:
www.turismomolise.com:
www.traccedelpiacere.it:
www.parchiletterari.com´jo·ine´index.html:
www.pagus.it
La presenza di siti web sul Molise non signiíica. pero. che i problemi di ·isibilita siano
superati.



Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
121
3. LL RICLRCHL DI S1UDIONL1 L DLL CLN1RO PLR L'IMPILGO DI
CAMPOBASSO SULLL IMPRLSL MOLISANL: CARA11LRIS1ICHL
DLL CAMPIONL, IIGURL PROILSSIONALI, COMPL1LNZL L
LAVORO

In questo paragraío presentiamo due ricerche - condotte dalla Studionet s.r.l. e dal (entro
per l`Impiego di (ampobasso - centrate sul íabbisogno di proíessionalita e sulle
competenze necessarie alle imprese.
Accanto a questi due temi sono state anche indagate altre caratteristiche d`impresa. che
descri·eremo in seguito.

+ La ricerca di Studionet

La ricerca Studionet e stata realizzata attra·erso la somministrazione di un questionario ad
un campione di aziende molisane. nel periodo marzo - giugno 2003
29
.
I ricercatori hanno lasciato alle aziende la scelta di quale íosse la íigura piu adatta e con la
maggiore esperienza per rispondere al questionario. Si e ritenuto. cioe. piu importante
ottenere il massimo di ritorno dei questionari e di iníormazioni, piuttosto che raggiungere
sempre íigure apicali all`organizzazione. Si consideri che nella realta socio-economica del
Molise ed in molte aziende di piccole o medi dimensioni, esistono delle íigure
intermedie` che hanno tutta l`esperienza necessaria per rispondere in modo qualiíicato
alle di·erse domande che abbiamo posto.

lanno compilato il questionario soprattutto impiegati 43°, e direttori o responsabili
dell`impresa 31.4°, íigura 18,.







29
V. allegato A
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
122


íigvra ]º - Ruolo dell`inter·istato

4,3%
1,4%
1,4%
42,9%
4,3%
31,4%
14,3%
Non risponde
Responsabile qualità
Tecnico
Impiegato
Presidente
Direttore/Responsab.
Imprenditore



La íorma giuridica delle aziende del campione e soprattutto la s.r.l 35.¯°, tabella 11,.

)abetta ]] ÷ lorma giuridica
13 18,6 18,6 18,6
25 35,7 35,7 54,3
9 12,9 12,9 67,1
11 15,7 15,7 82,9
11 15,7 15,7 98,6
1 1,4 1,4 100,0
70 100,0 100,0
S.p.a.
S.r.l.
Cooperativa
S.n.c.
Altre forme societarie
Non risponde
Totale
Validi
Frequenza Percentuale
Percentuale
valida
Percentuale
cumulata


Il ¯0° di queste aziende ha sede legale nella Pro·incia di (ampobasso. il 25.¯° nella
Pro·incia di Isernia e il restante 4.3° íuori del Molise.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
123
Le sedi produtti·e sono localizzate in maggioranza nella pro·incia di (ampobasso. Alcune
aziende. poi. hanno anche sedi produtti·e all`estero.

íigvra ]· - Localizzazione delle sedi produtti·e °,
0
10
20
30
40
50
60
70
80
Campobasso Isernia Fuori della Regione

Il totale e superiore a 100 perché erano possibili piu risposte

Le aziende del campione sono state costituite a partire dal 1950. La distribuzione
percentuale si puo íacilmente osser·are nella íigura seguente.

íigvra 20 - Periodo di costituzione delle aziende

26,5%
20,6%
23,5%
8,8%
4,4%
16,2%
Anni '90
Anni '80
Anni '70
Anni '60
Anni '50
Anni '00

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
124

Una ampia maggioranza e costituita da imprese con non piu di 10 titolari´soci íigura 21,.

íigvra 2] - Numero di titolari o soci classi,
5,9%
4,4%
89,7%
101 e oltre
11-50
Fino a 10


Il numero di addetti. sempre nelle imprese del campione. e in ampia maggioranza entro i
50 80°,. Il 34.3° íino a 50 addetti. il 45.¯° íra gli 11 e i 50 addetti.

íigvra 22 - Numero di addetti classi,
2,9%
4,3%
5,7%
7,1%
45,7%
34,3%
501 e oltre
201-500
101-200
51-100
11-50
Fino a 10

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
125


La distribuzione secondo i settori e rappresentata nella íigura 23. I piu rappresentati sono
l`industria 3¯°, e l`agricoltura´agro-alimentare 34°,.

íigvra 2² ÷ Settori ·.a. ´ °,
1 / 1%
1 / 1%
3 / 4%
10 / 14%
5 / 7%
26 / 37%
24 / 34%
Altro
Pesca
Artigianato
Servizi/Terz.
Turismo
Industria
Agricolt/agroal.



La localizzazione del mercato delle imprese e raííigurato qui di seguito íig.24,. Sull`asse
delle ascisse abbiamo le írequenze. o··erosia il numero delle imprese: sull`asse delle
ordinante abbiamo il ·alore percentuale del mercato delle imprese.






Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
126

íigvra 21 - Localizzazione del mercato a cui si ri·olgono le imprese
L
o
c
a
l
i
z
z
a
z
i
o
n
e

m
e
r
c
a
t
o
:

%

M
o
l
i
s
e
1
2
5
6
10
15
20
25
30
40
50
60
65
70
80
90
95
Frequenza
10 8 6 4 2 0


L
o
c
a
l
i
z
z
a
z
i
o
n
e

m
e
r
c
a
t
o
:

%

a
l
t
r
e

r
e
g
i
o
n
i

i
t
a
l
i
a
n
e 4
5
8
10
18
20
25
30
35
40
45
50
60
70
72
75
79
80
90
95
Frequenza
10 8 6 4 2 0


L
o
c
a
l
i
z
z
a
z
i
o
n
e

m
e
r
c
a
t
o
:

%

U
.
E
.
1
2
3
4
5
10
13
15
18
20
25
30
50
90
Frequenza
7 6 5 4 3 2 1 0


L
o
c
a
l
i
z
z
a
z
i
o
n
e

m
e
r
c
a
t
o
:

%

r
e
s
t
o

d
e
l

m
o
n
d
o
1
2
5
10
11
15
28
30
35
40
45
70
Frequenza
6 5 4 3 2 1 0





Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
127
L`andamento del íatturato negli ultimi tre anni. nelle imprese del campione. e stabile in
aumento nel 42.6° dei casi e stabile nel 45.6° dei casi per il restante 11.8° e in calo,.

íigvra 2: - Andamento del íatturato negli ultimi tre anni

N=68
42,6%
45,6%
11,8%
In aumento
Stabile
In calo


Se guardiamo all`andamento del íatturato secondo i settori íigura 26,. possiamo notare
che: per l`agricoltura´agroalimentare e soprattutto stabile 45°, e in aumento 40°,: per la
maggioranza relati·a delle imprese del settore industria e in calo 42°,. cosi come per il
turismo 48°,: per oltre la meta delle imprese artigianali 65°, e stabile e per le restanti e
in aumento 35°,: per la pesca e stabile.








Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
128
ligura 26 - Andamento del íatturato negli ultimi tre anni secondo i settori
Settore
Altro
Pesca
Artigianato
Servizi/Terz.
Turismo
Industria
Agricolt/agroal.
P
e
r
c
e
n
t
u
a
l
e
100
90
80
70
60
50
40
30
20
10
0
Fatturato
In aumento
Stabile
In calo
35 56 27 26 40 100
65
15
25
32
45
100
29
48
42
15



Le competenze

Nella tabella 12 sono elencati. in ordine di rile·anza. le competenze che il campione ha
indicato come particolarmente importanti per la propria impresa.
(ome si puo osser·are la competenza piu importante e legata all`uso del computer e dei
programmi soítware. Ouesto dato potrebbe apparire quasi o··io. in realta riílette una
esigenza reale di tutte le aziende. indipendentemente dalla loro collocazione settoriale: sia
iníatti che si la·ori in agricoltura. nell`industria o nei ser·izi. il computer e oggi uno
strumento spesso indispensabile. Non si de·e pensare ad un utilizzo soíisticato` del
computer: anche la non conoscenza di un semplice programma di ·ideoscrittura o la non
capacita di gestione di un íoglio elettronico puo costituire un serio ostacolo all`assunzione.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
129
1abella 12 ÷ Oggi nella mia impresa sono particolarmente importanti le seguenti
competenze. - graduatoria

(omputer usare il computer e i programmi soítware, 85.¯
Saper organizzare il la·oro 82.9
(apacita di interagire con i clienti ´ promuo·ere l`immagine dell`azienda
all`esterno ¯¯.1
Saper la·orare in gruppo ¯4.3
Saper comunicare chiaramente con gli altri ¯4.3
Saper aíírontare e risol·ere problemi nuo·i ¯4.3
Amare il proprio la·oro. la·orando con gusto ¯0.0
Gestire bene la ·ariabile "tempo" 6¯.1
Saper eseguire scrupolosamente i compiti 64.3
(apacita di negoziazione e mediazione 62.9
A·ere capacita di apprendere la·orando. 62.9
(onoscere bene i propri punti di íorza e debolezza 62.9
Stabilire rapporti di íiducia e stima 61.4
Lssere competiti·i 61.4
Lssere ílessibili 61.4
(onoscenze di economia 5¯.1
Saper essere autonomi sul la·oro 5¯.1
(apacita di identiíicare responsabilita. atti·ita. compiti 52.9
(onoscenze giuridiche´amministrati·e 50.0
Resistere allo stress 45.¯
(apacita di relazioni con organizzazioni "terze" sindacati. íornitori. pubblica
amm.. altre imprese. ecc., 44.3
Parlare lingue straniere 42.9
Saper sacriíicare le esigenze della propria mansione. 38.6
Saper prendere decisioni con iníormazioni limitate 30.0
Usare il proprio potere gerarchico, 21.4
(apacita di coin·olgimento , 2.9
Lssere aperti all'inno·azione , 2.9
(ultura manageriale , 1.4
Saper applicare in pratica il proprio sapere , 1.4
(onoscenze aziendali tras·ersali , 1.4
Il totale e di·erso da 100 perché erano possibili piu risposte
, Oueste competenze non erano comprese nell`elenco proposto nel questionario: sono
state dunque aggiunte dagli inter·isti. (io spiega anche la bassa percentuale.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
130
L`importante della competenza iníormatica si scontra inoltre con la carenza del nostro
Paese su questo tema: dichiara il ministro dell'Inno·azione tecnologica Stanca
30
: in Italia
due terzi della popolazione soííre di analíabetismo iníormatico. Una situazione
insostenibile che ·a aíírontata al piu presto`. Una situazione di arretratezza che rispecchia
l`andamento complessi·o del nostro Paese nel campo delle tecnologie iníormatiche: in
questo campo l`Italia e iníatti agli ultimi posti in Luropa per spesa in percentuale del PIL.
íigura 2¯,.


íigvra 2¨ ÷ Spesa in tecnologia iníormatica in percentuale del PIL. 1992-2001
4,97
4,40
4,44
4,03
3,55
3,41
2,30
3,14
2,02
1,71
0,96
5,57
1,58
3,76
0,00
1,00
2,00
3,00
4,00
5,00
6,00
S
v
e
z
i
a
R
e
g
n
o

U
n
i
t
o
O
l
a
n
d
a
D
a
n
i
m
a
r
c
a
F
r
a
n
c
i
a
B
e
l
g
i
o
F
i
n
l
a
n
d
i
a
G
e
r
m
a
n
i
a
I
r
l
a
n
d
a
A
u
s
t
r
i
a
P
o
r
t
o
g
a
l
l
o
I
t
a
l
i
a
S
p
a
g
n
a
G
r
e
c
i
a

lonte: ns. elaborazione su dati O(SL in (entro Studi del Ministro per l`Inno·azione e le
1ecnologie. Rapporto inno·azione e tecnologie digitali in Italia`


Altre capacita importanti sono il saper organizzare il la·oro`. la capacita di interagire con
i clienti ´ promuo·ere l`immagine dell`azienda all`esterno`. il saper la·orare in gruppo` e il
saper comunicare chiaramente con gli altri`: tutte competenze relazionali e organizzati·e
- centrate sull`azienda - sui rapporti interni ed esterni ·erso i clienti`. Puo stupire. in·ece.
che le imprese indichino come per loro attualmente meno importanti. lo a·ere capacita di

30
Notizia Ansa, Roma - 9 ottobre 2003
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
131
relazioni con organizzazioni terze` sindacati. íornitori. pubblica amministrazione. altre
imprese. ecc.,`: in realta questo riílette l`attuale situazione della maggioranza delle imprese
molisane e della cultura imprenditoriale locale. poco abituata ai rapporti cooperati·i.
La tabella 13 riporta le stesse competenze - cosi come oggi sono importanti nelle imprese
- secondo i settori produtti·i.




Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
132
1abella 13´a Le competenze piu importanti secondo i settori produtti·i
13 54,2% 11 45,8% 21 87,5% 3 12,5% 1 4,2% 23 95,8%
10 38,5% 16 61,5% 22 84,6% 4 15,4% 26 100,0%
2 40,0% 3 60,0% 4 80,0% 1 20,0% 5 100,0%
4 40,0% 6 60,0% 8 80,0% 2 20,0% 10 100,0%
3 100,0% 3 100,0% 3 100,0%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
Agricolt/agroal.
Industria
Turismo
Servizi/Terz.
Artigianato
Pesca
Altro
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Parlare lingue straniere (sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Computer (sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Avere cultura manageriale (sì/no)


1abella 13´b Le competenze piu importanti secondo i settori produtti·i
15 62,5% 9 37,5% 10 41,7% 14 58,3% 1 4,2% 23 95,8%
15 57,7% 11 42,3% 14 53,8% 12 46,2% 1 3,8% 25 96,2%
2 40,0% 3 60,0% 2 40,0% 3 60,0% 5 100,0%
5 50,0% 5 50,0% 6 60,0% 4 40,0% 10 100,0%
1 33,3% 2 66,7% 2 66,7% 1 33,3% 3 100,0%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
Agricolt/agroal.
Industria
Turismo
Servizi/Terz.
Artigianato
Pesca
Altro
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Avere conoscenze di economia (sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Avere conoscenze giuridiche/amministrative
(sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Avere capacità di coinvolgimento (sì/no)






Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
133

1abella 13´c Le competenze piu importanti secondo i settori produtti·i
17 70,8% 7 29,2% 16 66,7% 8 33,3% 18 75,0% 6 25,0%
18 69,2% 8 30,8% 15 57,7% 11 42,3% 17 65,4% 9 34,6%
4 80,0% 1 20,0% 5 100,0% 5 100,0%
8 80,0% 2 20,0% 5 50,0% 5 50,0% 8 80,0% 2 20,0%
3 100,0% 2 66,7% 1 33,3% 2 66,7% 1 33,3%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
Agricolt/agroal.
Industria
Turismo
Servizi/Terz.
Artigianato
Pesca
Altro
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Saper lavorare in gruppo (sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Avere capacità di negoziazione e mediazione
(sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Saper comunicare chiaramente (sì/no)


1abella 13´d Le competenze piu importanti secondo i settori produtti·i
13 54,2% 11 20 83,3% 4 16,7% 14 58,3% 10
15 57,7% 11 16 61,5% 10 38,5% 11 42,3% 15
4 80,0% 1 5 100,0% 4 80,0% 1
8 80,0% 2 8 80,0% 2 20,0% 8 80,0% 2
1 33,3% 2 2 66,7% 1 33,3% 2 66,7% 1
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
1 100,0% 1 100% 1
Agricolt/agroal.
Industria
Turismo
Servizi/Terz.
Artigianato
Pesca
Altro
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio
Non scelto
Stabilire rapporti di fiducia e stima
(sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conte
ggio
%
riga
Non scelto
Saper affrontare e risolvere problemi
nuovi (sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio
Non scelto
Saper essere autonomi sul lavoro
(sì/no)


Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
134

1abella 13´e Le competenze piu importanti secondo i settori produtti·i
13 54,2% 11 45,8% 2 8,3% 22 91,7% 15 62,5% 9 37,5%
11 42,3% 15 57,7% 26 100,0% 15 57,7% 11 42,3%
4 80,0% 1 20,0% 5 100,0% 4 80,0% 1 20,0%
5 50,0% 5 50,0% 10 100,0% 8 80,0% 2 20,0%
2 66,7% 1 33,3% 3 100,0% 2 66,7% 1 33,3%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
Agricolt/agroal.
Industria
Turismo
Servizi/Terz.
Artigianato
Pesca
Altro
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Avere la capacità di identificare responsabilità,
attività e compiti (sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Essere aperti all'innovazione (sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Saper eseguire scrupolosamente i compiti (sì/no)


1abella 13´í Le competenze piu importanti secondo i settori produtti·i
20 83,3% 4 16,7% 11 45,8% 13 54,2% 15 62,5% 9 37,5%
20 76,9% 6 23,1% 9 34,6% 17 65,4% 15 57,7% 11 42,3%
4 80,0% 1 20,0% 4 80,0% 1 20,0% 2 40,0% 3 60,0%
9 90,0% 1 10,0% 6 60,0% 4 40,0% 7 70,0% 3 30,0%
3 100,0% 1 33,3% 2 66,7% 2 66,7% 1 33,3%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
Agricolt/agroal.
Industria
Turismo
Servizi/Terz.
Artigianato
Pesca
Altro
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Saper organizzare il lavoro (sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Resistere allo stress (sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Essere competitivi (sì/no)



Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
135
1abella 13´g Le competenze piu importanti secondo i settori produtti·i
14 58,3% 10 41,7% 15 62,5% 9 37,5% 5 20,8% 19 79,2%
13 50,0% 13 50,0% 15 57,7% 11 42,3% 6 23,1% 20 76,9%
5 100,0% 4 80,0% 1 20,0% 4 80,0% 1 20,0%
7 70,0% 3 30,0% 9 90,0% 1 10,0% 5 50,0% 5 50,0%
3 100,0% 3 100,0% 1 33,3% 2 66,7%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
Agricolt/agroal.
Industria
Turismo
Servizi/Terz.
Artigianato
Pesca
Altro
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Essere flessibili (sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Gestire bene la variabile "tempo" (sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Saper prendere decisioni con informazioni limitate
(sì/no)


1abella 13´h Le competenze piu importanti secondo i settori produtti·i
1 4,2% 23 95,8% 14 58,3% 10 41,7% 20 83,3% 4 16,7%
26 100,0% 14 53,8% 12 46,2% 17 65,4% 9 34,6%
5 100,0% 5 100,0% 5 100,0%
10 100,0% 6 60,0% 4 40,0% 8 80,0% 2 20,0%
3 100,0% 3 100,0% 2 66,7% 1 33,3%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
Agricolt/agroal.
Industria
Turismo
Servizi/Terz.
Artigianato
Pesca
Altro
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Saper applicare in pratica il proprio sapere (sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Avere capacità di apprendere lavorando e di
riutilizzare quanto appreso nel proprio lavoro
(sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Essere capaci di interagire con i clienti /
promuovere l'immagine dell'azienda all'esterno
(sì/no)



Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
136
1abella 13´i Le competenze piu importanti secondo i settori produtti·i
12 50,0% 12 50,0% 10 41,7% 14 58,3% 1 4,2% 23 95,8%
12 46,2% 14 53,8% 7 26,9% 19 73,1% 26 100,0%
1 20,0% 4 80,0% 4 80,0% 1 20,0% 5 100,0%
4 40,0% 6 60,0% 5 50,0% 5 50,0% 10 100,0%
1 33,3% 2 66,7% 1 33,3% 2 66,7% 3 100,0%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
Agricolt/agroal.
Industria
Turismo
Servizi/Terz.
Artigianato
Pesca
Altro
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Avere capacità di relazioni con organizzazioni
"terze" (sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Saper sacrificare le esigenze della propria
mansione a favore delle necessità
dell'organizzazione (sì/no)
Conteggio % riga
Scelto
Conteggio % riga
Non scelto
Avere conoscenze aziendali trasversali (sì/no)


1abella 13´l Le competenze piu importanti secondo i settori produtti·i
16 66,7% 8 33,3% 15 62,5% 9 37,5% 7 29,2% 17 70,8%
15 57,7% 11 42,3% 12 46,2% 14 53,8% 4 15,4% 22 84,6%
5 100,0% 5 100,0% 2 40,0% 3 60,0%
9 90,0% 1 10,0% 7 70,0% 3 30,0% 1 10,0% 9 90,0%
2 66,7% 1 33,3% 3 100,0% 1 33,3% 2 66,7%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
1 100,0% 1 100,0% 1 100,0%
Agricolt/agroal.
Industria
Turismo
Servizi/Terz.
Artigianato
Pesca
Altro
Conteg
gio % riga
Scelto
Conteg
gio % riga
Non scelto
Amare il proprio lavoro, lavorando con
gusto (sì/no)
Conteg
gio % riga
Scelto
Conteg
gio % riga
Non scelto
Conoscere bene i propri punti di forza e
debolezza (sì/no)
Conteg
gio % riga
Scelto
Conteg
gio % riga
Non scelto
Usare il proprio potere (gerarchico) (sì/no)


Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
137
Osser·iamo alcune particolarita: nelle imprese dell` agricoltura´agroalimentare` - oggi -
parlare lingue straniere ed a·ere relazioni con organizzazioni terze` e piu importante che
negli altri settori: nell`industria e nell`artigianato usare il proprio potere gerarchico` e poco
importante: nel turismo sono molto importanti tutte le capacita di relazione con l`esterno
31
.
il saper aíírontare e risol·ere problemi nuo·i`. la capacita di apprendere la·orando e di
riutilizzare quanto appreso nel proprio la·oro`. nonché l`amare il proprio la·oro`: per
quasi tutti gli inter·istati del settore ser·izi e terziario e importante gestire bene la ·ariabile
tempo`: nell`artigianato nessuno indica come attualmente importante nella propria impresa
il saper parlare lingue straniere`.

Nella íigura 28 sono illustrate le ipotesi di andamento dell`importanza delle competenze nei
prossimi anni
32
: usare il computer e i programmi soítware`. essere capaci di interagire
con i clienti ´ promuo·ere l`immagine dell`azienda all`esterno`. comunicare chiaramente
con gli altri` sono le piu indicate dagli inter·istati come in possibile crescita.














31
“Capacità di negoziazione e mediazione”, “Saper comunicare chiaramente con gli altri”, “Capacità di interagire
con i clienti / promuovere l’immagine dell’azienda all’esterno”.
32
Solo fra gli intervistati che hanno precedentemente indicato quella competenza come importante nella propria
azienda
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
138
íigvra 2º ÷ Ipotesi di andamento dell`importanza delle competenze nei prossimi anni ·.a.,
- solo íra gli inter·istati che hanno precedentemente indicato quella competenza come importante nella propria azienda -
0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 50
Capacità di coinvolgimento
Cultura manageriale
Saper applicare in pratica il proprio sapere
Avere conoscenze aziendali trasversali
Essere aperti all'innovazione
Usare il proprio potere (gerarchico)
Saper prendere decisioni...
Resistere allo stress
Conoscenze giuridiche e amministrative
Saper sacrificare le esigenze della propria
Avere capacità di relazioni con organizzazioni "terze"
Essere autonomi sul lavoro
Capacità di identificare responsabilità…
Conoscere bene i propri punti di forza e…
Eseguire scrupolosamente i compiti
Conoscenze di economia
Stabilire rapporti di fiducia…
Parlare lingue straniere
Essere flessibili
Gestire bene la variabile "tempo"…
Capacità di negoziazione e mediazione
Saper organizzare il lavoro
Capacità di apprendere lavorando e...
Amare il proprio lavoro…
Saper lavorare in gruppo
Essere competitivi
Affrontare e risolvere problemi nuovi
Comunicare chiaramente con gli altri
Essere capaci di interagire con i clienti...
Usare il computer...
crescita
stabile
diminuzione
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
139
Le ipotesi rispetto alle íigure proíessionali che saranno necessarie nei prossimi anni sono
in·ece riportate nella íigura 29. 1ecnici e operai specializzati. agenti di pubblicita e
rappresentanti di commercio íra le íigure che si ritiene saranno piu necessarie.
La tabella 14 descri·e lo speciíico relati·o alle ·oci tecnici´operai specializzati` e altro`.
(ome puo íacilmente osser·are. si tratta di una ampia ·arieta di íigure.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
140
íigvra 2· ÷ ligure proíessionali che saranno necessarie nei prossimi anni. secondo gli inter·istati
,

0 1 2 3 4 5 6 7 8 9
1
0
1
1
1
2
1
3
1
4
1
5
1
6
1
7
1
8
1
9
2
0
2
1
2
2
2
3
2
4
2
5
2
6
2
7
2
8
2
9
3
0
3
1
3
2
3
3
3
4
3
5
3
6
3
7
3
8
3
9
4
0
4
1
4
2
Ingegneri e tecnici chimici
Agronomi
Dirigenti/manager
Ingegneri e tecnici meccanici / metallurgici
Ingegneri e tecnici elettronici / telecomunicazioni / informatica
Responsabili amministrativi
Specialisti in lingue straniere
Biologi
Impiegati
Operai non specializzati / non specificato
Specialisti nelle pubbliche relazioni
Ingegneri - non specificato
Agenti di pubblicità/rappresentanti di commercio
Tecnici/operai specializzati
v.a. %
Il totale e di·erso da 100 perché erano possibili piu risposte
, agli inter·istati e stato chiesto di íare una ipotesi solo rispetto al proprio settore produtti·o
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
141
)abetta ]1 - ligure proíessionali che saranno necessarie nei prossimi anni. Speciíica
rispetto a 1ecnici´operai specializzati` e altro`

lrequenza lrequenza
(uochi 3 Addetti alla ristorazione 1
Lnologo 2 Autisti 1
(arpentieri 1 (amerieri 1
(asaro 1 (onduttori di linee di produzione 1
(ellisti 1 Lsperto in trade marketing 1
(ustode 1 Geriatri 1
Magazzinieri 1 Gestore di commesse 1
Periti industriali 1 Proíessionisti ivcovivg 1
Programmatori 1 Ricercatori 1
Prototipisti 1 Addetti alla ristorazione 1
Saldatori 1 Autisti 1
1ecnici edili 1 (amerieri 1
1ecnici produzione biologica 1 (onduttori di linee di produzione 1
1ecnico manutentore macchine 1 Sarte 1
1ecnico Soítware 1 Specialista dei sistemi di qualita 1
1rasíormazione alimenti 1 Specialista settore ambiente 1
\eb designer 1 Stilisti 1
Addetti ai distributori automatici 1 Addetti ai piani 1
lrigoristi 1 Addetti alla ristorazione 1
Graíici 1 (apo cantiere 1
Muratori 1 lisioterapisti 1
Programmatori 1 Kev account 1
Riparazione macchine 1 Addetti alla reception 1
Verniciatori 1 lerraioli 1






Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
142
Se ci concentriamo sui settori agricoltura´agroalimentare. industria. ser·izi´terziario
·ediamo che e:
• l`industria a ipotizzare che nel proprio settore crescera il bisogno di
tecnici´operai specializzati:
• solo il settore turistico a indicare gli specialisti di lingue straniere
• soprattutto il settore agricolo´agroalimentare quello che ipotizza. nel
proprio settore. un aumento della necessita delle íigure di agente di
pubblicita e di rappresentante di commercio. nonché di impiegati.
• solo il settore agricolo´agroalimentare ad ipotizzare. nel proprio settore. la
crescita della necessita di agronomi. biologi. ingegneri´tecnici chimici.
dirigenti´manager.
• soprattutto il settore ser·izi´terziario - dopo quello dell`industria - a
ritenere che nel proprio settore ci sara la necessita di tecnici´operai
specializzati.
• il settore ser·izi´terziario piu degli altri ad ipotizzare la crescita della
necessita. nel proprio settore. di specialisti nelle pubbliche relazioni






Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
143
íigvra 2· ÷ ligure proíessionali che saranno necessarie nei prossimi anni. secondo gli inter·istati dei settori: agricoltura´agroalimentare.
industria. ser·izi´terziario °,
,

0 2 4 6 8
1
0
1
2
1
4
1
6
1
8
2
0
2
2
2
4
2
6
2
8
3
0
3
2
3
4
3
6
3
8
4
0
4
2
4
4
4
6
4
8
5
0
Dirigenti/manager
Ingegneri e tecnici meccanici / metallurgici
Ingegneri e tecnici elettronici / telecomunicazioni / informatica
Ingegneri e tecnici chimici
Ingegneri - non specificato
Impiegati
Tecnici/operai specializzati
Responsabili amministrativi
Operai non specializzati / non specificato
Specialisti nelle pubbliche relazioni
Agenti di pubblicità/rappresentanti di commercio
Specialisti in lingue straniere
Biologi
Agronomi
Agricolt/agroal. Industria Turismo Servizi/Terz.
, agli inter·istati e stato chiesto di íare una ipotesi solo rispetto al proprio settore produtti·o
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
144
Agli inter·istati e stato chiesto anche di íare delle pre·isioni di assunzione íino all`estate
2004. Ben il 50° delle imprese del campione pensa che immettera nel proprio organico
nuo·o personale.
L`elenco delle íigure che si pensano di assumere e e·idenziato qui di seguito:

)abetta ]: ÷ Pre·isioni di assunzioni íino all`estate del 2004 - Ouali íigure proíessionali
1
1,4%
1
1,4%
2
2,9%
2
2,9%
1
1,4%
1
1,4%
5
7,1%
4
5,7%
1
1,4%
1
1,4%
5
7,1%
1
1,4%
3
4,3%
5
7,1%
7
10,0%
1
1,4%
8
11,4%
21
30,0%
2
2,9%
v.a.
%
Dirigenti/manager
v.a.
%
Ingegneri e tecnici meccanici / metallurgici
v.a.
%
Ingegneri e tecnici elettronici /
telecomunicazioni / informatica
v.a.
%
Ingegneri e tecnici chimici
v.a.
%
Ingegneri e tecnici delle costruzioni
v.a.
%
Biologi / botanici / zoologi
v.a.
%
Agronomi
v.a.
%
Specialisti gestione e controllo / problemi
finanziari / contabilità
v.a.
%
Specialisti nelle pubbliche relazioni
v.a.
%
Specialisti in lingue straniere (traduttori,
interpreti, ecc.)
v.a.
%
Segretari / archivisti
v.a.
%
Impiegati / amministrativi
v.a.
%
Altre figure di ufficio
v.a.
%
Agenti di pubblicità / rappresentanti di
commercio
v.a.
%
Addetti servizi turistici / alberghieri /
ristorazione
v.a.
%
Artigiani
v.a.
%
Operai non specializzati
v.a.
%
Operai specializzati
v.a.
%
Agricoltori e operai agricoli
Indicato


Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
145

+ La ricerca del Centro per l'impiego di Campobasso ÷ Ufficio orientamento e
consulenza ÷ 2° Settore 2° Servizio Programmazione strategica e Mercato del
lavoro

Il campione realizzato dal (entro per l`impiego e composto da imprese costituite in
maggioranza dopo gli anni Ottanta
33
. con un numero di addetti pre·alentemente medio-
basso 83.¯° con non piu di 30 dipendenti, e con un íatturato anno 2001, cosi distribuito:

)abetta ]ó ÷ latturato delle imprese in Luro,. anno 2001
íino a 50.000 ¯ 18.9
da 50.001 a 500.000 11 29.¯
da 500.001 a 1.000.000 4 10.8
da 1.000.001 a 2.500.000 3 8.1
da 2.500.001 a 5.000.000 4 10.8
da 5.000.001 a 10.000.000 1 2.¯
da 10.000.001 a 50.000.000 1 2.¯
oltre 50.000.000 - -
non risponde 6 16.2
1otale 3¯ 100.0
lonte: Progetto (ircolo del la·oro` - (entro per l`impiego di (ampobasso

Le imprese hanno incontrato diííicolta di reclutamento del personale. rispetto ad alcuni
proíili proíessionali. nel ¯3° dei casi.
Le criticita riscontrate sono e·idenziate nella tabella seguente:





33
Dal 1980 al 1989: 37.8%; dal 1990 al 1999: 37.8%.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
146

)abetta ]¨ ÷ (riticita riscontrate rispetto al reperimento di alcuni proíili proíessionali
Ouantita
"ce ne sono pochi
rispetto al
íabbisogno"
Oualita
ci sono ma non
hanno le
caratteristiche
richieste"
(ategoria Proíili
N. ° N. °

Operai generici 9 26.5 10 21.¯
Addetti al coordinamento - - 1 2.2
Operai
Magazzinieri 1 2.9 1 2.2
Subtotale operai 10 12

tecnologi alimentari 1 2.9 1 2.2
addetti contabilita' 5 14.¯ 5 10.9
impiegati di concetto 2 5.9 2 4.3
assistenti all'iníanzia 1 2.9 1 2.2
programmatori 1 2.9 2 4.3
assistenti Sociali - - 1 2.2
geometri 1 2.9 5 10.9
guide 1uristiche - - 1 2.2
Impiegati
assistenti geriatrici 1 2.9 - -
Subotale impiegati 12 18

direttori 2 5.9 3 6.5
medici - - 1 2.2
consulenti - - 1 2.2
Ouadri´dirigenti
manager - - 1 2.2
Subotale quadri´dirigenti 2 6

non risponde 10 29.4 10 21.¯

1O1ALI 34 100.0 46 100.0
lonte: Progetto (ircolo del la·oro` - (entro per l`impiego di (ampobasso


Il 59.5° delle imprese del campione pre·ede l`assunzione di personale nell`arco dei
prossimi due anni.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
147
Il 40.5° delle imprese ha pensato di ri·olgersi alle istituzioni scolastiche per ipotizzare
percorsi integrati sia didattici che íormati·i utili alla íormazione di íigure proíessionali.
Una ampia maggioranza 81°, ritiene che sarebbe interessante instaurare rapporti di
collaborazione con enti ed istituzioni scolastiche íinalizzate a questo scopo.

I ser·izi che le imprese ritengono piu interessanti sono le assunzioni incenti·ate ´
age·olate`. la riqualiíicazione e íormazione continua del personale` e la selezione del
personale` tabella 18,

)abetta ]º ÷ I ser·izi ritenuti piu interessanti ·.a. e °,
Preselezione del personale ¯ ¯°
Selezione del personale 11 11°
Assunzioni incenti·ate ´ age·olate 28 29°
Stage 6 6°
Inter·enti in caso di procedure di licenziamento colletti·o ´
outplacement
-
-
Inter·enti per l'inserimento ´gestione dei soggetti deboli 3 3°
Dizionario delle competenze 3 3°
Rimoti·azione del personale. bilancio delle competenze 9 9°
Riqualiícazione e íormazione continua del personale 22 22°
Iníormazioni sui programmi comunitari ¯ ¯°
Altro 1 1°
Non risponde 1 1°
1otali 98 100°
lonte: Progetto (ircolo del la·oro` - (entro per l`impiego di (ampobasso

La íormazione s·olta in azienda e soprattutto contingente` 31.5°, e all`ingresso`
2¯.8°, per i neoassunti tabella 19,.


Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
148

)abetta ]· ÷ La íormazione in azienda ·.a. e °,
Nessuna 5 9.3 °
All'ingresso per i neoassunti, 15 2¯.8°
(ontingente per necessita deri·anti da inno·azioni organizzati·e o
tecnologiche,
1¯ 31.5°
(ontinua ·olta all'inno·azione dei prodotti, 8 14.8°
(ontinua in base a programmi deíiniti di s·iluppo delle competenze, 8 14.8°
Non risponde 1 1.9°
1otali 54 100°
lonte: Progetto (ircolo del la·oro` - (entro per l`impiego di (ampobasso
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
149

- PAR1L III -
OSSLRVAZIONI CONCLUSIVL

Dalla ricerca emerge un`immagine del Molise complessa e ricca di contraddizioni in cui le
peculiarita della Regione possono essere interpretate contemporaneamente come punti di
íorza e di debolezza. Ouesta presenza di elementi allo stesso tempo positi·i e negati·i
sembra essere la caratteristica predominante di una societa in bilico íra il pre ed il
postindustrale. L` o··iamente ·ero che l`industria e importante anche nel Molise - si pensi
al nucleo di 1ermoli o di Venaíro-Isernia - ma almeno la grande industria non appare
come ·ocazione` economica di questo territorio
34
.
Il Molise conser·a. iníatti. caratteristiche peculiari di una societa contadina pre-industriale.
ma presenta anche i tratti di una regione a··iata al pieno s·iluppo postindustrale.

lra le caratteristiche pre-industriali l`isolamento e una íondamentale. Le inírastrutture sono
scarse e quelle presenti non appaiono adeguate a soddisíare le esigenze comunicati·e
dell`intera regione: le strade principali che attra·ersano il Molise. solo due. sono spesso
danneggiate da írane: la rete íerro·iaria troppo ·ecchia e non elettriíicata impedisce a treni
moderni e ·eloci di raggiungere la regione. La popolazione molisana. inoltre. composta da
poco piu di 300.000 unita. e distribuita in ben 136 comuni alcuni dei quali non superano le
poche centinaia di abitanti e altri non ·anno al di la delle duemila unita.
La situazione di isolamento in cui ·i·e da sempre il Molise ha contribuito a mantenere il
territorio regionale incontaminato. L`abbondanza di corsi d`acqua. la ricchezza e la ·arieta
della ·egetazione creano un paesaggio che richiama alla mente quelli del nord Luropa.

Isolamento. pero. signiíica anche scarsa ·isibilita della regione a li·ello nazionale e
internazionale. con conseguenze negati·e sia nel settore turistico sia nella
commercializzazione di prodotti molisani oltre il coníine regionale.

34
Diverso è per le PMI e per quelle industrie che – pur di dimensioni importanti in rapporto al territorio – fanno
parte della storia del Molise (per esempio il tessile).
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
150

La scarsa ·isibilita dei prodotti molisani sul mercato nazionale ·iene compensata da un
relati·o successo sul mercato estero. Non sono molte le aziende molisane che riescono ad
esportare i prodotti all`estero. ma le aziende di successo sono proprio quelle che ·endono
sul mercato internazionale e che ·endono prodotti di qualita. All`estero. iníatti. e
importante il vaae iv itaty` piu della denominazione di origine e del marchio. Ouesto
elemento e íondamentale per il Molise do·e esiste il piu alto numero di prodotti tipici -
purtroppo - non tutelati da marchi.
La maggior parte delle aziende molisane. pero. a causa delle ridotte dimensioni. non riesce
a produrre abbastanza massa critica` per ·endere i prodotti al di la del mercato locale .

La cooperazione potrebbe rappresentare una ·alida strategia. per le piccole aziende. per
riuscire a produrre la massa critica necessaria all`esportazione. Inoltre. attra·erso la
cooperazione. molte aziende potrebbero ottenere maggiore ·isibilita e uscire
dall`isolamento: l`interazione tra le imprese potrebbe íar diminuire i rischi connessi
all`inno·azione e alla penetrazione di mercati esteri. (ome sottolinea un testimone
pri·ilegiato: in·estire in Molise e diííicile e. quindi. e meglio in·estire insieme`.

Ouesta soluzione e diííicile da realizzare: spesso i ricercatori hanno incontrato insieme alla
ospitalita dei molisani anche una cultura imprenditoriale chiusa su sé stessa. Le ridotte
dimensioni della regione ía·oriscono una comunicazione piu ·eloce tra gli abitanti. ma allo
stesso tempo pri·a di mediazione tanto da alimentare la conílittualita. Il carattere
egocentrato` che caratterizza le indi·idualita nelle societa postindustriali. lo ritro·iamo íra
gli imprenditori molisani: questo carattere sembra essere connesso soprattutto alla
dimensione d`azienda: siamo iníatti in una economia di piccole aziende gestite
pre·alentemente a li·ello íamiliare. La conseguenza e che i molisani guardano alla propria
azienda come alla propria íamiglia e tendono a diíenderla da qualsiasi incursione` esterna.
anche quando si tratta in·ece di un rapporto di cooperazione.

La gestione íamiliare delle aziende e sia una íorza che un limite allo s·iluppo del Molise. Le
piccole aziende íamiliari non sono aperte alle inno·azioni poiché spesso sono gestite da
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
151
anziani`. che ne mantengono la gestione piu a lungo del necessario. ed utilizzano solo
manodopera íamiliare. a ·olte. anche poco specializzata. Allo stesso tempo la gestione
íamiliare delle aziende permette la sopra··i·enza di quelle che. altrimenti. sarebbero
destinate a scomparire a causa delle ridotte dimensioni e della scarsa manodopera
disponibile. Inoltre. grazie a queste piccole aziende continuano ad esistere alcuni prodotti
tipici regionali che oggi ·engono realizzati solo a li·ello íamiliare allo scopo quasi esclusi·o
di essere immessi sul mercato locale cittadino o di essere consumati all`interno di un
ristretto cerchio di parenti.
Ouesti prodotti sono generalmente di alta qualita ed alcuni potrebbero rappresentare una
occasione di s·iluppo per le PMI.

Una chia·e di lettura possibile e una linea d`inter·ento a ía·ore dello s·iluppo regionale.
rispettosa delle tradizioni del Molise e che ·alorizzi le potenzialita del territorio. e data dai
concetti di s·iluppo sostenibile` e di sistema`.
Lo s·iluppo sostenibile puo essere deíinito come s·iluppo che soddisía i bisogni del
presente senza compromettere la capacita delle generazioni íuture di soddisíare i propri`
Brundtland.198¯,.
L`approccio sistemico. in·ece. considera ogni elemento come íunzionalmente collegato agli
altri ed e quindi un modo particolarmente utile per aíírontare la crescente complessita delle
societa postindustriali. L`approccio sistemico permette di aíírontare i problemi in un`ottica
globale. senza perdere di ·ista l`obietti·o: s·ela strutture e comportamenti ad un li·ello di
astrazione ele·ato e permette di indi·iduare strategie d'azione eííicaci.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
152
íigvra ²0 - 1riangolo della sostenibilita










La logica dello s·iluppo sostenibile e di sistema - secondo la prospetti·a che proponiamo -
ci aiuta a pensare ad un modello che ·ede l`economia come una dimensione connessa alla
dimensione ecologica e sociale.
Ogni inter·ento nella dimensione economica de·e: a, considerare le interazioni con le
altre due dimensioni. b, essere accompagnato da inter·enti nella dimensione ecologica e
sociale che lo rendano possibile e sostenibile`.
Ad esempio. dalla nostra ricerca emerge come possibilita´necessita il sostegno
all`autoimpresa dei gio·ani e delle donne. Un inter·ento a ía·ore di questi gruppi non puo
allora limitarsi all`ambito economico come concessione di prestiti age·olati, ma de·e
preoccuparsi che sia sostenibile`. il gruppo de·e cioe a·ere le competenze tecniche per
costruire un`impresa: questa poi de·e essere inserita nella speciíicita ambientale e
territoriale: l`impresa. quindi. non de·e depauperare le risorse naturali e de·e essere capace
di utilizzare risorse e ·incoli ambientali per innescare dei processi di crescita di lungo
periodo. Una nuo·a impresa nel campo agricolo do·ra a·ere imprenditori capaci dal punto
di ·ista tecnico-economico e che sappiano eííettuare le giuste scelte sui prodotti da
colti·are ed immettere sul mercato anche in rapporto alle risorse e ai ·incoli dati dalla
terra,. Una impresa nel campo dei ser·izi. considerando l`attuale carenza delle ·ie di
comunicazione stradali. potrebbe dotarsi di strumenti di comunicazione iníormatica. di
autostrade` ·irtuali. che siano in grado di ·eicolare all`esterno ser·izi ad alto contenuto di
conoscenza. (ontemporaneamente quando il sistema politico inter·iene sulla dimensione
Dimensione economica Dimensione sociale
Dimensione ecologica
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
153
economica - sempre secondo le due prospetti·e dello s·iluppo sostenibile e sistemico -
cercando di assicurare alla Regione nuo·e ·ie di comunicazione stradali. considerera anche
l`impatto sulla dimensione ambiente e le ricadute sulla dimensione sociale. Ouest`ultima
dimensione. ad esempio. sottolinea la necessita che tali inter·enti strutturali siano pensati in
modo da distribuirne equamente i írutti íra le ·arie parti della Regione e siano realizzati
anche attra·erso il coin·olgimento decisionale degli .ta/ebotaer.

Dalla ricerca emerge che un possibile inter·ento a sostegno dello s·iluppo dell`economia
molisana e dato dall` integrazione` íra il settore agroalimentare. il turismo e i possibili
ser·izi relati·i alla diíesa e ·alorizzazione delle risorse ambientali. Il turismo molisano. che
íino ad ora ha risentito della scarsa ·isibilita del Molise. potrebbe rappresentare un ·olano
di s·iluppo dell`intera regione in grado di produrre eííetti positi·i in ogni settore
produtti·o.
Opportunita di crescita economica della regione sono oííerte anche dagli altri settori
produtti·i. Il terziario tro·a la possibilita di s·iluppo in Molise nella capacita di utilizzare
inírastrutture alternati·e a quelle tradizionali per la commercializzazione. Il settore agricolo.
·ocazione del territorio molisano. potrebbe raggiungere una íorte crescita se supportato da
un adeguato processo di ammodernamento.
Se pensiamo ad una prospetti·a di s·iluppo íuturo dell`industria molisana e necessario
tener presente che il Molise non dispone delle caratteristiche necessarie per la crescita e
l`aííermazione dell`industria pesante. Le politiche pubbliche do·rebbero sostenere
soprattutto la PMI. che caratterizza il tessuto economico-sociale del Molise.

Ulteriori opportunita di s·iluppo sono oííerte dai centri di elaborazione intellettuale
presenti in Molise Uni·ersita e centri di ricerca, e dalla imprese .piv·ott che potrebbero
nascere. Se e ·ero che la natura del territorio molisano pone dei limiti alla circolazione di
beni materiali e anche ·ero che le la íorza delle idee` prodotte dalla ricerca possono piu
íacilmente superare queste barriere. Si tratta. dunque. di incenti·are e supportare le idee
inno·ati·e íornendo ser·izi che permettano la costruzione di nuo·e imprese e la
commercializzazione di nuo·i beni materiali o immateriali. L`esperienza ci dice. iníatti. che
l`ostacolo principale allo s·iluppo commerciale di idee inno·ati·e e dato dalla
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
154
composizione delle risorse umane dei centri` di ricerca: solo scienziati e tecnici. che non
sanno come ·alorizzare e mettere sul mercato i propri prodotti.

Un`altro íattore su cui puntare e la qualita dei ser·izi e dei prodotti. La societa
postindustriale pone la qualita come elemento chia·e. Il cliente` in questo tipo di societa
richiede qualita in ogni settore. (io si lega alla necessita di introdurre inno·azione e
cambiamenti organizzati·i e di prodotto tali da permettere alle imprese molisane di
concorrere su nuo·i mercati .
La qualita di·enta. poi. ancor piu importante in una regione. come il Molise. che spesso
non puo competere sotto il proíilo della produzione quantitati·a. La qualita. inoltre. si
adatta alle ridotte dimensioni delle aziende molisane do·e proprio la scarsa produzione
rende piu semplice la cura del particolare.

Per uno s·iluppo di sistema` e necessario tener presente tre tipologie di soggetti
particolarmente deboli sul mercato del la·oro: donne. gio·ani e disoccupati di oltre 40
anni.

I gio·ani. soprattutto quelli laureati. tendono ad abbandonare la regione poiché non
tro·ano appropriate opportunita di la·oro. Inoltre. i gio·ani molisani tendono ad
allontanarsi da quei settori che appartengono alla tradizione. in particolare abbandonano
progressi·amente il settore agricolo spinti soprattutto dal diííicile cambio generazionale e
dalle caratteristiche delle aziende molisane. Ouesta nuo·a emigrazione porta ad indebolire
l`intera economia regionale e a limitare l`inno·azione.

Il íenomeno della partecipazione íemminile nel mondo del la·oro molisano e poco
conosciuto. Solo le statistiche uííiciali oggi possono darci una misura del íenomeno: la
disoccupazione íemminile risulta piu del doppio di quella maschile. A li·ello
imprenditoriale le donne sono quasi completamente assenti. anche se nel mondo
agricolo` esistono alcune esperienze do·e le donne ricoprono comunque ruoli importanti.

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
155
I disoccupati di oltre 40. usciti da molto tempo dal mercato del la·oro e. spesso. con una
scarsa specializzazione. incontrano le maggiori diííicolta nel tro·are un la·oro regolare.
Ouesto. o··iamente. non e uno speciíico del Molise: sappiamo che al crescere dell`eta
crescono anche i legami con il territorio creazione di una propria íamiglia. strutturazione
una rete di rapporti íatta di piccoli la·ori`. ecc., e dunque si e meno disponibili alla
mobilita territoriale. spesso anche nella propria regione. Poi emergono anche dei problemi
do·uti ad una ri-socializzazione al la·oro e all`aggiornamento proíessionale.
Inoltre. dall`esperienza del progetto RADAR. abbiamo potuto constatare che spesso la
íigura del disoccupato oltre i 40 anni coincide con quella della donna che desidera rientrare
nel mercato del la·oro dopo un`assenza do·uta a moti·i di carattere íamiliare.
Gli orer 40. comunque. nel Molise riescono ad a·ere una buona qualita di ·ita grazie al
reddito ottenuto da la·ori irregolari e dal sostegno deri·ante da atti·ita agricola praticata in
modo collaterale e íinalizzata principalmente all`autoconsumo. Dall`analisi dei dati statistici
e dai colloqui che i ricercatori Studionet e A.Re.S hanno a·uto con alcuni esperti emerge.
iníatti. che molti uomini e donne - in questo segmento di popolazione - pur risultando
iscritti nelle liste uííiciali dei disoccupati. in realta non e realmente atti·o nella ricerca di un
la·oro poiché e spesso impegnato in la·ori saltuari e´o irregolari. Anche dall`osser·azione
partecipante dei ricercatori di Studionet e di A.Re.S. emerge che esiste una diííusa
economia di sussistenza`.
L`economia reale del Molise. quindi. e di·ersa da quella che ·iene mostrata attra·erso le
statistiche. L`eííetti·o li·ello di benessere economico eííetti·o della popolazione molisana.
iníatti. risulta essere piu ele·ato alto di quello che puo apparire dai dati economici uííiciali.

(ome abbiamo ·isto. la ricerca rile·a anche alcune necessita e alcuni problemi delle
imprese. in particolare rispetto alle competenze e alle íigure proíessionali. L` emerso che le
imprese segnalano - rispetto alle competenze attualmente per loro piu importanti -
soprattutto quelle relati·e all`uso del computer e di soítware,. alle capacita organizzati·e.
di relazione con i clienti e promozione dell`immagine aziendale. di la·oro di gruppo. di
comunicazione.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
156
Le íigure proíessionali che saranno piu necessarie nel íuturo
35
- sempre secondo gli
inter·istati - saranno tecnici e operai specializzati. agenti di pubblicita e rappresentanti di
commercio.

Oueste risposte. su competenze e íigure proíessionali. ci descri·ono un mondo
dell`imprenditoria molisana che ha la necessita di aprirsi all`esterno. di andare oltre i coníini
della propria regione. Di·ersi imprenditori ritengono. dunque. che esperti nella
comunicazione` e nel commercio potranno essere íigure-chia·e per il loro s·iluppo.
accanto a tecnici e operai specializzati. sul íronte della produzione. (ertamente gli
imprenditori che hanno partecipato alla nostra ricerca indi·iduano chiaramente gli ostacoli
al loro s·iluppo e indicano di quali proíessionalita a·ranno bisogno per aprirsi a nuo·i
mercati: ma l`analisi che conducono nasconde un`insidia. ben compresa soprattutto dagli
imprenditori che dirigono le aziende piu grandi del Molise: proiettasi nel íuturo senza
progettare - contemporaneamente - uno s·iluppo in qualita ed inno·azione del processo
produtti·o e del prodotto. puo generare una íalsa immagine`. Il rischio e quello di
pensare solo a íigure proíessionali in grado di gestire l`esistente e dunque di non dotarsi
delle competenze necessarie per concorrere su mercati globali.




35
Si è chiesto agli intervistati di pensare a un breve/medio periodo compreso fra i 2 e 4 anni.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
157


BIBLIOGRAIIA






Associazione industriali del Molise. Di.tribv.iove ivpre.e per .ettore. www.assindustria.molise.it

Associazione industriali del Molise. ´trvvevti ea agerota.iovi occvpa.iovati iv Moti.e.
www.assindustria.molise.it

Associazione industriali del Molise 2003a,. ...ivav.tria Maga.ive. í`ivpegvo aett`ivpre.a vet
.ociate ratori..a it proaotto. Anno I n.4- Dicembre Gennaio 2003

Associazione industriali del Molise 2003b,. ía Covgivvtvra iv Moti.e. 1¯ gennaio 2003. n.1

Associazione industriali del Molise 2002,. ía Covgivvtvra iv Moti.e. 11 ottobre 2002. n.4

Associazione industriali del Molise. (oníederazione Generale dell`Industria Italiana 1990,.
í`ivav.tria vet Moti.e aegti avvi ^oravta. ía .tiaa aetta Moaervi..a.iove. Roma. Sipi

Baculo Liliana a cura di, 1994,. ívpre.a torte. potitica aebote. ívprevaitori ai .vcce..o vet
ve..ogiorvo. Napoli. Ldizioni scientiíiche italiane.

Banca D`Italia 2000,. ^ote .vtt`avaavevto aett`ecovovia aet Moti.e vet ]···. (ampobasso.
stampa 2000

Banca D`Italia 2001,. ^ote .vtt`avaavevto aett`ecovovia aet Moti.e vet 2000. (ampobasso.
stampa 2001

Bucci. Sabina 1994,. )rav.i.iove at tvtvro: vva .tiaa aat Moti.e. Milano. lranco Angeli

Brundtlland - \orld (ommission on Ln·ironment and De·elopment 198¯,. Ovr Covvov
ívtvre. Oxíord Uni·ersitv Press

(amera di (ommercio. Industria e Artigianato di (ampobasso. 2000,. Moti.e ícovovico.
Anno 2000. numero 1.


(amera di (ommercio. Industria e Artigianato di (ampobasso 2002a,. Moti.e ícovovico.
Anno 2002 . numero uno.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
158

(amera di (ommercio. Industria e Artigianato di (ampobasso 2002b,. Moti.e ícovovico.
Anno 2002. numero due.

(amera di (ommercio. Industria e Artigianato di (ampobasso 2002c,. ^ote .vtt`avaavevto
aett`ecovovia prorivciate aett`avvo 200]. a cura dell`Uííicio Studi (amerale. íebbraio 2002

(amera di (ommercio. Industria e Artigianato di (ampobasso 2002d,. Reta.iove .vtta
.itva.iove ecovovica aetta prorivcia ai Cavpoba..o - Privo .eve.tre 2002. a cura dell`Uííicio Studi
(amerale

(annata Gio·anni 1988,. ít .i.teva agro·tore.tate aet Moti.e: covtribvti atta covo.cev.a. Roma.
(isu

(ialdea. Donatella 1996,. ít Moti.e. vva reatta iv cre.cita. Milano. lranco Angeli

(oníederazione generale dell`industria italiana 1998,. ´cbeae perrevvte aatte a..ocia.iovi .v patti
territoriati e covtratti a`area. Roma 2¯ giugno 1998. Roma. (oníindustria

(oníindustria. ít vovevto covgivvtvrate aet .va www.coníindustria.it

(onícooperati·e Molise. 2002, KRí.. Ricerca .v: ta provo.iove cooperatira vet covte.to aetto
´ritvppo íocate. Agosto 2002

(onsiglio Regionale Unipol Molise. 2003a,. í Parcbi aet Moti.e: vv`occa.iove ai .ritvppo

(onsiglio Regionale Unipol Molise. 2003b,. í Parcbi aet Moti.e: vv`occa.iove ai .ritvppo.
Ra..egva .tavpa

De Rubertis Giuseppe 1993,. ít Moti.e - Percor.i Pro.pettire Per.ovaggi pro.pettire ícovovicbe.
Napoli

LRSAM 2001,. .ttavte aei Proaotti )raai.iovati aetta Regiove Moti.e. supplemento a
LRSAMolise notizie Anno II n.5 ´ 2001

LRSAM 2001,. íR´.Moti.e voti.ie. Anno II n.3 ´ 2001

LRSAM 2002,. íR´.Moti.e voti.ie. Anno III n.1 ´ 2002

LRSAM 2002,. íR´.Moti.e voti.ie. Ricoraare Rico.trvire Rivvorare. Anno III n.2 ´ 2002

Lsposto. Michele e Rosa. Giuseppe 1993,. ía covgivvtvra iv Moti.e. (ampobasso.
Assindustria Molise

l.A.I.. S.L.I. a cura di, 2003,. Moti.e. Cviaa atte opportvvita a`ivre.tivevto.
http:´´www.cb.camcom.it´íai´marketing_terr_molise´INDLX.l1M
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
159

lranco. Massimo 1996,. ´ege.. Moaetti Orgavi..atiri e ai ge.tiove aette ri.or.e vvave vette ivpre.e
ivav.triati vivori. Uni·ersita degli studi del Molise. Dipartimento di Scienze Lconomiche
Gestionali e Sociali. Ripalimolisani (B, . Arti Graíiche La Regione snc

lranco. Massimo 2001,. Covpetev.e e .ritvppo prote..iovate vette ivpre.e aet )er.iario .rav.ato iv
Moti.e. Napoli. (ULN

lranco. Massimo a cura di,. 2002,. ía íte..ibitita vett`ívropa aet ´|D. Milano. lranco
angeli

Gazzera. Sel·aggi. 1953,. ívtegra.iove agricota e ivav.triate vet Moti.e. ((IAA (ampobasso.
Roma. Santa Barbara

Gheido. Maria Rosa 2002,. íaroro. gti .grari gvaaagvavo terrevo. iv ^orve e )ribvti. inserto del
Il Sole 24 Ore. Venerdi 4-1-2002

J.G. 2002,. í iv Moti.e arrira it tvrboga. vobite po.ato .v giacivevto vargivate. in Il Sole 24 Ore.
Mercoledi 16-10-2002

Inps-Molise 2002,CíC`.)íC avvi 200]·2002. uííicio statistico

Isíol. ´erri.i per t`ivpiego. Rapporto ai vovitoraggio 200]. www.isíol.it

Istat 2001a, íor.e taroro per regiove

Istat 2001b,. íor.e ai íaroro Prorivciati

Istat 2001c,. Covvercio e.tero e attirita ivterva.iovate aette ivpre.e

Istat 2002, íor.a taroro

Istat 2003 a,. º° Cev.ivevto aett`ívav.tria e aei ´erri.i 200]. Da !ivci: i privi ri.vttati.
dawinci.istat.it

Istat. 2003 b, Cev.ivevto agricottvra. Ri.vttati prorri.ori. .tati.ticbe iv brere 20 givgvo 200].
www.istat.it

Istat Sede Regionale, 2003 c,. aati Ottobre 2002 .vtta íor.a taroro.

Istat. 2003 d, |vita tocati e aaaetti per .ettore ai attirita ecovovica. www.istat.it

Istat. 2003 e, í.porta.iovi regiovi itatiave. www.istat.it

Istat. 2003 í, Moti.e iv ßrere. www.regionemolise.org

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
160
Istat. 2003 g, Popota.iove re.iaevte. www.istat.it

Istat. 2003 h, ít covvercio e.tero. www.regionemolise.org

Istat. 2003 i,íe tor.e ai taroro. www.regionemolise.org

Istat. 2003 l, Morivevto avagratico aetta popota.iove re.iaevte. www.regionemolise.org

Istat e Sistan 2002,. Ci. ívtorv(. Ottobre 2002. Anno II. Numero 4

Le Liberta 2003,. Ciritta Rvrate e ívaotecbe iv Civvta. in Le Liberta edizione di Martedi 11
marzo 2003

Manocchio. Steíano 2003,. í´agricottvra atta ricerca aetta .rotta. in Nuo·o Molise.
8-1-2003. www.net-point.it

Mariani. Angela a cura di,. 2001,. |v`avati.i ai atcvve titiere proavttire iv ßa.iticata. Cavpavia e
Moti.e

Marino. Da·ide a cura di,. 1996,. .gricottvra biotogica e .ritvppo aette aree cottivari e vovtave aet
Cevtro ítatia. Ripalimolisano (B,. Arti Graíiche La regione snc.

Masciotta. Giambattista 1994,. Ove.tiovi agricote: .tvai rittettevti t`agricottvra aet Moti.e. Isernia.
Marinelli

Ministero dell`Istruzione. dell`Uni·ersita e della Ricerca. íivee gviaa per ta potitica .cievtitica e
tecvotogica aet gorervo. Roma. 19 Aprile 2002

Nuo·o Molise 2001,. íe ivpre.e voti.ave iv retriva. 9 Ottobre 2001. www.net-point.it

Nuo·o Molise 2001,. ´vgti .cvai ívav.tria e ´erri.i. 13 Luglio 2001. www.net-point.it

Nuo·o Molise 2003,. í`agricottvra atta ricerca aetta .rotta. 8 Gennaio 2003. www.net-point.it

Palomba. Agostino 2002,. ít Moti.e cattvra Metavia: vette .carpe 2º0 occvpati. in Il Sole 24 Ore.
martedi 30-4-2002

Piancastelli (. 19¯3,. ít Moti.e. |va Regiove iv ai.tacivevto. iv Propo.te voti.ave. ¯3´2. Nocera
(ampobasso. p.115

Polos Molise 2000,. O..erratorio ícovovico regiovate. í`avaavevto aett`ecovovia aet Moti.e.
consunti·o 1999. I sem. 2000 e stime 2000 su (D,

Pro·incia di (hieti 2000,. ít Patto )erritoriate )rigvo·´ivetto. Newsletter del Patto 1erritoriale
1rigno-Sinello. Aprile 2000

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
161
Ouintano. (laudio 1986,. ít ´i.teva ivav.triate aet Moti.e. Bologna. Il Mulino

Regione Molise. Giunta Regionale 1991,. Reta.iove .vtta .itva.iove attvate aett`ecovovia aetta
regiove. (ampobasso. Settembre 1991

Regione Molise 2000-2006,. Progravva Operatiro Regiovate 2000·200ó.
www.regione.molise.it

Regione Molise 2002, Piavo aette ´trategie .vtt`ivvora.iove e ta ricerca. POR Moti.e - Mi.vra ².]2
Ricerca e ´ritvppo. (ampobasso. 2¯ giugno 2002

Regione Molise 2003,. DPíí. Docvvevto ai Progravva.iove ícovovico·íivav.iaria per t`avvo
200² Presentato dal Presidente della Regione Molise On. Michele Iorio,.
www.regione.molise.it

Santonocito. Rosanna 2001,. íegge 11: it Cec/ vp e .tato .vperato. in Il Sole 24 Ore. Lunedi
15-01-2001.

Simoncelli. Ricciarda 1969,. ít Moti.e. íe covai.iovi geograticbe ai vv ecovovia regiovate. Roma.
(.A.S.

Spencer. Lvle M.. Spencer. Signe M. 2003,. Covpetev.a vet taroro. Milano. lranco Angeli

1arquini. 1arcisio 2001,. Re.ta e ivre.ti vetta .orgevte. in Il Sole 24 Ore. Lunedi 8-10-2001

Uccello. Serena 2001,. ít .va riaggia a ave retocita. in Il Sole 24 Ore. Mercoledi 19-12-2001

Unione (amere di (ommercio Industria Artigianato e Agricoltura 1991,. íe vigtiori aree
Operatire. Cti iv.eaiavevti proavttiri vet Me..ogiorvo. Ricerca .vtte aree ivav.triati covaotta aa Cevtro
.va iv Cottabora.iove cov te cavere ai Covvercio aet Me..ogiorvo e cov |viovcavere. Roma.
Unioncamere

Unione Regionale delle (amere di (ommercio del Molise 2003,. O..erratorio ícovovico aet
Moti.e 200². ]° Ciorvata aett`ícovovia : Maggio 200². Ripalimolisani (b,. Arti Graíiche La
Regione snc.

Unioncamere. ´i.teva tocate ai taroro. www.unioncamere.it

Unioncamere. Covvvicato .cevari ´ettevbre 2002. www.unioncamere.it

Unioncamere. Covvvicato .cevari ívgtio 2002. www.unioncamere.it

Unioncamere. ´cevari ai preri.iove at 2001. www.unioncamere.it

Unioncamere. )arote ai preri.iove at 200:. www.unioncamere.it

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
162
Unioncamere. ´cevari ai preri.iove tvvga. www.unioncamere.it

.ttri .iti reb

www.pstmol.it´index.html
www.pattodelmatese.org http:´´www.pro·incia.campobasso.it´ptm´html´piano.html
http:´´space.tin.it´scienza´giodegae´index.html
www.molise.org
www.pro·incia.(ampobasso.it
www.madiasoít.it
www.europa.molisedati.it
www.unimol.it
www.regionemolise.it




Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
163




ALLLGA1O A
ML1ODOLOGIA DLLLA RICLRCA
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
164
Ouesto rapporto di ricerca e írutto di una íase di ricerca ae./ e di una íase ov tieta sul
campo,.

Durante la íase ae./ sono state raccolte iníormazioni sulla situazione socio-economica della
regione Molise attra·erso la rassegna della letteratura nazionale esistente e attra·erso la
consultazione di numerosi siti web.

Dalla íase ae./ e risultato che la letteratura sugli argomenti di nostro interesse e scarsa e la
maggioranza degli studi risalgono ormai agli anni No·anta. Dunque molte delle
iníormazioni per noi utili sono state raccolte direttamente sul campo. attra·erso una ·asta
ricerca. Il rapporto diretto con la realta oggetto d`indagine ha permesso ai ricercatori di
a·ere un quadro accurato della situazione socio-economica del Molise in tempi
relati·amente bre·i. cio anche grazie alla collaborazione delle istituzioni e di numerosi
testimoni pri·ilegiati pro·enienti dal mondo della ricerca e dell`economia.

In particolare. per la raccolta di iníormazioni sul campo e stata utilizzata sia una
metodologia di tipo qualitati·o sia una di tipo quantitati·o.

Nella prima íase sono state raccolte iníormazioni sull`oggetto d`indagine attra·erso
inter·iste a testimoni pri·ilegiati.
Sono state eííettuate inter·iste semistrutturate tace to tace ai rappresentanti e dirigenti di
associazioni di categorie proíessionali e imprenditoriali Assindustria. Lrsam. (oldiretti.
Agriturist. Legacooperati·e. (onícooperati·e. lAI (amera di (ommercio,. a un dirigente
della íinanziaria Regionale linmolise,. a rappresentanti dei sindacati. (GIL. (ISL e UIL,
a studiosi di (entri di ricerca Parco Scientiíico e 1ecnologico. (ISI, e dell`Uni·ersita degli
Studi del Molise docenti e ricercatori delle íacolta di Agraria. di Lconomia Aziendale e di
Scienze 1uristiche, .

Le inter·iste ai testimoni pri·ilegiati hanno permesso di indi·iduare le aziende piu
importanti e signiíicati·e nel panorama economico molisano. Dopo a·er selezionato alcune
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
165
di queste aziende ¯,. sono state eííettuate inter·iste semistrutturate tace to tace a
imprenditori o rappresentanti delle aziende scelte. per comprendere:
• la situazione attuale delle aziende e dei settori economici in cui esse si collocano:
• le opportunita che il Molise oííre alle aziende:
• le criticita.

Parallelamente e stato utilizzato un approccio metodologico di tipo quantitati·o.
Sul totale di 886 imprese molisane con un numero pari o superiore a 9 addetti o soci,. si e
pro··eduto:
• ad una estrazione campionaria per (omune:
• alla aggiunta - nell`elenco delle imprese da contattare attra·erso questionario - di 16
imprese segnalate come interessanti per gli scopi della ricerca dai testimoni
pri·ilegiati, piu altre 6 aziende agrituristiche. con un numero di dipendenti anche
iníeriore a 9 questo poiché e la tipologia piu diííusa,.
Alle imprese oggetto della ricerca e stato in·iato un questionario relati·o alle competenze e
alle íigure proíessionali piu richieste dalle aziende molisane. oggi e nel íuturo: inoltre. nel
questionario sono state poste alcune domande atte a raccogliere iníormazioni generali
sull`impresa. sul mercato cui si ri·olge e sull`andamento del íatturato.
Dopo a·er rice·uto il questionario. tutte le imprese sono state contattate teleíonicamente
con il duplice scopo di sollecitare l`in·io del questionario compilato e di íornire un
supporto alla compilazione dello stesso.
Si e scelto di non ri·olgersi alle imprese indi·iduali o ad imprese con pochissimi
dipendenti perché cio a·rebbe potuto signiíicare un non ritorno di opinioni intorno a temi.
come quelli delle compente e dei íabbisogni proíessionali. che ·engono s·iluppate in
contesti organizzati·i piu complessi. Si pensi. ad esempio. ad una piccola impresa íamiliare
composta da padre e íiglio: e molto probabile che non si pensi né ad allargare ad altre
íigure l`atti·ita attra·erso l`assunzione, né si abbiano le iníormazioni necessarie per poter
riílettere sul rapporto íra competenze e la·oro. almeno cosi come lo abbiamo proposto
attra·erso il questionario.

I questionari compilati dalle imprese molisane e ·alidi, sono stati ¯0.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
166
Le numerose teleíonate
36
íatte dai ricercatori alle imprese sono state utili non solo per il
sostegno tecnico` alla compilazione del questionario. ma anche per capire i moti·i dei
riíiuti

nonché per rice·ere indicazioni e commenti sulla realta socio-economica del Molise
non rile·abili attra·erso il questionario.
Il materiale raccolto durante la ricerca e signiíicati·o. grazie alla ampia íase di .covtivg e di
ricerca sul campo con osser·azione diretta della realta oggetto d`indagine.

Va iníine sottolineato che la raccolta di materiale e di iníormazioni ha cercato di
rispecchiare la struttura produtti·a della Regione Molise: e stato raccolto un numero di
iníormazioni maggiore sui settori che. secondo le conoscenze acquisite durante la ricerca
ae./ e secondo le indicazioni íornite dai testimoni pri·ilegiati. appaiono come i piu
rile·anti nella Regione Molise. Di conseguenza e stato dedicato uno spazio maggiore ad
alcuni settori: in particolare ci si e soííermati maggiormente sul settore agricolo e
agroalimentare nel rispetto della ·ocazione economica` della Regione.


36
Alcune imprese sono state contattate telefonicamente più volte, quindi il numero delle telefonate fatte è
superiore al numero totale delle imprese.
37
O comunque del non interesse alla partecipazione.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
167




ALLLGA1O B
QULS1IONARIO L SCALL11L D'IN1LRVIS1A
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
168
B.J. QULS1IONARIO
I dati raccolti sono soggetti al segreto statistico e saranno di·ulgati solo in íorma aggregata


DA1I IN1LRVIS1A1O

1. Ruolo nell`impresa: ...............................

INlORMAZIONI GLNLRALI SULL`IMPRLSA

2.1. Denominazione impresa..........................
2.2. lorma giuridica
Q S.p.a Q S.r.l. Q (ooperati·a Q S.a.s. Q S.n.c. Q Societa di persone

2.3. Sede legale:
Q Pro·incia di (ampobasso Q Pro·incia di Isernia Q luori della Regione Molise

2.4. Sedi produtti·e :
tpo..ibiti piv ri.po.te) Q Pro·incia di (ampobasso
Q Pro·incia di Isernia
Q luori della Regione Molise. in Italia
Q luori della Regione Molise. all`estero

2.5. Anno di costituzione: __ __ __ __

2.6 Numero di. titolari´ soci: .........

2.¯. Numero di addetti: ............

2.8. Settore:

Q Agricoltura Q Industria Q 1urismo Q Ser·izi´1erziario Q Altro........







segue ,

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
169
(OMPL1LNZL L LAVORO
3. Di seguito tro·era un elenco di competenze: certamente sono tutte importanti. ma le chiediamo
uno síorzo di astrazione e di selezione.
Pensi alle competenze piu importanti oggi per le atti·ita principali che ·engono s·olte nella sua
impresa e le indichi con una X` sulla colonna 1`. aggiungendo. e·entualmente. altre competenze
importanti nel la·oro della sua impresa. in íondo alla tabella.
Successi·amente indichi sulla colonna 2` come crede che l`importanza delle competenze scelte
cambiera nel prossimo íuturo. scegliendo íra: in diminuzione. stabile. in crescita.
1.
OGGI: nella mia impresa sono particolarmente importanti le
seguenti competenze:

2.
NLI PROSSIMI ANNI: probabile andamento
dell`importanza delle competenze nella mia
impresa.
Q Parlare lingue straniere Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Usare il computer e i programmi soítware Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q A·ere conoscenze di economia Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q A·ere conoscenze giuridiche e amministrati·e Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Saper la·orare in gruppo. con i colleghi Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q A·ere capacita di negoziazione e mediazione Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Saper comunicare chiaramente con gli altri Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Stabilire rapporti di íiducia e stima con i propri superiori ´
subordinanti
Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Saper aíírontare e risol·ere problemi nuo·i Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Saper essere autonomi sul la·oro Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q A·ere la capacita di identiíicare responsabilita. atti·ita e
compiti all`interno della propria azienda
Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Saper eseguire scrupolosamente i compiti Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Saper organizzare il la·oro Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Resistere allo stress Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Lssere competiti·i Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Lssere ílessibili comportarsi in modo di·erso a seconda
delle situazioni. applicare in modo ílessibile le regole. ecc,.
Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Gestire bene la ·ariabile tempo`. sapendo rispettare le
scadenze
Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Saper prendere decisioni con iníormazioni limitate Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q A·ere capacita di apprendere la·orando e di riutilizzare
quanto appreso nel proprio la·oro
Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Lssere capaci di interagire con i clienti ´ promuo·ere
l`immagine dell`azienda all`esterno
Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q A·ere capacita di relazioni con organizzazioni terze`
sindacati. íornitori. pubblica amministrazione. altre imprese.
ecc,
Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Saper sacriíicare le esigenze della propria mansione a
ía·ore delle necessita dell`organizzazione es. sarebbero
necessario un anno per íare i test ma le esigenze aziendali
non lo consenti·ano. allora tro·ammo un compromesso.,
Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Amare il proprio la·oro. la·orando con gusto Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q (onoscere bene i propri punti di íorza e debolezza Q diminuzione Q stabile Q crescita
Q Usare il proprio potere gerarchico, Q diminuzione Q stabile Q crescita
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
170



4. Di quale tipo di íigure proíessionali a·ra bisogno il suo settore nei prossimi anni pensando ad
un bre·e ´ medio periodo íra i 2 e i 4 anni,

4.1. ...........................

4.2. ...........................

4.3. ...........................


NUOVL ASSUNZIONI
5.1. Sono pre·iste assunzioni nella sua impresa entro i prossimi 12 mesi·

Q Si Q No



segue ,



Q .......................
Q diminuzione Q stabile Q crescita

Q .......................
Q diminuzione Q stabile Q crescita

Q .......................
Q diminuzione Q stabile Q crescita

Q .......................
Q diminuzione Q stabile Q crescita

Q .......................
Q diminuzione Q stabile Q crescita

Q .......................
Q diminuzione Q stabile Q crescita

Q .......................
Q diminuzione Q stabile Q crescita

Q .......................
Q diminuzione Q stabile Q crescita

Q .......................
Q diminuzione Q stabile Q crescita

Q .......................
Q diminuzione Q stabile Q crescita
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
171
5.2. Se si. legga l`elenco che le proponiamo e indichi con una X le íigure proíessionali che
probabilmente ·erranno assunte sono possibili piu risposte,

Q Matematici e statistici
Q Ingegneri e tecnici meccanici ´ metallurgici
Q Ingegneri e tecnici elettrotecnici ´ elettronici ´ telecomunicazioni ´ iníormatica
Q Ingegneri e tecnici chimici
Q Ingegneri e tecnici delle costruzioni
Q Architetti ´ urbanisti ´ specialisti nel recupero e conser·azione del territorio
Q Biologi ´ botanici ´ zoologi
Q Agronomi
Q Veterinari
Q Specialisti della gestione e del controllo ´ in problemi íinanziari ´ contabilita
Q Specialisti nelle pubbliche relazioni
Q A··ocati e proíessioni giuridiche
Q Specialisti in lingue straniere traduttori. interpreti. ecc.,
Q Segretari ´ archi·isti
Q Altre íigure di uííicio speciíicare ___________________________________________,
Q Agenti di pubblicita ´ rappresentanti di commercio
Q Addetti ser·izi turistici ´ alberghieri ´ ristorazione speciíicare ___________________,
Q Artigiani speciíicare ______________________________________________________,
Q Operai specializzati speciíicare_____________________________________________,
Q Operai non specializzati
Q Agricoltori e operai agricoli
Q Alle·atori
Q Altro speciíicare _________________________________________________________,
Q Altro speciíicare _________________________________________________________,
Q Altro speciíicare _________________________________________________________,
Q Altro speciíicare _________________________________________________________,



segue ,

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
172



LO(ALIZZAZIONL GLOGRAlI(A DLL MLR(A1O A (UI SI RIVOLGL L`IMPRLSA
6. Do·e ·engono ·enduti i prodotti´ser·izi della sua impresa· Indichi la percentuale con sole due
ciíre,

Molise: °
Altre regioni italiane: °
Unione Luropea: °
Resto del mondo extra UL,: °
1O1ALL 100 °


UNA UL1IMA DOMANDA SULL`IMPRLSA
¯. Guardando all`andamento del íatturato della sua impresa negli ultimi 3 anni. in media esso e:
Q in calo Q piu o meno stabile Q in aumento



Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
173
B.2. SCALL11L D'IN1LRVIS1A

Azienda agricola e agrituristica

Impresa

- Oual e la situazione attuale di quest`azienda·
- Il terremoto´allu·ione e stato un e·ento che ha portato numerose conseguenze in
Molise soprattutto in questa zona Basso Molise,
- quali conseguenze ha portato nell`impresa·
- In quale ambito la sua impresa ne ha risentito maggiormente·
- quali conseguenze in questo settore ·
- quali conseguenze in questa area territoriale·
- Ouali sono le prospetti·e íuture dell`impresa·
- (osa pre·ede nel bre·e´medio periodo per questa impresa·
- Lsistono progetti di s·iluppo dell`impresa·

Biologico

- Perché ha deciso di a··icinarsi all`agricoltura biologica ´ biodinamica·
- Ouest`impresa ha usuíruito di qualche age·olazione a ía·ore dell`agricoltura biologica·
Ouale·
- Oual e secondo lei il íuturo dell`agricoltura biologica in Molise·
- lo letto che ·oi a·ete un ser·izio iníormazioni per i gio·ani agricoltori che ·ogliono
intraprendere la strada del biologico. (osa ·i chiedono maggiormente·
- Ouali problemi incontrano questi agricoltori·
- (osa gli consigliate per a··icinarsi nel modo migliore al biologico·
- Ouali sono le aree che oíírono condizioni ía·ore·oli alla produzione di prodotti
biologici·

Agricoltura

- lo letto che in questa azienda oltre all`agricoltura biologica sono presenti l`agriturismo.
la íattoria didattica ecc.Secondo lei. l`agricoltura multiíunzionale lattoria didattica.
agriturismo., puo rappresentare un settore in espansione in Molise·
- Ouest`area territoriale termoli-portocannone, oííre condizioni ía·ore·oli all`atti·ita
agricola·

Agriturismo

- Oual e la situazione dell`agriturismo in Molise
- Ouali sono i problemi·
- Ouali i punti di íorza·


Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
174
Donne

- Oual e il suo ruolo in questa impresa·
- Oual e la situazione della partecipazione íemminile in questo settore·
- Ouali sono i ·antaggi e gli s·antaggi che incontra una donna in questo settore·

Creazione d'impresa

- Perché ha deciso di creare un`impresa in questo settore·
- Ouali sono stati i ·antaggi·
- Ouali i problemi da superare·
- (osa e necessario per intraprendere l`atti·ita imprenditoriale in questo settore·

Giovani /Creazione d'impresa

- lo letto in un articolo del nuo·o Molise che a·ete a·uto un riconoscimento per a·er
saputo sensibilizzare la nuo·a generazione a··icinandola all`agricoltura e che siete stati
scelti dall`uni·ersita del Molise per stage e ·isite da parte degli studenti. Secondo lei. il
settore agricolo e un settore in cui i gio·ani possono tro·are spazio·
- Ouali diííicolta incontra secondo lei un gio·ane che ·uole intraprendere un`atti·ita
imprenditoriale nel settore agricolo·
- Se un gio·ane ·olesse intraprendere un`atti·ita imprenditoriale in questo settore quali
consigli gli darebbe·

Opportunità occupazionali

- Ouali sono le competenze proíessionali piu richieste in questa impresa·
- L` diííicile tro·are in Molise del personale con queste competenze·
- In questo momento l`impresa e in una íase di ampliamento dell`organico· Sono pre·iste
nuo·e assunzioni nel bre·e´medio periodo·
- Solitamente assumete piu uomini o piu donne·
- Ouando assumete del personale a quale íascia di eta ·i ri·olgete·
- In Molise si sente molto il problema delle persone in cerca di la·oro che hanno piu di
40 anni cassaintegrati o persone che hanno íatto per anni la·ori occasionali,.
o Ouest`impresa come si pone nei coníronti di questo problema·
o Ouale s·antaggi o ·antaggi porterebbe nell`azienda l`assunzione di questo
tipo di persone·
- Alcuni dei disoccupati molisani possiedono competenze acquisite attra·erso gli studi
uni·ersitari. scuole specialistiche. corsi di íormazione:
- secondo lei il sistema imprenditoriale locale da la possibilita a chi possiede delle
competenze di specializzarle e s·ilupparle·
o (ome ·engono s·iluppate e specializzate tali competenze nel sistema
imprenditoriale locale·
o In quest`impresa·
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
175
- Pensando allo s·iluppo nel bre·e´medio periodo di alcune aree dell`impresa. quali skills
proíessionali e competenze specialistiche crede che saranno maggiormente richieste
dall`impresa in íuturo·
- Secondo l`esperienza dell`impresa e in base alle conoscenze che ha della situazione della
sua regione. quali sono le proíessioni e i mestieri del íuturo in Molise·
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
176
Azienda agroalimentare / J

Impresa

- Oual e la situazione attuale di quest`impresa·
- Il terremoto´allu·ione e stato un e·ento che ha portato numerose conseguenze in
Molise.
o quali conseguenze ha portato nell`impresa·
o In quale ambito la sua impresa ne ha risentito maggiormente·
o quali conseguenze In questo settore ·
o quali conseguenze in questa area territoriale·
- Ouali sono le prospetti·e íuture dell`impresa·
- (osa pre·ede nel bre·e´medio periodo per questa impresa·
o Lsistono progetti di s·iluppo dell`impresa·

Biologico

- Perché ha deciso di la·orare nell`ambito del Biologico·
- Oual e il peso dell`agricoltura biologica sul territorio molisano·
- Ouali sono i ·antaggi di produrre prodotti biologici in Molise·
- Ouali sono le diííicolta del biologico in Molise·
- Ouali sono le aree in cui e piu diííuso e quelle che sono piu ía·ore·oli alla sua
diííusione·

Prodotti tipici

- Secondo lei i prodotti tipici rappresentano un settore in cui in·estire·
- Ouali sono i prodotti tipici piu presenti in Molise· Ouali quelli piu redditizi·
- La scarsita dei marchi che tutelano i prodotti tipici e la scarsa ·isibilita della regione
Molise rende diííicoltosa la diííusione dei prodotti tipici molisani nelle altre regioni
italiane.
o (ome promuo·ete questi prodotti·
o Siete riusciti a conquistare altri mercati oltre a quello locale e regionale·
o (ome·

Altri servizi

La ·ostra azienda oííre anche a terzi. una ·asta gamma di ser·izi consulenza per
produzioni di qualita. seguono la materia prima íino al coníezionamento. la progettazione
graíica delle etichette, per ·alorizzare i prodotti di coloro che desiderano commercializzare
il prodotto con il proprio marchio attra·erso canali propri es. aziende agrituristiche.
turismi rurali. cooperati·e agricole,.
- Ouali sono i ser·izi piu richiesti·
- Da quale tipo di aziende ·iene richiesta settore .,
- La ·endita di questi prodotti e diííusa presso le aziende agrituristiche o turistico
rurali· Ouesto ía·orisce la ·isibilita di questo tipo di prodotti tipici e biologici,·
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
177
- Secondo lei il settore del turismo rurale. agriturismo e un settore in cui in·estire in
Molise·


Donne / giovani

- (onsiderando che la ·ostra e una cooperati·a soprattutto di gio·ani donne. Ouali
·antaggi a·ete incontrato all`inizio della ·ostra atti·ita in quanto donne gio·ani·
- Ouali s·antaggi·
- Oual e la situazione della Partecipazione íemminile in questo settore·
- Ouali opportunita e quali diííicolta ha oggi una gio·ane donna che ·uole intraprendere
un percorso simile al ·ostro·
- Ouali consigli le darebbe·

Pacto

Il Progetto PA(1O e nato al íine di promuo·ere lo s·iluppo di rapporti di cooperazione
tras·ersale con la (alabria e il Molise per estendere in queste zone il modello di distretto
cooperati·o trentino
- Ouanto ha iníluito nella creazione della ·ostra azienda le possibilita oííerte da questo
progetto· l`esistenza del PA(1O ·i ha spinto a creare questa impresa·,
- (hi di ·oi ha partecipato all`atti·ita íormati·a Stage. seminari., pre·ista dal
progetto·
- L` stato utile conoscere il modello di distretto cooperati·o trentino·
- Ouanto di quel modello e stato riportato nella ·ostra azienda tenendo presente la
speciíicita della realta molisana·
- Ouali elementi del modello trentino ritiene che siano applicabili e utili anche nella
realta molisana·

Opportunità occupazionali

- Ouali sono le competenze proíessionali piu richieste in questa impresa·
- L` diííicile tro·are in Molise del personale con queste competenze·
- In questo momento l`impresa e in una íase di ampliamento dell`organico· Sono pre·iste
nuo·e assunzioni nel bre·e´.medio periodo·
- Solitamente si assumono piu uomini o piu donne·
- Ouando si assume del personale nell`impresa a quale íascia di eta ci si ri·olge·
- In Molise si sente molto il problema delle persone in cerca di la·oro che hanno piu di
40 anni cassaintegrati o persone che hanno íatto per anni la·ori occasionali,.
· Ouest`impresa come si pone nei coníronti di questo problema·
· Ouale s·antaggi o ·antaggi porterebbe nell`azienda l`assunzione di questo
tipo di persone·
- Alcuni dei disoccupati molisani possiedono competenze acquisite attra·erso gli studi
uni·ersitari. scuole specialistiche. corsi di íormazione:
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
178
· secondo lei il sistema imprenditoriale locale da la possibilita a chi possiede
delle competenze di specializzarle e s·ilupparle·
· (ome ·engono s·iluppate e specializzate tali competenze nel sistema
imprenditoriale locale·
· In quest`impresa·
- Pensando allo s·iluppo nel bre·e´medio periodo di alcune aree dell`impresa. quali skills
proíessionali e competenze specialistiche crede che saranno maggiormente richieste
dall`impresa in íuturo·
- Secondo l`esperienza dell`impresa e in base alle conoscenze che ha della situazione della
sua regione. quali sono le proíessioni e i mestieri del íuturo in Molise·


Azienda agroalimentare / 2
Impresa

- Oual e la situazione attuale di quest`impresa·
- Ouali sono le prospetti·e íuture dell`impresa·
· (osa pre·ede nel bre·e´medio periodo per questa impresa·
· Lsistono progetti di s·iluppo dell`impresa·

Settore

- Ouali sono le prospetti·e dell`industria agroalimentare in Molise·
- Secondo lei il comparto oli·icolo e un comparto in cui in·estire·
- (he peso ha questo settore in Molise·
- Ouale sono le aree do·e e piu diííuso questo settore e do·e e possibile il suo s·iluppo·
- Secondo lei cosa si do·rebbe íare per migliorare il settore·
- Ouali diííicolta incontra un imprenditore che decide di intraprendere l`atti·ita in questo
settore·
- Oual e la situazione della partecipazione íemminile in questo settore·
- Ouanto e importante puntare sui prodotti tipici·

Nuovo progetto

- Ouando ci siamo ·isti mi ha parlato di un progetto con l`Uni·ersita. íacolta di
economia. riguardo alle competenze che de·ono possedere i laureati di economia per
essere assunti nella ·ostra azienda o in altre aziende di questo tipo·
· Mi puo illustrare meglio questo progetto·
· Ouali sono le íinalita di questo progetto·
· Ouali le modalita del progetto·
· Perché e stato pensato questo tipo di progetto·




Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
179
Opportunità occupazionali

- Ouali sono le competenze proíessionali piu richieste in questa impresa·
- L` diííicile tro·are in Molise del personale con queste competenze·
- In questo momento l`impresa e in una íase di ampliamento dell`organico· Sono pre·iste
nuo·e assunzioni nel bre·e´medio periodo·
- Solitamente si assumono piu uomini o piu donne·
- Ouando si assume del personale nell`impresa a quale íascia di eta ci si ri·olge·
- In Molise si sente molto il problema delle persone in cerca di la·oro che hanno piu di
40 anni cassaintegrati o persone che hanno íatto per anni la·ori occasionali,.
· Ouest`impresa come si pone nei coníronti di questo problema·
· Ouale s·antaggi o ·antaggi porterebbe nell`azienda l`assunzione di questo
tipo di persone·
- Alcuni dei disoccupati molisani possiedono competenze acquisite attra·erso gli studi
uni·ersitari. scuole specialistiche. corsi di íormazione:
· secondo lei il sistema imprenditoriale locale da la possibilita a chi possiede
delle competenze di specializzarle e s·ilupparle·
· (ome ·engono s·iluppate e specializzate tali competenze nel sistema
imprenditoriale locale·
· In quest`impresa·
- Pensando allo s·iluppo nel bre·e´medio periodo di alcune aree dell`impresa. quali skills
proíessionali e competenze specialistiche crede che saranno maggiormente richieste
dall`impresa in íuturo·
- Secondo l`esperienza dell`impresa e in base alle conoscenze che ha della situazione della
sua regione. quali sono le proíessioni e i mestieri del íuturo in Molise·


Azienda tessile

Impresa

- Oual e il suo ruolo all'interno dell'impresa·
- Oual e la situazione attuale di quest`impresa·
- Ouando e stata costituita·
- Oual e la íorma giuridica·
- Oual e il numero di soci o titolari·
- Oual e la sede legale dell'azienda· Ouale la sede produtti·a·
- Ouali sono le prospetti·e íuture dell`impresa·
· (osa pre·ede nel bre·e´medio periodo per questa impresa·
· Lsistono progetti di s·iluppo dell`impresa·
- Negli ultimi tre anni com'e stato l'andamento del íatturato di questa azienda·
- Do·e ·endete i ·ostri prodotti· In Molise. in Italia. nell'Unione Luropea o nel resto del
mondo·


Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
180
Settore

- Oual e la situazione dell'industria in Molise·
- la possibilita di ripresa e di s·iluppo·
- Oual e la situazione attuale del settore tessile in Molise·
- Ouali sono le prospetti·e·
- Dalle iníormazioni che abbiamo ottenuto durante la ricerca emerge che la zona della
pro·incia di Isernia e specializzata nel tessile.
· Perché le imprese tessili molisane si concentrano in questa zona·
· Secondo lei quest'area íornisce particolari ·antaggi alle imprese tessili· Ouali·
· Lsistono altre aree in Molise do·e e particolarmente s·iluppato il tessile·


Creazione impresa

- Ouali diííicolta incontra un gio·ane imprenditore che ·uole intraprendere la sua atti·ita
imprenditoriale in questo settore in Molise·
- Ouali competenze de·e a·ere per iniziare la sua atti·ita e rimanere sul mercato·
- In quali aree consiglierebbe di in·estire nel tessile·


Partecipazione femminile

- Oual e la situazione della partecipazione íemminile nel settore tessile·

Opportunità occupazionali

- Ouali sono le competenze proíessionali che de·e necessariamente possedere una
persona per la·orare nella ·ostra azienda·
- Ouali tra queste competenze. secondo lei. di·enteranno sempre piu importanti nel
íuturo· Ouali di·enteranno meno importanti e quali rimarranno stabili·
- Ouante persone la·orano attualmente nell'azienda·
- In questo momento l`impresa e in una íase di ampliamento dell`organico· Sono pre·iste
nuo·e assunzioni nel bre·e´medio periodo·
- (he tipo di íigure proíessionali si intende assumere nell'impresa·
- Solitamente si assumono piu uomini o piu donne·
- Ouando si assume del personale nell`impresa a quale íascia di eta ci si ri·olge·
- Di quale tipo di íigure proíessionali a·ra piu bisogno il suo settore nei prossimi anni·
- Secondo l`esperienza dell`impresa e in base alle conoscenze che ha della situazione della
sua regione. quali sono le proíessioni e i mestieri del íuturo in Molise·




Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
181
Azienda di servizi

Impresa

- Oual e la situazione attuale di quest`impresa·
- Ouali sono le prospetti·e íuture dell`impresa·
- (osa pre·ede nel bre·e´medio periodo per questa impresa·
- Lsistono progetti di s·iluppo dell`impresa·
- Ouali sono le prospetti·e del settore terziario in Molise·
- Ouali sono i problemi che incontra il settore iníormatico in Molise·
- Ouali i ·antaggi·
- Perché e stata scelta questa zona come sede della societa·

Opportunità occupazionali

- Ouali sono le competenze proíessionali piu richieste in questa impresa·
- L` diííicile tro·are in Molise del personale con queste competenze·
- In questo momento l`impresa e in una íase di ampliamento dell`organico· Sono
pre·iste nuo·e assunzioni nel bre·e´.medio periodo·
- Solitamente si assumono piu uomini o piu donne·
- Ouando si assume del personale nell`impresa a quale íascia di eta ci si ri·olge·
- In Molise si sente molto il problema delle persone in cerca di la·oro che hanno piu
di 40 anni cassaintegrati o persone che hanno íatto per anni la·ori occasionali,.
· Ouest`impresa come si pone nei coníronti di questo problema·
· Ouale s·antaggi o ·antaggi porterebbe nell`azienda l`assunzione di questo
tipo di persone·
- Alcuni dei disoccupati molisani possiedono competenze acquisite attra·erso gli studi
uni·ersitari. scuole specialistiche. corsi di íormazione:
· secondo lei il sistema imprenditoriale locale da la possibilita a chi possiede
delle competenze di specializzarle e s·ilupparle·
· (ome ·engono s·iluppate e specializzate tali competenze nel sistema
imprenditoriale locale·
· In quest`impresa·
- Pensando allo s·iluppo nel bre·e´medio periodo di alcune aree dell`impresa. quali ./itt.
proíessionali e competenze specialistiche crede che saranno maggiormente richieste
dall`impresa in íuturo·
- Secondo l`esperienza dell`impresa e in base alle conoscenze che ha della situazione della
sua regione. quali sono le proíessioni e i mestieri del íuturo in Molise·






Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
182
1estimone privilegiato, studioso del Settore 1urismo

Settore

· Oual e la situazione del settore 1uristico in Molise·
· Ouali opportunita oííre Il Molise per lo s·iluppo del settore turistico·
· Ouali sono le aree in cui e piu s·iluppato e perché·
· Alcuni degli osser·atori pri·ilegiati inter·istati hanno sottolineato i problemi di
(ampitello Matese e (apracotta localita sciistiche poco conosciute anche se a
campitello hanno íatto un campionato di sci di íondo,. (ome e possibile
promuo·ere il turismo in Molise·
· Il Parco Nazionale
- quanto iníluisce sul turismo in Molise·
- Perché e cosi conosciuta e írequentata la parte abruzzese del parco e non la
parte molisana·
- (ome si puo promuo·ere il turismo del parco·
- Valorizzare la parte molisana del Parco potrebbe ía·orire lo s·iluppo del
turismo in Molise. secondo lei·

Impresa

· (osa de·e íare un Gio·ane che ·uole intraprendere un`atti·ita imprenditoriale in
campo turistico in Molise·
· Ouali diííicolta incontra·
· Ouali competenze de·e a·ere un imprenditore per intraprendere un`atti·ita
imprenditoriale in Molise nel settore turistico·

Opportunità occupazionali

· Ouali sono le competenze proíessionali piu richieste nel settore turistico·
· Ouali sono le íigure proíessionali di cui ha piu bisogno il settore turistico·
· Di quali íigure proíessionali a·ra piu bisogno il settore turistico nel íuturo·
· Oual e la situazione della partecipazione íemminile nel turismo·

Agriturismo

· Oual e la situazione dell`agriturismo in Molise·
· L` un settore in cui in·estire·

1ermoli

· Oual e la situazione della zona di 1ermoli·
· (ome e possibile conciliare bandiera blu e industrie a 1ermoli·
· Ouanto hanno iníluito sul settore turistico il terremoto e l`allu·ione·

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
183

1estimone privilegiato Associazione di rappresentanza delle
aziende agrituristiche

Agriturismo

· Oual e la situazione dell`agriturismo´ 1urismo rurale in Molise·
· Oual e la situazione della sua azienda·
· Secondo lei l`agriturismo´1urismo rurale e un settore su cui puntare·
· Ouali sono le diííicolta dell`agriturismo´ 1urismo rurale in Molise·
· In quali aree e piu diííuso·

Impresa

· Ouali sono le diííicolta che incontra un gio·ane che ·uole intraprendere l`atti·ita
agrituristica in Molise·
· Ouali ·antaggi·
· Ouali diííicolta ha incontrato quando ha deciso di intraprendere un`atti·ita
imprenditoriale in questo settore·
· Secondo lei un imprenditore de·e considerare l`atti·ita agrituristica in Molise solo
come un`atti·ita collaterale ad altre atti·ita o puo considerarla atti·ita principale·
Desiderio ha detto che l`agriturismo puo essere solo un`atti·ita collaterale. non si
puo andare a·anti solo con l`agriturismo,
· Ouali competenze de·e a·ere gio·ane che ·uole intraprendere un`atti·ita
imprenditoriale in campo agrituristico in Molise·un

Opportunità occupazionali

· Ouali sono le competenze proíessionali piu richieste nelle aziende agrituristiche´
aziende di turismo rurale·
· Ouali le íigure proíessionali necessarie·
· Ouali sono le íigure proíessionali che saranno piu richieste in íuturo
nell`agriturismo e turismo rurale·
· Oual e la situazione della partecipazione íemminile In questo settore·
· In questo momento lei sta assumendo·
· A quale íascia di eta si ri·olge quando assume·







Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
184
1estimone privilegiato Associazione di rappresentanza del mondo
delle cooperative

× quante sono le aziende associate·
× Ouali sono le caratteristiche delle principali aziende associate· dimensione
impresa´íatturato´n.dipendenti´unita locali´tipo di prodotto o ser·izio erogato,
× Ouali sono i settori piu rappresentati· In quali aree·
× Secondo lei quale situazione incontra un gio·ane che decide di intraprendere l`atti·ita
imprenditoriale nel settore agricolo. turistico. terziario ecc nei settori piu rappresentati
dalla ·ostra associazione,· Ouali sono gli errori che íanno i gio·ani che decidono di
intraprendere un`atti·ita imprenditoriale in questi settori· Ouali cose de·ono íare per
intraprendere un`atti·ita in questi settori. per superare le diííicolta e rimanere sul
mercato·
× qual e la situazione della partecipazione íemminile nelle aziende associate e nei settori
di riíerimento· Lsistono diííerenze di genere·
× Lsistono particolari age·olazioni a ía·ore delle donne· hanno a·uto un qualche
impatto· Se Si. quale· Se no. perché·
× Lsistono age·olazioni e politiche pubbliche a ía·ore dell`atti·ita imprenditoriale nei
settori rappresentati dalla ·ostra associazione
× Ouali sono gli skills proíessionali piu richiesti dalle aziende associate alla. ·

Agricoltura

× Oual e la situazione attuale dell`agricoltura·
× Le aziende del comparto agro-alimentare sono in crisi· Ouali aziende sono pronte a
risolle·arsi dalla crisi e quali probabilmente ·i non ci riusciranno·
× In quali aree si collocano la maggior parte della aziende agro-alimentari·


Agricoltura Biologica

× In molti libri e ri·iste ho sentito parlare di agricoltura biologica e soprattutto di
agricoltura integrata in Molise. (he ruolo ricopre questo tipo di agricoltura in Molise·

× Ouali sono le politiche pubbliche adottate per ía·orire questo tipo di agricoltura·

× Ouesto tipo di agricoltura potrebbe ía·orire uno s·iluppo del settore agricolo·

× Ouali aree sono maggiormente adatte per l`agricoltura biologica e perché·

× Ouesto tipo di agricoltura e legata all`agriturismo´masseria· Lsistono politiche che
ía·oriscono entrambi·

Prodotti tipici

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
185
× Il Molise e la regione italiana con il maggior coeííiciente di specializzazione
dell`industria agro-alimentare. Ouali sono i comparti maggiormente s·iluppati. Ouali
sono quelli su cui si puo puntare di piu per uno s·iluppo íuturo·perché e in quali aree·

× Ouali comparti sono in una situazione di crisi· Ouali la supereranno e quali no·

× Il Molise ha numerosi prodotti tipici. Ouali sono le politiche pubbliche per ía·orine lo
s·iluppo e la diííusione sul mercato·

× Ouali sono i prodotti tipici piu conosciuti e i piu redditizi·

× Molti di questi prodotti tipici sono sconosciuti a li·ello nazionale o internazionale
nonostante esistano strumenti di diííusione siti internet-www.traccedelpiacere.it.
www.specialitalv.it,. Perché nonostante tutto i prodotti tipici molisani rimangono poco
conosciuti·

× Lsistono nuo·e politiche per promuo·ere la diííusione dei prodotti tipici regionali·

× lo letto su Molise economico della creazione di una strada del ·ino in Molise. una
sorta di percorso enogastronomico. L` stata realizzata· Lsistono altri progetti del
genere per promuo·ere i prodotti tipici·

× Perche Il Molise e la regione italiana con il piu basso numero di prodotti tipici tutelati
da Marchi· Ouali sono le maggiori diííicolta che si incontrato nel creare un marchio
che tuteli i prodotti tipici·

× Ouali sono i problemi principali nella diííusione dei prodotti tipici·

× L`autoconsumo e una delle caratteristiche di molti comparti agro-alimentari
soprattutto l`oli·icolo. (ome inter·enire· Dipende dalla mentalita dei molisani o da
altri íattori· Ouali·`

× (ome si collocano i prodotti tipici sul mercato locale. regionale. nazionale.
internazionale

× Ouale sono i prodotti che íanno massa critica tanto da essere immessi nel mercato
nazionale e internazionale·

1urismo

× Oual e la situazione di questo settore·
× Ouali sono le aree di maggiore s·iluppo·
× Ouali sono le potenzialita per il íuturo·
× Ouali aree ·anno ·alorizzate·
× Ouali problemi incontrano gli imprenditori che ·ogliono atti·are un`azienda turistica·
× In quale area possono tro·are una situazione piu ía·ore·ole·
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
186
× Ouale tipo di aziende turistiche esistono in Molise·
× Lsistono inter·enti pubblici per ía·orire lo s·iluppo di questo settore·
× Il ruolo dell`agriturismo·
× (onsiderando la numerosita dei prodotti tipici. esiste un turismo gastronomico·
× (ome e stato ía·orito questo tipo di turismo o perché non esiste questo tipo di
turismo·

Servizi

× Oual e la situazione del settore·
× In quali aree e piu s·iluppato·
× Ouali sono le sue potenzialita di s·iluppo·
× Lsistono age·olazioni·
× Ouali opportunita oííre·


Lrsam ÷ Lnte Regionale di Sviluppo Agricolo


× Oual e la situazione attuale dell`agricoltura in Molise·

× Ouali sono le politiche pubbliche per ía·orire la ripresa e lo s·iluppo dell`agricoltura·

× Gli inter·enti pubblici che ci sono stati íino ad ora hanno portato cambiamenti
signiíicati·i o solo cambiamenti a bre·e termine·

× Oual e il ruolo dell`Lrsam in Molise·

× Nel Documento di programmazione economico íinanziaria per l`anno 2003 si pre·ede
la trasíormazione dell`assetto organizzati·o dell`Lrsam per ía·orire
l`ammodernamento del settore agricolo.
1. Ouali cambiamenti che subira l`Lrsam iníluiranno di piu nel settore agricolo·
2. Ouesti cambiamenti la·oriranno realmente lo s·iluppo del settore· In che
modo·

× Secondo quanto e scritto nel Documento di programmazione economico íinanziaria
del 2003 l`atti·ita íinanziaria anche del settore agro-alimentare sara trasíerita
dall`Lrsam alla linanziaria Regionale. Ouesto ía·orira lo s·iluppo del settore· (om`e
stata s·olta íino ad ora l`atti·ita íinanziaria· Ouali erano i limiti· Ouali sono le nuo·e
possibilita oííerte da questo cambiamento·

× Secondo lei quale situazione incontra un gio·ane che decide di intraprendere l`atti·ita
imprenditoriale nel settore agricolo e. in particolare. nel settore agro-industrale· Ouali
sono gli errori che íanno i gio·ani che decidono di intraprendere un`atti·ita
imprenditoriale in questo settore· Ouali cose de·ono íare per intraprendere un`atti·ita
in questo settore e per superare le diííicolta e rimanere sul mercato·
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
187

× Oual e la situazione della partecipazione íemminile nel settore agricolo· Lsistono
diííerenze di genere·

× Lsistono particolari age·olazioni a ía·ore delle donne· lanno a·uto un qualche
impatto· Se Si. quale· Se no. perché·

× Ouali sono gli skills proíessionali piu richiesti dalle aziende del settore agricolo·

Agricoltura Biologica

× In molti libri e ri·iste ho sentito parlare di agricoltura biologica e soprattutto di
agricoltura integrata in Molise. (he ruolo ricopre questo tipo di agricoltura in Molise·

× Ouali sono le politiche pubbliche adottate per ía·orire questo tipo di agricoltura·

× Ouesto tipo di agricoltura potrebbe ía·orire uno s·iluppo del settore agricolo·

× Ouali aree sono maggiormente adatte per l`agricoltura biologica´integrata e perché·

× Ouesto tipo di agricoltura e legata all`agriturismo´masseria· Lsistono politiche che
ía·oriscono entrambi·

Settore agro-alimentare

Prodotti tipici

× Il Molise e la regione italiana con il maggior coeííiciente di specializzazione
dell`industria agro-alimentare. Ouali sono i comparti maggiormente s·iluppati. Ouali
sono quelli su cui si puo puntare di piu per uno s·iluppo íuturo· perché e in quali
aree·

× Ouali comparti sono in una situazione di crisi· Ouali la supereranno e quali no·

× Ouali sono i prodotti tipici piu presenti in Molise· Ouali quelli piu redditizi·

× Il Molise ha numerosi prodotti tipici. Ouali sono le politiche pubbliche per ía·orirne
lo s·iluppo e la diííusione sul mercato·

× Molti di questi prodotti tipici sono sconosciuti a li·ello nazionale o internazionale
nonostante esistano strumenti di diííusione siti internet-www.traccedelpiacere.it.
www.specialitalv.it,. Perché nonostante tutto i prodotti tipici molisani rimangono poco
conosciuti·

× Lsistono nuo·e politiche per promuo·ere la diííusione dei prodotti tipici regionali·

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
188
× lo letto su Molise economico` della creazione di una strada del ·ino in Molise. una
sorta di percorso enogastronomico. L` stata realizzata· Lsistono altri progetti del
genere per promuo·ere i prodotti tipici·

× Perché Il Molise e la regione italiana con il piu basso numero di prodotti tipici tutelati
da Marchi· Ouali sono le maggiori diííicolta che si incontrato nel creare un marchio
che tuteli i prodotti tipici·

× L`autoconsumo e una delle caratteristiche di molti comparti agro-alimentari
soprattutto l`oli·icolo. (ome inter·enire· Dipende dalla mentalita dei molisani o da
altri íattori· Ouali·

× (ome si collocano i prodotti tipici sul mercato locale. regionale. nazionale.
internazionale·

× Ouale sono i prodotti che íanno massa critica tanto da essere immessi nel mercato
nazionale e internazionale·

(omparto Lattiero-(aseario

× (he peso ha questo settore in Molise·
× Ouali sono le politiche adottate per ía·orire lo s·iluppo di questo settore·
× Ouale sono le aree do·e e piu diííuso questo settore e do·e e possibile il suo s·iluppo·
× Secondo lei cosa si do·rebbe íare per migliorare il settore·
× Ouali diííicolta incontra un imprenditore che decide di intraprendere l`atti·ita in
questo settore·
× Ouali le diííicolta che hanno incontrato gli imprenditori ad adattare le aziende alle
norme soprattutto igenico-sanitarie·
× (osa si sta íacendo per migliorare la struttura írammentata delle aziende di questo
settore· Si potra migliorare·
× Le piccole imprese riescono a sopra··i·ere grazie alla tipicita dei prodotti· come si
ía·orisce la promozione dei prodotti tipici in questo settore·

(omparto Molitorio-Pastario

× (he peso ha questo settore in Molise·
× Ouali sono le politiche adottate per ía·orire lo s·iluppo di questo settore·
× Ouale sono le aree do·e e piu diííuso questo settore e do·e e possibile il suo s·iluppo·
× Secondo lei cosa si do·rebbe íare per migliorare il settore·
× Ouali diííicolta incontra un imprenditore che decide di intraprendere l`atti·ita in
questo settore·
× (ome ·engono realizzate atti·ita di promozione in questo settore·

(omparto Oli·icolo

× (he peso ha questo settore in Molise·
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
189
× Ouali sono le politiche adottate per ía·orire lo s·iluppo di questo settore·
× Ouale sono le aree do·e e piu diííuso questo settore e do·e e possibile il suo s·iluppo·
× Secondo lei cosa si do·rebbe íare per migliorare il settore·
× Ouali diííicolta incontra un imprenditore che decide di intraprendere l`atti·ita in
questo settore·
× (ome ·engono realizzate atti·ita di promozione in questo settore·
× Gli oli·icoltori risultano essere i piu íormati e iníormati nel settore agro-alimentare il
5¯° si a··ale della consulenza dell`Lrsam,. Perché· Ouali ·antaggi porta questa
condizione·
× Lrsa Molise ha realizzato uno studio per indi·iduare il germoplasma oli·icolo
molisano. Ouali ·antaggi ha portato questo studio al comparto oli·icolo· Ouali
cambiamenti·In Base a questo studio sono stati impiantati solo gli uli·i considerati piu
produtti·i e piu conosciuti. Ouali conseguenze ci sono state·
× Nel coníezionamento ci sono state inno·azioni. Ouali· lanno ía·orito lo s·iluppo·
× (`e una Proposta per ottenere il DOP. Ouali sono le maggiori diííicolta per ottenerla·
A (he punto e la proposta·

(omparto Viti·inicola

× (he peso ha questo settore in Molise·
× Ouali sono le politiche adottate per ía·orire lo s·iluppo di questo settore·
× Ouanto incide l`agricoltura biologica e integrata in questo settore·
× Ouali nuo·e tecnologie sono state introdotte·
× Ouale sono le aree do·e e piu diííuso questo settore e do·e e possibile il suo s·iluppo·
× Secondo lei cosa si do·rebbe íare per migliorare il settore·
× Ouali diííicolta incontra un imprenditore che decide di intraprendere l`atti·ita in
questo settore·


1ecnici dell'Lrsam


× Oual e il ruolo dei tecnici dell`Lrsam·

× Ouali aziende ·isita·
· (he tipo di aziende ·isita·
· Ouali sono i problemi che incontra piu spesso in queste aziende·

Agricoltura

× Oual e la situazione attuale dell`agricoltura in Molise·
× Ouali sono le aree in cui e piu s·iluppata·

Agricoltura Biologica

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
190
× In molti libri e ri·iste ho sentito parlare di agricoltura biologica e soprattutto di
agricoltura integrata in Molise. (he ruolo ricopre questo tipo di agricoltura in Molise·

× Ouesto tipo di agricoltura. secondo lei. potrebbe ía·orire uno s·iluppo del settore
agricolo·

× Ouali aree sono maggiormente adatte per l`agricoltura biologica´integrata e perché·

Settore agro-alimentare

× Il Molise e la regione italiana con il maggior coeííiciente di specializzazione
dell`industria agro-alimentare. Ouali sono i comparti maggiormente s·iluppati. Ouali
sono quelli su cui si puo puntare di piu per uno s·iluppo íuturo· perché e in quali
aree·

× Ouali comparti sono in una situazione di crisi· Ouali la supereranno e quali no·

× Ouale sono i prodotti che íanno massa critica tanto da essere immessi nel mercato
nazionale e internazionale·

Impresa

× Secondo lei quale situazione incontra un gio·ane che decide di intraprendere l`atti·ita
imprenditoriale nel settore agricolo e. in particolare·
· Ouali sono gli errori che íanno i gio·ani che decidono di intraprendere
un`atti·ita imprenditoriale in questo settore·
· Ouali cose de·ono íare per intraprendere un`atti·ita in questo settore e per
superare le diííicolta e rimanere sul mercato·

Opportunità occupazionali

× Ouali sono le competenze proíessionali piu richieste dalle aziende del settore agricolo·
× Ouali sono le íigure proíessionali di cui ha piu bisogno ora il settore agricolo·
× Secondo lei di quali íigure proíessionali a·ra piu bisogno il settore agricolo nel íuturo·
× Oual e la situazione della partecipazione íemminile nel settore agricolo·
× In questo momento la maggior parte delle aziende agricole che lei ·isita stanno
assumendo nuo·o personale·
× Ouando le aziende agricole assumono personale a quale íascia di eta si ri·olgono
maggiormente e attra·erso quali canali assumono personale·

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
191
1estimone privilegiato Lnte pubblico finanziario

× Oual e il ruolo ·ostro ruolo nella Regione·
× Nel documento di programmazione economico íinanziaria per l`anno 2003 si pre·ede
una ·ostra trasíormazione per a··icinar·i al ruolo di Banca d`in·estimento. Ouesto
potrebbe portare dei cambiamenti positi·i· la·orira l`accesso al credito o lo rendera
piu diííicile·
× Ouale sara la situazione della ·ostra organizzazione dopo l`attuazione delle
disposizioni pre·iste dal documento·
× Perché la maggior parte dei settori lamenta la diííicolta di accesso al credito·
× Ouali sono i problemi e le diííicolta di accesso al credito nella regione Molise·
× Lsistono politiche per ía·orire l`accesso al credito. Ouali·
× (osa si potrebbe íare per migliorare l`accesso al credito·
× Ouale contributo íornisce la ·ostra organizzazione per lo s·iluppo dei ·ari settori·
× Secondo lei. quali sono le aree e i settori di possibile s·iluppo do·e e piu opportuno
in·estire·
× Lsistono politiche íinanziarie. íorme di íinanziamento. age·olazioni ecc. che
ía·oriscono settori e aree speciíiche·
× In quali settori ci sono piu richieste di credito·
× In quali aree richiedono piu credito·
× Oual e l`azienda tipo che richiede il íinanziamento·
× Ouale sono i moti·i di richiesta e di concessione del credito·
× Ouali sono i moti·i oggetti·i per cui ·iene respinta una richiesta di íinanziamento·


Sindacati

× (osa pensa della situazione del mercato del la·oro in Molise·
× Ouali caratteristiche e quali competenze hanno i molisani in cerca di la·oro·
× Ouali sono gli skills proíessionali e le competenze specialistiche piu richieste dalle
imprese molisane·
× I molisani in cerca di la·oro possiedono le caratteristiche e le competenze richieste dalle
imprese molisane·
× Oual e il li·ello di istruzione richiesto dalle imprese molisane·
× Rispetto al territorio. quali sono le aree in cui e possibile pre·edere lo s·iluppo·
× Ouali sono i settori economici nei quali si puo pre·edere una ripresa·
× Ouali sono i settori´ aree territoriali in declino·
× Ouali sono i settori´ aree territoriali in cui ci sara una maggiore necessita di personale
nel bre·e´medio periodo·
× All`interno dei settori economici quali sono le possibilita per la creazione di nuo·e
imprese·
× (i sono inter·enti pubblici che ía·oriscono la creazione d`impresa in alcune zone del
Molise e in alcuni settori· Ouali·
× Secondo lei i settori tradizionalmente íorti in Molise saranno capaci di ottenere uno
s·iluppo economico o sono destinati al declino·
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
192


Centri di Ricerca ÷ Lnti ÷ Università
Associazioni di Categoria/professionali

× Oual e la situazione del mercato del la·oro in Molise·
× Oual e la situazione dei settori molisani agricoltura. industria. commercio....,·
× Ouali settori sono stati maggiormente colpiti dalla crisi e quali sono in·ece in íase di
s·iluppo·
× All`interno dei settori economici quali sono quelli che oíírono piu possibilita per la
creazione di nuo·e imprese·
× Ouali sono le aree in cui e possibile pre·edere lo s·iluppo·
× Ouali sono le aree do·e ci sono maggiori possibilita inírastrutture. etc., per impiantare
un`impresa·
× Ouali sono i settori in cui ci sara una maggiore necessita di personale nel bre·e´medio
periodo·
× Ouali sono gli skills proíessionali e le competenze specialistiche piu richieste dalle
imprese molisane·
× Ouali sono gli skills proíessionali e le competenze specialistiche che saranno piu
richieste nel bre·e e medio periodo·
× I molisani in cerca di la·oro possiedono le caratteristiche e le competenze richieste dalle
imprese molisane·
× Oual e il li·ello di istruzione posseduto dai molisani in cerca di la·oro·
× Oual e il li·ello di istruzione richiesto dalle imprese molisane·
× Secondo lei i settori tradizionalmente íorti in Molise saranno capaci di ottenere uno
s·iluppo economico o sono destinati al declino·
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
193




ALLLGA1O C
S1A1IS1ICHL: DIS1RIBUZIONI DI IRLQULNZA
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
194

Ruolo intervistato


Irequenza Percentuale
Percentuale
valida
Percentuale
cumulata
Imprenditore 10 14.3 14.3 14.3
Direttore/Amministratore/Resp.
stabilimento o settore
22 31.4 31.4 45.¯
Presidente 3 4.3 4.3 50.0
Impiegato 30 42.9 42.9 92.9
1ecnico 1 1.4 1.4 94.3
Responsabile qualità 1 1.4 1.4 95.¯
Non risponde 3 4.3 4.3 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Iorma giuridica


Irequenza Percentuale
Percentuale
valida
Percentuale
cumulata
S.p.a. 13 18.6 18.6 18.6
S.r.l. 25 35.¯ 35.¯ 54.3
Cooperativa 9 12.9 12.9 6¯.1
S.n.c. 11 15.¯ 15.¯ 82.9
Altre forme
societarie
11 15.¯ 15.¯ 98.6
Non risponde 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0













Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
195
Sede legale


Irequenza Percentuale
Percentuale
valida
Percentuale
cumulata
Prov.
Campobasso
49 ¯0.0 ¯0.0 ¯0.0
Prov. Isernia 18 25.¯ 25.¯ 95.¯
Iuori Molise 3 4.3 4.3 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Sedi produttive: Prov. Campobasso


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Si 50 ¯1.4 ¯1.4 ¯1.4
No 20 28.6 28.6 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Sedi produttive: Prov. Isernia


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Si 21 30.0 30.0 30.0
No 49 ¯0.0 ¯0.0 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Sedi produttive: Iuori del Molise, Italia


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Si 13 18.6 18.6 18.6
No 5¯ 81.4 81.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0








Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
196
Sedi produttive: Lstero


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Validi No ¯0 100.0 100.0 100.0

Anno di costituzione (classi)


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Anni '00 11 15.¯ 16.2 16.2
Anni '50 3 4.3 4.4 20.6
Anni '60 6 8.6 8.8 29.4
Anni '70 16 22.9 23.5 52.9
Anni '80 14 20.0 20.6 ¯3.5
Anni '90 18 25.¯ 26.5 100.0
Validi
1otale 68 9¯.1 100.0
Non risponde 2 2.9
1otale ¯0 100.0

Numero titolari/soci (classi)


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Iino a J0 61 8¯.1 89.¯ 89.¯
JJ-50 3 4.3 4.4 94.1
J0J e oltre 4 5.¯ 5.9 100.0
Validi
1otale 68 9¯.1 100.0
Non risponde 2 2.9
1otale ¯0 100.0









Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
197
Numero addetti (classi)


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Iino a J0 24 34.3 34.3 34.3
JJ-50 32 45.¯ 45.¯ 80.0
5J-J00 5 ¯.1 ¯.1 8¯.1
J0J-200 4 5.¯ 5.¯ 92.9
20J-500 3 4.3 4.3 9¯.1
50J e oltre 2 2.9 2.9 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0


Settore


Irequenza Percentuale
Percentuale
valida
Percentuale
cumulata
Agricoltura/agro-
alimentare
24 34.3 34.3 34.3
Industria (escluso
agroalim.)
26 3¯.1 3¯.1 ¯1.4
1urismo 5 ¯.1 ¯.1 ¯8.6
Servizi/1erziario 10 14.3 14.3 92.9
Artigianato 3 4.3 4.3 9¯.1
Pesca 1 1.4 1.4 98.6
Altro 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Settore: altro


Irequenza Percentuale
Percentuale
valida
Percentuale
cumulata
69 98.6 98.6 98.6
Commercio
alimentare
1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
198
Competenze - Parlare lingue straniere


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 40 5¯.1 5¯.1 5¯.1
stabile 2 2.9 2.9 60.0
crescita 28 40.0 40.0 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Usare il computer e i software


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 10 14.3 14.3 14.3
stabile 10 14.3 14.3 28.6
crescita 50 ¯1.4 ¯1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Avere cultura manageriale


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 69 98.6 98.6 98.6
crescita 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Avere conoscenze di economia


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 30 42.9 42.9 42.9
stabile 15 21.4 21.4 64.3
crescita 25 35.¯ 35.¯ 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0





Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
199
Competenze - Avere conoscenze giuridiche e amministrative


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 35 50.0 50.0 50.0
stabile 21 30.0 30.0 80.0
crescita 14 20.0 20.0 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Avere capacità di coinvolgimento


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 68 9¯.1 9¯.1 9¯.1
stabile 1 1.4 1.4 98.6
crescita 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Saper lavorare in gruppo, con i colleghi


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 18 25.¯ 25.¯ 25.¯
diminuzione 1 1.4 1.4 2¯.1
stabile 1¯ 24.3 24.3 51.4
crescita 34 48.6 48.6 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Avere capacità di negoziazione e mediazione


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 26 3¯.1 3¯.1 3¯.1
stabile 14 20.0 20.0 5¯.1
crescita 30 42.9 42.9 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0


Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
200
Competenze - Saper comunicare chiaramente con gli altri


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 18 25.¯ 25.¯ 25.¯
diminuzione 1 1.4 1.4 2¯.1
stabile 15 21.4 21.4 48.6
crescita 36 51.4 51.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Stabilire rapporti di fiducia e stima con i propri superiori/subordinanti


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 2¯ 38.6 38.6 38.6
diminuzione 1 1.4 1.4 40.0
stabile 15 21.4 21.4 61.4
crescita 2¯ 38.6 38.6 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Saper affrontare e risolvere problemi nuovi


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 18 25.¯ 25.¯ 25.¯
stabile 1¯ 24.3 24.3 50.0
crescita 35 50.0 50.0 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Saper essere autonomi sul lavoro


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 30 42.9 42.9 42.9
stabile 20 28.6 28.6 ¯1.4
crescita 20 28.6 28.6 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
201
Competenze - Avere la capacità di identificare responsabilità, attività e compiti


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 33 4¯.1 4¯.1 4¯.1
stabile 15 21.4 21.4 68.6
crescita 22 31.4 31.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Lssere aperti all'innovazione


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 68 9¯.1 9¯.1 9¯.1
crescita 2 2.9 2.9 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Saper eseguire scrupolosamente i compiti


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 25 35.¯ 35.¯ 35.¯
diminuzione 1 1.4 1.4 3¯.1
stabile 20 28.6 28.6 65.¯
crescita 24 34.3 34.3 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Saper organizzare il lavoro


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 12 1¯.1 1¯.1 1¯.1
stabile 26 3¯.1 3¯.1 54.3
crescita 32 45.¯ 45.¯ 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0



Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
202
Competenze - Resistere allo stress


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 38 54.3 54.3 54.3
diminuzione 2 2.9 2.9 5¯.1
stabile 16 22.9 22.9 80.0
crescita 14 20.0 20.0 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Lssere competitivi


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 2¯ 38.6 38.6 38.6
stabile 8 11.4 11.4 50.0
crescita 35 50.0 50.0 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Lssere flessibili


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 2¯ 38.6 38.6 38.6
diminuzione 1 1.4 1.4 40.0
stabile 14 20.0 20.0 60.0
crescita 28 40.0 40.0 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Gestire bene la variabile "tempo", sapendo rispettare le scadenze


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 23 32.9 32.9 32.9
stabile 19 2¯.1 2¯.1 60.0
crescita 28 40.0 40.0 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
203
Competenze - Saper prendere decisioni con informazioni limitate


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 49 ¯0.0 ¯0.0 ¯0.0
diminuzione 1 1.4 1.4 ¯1.4
stabile 10 14.3 14.3 85.¯
crescita 10 14.3 14.3 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Saper applicare in pratica il proprio sapere


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 69 98.6 98.6 98.6
crescita 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Avere capacità di apprendere lavorando e di riutilizzare quanto appreso nel
proprio lavoro


Irequenza Percentuale
Percentuale
valida
Percentuale
cumulata
non scelto 26 3¯.1 3¯.1 3¯.1
diminuzione 1 1.4 1.4 38.6
stabile 10 14.3 14.3 52.9
crescita 33 4¯.1 4¯.1 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Lssere capaci di interagire con i clienti / promuovere l'immagine dell'azienda
all'esterno


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 16 22.9 22.9 22.9
stabile 8 11.4 11.4 34.3
crescita 46 65.¯ 65.¯ 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
204

Competenze - Avere capacità di relazioni con organizzazioni "terze"


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 39 55.¯ 55.¯ 55.¯
stabile 13 18.6 18.6 ¯4.3
crescita 18 25.¯ 25.¯ 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Saper sacrificare le esigenze della propria mansione a favore delle necessità
dell'organizzazione


Irequenza Percentuale Percentuale valida
Percentuale
cumulata
non scelto 43 61.4 61.4 61.4
stabile 12 1¯.1 1¯.1 ¯8.6
crescita 15 21.4 21.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Avere conoscenze aziendali trasversali


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 69 98.6 98.6 98.6
crescita 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Amare il proprio lavoro, lavorando con gusto


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 21 30.0 30.0 30.0
stabile 16 22.9 22.9 52.9
crescita 33 4¯.1 4¯.1 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0



Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
205
Competenze - Conoscere bene i propri punti di forza e debolezza


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 26 3¯.1 3¯.1 3¯.1
stabile 22 31.4 31.4 68.6
crescita 22 31.4 31.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Usare il proprio potere (gerarchico)


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
non scelto 55 ¯8.6 ¯8.6 ¯8.6
diminuzione 2 2.9 2.9 81.4
stabile 8 11.4 11.4 92.9
crescita 5 ¯.1 ¯.1 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Competenze - Altro (specificare)


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
69 98.6 98.6 98.6
Lssere creativi 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Previsioni settore - Dirigenti/manager


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 68 9¯.1 9¯.1 9¯.1
Indicato 2 2.9 2.9 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0





Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
206
Previsioni settore - Ingegneri e tecnici meccanici / metallurgici


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 68 9¯.1 9¯.1 9¯.1
Indicato 2 2.9 2.9 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Previsioni settore - Ingegneri e tecnici elettronici / telecomunicazioni / informatica


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 68 9¯.1 9¯.1 9¯.1
Indicato 2 2.9 2.9 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Previsioni settore - Ingegneri e tecnici delle costruzioni


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Validi Non indicato ¯0 100.0 100.0 100.0

Previsioni settore - Ingegneri e tecnici delle costruzioni (specificare)


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Validi ¯0 100.0 100.0 100.0

Previsioni settore - Ingegneri e tecnici chimici


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 69 98.6 98.6 98.6
Indicato 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0







Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
207
Previsioni settore - Ingegneri - non specificato


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 66 94.3 94.3 94.3
Indicato 4 5.¯ 5.¯ 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Previsioni settore - Impiegati


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 6¯ 95.¯ 95.¯ 95.¯
Indicato 3 4.3 4.3 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Previsioni settore - 1ecnici/operai specializzati


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 42 60.0 60.0 60.0
Indicato 28 40.0 40.0 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Previsioni settore - 1ecnici/operai specializzati (specificare)


Irequenza Percentuale
Percentuale
valida
Percentuale
cumulata
54 ¯¯.1 ¯¯.1 ¯¯.1
Carpentieri 1 1.4 1.4 ¯8.6
Casaro 1 1.4 1.4 80.0
Cellisti 1 1.4 1.4 81.4
Custode 1 1.4 1.4 82.9
Lsperti nel commerciale 1 1.4 1.4 84.3
Magazzinieri 1 1.4 1.4 85.¯
Periti industriali 1 1.4 1.4 8¯.1
Validi
Programmatori 1 1.4 1.4 88.6
(segue)
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
208
Prototipisti 1 1.4 1.4 90.0
Saldatori 1 1.4 1.4 91.4
1ecnici edili 1 1.4 1.4 92.9
1ecnici produzione
biologica
1 1.4 1.4 94.3
1ecnico manutentore
macchine
1 1.4 1.4 95.¯
1ecnico Software 1 1.4 1.4 9¯.1
1rasformazione
alimenti
1 1.4 1.4 98.6
Web designer 1 1.4 1.4 100.0

1otale ¯0 100.0 100.0

Previsioni settore - 1ecnici/operai specializzati (specificare)


Irequenza Percentuale
Percentuale
valida
Percentuale
cumulata
63 90.0 90.0 90.0
Distributori
automatici
1 1.4 1.4 91.4
Irigoristi 1 1.4 1.4 92.9
Grafici 1 1.4 1.4 94.3
Muratori 1 1.4 1.4 95.¯
Programmatori 1 1.4 1.4 9¯.1
Riparazione
macchine
1 1.4 1.4 98.6
Verniciatori 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Previsioni settore - Responsabili amministrativi


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 68 9¯.1 9¯.1 9¯.1
Indicato 2 2.9 2.9 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
209


Previsioni settore - Operai non specializzati / non specificato


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 6¯ 95.¯ 95.¯ 95.¯
Indicato 3 4.3 4.3 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Previsioni settore- Specialisti nelle pubbliche relazioni


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 6¯ 95.¯ 95.¯ 95.¯
Indicato 3 4.3 4.3 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Previsioni settore - Agenti di pubblicità/rappresentanti di commercio


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 61 8¯.1 8¯.1 8¯.1
Indicato 9 12.9 12.9 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Previsioni settore - Specialisti in lingue straniere


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 68 9¯.1 9¯.1 9¯.1
Indicato 2 2.9 2.9 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0









Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
210
Previsioni settore - Biologi


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 68 9¯.1 9¯.1 9¯.1
Indicato 2 2.9 2.9 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Previsioni settore - Botanici


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Validi Non indicato ¯0 100.0 100.0 100.0

Previsioni settore - Agronomi


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 69 98.6 98.6 98.6
Indicato 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Previsioni settore - Veterinai


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Validi Non indicato ¯0 100.0 100.0 100.0

Previsioni settore - Altro (specificare)


Irequenza Percentuale
Percentuale
valida
Percentuale
cumulata
52 ¯4.3 ¯4.3 ¯4.3
Addetti alla ristorazione 1 1.4 1.4 ¯5.¯
Autisti 1 1.4 1.4 ¯¯.1
Camerieri 1 1.4 1.4 ¯8.6
Conduttori di linee di
produzione
1 1.4 1.4 80.0
Validi
Cuochi 3 4.3 4.3 84.3
(segue)
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
211
Lnologo 2 2.9 2.9 8¯.1
Lsperto in trade
marketing
1 1.4 1.4 88.6
Geriatri 1 1.4 1.4 90.0
Gestore di commesse 1 1.4 1.4 91.4
Professionisti incoming 1 1.4 1.4 92.9
Ricercatori 1 1.4 1.4 94.3
Sarte 1 1.4 1.4 95.¯
Specialista dei sistemi
di qualità
1 1.4 1.4 9¯.1
Specialista settore
ambiente
1 1.4 1.4 98.6
Stilisti 1 1.4 1.4 100.0

1otale ¯0 100.0 100.0

Previsioni settore - Altro (specificare)


Irequenza Percentuale
Percentuale
valida
Percentuale
cumulata
65 92.9 92.9 92.9
Addetti ai piani 1 1.4 1.4 94.3
Addetti alla
ristorazione
1 1.4 1.4 95.¯
Capo cantiere 1 1.4 1.4 9¯.1
Iisioterapisti 1 1.4 1.4 98.6
Key account 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0












Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
212
Previsioni settore - Altro (specificare)


Irequenza Percentuale
Percentuale
valida
Percentuale
cumulata
6¯ 95.¯ 95.¯ 95.¯
Addetti alla
reception
1 1.4 1.4 9¯.1
Ierraioli 1 1.4 1.4 98.6
Psichiatri 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0


Sono previste nuove assunzioni nella sua impresa nei prossimi J2 mesi?


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Si 35 50.0 50.0 50.0
No 35 50.0 50.0 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Assunzioni - Dirigenti/manager


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 69 98.6 98.6 98.6
Indicato 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Assunzioni - Matematici e statistici


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Validi Non indicato ¯0 100.0 100.0 100.0









Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
213
Assunzioni - Ingegneri e tecnici meccanici / metallurgici


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 69 98.6 98.6 98.6
Indicato 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Assunzioni - Ingegneri e tecnici elettronici / telecomunicazioni / informatica


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 68 9¯.1 9¯.1 9¯.1
Indicato 2 2.9 2.9 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0




Assunzioni - Ingegneri e tecnici chimici


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 68 9¯.1 9¯.1 9¯.1
Indicato 2 2.9 2.9 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Assunzioni - Ingegneri e tecnici delle costruzioni


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 69 98.6 98.6 98.6
Indicato 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0







Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
214
Assunzioni - Architetti / urbanisti / specialisti nel recupero e conservazione del territorio


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Validi Non indicato ¯0 100.0 100.0 100.0

Assunzioni - Biologi / botanici / zoologi


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 69 98.6 98.6 98.6
Indicato 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Assunzioni - Agronomi


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 65 92.9 92.9 92.9
Indicato 5 ¯.1 ¯.1 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0


Assunzioni - Veterinai


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Validi Non indicato ¯0 100.0 100.0 100.0

Assunzioni - Specialisti gestione e controllo / problemi finanziari / contabilità


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 66 94.3 94.3 94.3
Indicato 4 5.¯ 5.¯ 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0






Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
215

Assunzioni - Specialisti nelle pubbliche relazioni


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 69 98.6 98.6 98.6
Indicato 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Assunzioni - Avvocati e professioni giuridiche


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Validi Non indicato ¯0 100.0 100.0 100.0

Assunzioni - Specialisti in lingue straniere (traduttori, interpreti, ecc.)


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 69 98.6 98.6 98.6
Indicato 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Assunzioni - Segretari / archivisti


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 65 92.9 92.9 92.9
Indicato 5 ¯.1 ¯.1 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Assunzioni - Impiegati / amministrativi


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 69 98.6 98.6 98.6
Indicato 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0



Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
216

Assunzioni - Altre figure di ufficio


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 6¯ 95.¯ 95.¯ 95.¯
Indicato 3 4.3 4.3 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Assunzioni - Altre figure di ufficio (specificare)


Irequenza Percentuale
Percentuale
valida
Percentuale
cumulata
68 9¯.1 9¯.1 9¯.1
Operatore
Computer
1 1.4 1.4 98.6
Ragioniere 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0


Assunzioni - Agenti di pubblicità / rappresentanti di commercio


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 65 92.9 92.9 92.9
Indicato 5 ¯.1 ¯.1 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Assunzioni - Addetti servizi turistici / alberghieri / ristorazione


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 63 90.0 90.0 90.0
Indicato ¯ 10.0 10.0 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0






Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
217
Assunzioni - Addetti servizi turistici / alberghieri / ristorazione (specificare)


Irequenza Percentuale
Percentuale
valida
Percentuale
cumulata
65 92.9 92.9 92.9
Camerieri 2 2.9 2.9 95.¯
Cuochi 2 2.9 2.9 98.6
Lsperto nella cura dei
cavalli
1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0


Assunzioni - Artigiani


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 69 98.6 98.6 98.6
Indicato 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0


Assunzioni - Operai specializzati


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 49 ¯0.0 ¯0.0 ¯0.0
Indicato 21 30.0 30.0 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
218

Assunzioni - Operai specializzati (specificare)


Irequenza Percentuale
Percentuale
valida
Percentuale
cumulata
53 ¯5.¯ ¯5.¯ ¯5.¯
Addetto alle vendite 1 1.4 1.4 ¯¯.1
Analista 1 1.4 1.4 ¯8.6
Carrozzieri 1 1.4 1.4 80.0
Casaro 1 1.4 1.4 81.4
Cesellatori 1 1.4 1.4 82.9
Custodi 1 1.4 1.4 84.3
Distributori
automatici
1 1.4 1.4 85.¯
Llettricisti 1 1.4 1.4 8¯.1
Giardinieri 1 1.4 1.4 88.6
Muratori 1 1.4 1.4 90.0
Operai nei
supermercati
1 1.4 1.4 91.4
Produzione alimenti 1 1.4 1.4 92.9
Saldatori 2 2.9 2.9 95.¯
Sarti 1 1.4 1.4 9¯.1
Sondatori 1 1.4 1.4 98.6
1rasformazione
alimenti
1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0



Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
219


Assunzioni - Operai non specializzati


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 62 88.6 88.6 88.6
Indicato 8 11.4 11.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Assunzioni - Agricoltori e operai agricoli


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Non indicato 68 9¯.1 9¯.1 9¯.1
Indicato 2 2.9 2.9 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Assunzioni - Allevatori


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
Validi Non indicato ¯0 100.0 100.0 100.0

Assunzioni - Altro (specificare)


Irequenza Percentuale
Percentuale
valida
Percentuale
cumulata
66 94.3 94.3 94.3
Autista 1 1.4 1.4 95.¯
Disegnatori cad 1 1.4 1.4 9¯.1
Iunzionari di vendita 1 1.4 1.4 98.6
Web Master-
Programmatori
1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0






Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
220

Localizzazione mercato: Molise


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
0 12 1¯.1 1¯.1 1¯.1
J 1 1.4 1.4 18.6
2 3 4.3 4.3 22.9
5 ¯ 10.0 10.0 32.9
6 1 1.4 1.4 34.3
J0 6 8.6 8.6 42.9
J5 1 1.4 1.4 44.3
20 5 ¯.1 ¯.1 51.4
25 2 2.9 2.9 54.3
30 1 1.4 1.4 55.¯
40 8 11.4 11.4 6¯.1
50 8 11.4 11.4 ¯8.6
60 2 2.9 2.9 81.4
65 1 1.4 1.4 82.9
70 2 2.9 2.9 85.¯
80 1 1.4 1.4 8¯.1
90 4 5.¯ 5.¯ 92.9
95 1 1.4 1.4 94.3
J00 4 5.¯ 5.¯ 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0













Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
221


Localizzazione mercato: altre regioni italiane


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
0 4 5.¯ 5.¯ 5.¯
4 1 1.4 1.4 ¯.1
5 1 1.4 1.4 8.6
8 1 1.4 1.4 10.0
J0 6 8.6 8.6 18.6
J8 1 1.4 1.4 20.0
20 1 1.4 1.4 21.4
25 1 1.4 1.4 22.9
30 4 5.¯ 5.¯ 28.6
35 3 4.3 4.3 32.9
40 1 1.4 1.4 34.3
45 1 1.4 1.4 35.¯
50 6 8.6 8.6 44.3
60 8 11.4 11.4 55.¯
70 ¯ 10.0 10.0 65.¯
72 1 1.4 1.4 6¯.1
75 1 1.4 1.4 68.6
79 2 2.9 2.9 ¯1.4
80 6 8.6 8.6 80.0
90 6 8.6 8.6 88.6
95 3 4.3 4.3 92.9
J00 5 ¯.1 ¯.1 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
222

Localizzazione mercato: U.L.


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
0 42 60.0 60.0 60.0
J 1 1.4 1.4 61.4
2 1 1.4 1.4 62.9
3 2 2.9 2.9 65.¯
4 1 1.4 1.4 6¯.1
5 2 2.9 2.9 ¯0.0
J0 6 8.6 8.6 ¯8.6
J3 1 1.4 1.4 80.0
J5 3 4.3 4.3 84.3
J8 1 1.4 1.4 85.¯
20 3 4.3 4.3 90.0
25 2 2.9 2.9 92.9
30 3 4.3 4.3 9¯.1
50 1 1.4 1.4 98.6
90 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
223

Localizzazione mercato: resto del mondo extra UL,


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
0 46 65.¯ 65.¯ 65.¯
J 1 1.4 1.4 6¯.1
2 4 5.¯ 5.¯ ¯2.9
5 4 5.¯ 5.¯ ¯8.6
J0 5 ¯.1 ¯.1 85.¯
JJ 1 1.4 1.4 8¯.1
J5 2 2.9 2.9 90.0
28 1 1.4 1.4 91.4
30 2 2.9 2.9 94.3
35 1 1.4 1.4 95.¯
40 1 1.4 1.4 9¯.1
45 1 1.4 1.4 98.6
70 1 1.4 1.4 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0

Iatturato


Irequenza Percentuale Percentuale valida Percentuale cumulata
In calo 8 11.4 11.4 11.4
Stabile 31 44.3 44.3 55.¯
In aumento 29 41.4 41.4 9¯.1
Non risponde 2 2.9 2.9 100.0
Validi
1otale ¯0 100.0 100.0







Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
224




ALLLGA1O D
SIN1LSI DLL DPLI 2002 - 2003
- a cura dei ricercatori di Studionet e A.Re.S -



Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
225
Le linee íuture dello s·iluppo del Molise. contenute nel DPLl 2002-2003. sono centrate su alcune
priorita:

PBIOBITA DI CONTESTO IINANZIABIO:
- risanamento dei conti e riorganizzazione della sanita:
- costituzione dell'Osser·atorio statistico ed economico:
- tempesti·o utilizzo dei íondi strutturali e di tutte le risorse disponibili:
- controllo. ricomposizione e riduzione delle spese correnti:
- applicazione delle politiche íiscali di detassazione diííerenziata e di riqualiíicazione dell'azione
di controllo ed accertamento delle entrate tributarie: appro·azione di leggi di riordino dei
tributi regionali:
- operati·ita degli strumenti di íinanza inno·ati·a. emissione di un prestito obbligazionario.
accesso al rating ed operazioni di cartolarizzazione:
- lotta al sommerso íiscale e contributi·o:
- centralizzazione degli acquisti.

PBIOBITA DI CONTESTO PBODUTTIVO
- in·estimenti inírastrutturali : comunicazioni ·iarie. íerro·iarie e telematiche: ricetti·ita
turistica: inter·enti di contrasto al dissesto idro-geologico: azioni di diíesa e conser·azione del
suolo e della costa: interporto ed eliporto: ·arianti ed ammodernamenti delle reti stradali.
costruzione della nuo·a sede regionale. ecc.:
- attuazione delle riíorme degli enti strumentali linMolise. Lrim. Lpt. (onsorzi Industriali.
Lrsam. Iacp. (omunita Montane. ecc.,:
- promozione del programmato modello di turismo alternati·o e delle sue interazioni con tutti
gli altri settori economici:
- appro·azione dei piani di settore:
- politiche di riequilibrio territoriale:
- appro·azione delle Leggi sulla montagna:
- rimodulazione delle politiche pluriennali per l'industria e per l'artigianato. alla luce delle crisi
settoriali emergenti: potenziamento dei ser·izi insediati·i e del marketing territoriale:
- attuazione della riorganizzazione della íormazione proíessionale:
- sostegno della programmazione negoziata:
- dotazione íinanziaria dei (oníidi:
- incenti·i ai processi di inno·azione ed internazionalizzazione delle imprese di tutti i comparti
produtti·i:
- sostegno all'agricoltura danneggiata ed incenti·azioni all'irrigazione:
- riequilibrio della rete distributi·a commerciale:
- promozione del terziario a·anzato:
- incenti·azioni alla cooperazione.


PBIOBITA DI CONTESTO SOCIAIE, CUITUBAIE ED ISTITUZIONAIE

- riíorma dello statuto regionale:
- azioni in ía·ore della qualiíicazione dell'oííerta sanitaria e socio-sanitaria:
- attuazione delle politiche atti·e del la·oro:
- atti·azione delle politiche sociali ed assistenziali in ía·ore degli anziani. dei disabili.
dell'iníanzia. del disagio gio·anile e delle íasce deboli della popolazione:
- inter·enti in ía·ore della sicurezza sui luoghi di la·oro:
- rispetto delle pari opportunita:
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
226
- sperimentazione di progetti didattici nei ·ersanti piu inno·ati·i:
- costituzione della londazione Molise (ultura:
- intensiíicazione delle relazioni con gli emigrati:
- appro·azione della legge per l'editoria:
- ·alorizzazione del ruolo del ·olontariato. dell'economia sociale e dell'associazionismo
cattolico e laico:
- ·alorizzazione del patrimonio storico. artistico. archeologico ed archi·istico.

Premesso cio. la Regione do·ra. utilizzando tutto il potere d'autodeterminazione che gli deri·a
dalla modiíica del titolo V della (ostituzione. in·entarsi´costituirsi il proprio íuturo íissando
obietti·i raggiungibili. compatibili con le risorse. adeguati e coerenti con la politica e le azioni
del go·erno centrale e della UL.
Primo obietti·o e la riduzione della disoccupazione regionale attualmente stimata intorno al
12.6°,.
La scelta di un obietti·o-guida puo sembrare estremamente limitati·a. ma in realta non e' cosi.
Iníatti. alla base della scelta c'e' una semplice considerazione: ogni inter·ento regionale. ogni
decisione assunta. ogni euro utilizzato de·ono tradursi in un in·estimento e quindi
necessariamente nella creazione di posti di la·oro.
Il quadro della gerarchia degli inter·enti e suííicientemente chiaro. ma. soprattutto. l'Lsecuti·o
regionale e ben consape·ole che la situazione economica. sociale. geograíica e demograíica del
Molise non consente. per i relati·i limiti dimensionali e di scala. di puntare su un settore
piuttosto che su un altro. di pri·ilegiare un'area piuttosto che un'altra. bensi impone. per
considerazioni squisitamente economiche. oltre che necessariamente etiche. di ía·orire uno
s·iluppo omogeneo. equilibrato. armonico e solidale. che incenti·i e chiami a raccolta tutte le
categorie economiche. tutte le atti·ita proíessionali. tutte le íasce generazionali e territoriali.
nella assoluta con·inzione che l'identita regionale puo essere sal·aguardata e colti·ata
unicamente attra·erso una crescita complessi·a del territorio. nelle sue ·arie articolazioni. nelle
sue speciíicita. nelle sue caratteristiche iníungibili.
Lcco perché si auspica un "Patto per il Molise". che metta a dimora idee. risorse ed opzioni
contenuti nel presente documento e li canalizzi in un percorso comunemente condi·iso di
inter·enti coerenti. calibrati e sostenibili.
Schematicamente le azioni da compiere sono:
1utto questo passa per il Consolidamento dell'azione riformatrice
Saranno insomma tangibili i primi eííetti di questa "ri·oluzione" d'assetti e di strategie. sia in
termini di graduale. prospettica riduzione dei costi gestionali in particolare per quanto riguarda
la sanita,. sia in termini di eííicienza di allocazione delle risorse e di economicita degli
in·estimenti si pensi alla linMolise. alla trasíormazione dell'Lrim e dell'Lrsam. alla
rimanutenzione della politica dei consorzi industriali. allo scatto di qualita indotto dalla
costituzione della londazione Molise(ultura,.
I costi di trasíormazione e di costituzione delle riíorme sono moderatamente contenuti. anche
se la mano·ra aggiunti·a appresso speciíicata tende a destinare al "pacchetto riforme" un
congruo importo. dell'ordine di J0 milioni di euro per il 2003.
Per molti enti. si pre·edono íondi pri·ati. che alleggeriscano il peso della gestione pubblica
societa di promozione turistica. íondazione.ecc.,. ed inoltre la riorganizzazione degli assetti
organizzati·i. la riduzione del numero di componenti degli organi amministrati·i. i criteri
ispiratori di eííicienza ed eííicacia. sono tutti ·olti ad assicurare. a regime. alle di·erse strutture.
l'autosuííicienza operati·a e reddituale. e cioe l'obbligo del pareggio di bilancio.
Per alcune iniziati·e in particolare il potenziamento e la parziale con·ersione delle íunzioni
della linMolise,. saranno necessari in·estimenti iniziali di maggiore consistenza. per la
dotazione di know-how e per trasíerimento di íondi. ma la ricaduta nel medio periodo sara di
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
227
note·ole ·alenza. tenuto conto dell'accertato eííetto moltiplicatore che le risorse pubbliche
s·iluppano sul mercato dell'accesso al credito e del capitale di rischio.
Uno dei passaggi chia·e dell`azione di riíorma e nel settore della Sanita.
L'articolata proposta di riíorma sanitaria. peraltro gia integrata con l'emanazione delle diretti·e
·incolanti per i direttori generali delle Aziende sanitarie e con gli atti d'indirizzo sulla
riorganizzazione. il corretto utilizzo e la qualiíicazione della rete ospedaliera a gestione diretta.
e. soprattutto. con l'elaborazione di linee guida per la programmazione sanitaria e per la
gestione del sistema. si íonda sulla piena consape·olezza della centralita della sanita nei
processi di íederalismo e nella scala delle aspettati·e della popolazione.
Il 2002 ha rappresentato l'anno di eííetti·o a··io del íederalismo in sanita. in·estendo le
Regioni della totale responsabilizzazione in ordine a:
- perseguimento dei li·elli essenziali di assistenza LLA,. deíiniti a li·ello di (oníerenza Stato-
Regioni:
- indi·iduazione delle risorse íinanziarie necessarie nell'ambito del bilancio regionale:
- perseguimento dell'equilibrio economico tra risorse stanziate e costo dei ser·izi erogati.
Il Piano di riordino parte dalla con·inzione che tali equilibri sono condizionati. a loro ·olta. da
tre íattori:
- il rapporto li·elli attesi´eííetti·i con la conseguente ·alutazione dell'appropriatezza delle
prestazioni richieste,:
- la compatibilita del sistema di remunerazione delle prestazioni con i li·elli attesi e con le
risorse stanziate:
- la economicita del sistema di produzione-erogazione da parte delle Aziende sanitarie. o··ero
la compatibilita tra sistema tariííario e costi di produzione.
Il sistema muo·e. inoltre. dalla premessa che il sistema sanitario regionale presenta alcune
peculiarita:
- un numero di aziende sanitarie che pone il Molise al piu basso ·alore medio di abitanti. con
conseguenti diseconomie di scala:
- disequilibri nella gamma delle prestazioni erogate carenze di prestazioni territoriali,. nei tassi
di ospedalizzazione superiori a quelli di obietti·o,. nella spesa íarmaceutica eccedente rispetto
a quella pre·ista a li·ello nazionale,. nella scarsa presenza delle atti·ita di dav hospital e dav
surgerv. riabilitazione e lungo degenza:
- ele·ata mobilita sanitaria in uscita. a causa della carenza di alte specializzazioni. do·uta alla
dimensione del bacino di utenza regionale. solo parzialmente compensata dalla buona mobilita
in entrata. ascri·ibile principalmente alla presenza di un IR((S:
- íorte incidenza dei disa·anzi rispetto alle risorse assegnate.

Gli obietti·i principali contenuti nel complesso progetto di riíorma del sistema sanitario
molisano sono cosi sintetizzabili:
- migliorare il go·erno generale del sistema. con la creazione dell'Agenzia per il ser·izio
sanitario regionale:
- rendere piu eííiciente la gestione. con la riduzione del numero e la re·isione della rete delle
aziende sanitarie:
- riordinare la rete dei ser·izi. al íine di e·itarne duplicazioni e. conseguentemente. di atti·are la
specializzazione di di·erse strutture:
- ía·orire le sinergie tra pubblico e pri·ato. con opportune íorme di coordinamento delle
atti·ita e con lo strumento delle sperimentazioni gestionali:
- garantire il perseguimento dei LLA. atti·ando e´o s·iluppando le prestazioni oggi assenti o
carenti:
- promuo·ere uno s·iluppo equilibrato dell'assistenza sanitaria integrati·a:
- coin·olgere gli enti locali. gli operatori ed i cittadini. al íine di chiarire i li·elli di tutela del
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
228
sistema sanitario regionale. correggere la domanda di prestazioni non appropriata e raccogliere
la ·oce degli operatori e degli utenti.
L'architettura complessi·a della riíorma sanitaria e dunque consape·olmente calata nel serrato.
delicato soííerto dibattito aperto in tutti i li·elli istituzionali per la ricerca di elementi di
coesistenza e di sintesi tra ·alori apparentemente irriducibili - eííicienza ed uni·ersalita dei
diritti: economicita e solidarieta : scarsita di risorse e qualita dei ser·izi - che. pure. de·ono
essere necessariamente conciliati e ricondotti ad unita. se si ·ogliono liberare risorse per altri.
cogenti bisogni della comunita locale. se non si ·uole inasprire il carico tributario. se non si
·ogliono bruciare occasioni di s·iluppo. se si ·ogliono sal·aguardare. in deíiniti·a. quei ·alori
di progresso sostenibile e di solidarieta autenticamente praticabile che. sia nella ·isione laica
che nell'impostazione cattolica si pensi alle grandi intuizioni della (entesimus Amnus,.
di·entano íondanti dell'etica della
responsabilita.

Un passaggio importante consiste nella riorganizzazione della struttura amministrativa.
Anche su questo ·ersante. i processi gia in atto. quali le nuo·e nomine dei direttori generali. gli
incenti·i all'esodo e l'atto di organizzazione interna. stanno íacendo maturare importanti
conseguenze ía·ore·oli sulla eííicacia e l'economicita dell'azione amministrati·a e coníermano il
rilie·o che. a questo importante aspetto. era stato riser·ato nelle linee programmatiche:
·alorizzazione delle proíessionalita interne. graduale riduzione dell'organico. eliminazione della
concentrazione di íunzioni. snellezza delle procedure. maggiore tempesti·ita nella capacita di
spesa. potenziamento dei ser·izi a ·alore aggiunto. quali quelli relati·i alla programmazione
regionale o all'accertamento delle entrate. tributarie ed extratributarie.
L'opzione programmatica e' quella di non sostituire le risorse uscenti. se non per limitatissime
esigenze di acquisizione di esperienze íortemente inno·ati·e. cosi solle·ando il bilancio regionale
da un'incidenza attualmente poco sostenibile in rapporto alle medie di altre Regioni.

Naturalmente ogni processo di riíorma necessita di risorse adeguate: per questo la politica di
bilancio si incentra anche su íorme inno·ati·e sul ·ersante delle entrate: come é risaputo. il
decentramento amministrati·o e íiscale presuppone che le Regioni mirino. per quanto piu
possibile. a ricercare autonome íorme di sostentamento íinanziario. agendo. oltre che sul
contenimento della spesa. sull'aumento del gettito delle entrate tributarie. sul ricorso alla íinanza
inno·ati·a. sull'ottimizzazione dei ílussi di entrate non tributarie: il riíerimento e soprattutto
all'emissione di prestiti obbligazionari. per operazioni che possano realmente suscitare
l'interesse e la partecipazione di in·estitori interni ed esterni. come la costruzione delle sede
regionale. la realizzazione di grandi arterie. la creazione di centri di ricerca e di eccellenza.ecc.

L'utilizzo dei fondi strutturali merita un particolare approíondimento. per le sue ricche iníluenze
sulle dinamiche íuture del li·ello delle risorse e delle spese regionali.
La recentissima ·eriíica condotta in regione dal (omitato di Sor·eglianza UL. ha stemperato i
dubbi sorti in ordine ad e·entuali ritardi nella capacita di spesa dei íondi strutturali. attestando. al
contrario. che il Molise. assieme alla Basilicata ed alla Sardegna. e tra le poche regioni al passo
con la tabella di marcia programmata da Governo ed Unione Luropea.
Il positi·o risultato raggiunto e da guardare con soddisíazione. in proiezione dei determinanti
riílessi economici ed occupazionali connessi al rapido ed integrale utilizzo delle risorse comunitarie
ancora disponibili in phasing out.

LL POLI1ICHL PLR LO SVILUPPO
Politiche agricole
Gli indirizzi programmatici per il settore dell'agricoltura saranno do·erosamente adeguati alle
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
229
emergenze scaturite dai recenti íenomeni atmosíerici. che hanno pro·ocato ingenti danni alle
culture. Parte delle risorse íinanziarie aggiunti·e sara canalizzata a íronteggiare i pesanti danni
subiti dal mondo agricolo. oltre ai presumibili íinanziamenti deri·anti dal richiesto stato di calamita
naturale atti·azione del londo di Solidarieta Nazionale,.
In riíerimento. in·ece. all'atti·ita ordinaria per l'anno 2003. il settore agricolo potra usuíruire. in ·ia
prioritaria e preponderante. delle risorse pro·enienti dalla programmazione (omunitaria
2000´2006.
Nell'ambito degli strumenti programmatici sopra indicati. sono pre·iste due grandi categorie di
spese:
- quelle legate ad iniziati·e di carattere inírastrutturale pre·alentemente eííettuate da operatori
pubblici,:
- quelle legate alla erogazione di contributi ad operatori agricoli. zootecnici ed agroindustriali.


Politiche produtti·e
Gli inter·enti in ía·ore dell'impianto produtti·o regionale do·ranno rispondere. come piu ·olte
sottolineato. ad una concezione "di sistema". nel senso che saranno potenziate ed incenti·ate le
misure che. con eííetto tras·ersale ed interatti·o. interíeriscano positi·amente sull'intera
architettura dello s·iluppo locale. A tal proposito. si presentano di rilie·o assolutamente strategico
le azioni gia a··iate per la ristrutturazione e la dotazione íinanziaria della linmolise. deputata a
s·olgere íunzioni di consulenza e d'animazione indistintamente per tutte le atti·ita economiche.
Alla riíorma legislati·a della linanziaria Regionale. si stanno gia accompagnando concreti
inter·enti di raííorzamento della dotazione economica: una recente delibera di Giunta le ha
assegnato circa 2.5 milioni di euro per l'accensione di un mutuo che sprigionera un eííetto
moltiplicatore di oltre ¯5 milioni di euro. Inoltre. come gia sottolineato. una parte delle risorse
aggiunti·e accumulate con la presente mano·ra pari ad un totale di circa 160 milioni di euro, sara
destinata al pacchetto delle riíorme orientati·amente 10 milioni di euro,. con particolare
attenzione proprio ai íabbisogni linmolise.
Un altro aspetto sensibilmente a··ertito da tutte le categorie economiche e quello della
íacilitazione dell'accesso al credito:
Un tema di assoluto protagonismo per l'insieme delle atti·ita economiche e. certamente. quello
della inírastrutturazione immateriale e materiale del territorio.
Per la prima. saranno s·iluppate iniziati·e dirette a migliorare le reti della comunicazione
telematica. ad aííinare la presenza della Regione stessa nel mondo web. ad incenti·are il telela·oro.
la telemedicina. la teledidattica. il commercio elettronico. a ía·orire la íormazione scolastica. con
progetti didattici sperimentali. e quella proíessionale. con orientamenti mirati.
La partecipazione al "·illaggio telematico" sara mezzo íondamentale per superare l'isolamento ed il
gap d'immagine e ía·orira. in parallelo. la ·oluta intensiíicazione degli scambi con le comunita di
molisani residenti all'estero.
A questo scenario. ·anno aggiunte. in prospetti·a. le iniziati·e dipendenti dalle scelte di Go·erno.
degli enti pubblici nazionali. che incideranno radicalmente sulla rete delle comunicazioni molisane
e. dunque. sulla concorrenzialita complessi·a del territorio.
In particolare. marcate aspettati·e si concentrano intorno alla realizzazione dell'autostrada
1ermoli-S.Vittore. per il cui íinanziamento sono gia state ottenute le prime coperture dal Go·erno
centrale e dall'ANAS. 1ale opera potra essere concretizzata anche grazie all'utilizzo della íinanza di
progetto. oltre che mediante ricorso. nei prossimi anni. a prestiti obbligazionari che. come gia
spiegato. incontrano particolare ía·ore da parte degli in·estitori internazionali ed interni. allorché
ineriscano a progetti di cosi gran respiro e per·asi·ita economica.
Nell'ambito della politica dei piani di settore. tutti íunzionali ed interdipendenti al decollo
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
230
complessi·o dell'area molisana. altissimo potenziale detiene. per l'economia regionale e per la
qualita della ·ita delle comunita locali. l'a··enuta appro·azione del Piano delle acque.
Sempre sul piano delle azioni di cornice allo s·iluppo generale del sistema economico locale.
hanno tro·ato grande slancio quelle di espansione delle relazioni diplomatiche ed economiche
con numerosi Paesi.
Nel panorama delle priorita del Go·erno Regionale. ·a ribadita la centralità della promozione
del turismo. quale settore trainante e tras·ersale rispetto a tutti gli altri: la re·isione legislati·a
dell'organizzazione di riíerimento íara da contenitore di politiche d'omogenea distribuzione
dell'oííerta di ser·izi e della ricetti·ita del turismo molisano. qualiíicandone le caratteristiche e
l'immagine.
L'opzione per un turismo "alternativo". rispettoso delle prerogati·e e delle ·ocazioni del
territorio. eco-compatibile e sce·ro da suggestioni imitati·e. accrescendo la consape·olezza
dell'interazione del turismo con la cultura. l'ambiente. l'artigianato. l'agricoltura. orientera le scelte
programmatiche di bre·e e medio periodo ·erso un disegno complessi·o di qualiíicazione e
promozione delle strutture di ospitalita. delle maniíestazioni culturali. del decoro degli ediíici. dei
prodotti tipici. delle tradizioni locali. ecc.
(oerentemente a questa indicazione programmatica. larga parte delle inírastrutture realizzabili
attra·erso il prestito obbligazionario piu ·olte citato potra essere destinata all'insediamento di
strutture e ser·izi di complemento alla "coníezione turistica" immaginata. con eííetti di
propagazione sui piu ·ari settori economici ramo delle costruzioni: artigianato: pubblici esercizi:
pesca: alle·amento: agricoltura: terziario a·anzato: comparti industriali di riíerimento. espressioni
del mondo della cooperazione. ecc., e sul mondo delle proíessioni. che. d'altronde. e giustamente e
do·erosamente interessato a tutti i processi di s·iluppo economico e culturale del territorio.
La ·alorizzazione di un turismo "di nicchia". in ·irtu delle sue specializzazioni di oííerta. ma
"diííuso". per le sue omogenee implicazioni territoriali il turismo alternati·o si presta. in
particolare. alle ·ocazioni delle aree interne e montane,. non trascurera aííatto il ruolo e le
aspettati·e di progresso delle realta che hanno gia espresso. nel tempo. richiamo turistico e relati·i
sbocchi occupazionali: i centri della costa adriatica. (ampitello Matese. (apracotta.
Per i primi. saranno disposte misure atte a legare la promozione dei siti in una concezione unitaria.
presentando la "costa molisana" come un messaggio uniíorme d'in·itante ·acanza marina:
attra·erso la programmazione di una litoranea di congiunzione: attra·erso la promozione dei
relati·i porti turistici: mediante il potenziamento dei collegamenti con i principali centri urbani.
L'insediamento dell'eliporto per la ·elocizzazione delle comunicazioni con le 1remiti dara ulteriore
slancio alla íorza attratti·a di 1ermoli.
Il rilancio della stazione in·ernale di (ampitello Matese e un ulteriore. imperati·o impegno che
l'Amministrazione Regionale assume. nella con·inzione che il recupero delle potenzialita
inespresse del luogo risponda ad esigenze economiche ed occupazionali d'indubbio rilie·o.
(ampitello e (apracotta presentano bellezze paesaggistiche. piste. strutture ricetti·e. numero di
operatori e la·oratori. che de·ono essere necessariamente sorretti da un progetto moderno e
coerente di dotazioni e rinno·i impiantistici. organizzazione. accoglienza. qualita di ser·izi e
politiche dei prezzi.

Per quanto attiene. in particolare alla politica industriale. saranno adottate. di concerto con le
parti sociali. tutte le piu idonee iniziati·e tendenti a contrastare i íenomeni di crisi di alcuni settori
maniíatturieri. In particolare per quel che riguarda il malessere denunciato dal settore
metalmeccanico. l'Amministrazione regionale ha gia sollecitato il Go·erno nazionale ad aprire una
"·ertenza" con la liat. aííinché siano tro·ate idonee misure a diíesa dell'occupazione molisana.
Per il ramo dell'artigianato. che nel corso del 2002 ha maniíestato ulteriori segnali di dinamicita.
inter·enti in ía·ore del potenziamento dei (oníidi. in ía·ore della riorganizzazione della
lormazione Proíessionale. della interatti·ita tra turismo e "mestieri". coníeriranno preziosi impulsi
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
231
al recuperato protagonismo della categoria.
(ategoria all'interno della quale la persistente incidenza del ramo delle costruzioni ía si che a
quest'ultimo comparto gia incenti·ato attra·erso le iniziati·e di politica abitati·a promosse da
questa Giunta, debbano essere riser·ate le misure piu idonee a circoscri·ere i presumibili eííetti
negati·i deri·anti dall'esaurimento delle age·olazioni íiscali nazionali in ía·ore delle ristrutturazioni
edilizie.
Per quanto riguarda. in particolare. il commercio. la condi·isa necessita di tro·are un sapiente
punto di equilibrio tra spazi e íunzioni della grande e della medio-piccola distribuzione ha íatto si
che la Giunta prestasse alla questione tutte le do·ute attenzioni. Allo scopo. l'Lsecuti·o ha dato
altresi mandato all'Osser·atorio Regionale del (ommercio di elaborare uno studio circostanziato
dello stato dell'arte degli "obietti·i di presenza". al íine di ricercare i migliori assetti possibili nella
rete distributi·a e concorrenziale regionale.
Gli incenti·i alle liere ed alle esposizioni. gli aiuti alle esportazioni ed ai processi
d'internazionalizzazione. produrranno beneíici a raggiera per tutte le categorie economiche.
ía·orendo l'accesso ai mercati extraregionali ed esteri delle produzioni e delle merci molisane.
Do·erosa attenzione sara posta alla qualiíicazione dei percorsi di formazione permanente. altro
strumento sistemico e íunzionale al progresso della comunita economica. sul quale ci si soííermera
piu a·anti. nel paragraío degli obietti·i occupazionali.
La scelta di un progetto di s·iluppo diííuso. armonico e sostenibile sara adeguatamente sorretta
dalle politiche ambientali. per la cui ulteriore deíinizione e stato recentemente atti·ato un
Osser·atorio Regionale. che aííianchi gli organismi gia esistenti.
Accanto ai íondi POR e delle delibere (IPL. spendibili nel 2003 per misure di sal·aguardia del
territorio 10 milioni di euro, e di diíesa del suolo 6.2 milioni di euro, e della costa ¯.5 milioni
di euro,. saranno dedicate ulteriori energie e risorse indispensabili all'azione di contrasto del
dissesto idro-geologico. che ·ede l'80 per cento del territorio molisano a rischio-írane seconda
posizione nel panorama nazionale,.
La mano·ra aggiunti·a successi·amente descritta destina ulteriori risorse per i settori produtti·i.
proprio allo scopo di age·olare meccanismi d'inno·azione e capitalizzazione delle imprese.

POLI1ICHL DLL LAVORO LD OBIL11IVI OCCUPAZIONALI
L'obietti·o dell'incremento dell'occupazione e il tema conduttore dell'intera programmazione
regionale.
Le preoccupazioni. solle·ate dalle piu recenti ·icende dello scenario internazionale ed interno
do·ranno guidare le scelte di bre·e e medio periodo. rimarcando la necessita di in·entariare le
opportunita di s·iluppo "con occupazione" riscontrabili nell'ambito di un quadro di riíerimento in
continua íibrillazione.
Nei precedenti passaggi di questo documento. si e riser·ato ampio spazio alle pre·isioni ed alle
stime che punti di osser·azione nazionali e regionali hanno dedicato alla cur·a dell'andamento
occupazionale molisano.
Le piu recenti rile·azioni acquisibili. che íissa·ano il tasso di disoccupazione regionale in un range
tra il 12.6 ed il 12.9 °. iníeriore di circa 1 punto al corrispondente dato 2001. unite alle proiezioni
eseguite sul 2003 dalle accreditate íonti statistiche ed economiche. portano a íissare. nel presente
documento. un tasso di disoccupazione programmato al 2003 nella percentuale dell'JJ,5°.
L'obietti·o dell'JJ,5°. che porrebbe il Molise ben al di sotto del tasso di disoccupazione
attualmente registrato da tutte le regioni meridionali. non sarebbe certo esausti·o ed appagante
rispetto ai traguardi di medio periodo. che aspirano. do·erosamente. ad un rapido allineamento alla
media nazionale pari al 9.5° a íine 2001,.
L'incidenza delle riíorme in corso. ai íini della modernizzazione e del grado di eííicienza
dell'apparato burocratico e produtti·o regionale. e stata ampiamente ponderata.
Ouella delle politiche inírastrutturali a··iate o realizzate de·e essere meglio precisata nelle sue
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
232
implicazioni occupazionali. rica·abili dallo speciíico allegato riíerito ai settori "·iabilita".
"inírastrutture portuali". "schemi idrici". "diíesa suolo". "diíesa costa".
Uno studio consegnato alle parti sociali dall'Assessorato competente e·idenzia che. gia nel corso di
quest'anno. sono stati adottati incisi·i pro··edimenti per l'attuazione delle atti·ita riíerite agli assi
ed alle misure del POR.
1ra gli altri:
- l'appro·azione dei progetti relati·i al piano di íormazione proíessionale:
- l'emanazione della diretti·a pluriennale sull'inserimento ed il reinserimento nel mercato del
la·oro:
- la íormazione e l'istruzione permanente:
- lo s·iluppo della competiti·ita delle PMI:
- la promozione del la·oro íemminile.
Sono state deíinite le linee-guida per l'atti·azione dei centri per l'impiego: sono state adottate
iniziati·e per il collocamento al la·oro dei disabili. la íormazione aziendale. il sistema di
íormazione dei gio·ani in apprendistato.
L' stato stipulato un Protocollo d'Intesa interistituzionale per l'attuazione dell'obbligo íormati·o.
Dall'Agenzia Molise La·oro sono state atti·ate 15 con·enzioni con aziende molisane. per tirocini
íormati·i che impegneranno 150 gio·ani.
Stages formativi. presso aziende del centro nord. ·edranno interessati numerosi laureati e
diplomati molisani.
L·adendo una richiesta íortemente a··ertita. sono stati riíinanziati i PIP. per cinquecento unita.
Sono state realizzate iniziati·e ed intese per due temi di grande rile·anza. quali l'emersione del
lavoro irregolare e la sicurezza sul lavoro.
Ouestioni di alto proíilo sociale. cui la Giunta ha riser·ato le massime attenzioni. in aííiancamento
alla preziosa opera della (ommissione Regionale per l'emersione del la·oro irregolare composta
da rappresentanze degli enti. delle organizzazioni sindacali e di categoria, e degli enti Inps. Inail.
Ispettorati. Direzioni ed Uííici del La·oro, che presiedono al piano straordinario per la sicurezza
sui luoghi di la·oro.
L' stato dato a··io alla gestione del Sistema Informativo Lavoro SIL,. di rilie·o strategico per
l'interoperati·ita dei centri per l'impiego.
Per un altro tema d'indubbia ·alenza sociale - la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili
- la Regione ha sottoscritto una con·enzione con il Ministero del La·oro. per l'autorizzazione della
proroga dei rapporti di utilizzazione presso le strutture regionali ed ha in corso un articolato
programma d'inter·enti incenti·anti in tale direzione.
Per l'immediato íuturo. saranno intraprese azioni ad ampia ricaduta occupazionale:
- raííorzamento della pratica del dialogo sociale. indi·iduando i li·elli di corresponsabilita nella
gestione delle politiche per lo s·iluppo e per il la·oro:
- miglioramento dei ser·izi:
- atti·azione dell'Osser·atorio sul Mercato del La·oro:
- aííinamento del processo di integrazione tra íormazione proíessionale e ser·izi di orientamento e
di impiego:
- tutela delle pari opportunita:
- períezionamento dei sistemi di íormazione in apprendistato:
- intensiíicazione della collaborazione con il sistema scolastico. uni·ersitario e della ricerca:
- incenti·azione di tutte le possibili íorme di apprendimento lungo l'intero arco della ·ita:
- adozione di misure in ía·ore dell'in·ecchiamento atti·o:
- elaborazione di un 1esto Unico delle leggi regionali in materia di politiche del la·oro. íormazione
ed istruzione:
- organizzazione di una (oníerenza Regionale sulle Politiche dell'occupazione e della íormazione:
- elaborazione. di concerto con le parti sociali. di un Piano di Azione Locale. che selezioni strategie
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
233
e compatibilita delle risorse.
I gia dignitosi importi pre·isti nel bilancio 2002 per la·oro e íormazione - circa 29 milioni di euro -
saranno per quanto possibile incrementati. attra·erso azioni di rigore sulla spesa corrente.
L'insieme di questi strumenti. congiunto alle politiche di s·iluppo. agli incenti·i alle produzioni ed
al terziario. al riíinanziamento di leggi in ía·ore della cooperazione e del terzo settore
notoriamente suscettibili di ía·orire nuo·a occupazione,. sostenuto anche dalla calibrata ed
inno·ati·a somministrazione di age·olazioni íiscali per le nuo·e imprese e. quindi. per la nuo·a
occupazione. nonché dalla stabilizzazione della pressione tributaria pro-capite. sara un
íondamentale cardine di un modello socio-economico eííiciente e solidale.
Un progetto di s·iluppo in cui le amministrazioni pubbliche si preoccupino di impiantare e
sostenere. con coerenti e concrete politiche di sistema e di rete. le condizioni attra·erso le quali
operatori. la·oratori e cittadini tro·ino liberta e moti·azioni alla creazione di nuo·a ricchezza sul
territorio.
Naturalmente. il Go·erno Regionale non concentrera le sue attenzioni soltanto sulla nuo·a
occupazione. ma. per scelte etiche. istituzionali ed economiche. le ri·olgera. parallelamente e con
uguale intensita. alla pre·enzione. al controllo ed al presidio delle situazioni di crisi. impegnando
anche il Go·erno (entrale ed i gruppi economici nazionali ed internazionali nella tutela di ·alori.
aspettati·e e ragioni che risultano íondati·i. all'interno di qualunque sistema politico ed
istituzionale. della con·i·enza ci·ile e dei diritti di cittadinanza.

LL POLI1ICHL SOCIALI, ASSIS1LNZIALI, CUL1URALI L SPOR1IVL

Nell'ambito delle prime. l'amministrazione regionale sosterra ulteriori síorzi per le politiche atti·e
della solidarieta in ía·ore delle aree e dei soggetti piu deboli: azioni in ía·ore delle popolazioni
residenti nelle zone a disagio insediativo. a supporto delle famiglie. degli anziani non
assistiti e dei disabili. delle comunità di emigrati in difficoltà.
Lo íara arricchendo il reticolo dei ser·izi articolati sul territorio assistenza domiciliare. reti
iníormati·e.ecc.,. ía·orendo la mobilita. creando spazi ed occasioni di cittadinanza atti·a e di
inclusione sociale. ·alorizzando l'operati·ita e la progettualita del terzo settore e dell'universo
cooperativo. come sta gia a··enendo con la stipula di con·enzioni ed aííidamenti di ser·izi.
nonché con l'utilizzo della le·a íiscale.
lornira sostegno all'assistenza geriatrica. sia nella síera ospedaliera che ambulatoriale.
assumendo come continuo reíerente il processo di senilizzazione del tessuto demograíico.
Accompagnera i percorsi di mantenimento in atti·ita degli anziani autosuííicienti. inserendoli nella
rete della íormazione. specie in agricoltura ed artigianato. dei ser·izi del ·olontariato. della
conser·azione del patrimonio artistico ed archeologico. dell'organizzazione della diíesa ambientale.
del recupero del patrimonio abitati·o dei centri storici. della custodia e ·alorizzazione economica
dei centri sporti·i delle piccole realta so·racomunali. attingendo ad esperienze non consumabili per
declino moti·azionale.
linanziera adeguatamente. nei limiti marcati dal patto di stabilita. i centri e le occasioni
d'inclusione sociale e di aggregazione. dalle Pro-loco ai circoli ricreati·i. dalle maniíestazioni
culturali ai progetti didattici per la terza eta.
La costituzione di qualiíicati centri ricreativi per la terza età non age·olera soltanto la qualita di
·ita dei residenti. ma potra esercitare una íorza attratti·a anche per gli anziani di altre regioni. se
idoneamente stimolati a "leggere" il Molise come zona tranquilla. íornitrice di occasioni di relax e
di benessere. ricca di bellezze paesaggistiche ed archeologiche. di acque termali e di ·egetazione. di
monumenti. (hiese ed Abbazie di assoluto pregio artistico. e pur tutta·ia suííicientemente dotata
attra·erso idonei. necessari in·estimenti,. di strutture di s·ago. spettacolo e tempo libero.
(ondizioni. queste. per ía·orire anche l'auspicato rientro di emigrati che. per tra·agli economici
delle nazioni d'insediamento o per scelte di ·ita. ·ogliano íare ritorno nei paesi di origine. cosi
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
234
ía·orendo quel " ripopolamento" del Molise che. come gia detto. e un passaggio íondamentale del
suo progresso ci·ile. sociale ed economico.
Gli inter·enti gia realizzati in ía·ore delle comunita di molisani emigrati nei Paesi attra·ersati da
dolorose crisi íinanziarie hanno illustrato la sensibilita e la pratica solidarieta della Regione: i
contributi íinanziari. i ser·izi di sostegno al rientro. deliberati nel 2002. rappresentano misure di
accertata utilita.
Piu in generale ed al di la degli inter·enti straordinari. sara intensiíicata l'azione di interscambio
culturale ed economico con il Molise d'oltre írontiera. íornendo opportunita concrete di
in·estimento e di controesodo. rendendo le predette comunita costantemente partecipi della ·ita
regionale. tramite l'arricchimento delle iníormazioni telematiche e la stabilita dei contatti e dei
rapporti.
Su questo paradigma. saranno importanti la piena ripresa di íunzionalita e l'espansione del ruolo
della Consulta per l'Lmigrazione e degli altri organismi associati·i che s·olgono una íer·ida
opera di relazione e di integrazione con i corregionali all'estero.
Il Go·erno Regionale a·ra cura anche del miglioramento delle strutture e dei servizi all'infanzia.
e degli impianti sportivi. di ricreazione e di atti·a gestione del tempo libero íruibili dagli
adolescenti.
(oncedera incentivazioni finanziarie alle famiglie ed ai gruppi sociali che cureranno
l'assistenza domiciliare, i servizi d'aiuto alle persone, ai disabili, ai tossicodipendenti ed
agli emarginati.
L'attenzione per le aspettati·e di cittadinanza atti·a sara sostenuta. nel corso del 2003 o. al
massimo. del 2004. dalla costituzione di una Iondazione per le Politiche Sociali. che.
sull'abbri·io del modello della Iondazione per la Cultura. gia pubblicizzata ed accolta con
signiíicati·e maniíestazioni di consenso e di appoggio da tutte le principali espressioni della societa
ci·ile e del mondo intellettuale molisano. riunisca capitali pubblici e pri·ati. proíessionalita del
settore. protagonisti dell'uni·erso non lucrati·o e dell'associazionismo cattolico. in un progetto
íortemente condi·iso e sapientemente organizzato e dimensionato ai íabbisogni speciíici della
popolazione anziana.
La programmazione regionale s·iluppera progetti sperimentali nel campo dell'istruzione, del
restauro e della gestione dei beni culturali, archeologici ed architettonici.
La scuola detiene una íunzione iníungibile e decisi·a per la íormazione della nuo·a classe
dirigente. per la diííusione dei saperi. e per un orientamento al la·oro ed all'uni·ersita che sia
capace di radicare in loco le energie e le competenze da mettere al ser·izio del cambiamento
culturale e sociale della regione d'origine.
L'Amministrazione intensiíichera le íeconde relazioni gia intessute con la sempre piu aííermata
realtà universitaria molisana. ía·orendo comuni patrocini. concorsi a borse di studio per i
gio·ani piu merite·oli. stipulando con·enzioni mirate. allestendo percorsi integrati·i. stages
íormati·i. partenariati. a·endo sollecitato e rice·uto l'assenso alla compartecipazione alla íase
íondati·a della londazione (ulturale e contando di ottenerla per altre iniziati·e ·ocate ad una
mutua collaborazione.
In tale contesto. acquista particolare rilie·o la recente sottoscrizione del Protocollo d'Intesa tra la
Regione ed il Ministro Moratti. che ·ede il Molise prescelto. assieme ad altre tre sole regioni.
come laboratorio di sperimentazione della riforma scolastica nazionale.
L'inserimento e di note·ole prestigio e responsabilita. giacché permette di ·i·ere con
protagonismo un'e·oluzione densa di prospetti·e e signiíicati. ma anche di incognite. sulle quali
sara prestata idonea ·igilanza.
Inoltre. l'inclusione tra le regioni-pilota. oltre ad oíírire cittadinanza ad un ruolo non marginale nei
processi di trasíormazione del Paese. íacilita un pri·ilegio iníormati·o e conosciti·o sulle ampie
possibilita di autonoma sperimentazione che le singole regioni saranno in·itate a s·iluppare nel
settore scolastico. in attuazione della modiíica del 1itolo V della (ostituzione: occasioni di
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
235
incontro tra mondo della scuola. dell'uni·ersita. delle imprese. dell'associazionismo. delle
organizzazioni sindacali e di categoria. che potranno essere ía·orite con meccanismi di íormazione
continua. con progetti didattici plasmati sui bisogni del territorio gestione dei beni archi·istici ed
archeologici: diritto dell'impresa e della new-economv: sperimentazioni ambientali. agrarie. e cosi
·ia,.
Le iniziati·e regionali stabiliranno. ulteriormente. un íecondo connubio con il mondo del
·olontariato. nella gestione atti·a delle politiche sociali e socio-sanitarie. assecondando le opzioni
che. in tal senso. sono ampiamente esaltate nel DPLl nazionale e che tro·ano alimento nella
legislazione ·igente in materia di ser·izi socio-sanitari e di piani sociali.
Il DPLl regionale riser·a risorse e riíorme alla ·alorizzazione del grande patrimonio culturale
molisano e dei suoi innumere·oli talenti. sia per il tramite della sua autonoma programmazione
regionale. che conser·era intatta la sua consistenza íinanziaria. sia attra·erso una congrua
dotazione íinanziaria - iniziale. dell'ordine di circa 250.000 euro. e poi ·ia ·ia annuale- in direzione
dell'istituenda Iondazione MoliseCultura. aperta al contributo di altri enti pubblici.
dell'uni·ersita e dei pri·ati. e quindi potenzialmente idonea. per mezzi organizzati·i. proíessionali e
íinanziari. ad irradiare iniziati·e di qualita e solidita degne di esportazione.


Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
236
Direttore della ricerca:
Luciano Righi. dottore di ricerca in 1eoria e ricerca sociale presso l`Uni·ersita di Roma La
Sapienza`. e proíessore a contratto di Sociologia dell`organizzazione presso l'Uni·ersita
degli Studi del Molise.
L` responsabile del Area Ricerche di Studionet. Si occupa di 1erzo settore. piccole e medie
imprese. economie locali. politiche pubbliche con particolare riíerimento ai gio·ani e alle
pari opportunita.
Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
237
LL SOCIL1A CHL HANNO RLALIZZA1O LA RICLRCA


Via Appia Nuova J38
00J83 Roma
1el.: 06.7725070J Iax 06.7759J398
L-mail: studionetmmclink.it

Studionet ha per oggetto l`erogazione di ser·izi diretti e indiretti presso imprese ed Lnti
Pubblici e Pri·ati. al íine di s·iluppare l`economia delle imprese. le economie territoriali. le
risorse umane e il sostegno all`inclusione sociale.

Areu suiluppo Jellu personu
Progettazione e gestione di ser·izi di íormazione. qualiíicazione. riqualiíicazione.
iníormazione. aggiornamento e períezionamento proíessionale. Promozione
organizzazione e gestione di atti·ita connesse ai processi di mobilita. inno·azione.
íormazione e ricon·ersione delle risorse umane
Ser·izi di iníormazione ed orientamento.

Areu Bicerche e StuJi
Realizzazione di progetti. studi. con·egni. dibattiti ed inchieste in materia economica e
sociale.
Llaborazione e sperimentazione di metodologie inno·ati·e nell`ambito dei settori della
íormazione e della s·iluppo dell`imprenditorialita
Produzione e elaborazione di materiali didattici e íormati·i.

Areu suiluppo economico e sociule Jei territori
Promozione. sperimentazione e gestione di atti·ita íormati·e dirette al sostegno ed allo
s·iluppo di iniziati·e economiche a carattere locale.
Promozione e gestione di atti·ita dirette al sostegno dell`imprenditoria gio·anile e
íemminile
Realizzazione di analisi socio-economiche di bacini territoriali
Piani e programmi di promozione dello s·iluppo locale.

Studionet nell`ambito dei settori di inter·ento pone particolare attenzione allo s·iluppo ed
applicazione di una metodologia di genere come opzione a sostegno di tutte le scelte
progettuali.


Studionet e A.Re.S. - Ricerca “Produrre e lavorare nel Molise”
238

Via Mazzini, 84
86J00 Campobasso
1el. 0874.698458 - 64607


A.Re.S. e una societa cooperati·a a responsabilita limitata costituita nel 1988 che opera nel
settore del terziario. ser·izi alle imprese pubbliche e pri·ate. produzione. organizzazione e
gestione di e·enti. progettazione e gestione di sportelli iníormati·i. gestione ser·izi di
biblioteca. domiciliazione ditte. íormazione proíessionale. ser·izi di iníormazione e
pre·enzione sulle tematiche connesse al disagio gio·anile.

Il settori di inter·ento attualmente piu rappresentati·i di A.Re.S. sono legati ai ser·izi di
reperimento ed erogazione delle iníormazioni. con conseguente atti·ita di orientamento ai
gio·ani della pro·incia di (ampobasso nei ·ari settori di interesse gio·anile. dalla
íormazione al la·oro. dalle ·acanze studio la·oro all`atti·ita di s·ago e tempo libero,
tramite l`atti·ita s·olta dall`Agenzia Gio·ani Pro·inciale e dall`iníormagio·ani di
(ampobasso.

Un`altra atti·ita e la pre·enzione del disagio gio·anile ri·olta a contrastare l`uso di sostanze
stupeíacenti. A.Re.S. e impegnata in questo campo grazie a un progetto íinanziato con la
legge regionale 309 attuato con il patrocinio della Pro·incia di (ampobasso,.

L`atti·ita di íormazione proíessionale relati·a al piano di lormazione Proíessionale
2000´2001 della regione Molise. e s·olta dall`A.Re.S. in A.1.I. con la Studionet s.r.l. di
Roma.