You are on page 1of 5

Lequazione della retta nella forma y = mx + q detta forma esplicita

(essa indica infatti esplicitamente come varia la variabile dipendente y in funzione di


quella indipendente x)
Al variare dei valori di m e q, essa rappresenta tutte le rette del piano cartesiano, tranne
lasse y e le rette parallele ad esso (non esistono valori di m e q che sostituiti
nellequazione esplicita y = mx + q forniscono equazioni del tipo x = k)

Unequazione che invece rappresenta tutte le possibili rette del piano della forma
ax + by + c = 0 (a,b e9 = 0)
detta forma implicita
(nessuna variabile indicata esplicitamente in funzione dellaltra)

Vale allora la seguente propriet: ogni retta del piano cartesiano rappresentata da
unequazione lineare del tipo ax + by + c = 0
(la forma implicita comprende tutti i casi)
Si pu passare da unequazione nella forma implicita a quella in forma implicita
esprimendo la variabile indipendente y (purch b sia diverso da 0)

poich confrontando con lequazione esplicita si ha


da cui



Esempio 1
Porre in forma esplicita lequazione implicita della retta 6x 2y + 1 =0

Dallequazione implicita espressa da ax + by + c = 0 con


si ottengono m = +3, q = , da cui per la forma esplicita della retta si ha


quindi lequazione data da y = 3x + 1/2
a
m
b
c
q
b
=
=
0
a c
ax by c y x
b b
+ + = =
y mx q
a c
y x
b b
= +

6
2
1
a
b
c
= +

= +

a
m
b
c
q
b
=
=
Come visto in Rappresentazione retta (pag. 4 e 5) due rette (non parallele allasse
delle y) sono parallele tra loro se e soltanto se hanno stesso valore di m

Linsieme formato da una retta e da tutte quelle ad essa parallela detto fascio
improprio (hanno stesso valore di m ma diverso valore di q)

Esempio 2
La retta di equazione y = 2x + q rappresenta tutte le possibili rette del piano aventi
coefficiente angolare m = 2 ma diverso valore del termine noto q, ovvero un fascio di
rette aventi stessa pendenza
Fascio improprio di rette y = 2x+q
-2000
-1500
-1000
-500
0
500
1000
1500
2000
2500
3000
0 50 100 150 200 250 300 350 400 450
Asse x
A
s
s
e

y
P e r o t t e n e r e l a
r a p p r e s e n t a z i o n e
del fasci o i mpropri o si
deve at t ri bui r e val or e
qualsiasi al termine noto
Breve accenno: se m il coefficiente angolare di una retta ed m il coefficiente
angolare di unaltra retta, allora se m = -1/m le due rette sono perpendicolari, ovvero nel
loro punto di intersezione formano un angolo di 90
Quindi: se due rette (diverse e non parallele agli assi) hanno coefficienti angolari
rispettivamente m ed m tali che m*m = -1 allora sono perpendicolari


Esempio 3
La retta perpendicolare ad y = 2x + 4 si ottiene mantenendo lo stesso valore per il
termine noto, q = +4, ma sostituendo il coefficiente angolare m = +2 con m = -1/2:
y = -(1/2)x + 4 perpendicolare y = 2x + 4
Breve accenno: linsieme di tutte le rette del piano che passano per un dato punto P
detto fascio proprio di rette (per P). Il punto P comune a tutte le rette del fascio proprio
detto centro del fascio
Come visto in Rappresentazione retta (pag. 2) per due punti distinti passa una sola
retta: date le coordinate di due punti distinti del piano allora possibile determinare
lequazione dellunica retta passante per i due punti stessi

Considerando la retta passante per i punti P(x1;y1) e Q(x2;y2) in cui

il coefficiente angolare dato da


Sostituendo m nellequazione dellunica retta y = mx + q si ottiene

e poich ponendo q nellequazione di y si ha




dalla quale



Lequazione della retta passante per i punti
P e Q quindi ()
1 1 1
2 2 2
: ( ; )
: ( ; )
P x y mx q
Q x y mx q
= +
= +
2 1
2 1
y y
m
x x

x
y
P
Q
x1 x2
y1
y2
x
y
P
Q
x1 x2
y1
y2
x
y
P
Q
x1 x2
y1
y2
x
y
P
Q
x1 x2
y1
y2
x
y
P
Q
x1 x2
y1
y2
2 1
2 1
y y
y x q
x x
| |

= +
|

\ .
1 1
y mx q = +
1 1
q y mx =
2 1 2 1 2 1
1 1 1 1
2 1 2 1 2 1
( )
y y y y y y
y x y mx x y x
x x x x x x
| | | | | |

= + = +
| | |

\ . \ . \ .
2 1 1 1
1 1
2 1 2 1 2 1
( )
y y y y x x
y y x x
x x y y x x
| |

= =
|

\ .
1 1
2 1 2 1
y y x x
y y x x

=