Università degli Studi “Roma Tre” Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica

Progetto e realizzazione di una libreria per la gestione di un protocollo per le trasmissioni multicast

Relatore Prof. Maurizio Patrignani

Laureando Claudio Di Vita

Verso nuove applicazioni
Recentemente sono state studiate diverse soluzioni per utilizzare il protocollo IP in altri contesti, quali: • La telefonia, mediante la tecnologia Voice Over IP • La diffusione in tempo reale di contenuti audio e video Ovviamente gli scenari aperti da queste ricerche hanno richiesto l’introduzione di nuove tecniche

22 Settembre 2004

Claudio Di Vita

2

Le trasmissioni multicast
Le trasmissioni multicast permettono l’invio simultaneo dei dati verso più destinazioni • Limitano la duplicazione delle informazioni da trasmettere • Diminuiscono la quantità di banda necessaria ad effettuare una comunicazione tra diversi utenti

22 Settembre 2004

Claudio Di Vita

3

SDP: Session Description Protocol
Un protocollo definito dall’IETF nella RFC 2327: • Fornisce un formato standard per rappresentare le informazioni che descrivono una sessione Offre supporto a diverse tipologie di trasmissioni multicast Non incorpora un protocollo di trasporto

22 Settembre 2004

Claudio Di Vita

4

Il contenuto di una intestazione SDP
I dati racchiusi in un annuncio SDP comprendono: • Le informazioni necessarie alla ricezione delle trasmissioni • La tipologia delle risorse trasmesse • I tempi di attività, ovvero gli intervalli nei quali la sessione è attiva e disponibile per gli utenti

22 Settembre 2004

Claudio Di Vita

5

I protocolli che sfruttano SDP
Un messaggio SDP è presente in diversi protocolli: • Session Announcement Protocol (SAP) • Session Initiation Protocol (SIP) • Real Time Streaming Protocol (RTSP)

22 Settembre 2004

Claudio Di Vita

6

Le motivazioni dell’interesse verso il protocollo SDP
Il protocollo SDP è uno strumento ampiamente utilizzato • Sono state definite diverse estensioni, per supportare con maggiore efficacia diverse tipologie di applicazioni • Il Java Community Process ha proposto, nella JSR 141, delle API standard per la sua gestione Tutto questo ha suggerito la realizzazione di una libreria Java capace di gestire il protocollo SDP

22 Settembre 2004

Claudio Di Vita

7

Caratteristiche del protocollo SDP
Un annuncio SDP presenta le seguenti caratteristiche: • È composto da un serie di linee di testo, dette campi • Ogni campo ha la forma <tipo>=<valore> • Il genere ed il formato delle informazioni contenute in un campo varia a seconda della sua tipologia

22 Settembre 2004

Claudio Di Vita

8

Un tipico messaggio SDP
v=0 o=talyan 2308874151 23088972413 IN IP4 65.35.250.209 s=A typical SDP message u=http://jsdp.sourceforge.net/book/ e=Claudio Di Vita <talyan@users.sourceforge.net> c=IN IP4 jsdp.sourceforge.net t=0 0 a=recvonly m=audio 49170 RTP/AV 98 m=video 51372 RTP/AVP 31

22 Settembre 2004

Claudio Di Vita

9

Problematiche legate alla gestione di un protocollo
Per gestire efficacemente un protocollo di rete, risulta indispensabile: • Interpretare correttamente le informazioni che trasporta, mediante un’attenta valutazione • Rispettare, durante la creazione di un messaggio, i vincoli imposti dalle specifiche Dunque sono queste le funzionalità che una libreria per la gestione del protocollo SDP deve offrire
22 Settembre 2004 Claudio Di Vita 10

Affrontare l’interpretazione del protocollo SDP
Per definire un metodo capace di valutare correttamente un messaggio SDP, sono state considerate diverse alternative • Ogni tecnica è caratterizzata da una particolare attenzione verso determinate proprietà • I limiti rilevati in queste architetture ne rendono però impossibile l’utilizzo È stata quindi messa a punto un’apposita strategia, in grado di sfruttare esclusivamente i vantaggi offerti dalle differenti metodologie proposte
22 Settembre 2004 Claudio Di Vita 11

I risultati raggiunti
Il pacchetto realizzato, denominato jSDP, è stato testato e confrontato con altri software dedicati, mettendo in risalto • L’efficace conseguimento degli obiettivi prefissati • La validità della metodologia adottata, che pone la libreria sui livelli di prodotti ampiamente collaudati

22 Settembre 2004

Claudio Di Vita

12