You are on page 1of 18

Il problem solving

Dott.ssa Daniela Iossa


daniela.iossa01@ateneopv.it
Facolt di Giurisprudenza
Corso di Laurea in Giurisprudenza
Insegnamento: Diritto civile
Il problem solving
Napoli, 1 aprile 2014
COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

PARTE I
DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINI

TITOLO I
RAPPORTI CIVILI

Art. 24
Tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri
diritti e interessi legittimi.


Napoli, 20 marzo 2014Il problem solving
Napoli, 1 aprile 2014

La difesa diritto inviolabile in ogni stato e grado del
procedimento.

Sono assicurati ai non abbienti, con appositi istituti, i
mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni
giurisdizione.

La legge determina le condizioni e i modi per la
riparazione degli errori giudiziari.


Il problem solving
Napoli, 1 aprile 2014
COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

TITOLO IV
LA MAGISTRATURA
Sezione I
Ordinamento giurisdizionale.

Art. 101
La giustizia amministrata in nome del popolo.
I giudici sono soggetti soltanto alla legge.


Il problem solving
Napoli, 1 aprile 2014
Nel nostro ordinamento, in ragione del tipo di
contenzioso, operano pi giurisdizioni:
Costituzionale
Civile
Penale
Amministrativa
Contabile
Militare


Il problem solving
Napoli, 1 aprile 2014
Corte di
Cassazione
Corte di Appello
Tribunale
Giudice di pace
Il problem solving
Napoli, 1 aprile 2014
Art. 131. C.P.C.
(Forma dei provvedimenti in generale)
La legge prescrive in quali casi il giudice pronuncia
sentenza, ordinanza o decreto.
In mancanza di tali prescrizioni, i provvedimenti sono
dati in qualsiasi forma idonea al raggiungimento del loro
scopo.
Dei provvedimenti collegiali compilato sommario
processo verbale, il quale deve contenere la menzione
della unanimit della decisione o del dissenso,
succintamente motivato, che qualcuno dei componenti
Il problem solving
Napoli, 1 aprile 2014

del collegio, da indicarsi nominativamente, abbia
eventualmente espresso su ciascuna delle questioni
decise. Il verbale, redatto dal meno anziano dei
componenti togati del collegio e sottoscritto da tutti i
componenti del collegio stesso, conservato a cura del
presidente in plico sigillato presso la cancelleria
dell'ufficio

Il problem solving
Napoli, 1 aprile 2014
Sentenza: provvedimento con il quale il giudice
decide la causa (Art. 132, 133 c.p.c.).
Ordinanza: provvedimento con il quale il giudice
regola lo svolgimento del processo e risolve le
questioni eventualmente sorte tra le parti che
riguardano liter processuale (Art. 134 c.p.c.).
Decreto: provvedimento con il quale il giudice
regola lo svolgimento del processo, non ha
funzioni decisorie ma solo ordinatorie (Art. 135
c.p.c.).
Il problem solving
Napoli, 1 aprile 2014
Premesse definitorie
Fattispecie: per fattispecie si intende la situazione tipo
immaginata astrattamente da una norma come
produttrice di effetti giuridici (cd. fattispecie legale o
astratta). Quando nella realt si verifica un fatto o un
insieme di fatti (cd. fattispecie concreta) che
corrisponde alla situazione fissata dalla norma si
producono tali effetti giuridici.
Fatto rilevante: fatto rilevante per il diritto diventa tutto
ci a cui una norma giuridica (del sistema positivo)
attribuisce un effetto giuridico.

Il problem solving
Napoli, 1 aprile 2014

La norma funziona come criterio di selezione
individuando tra gli infiniti accadimenti possibili nel
mondo reale, quelli che assumono rilevanza specifica
per la sua applicazione. Perch se ne acclari la
rilevanza, il fatto necessita di un procedimento di
qualificazione s da procedere alla sua sussunzione
nella fattispecie astratta (approccio classico che
attinge al paradigma della sussunzione fondato sui
presupposti del diritto moderno, ossia monopolio
statuale della produzione del diritto).
Il problem solving
Napoli, 1 aprile 2014

Nellet post-moderna, siffatto modello entrato in
crisi facendo (ri)emergere una maggiore complessit
del fenomeno giuridico e del lavoro del giurista).
Le fasi del procedimento
Il problem solving
Napoli, 1 aprile 2014
Riconoscere il problema
- Individuazione ed elencazione dei fatti
giuridicamente rilevanti (parole chiave)
- Individuazione ed elencazione delle
questioni/problemi giuridici rilevanti

La costruzione della fattispecie concreta non pu
prescindere dalla conoscenza, selezione e
interpretazione dei fatti. Tali attivit dipendono a loro
volta dallidea di diritto che il giurista fa propria.

Il problem solving
Napoli, 1 aprile 2014

Trovare le regole che si applicano al problema
Individuare ed elencare gli istituti giuridici (complesso
di norme che regolano la medesima fattispecie. Es.
Matrimonio, propriet, responsabilit civile..) coinvolti
nel caso concreto.

Posto di fronte al caso concreto, il giurista deve
cercare il diritto che disciplina la vicenda al fine
della sua applicazione. Pi precisamente deve
cercare la regola operazionale che il risultato della
relazione fra i formanti dellordinamento giuridico:
Il problem solving
Napoli, 1 aprile 2014
Pi precisamente deve cercare la regola operazionale
che il risultato della relazione fra i formanti
dellordinamento giuridico:

normativo;
giurisprudenziale;
dottrinale.

La ricerca dei dati dovr essere condotta con metodo
scientifico avvalendosi degli strumenti di cognizione
cartacei e digitali.
Il problem solving
Napoli, 1 aprile 2014
Applicare la regola al problema
Elencazione delle soluzioni.
Dopo aver definito il problema e trovato la regola
operazionale che lo disciplina occorre procedere alla
sua applicazione. Si tratta di mettere insieme gli
elementi della conoscenza di cui si in possesso per
giungere a una conclusione. Si suole definire questa
operazione ragionamento, attraverso il quale il
giurista mette insieme gli elementi scoperti utilizzando
inferenze che giustifichino la soluzione.

Il problem solving
Napoli, 1 aprile 2014



GRAZIE PER LATTENZIONE