You are on page 1of 32

Università per Stranieri di Siena

P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
Modelli operativi
per la didattica
Pierangela Diadori
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
IL DIALOGO SOCRATICO
DIALOGO (conversazione
maieutica: da maia = nutrice,
levatrice) con il Maestro che
cerca di far maturare l’autonomia
cognitiva e critica dell’allievo:

didattica individuale o per piccoli
gruppi (anche on-line)
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
LA LEZIONE
LEZIONE ex cathedra: lettura di testi sacri
o la lectio magistralis in ambito
accademico (il docente onniscente legge,
interpreta e trasmette a un pubblico
indifferenziato)
didattica per gruppi numerosi e omogenei,
videoconferenze o registrazioni
di interventi per la didattica on-line
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
L’UNITA’ DIDATTICA
(Freddi, Balboni, Danesi)
UNITA’ DIDATTICA (XX sec.) ispirata alla
“psicologia della Gestalt” (= “forma”)
che descrive la percezione in termini di
globalità-analisi-sintesi
prospettiva del docente, sequenza di fasi
che guidano i processi mentali
degli apprendenti, rigidità di applicazione
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
ANALISI
SINTESI
RIFLESSIONE
CONTROLLO
MOTIVAZIONE
GLOBALITÀ
MOMENTI DELL’UNITÀ DIDATTICA
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
MOTIVAZIONE
• Esplorazione del contesto
comunicativo
• Illustrazione delle dinamiche
situazionali
• Significato culturale e sociale
dello scenario
• Funzione , scopo del testo
• Presupposizioni, implicazioni,
modelli culturali
Tecniche didattiche
• Attività di pre-contatto
con il testo
• Attività di contatto con il
testo

Sussidi
• Videotape, film,
diapositive, illustrazioni
del libro
• Manifesti, cartoline,
giornali, realia, vari, ecc.
• Laboratorio, registratore
audio, videoregistratore,
lavagna luminosa ecc.
• Accostamento e
assunzione del testo
GLOBALITÀ
Motivazione e approccio globale
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
ANALISI
• Osservazione guidata degli
aspetti che caratterizzano il testo
di input a vari livelli: funzionale,
sintattico, lessicale, morfologico,
fonetico, culturale ecc.
SINTESI
• Fissazione delle forme e delle
strutture
• Reimpiego di forme e strutture
Tecniche didattiche
• attività di individuazione
• creazione di testi per destinatari
specifici
• lavoro sui generi comunicativi
• transcodificazione
• pattern drill
• pattern game
• drammatizzazione
• role-taking
• role-making
• roleplay
• dialogo aperto
Sussidi
• Laboratorio, registratore audio,
lavagna luminosa, computer,
schede ecc.
Nucleo dell’unità didattica
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
RIFLESSIONE
• Inventario dei
meccanismi espressivi-
comunicativi, stilistici e
retorici incontrati nel
testo
• Sistematizzazione delle
strutture morfosintattiche
per “sistemi successivi”,
a spirale così da dilatare
gradualmente l’area
della conoscenza
grammaticale
Tecniche didattiche
• Tecniche di natura
insiemistica (inclusione,
seriazione, esclusione,
sequenziazione )
• Tecniche basate
sull’esplicitazione
• Tecniche di
manipolazione
• Completamento
• Identificazione di errori
Sussidi
• Lavagna luminosa,
computer, schede ecc.
Riflessione e sistematizzazione
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
Verifica
• Controllo dell’avvenuto
raggiungimento degli
obiettivi didattici
Sussidi
• Laboratorio
• Computer
• Scheda
• Magnetofono
CONTROLLO
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
UNITA’ DIDATTICA COME RETE
DI PIU’ UNITA’ DI APPRENDIMENTO
(Balboni, 2002: 103)
UNITA’ DI APPRENDIMENTO/ACQUISIZIONE (unità
matetica: manthano = apprendo) può durare da
pochi minuti a un’ora
UNITA’ DIDATTICA: 4-8 ore

prospettiva dell’apprendente, flessibilità
di applicazione, più adatta al lavoro
di gruppo, all’autoapprendimento,
all’apprendimento per progetti e on-line
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
UNITA’ DI APPRENDIMENTO/ACQUISIZIONE
(Balboni, 2002: 103)
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
UNITA’ DIDATTICA CENTRATA SUL TESTO
(Vedovelli, 2002: 133-141)
Sequenza organicamente coesa di
operazioni e funzioni, strutturata in flussi di
interazioni sociali e comunicative fra
studenti e docente
prospettiva testuale e interattiva,
riflette la centralità del testo nel QCER,
dà risalto all’input e all’interazione didattica,
di cui gestisce l’imprevedibilità
e l’indeterminatezza
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori



•Strumento di interazione e
comunicazione
•Modello di lingua rappresentativo
di usi comunicativi e tipi di testo
•Fonte di problemi e attivatore
di apprendimento

Contestualizzazione
culturale e
comunicativa
Guida alla
comprensione
OUTPUT
COMUNICATIVO
Attività
esercitativa
di
rinforzo
Attività metalinguistica
Attività di comunicazione
da e sul testo
INPUT TESTUALE
come:
UNITA’ DIDATTICA
CENTRATA SUL TESTO
(Vedovelli, 2002: 137)
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
UNITÀ
DIDATTICA
Motivazione
Globalità
Analisi
Sintesi
Riflessione
Controllo
UNITÀ DIDATTICA
COME RETE DI
UNITA’ DI
APPRENDIMENTO
Globalità

Analisi Sintesi
 Riflessione
Conclusione
(Balboni, 2002)
UNITÀ DIDATTICA
CENTRATA SUL
TESTO
Contestualizzazione
Lavoro sull’input
testuale

verifica della
comprensione /
attività di comunicazione
/ riflessione sulle attività
di comunicazione /
attività di rinforzo
Output comunicativo
(Vedovelli, 2002)
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
Elementi comuni
UNITÀ DI
CONTENUTO
Modelli culturali
Elementi pragmatici
Componenti della
competenza
generale
Componenti della
competenza
linguistica
Abilità linguistiche
Competenza
matetica
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
Momenti centrali
Fruttamento della
ridondanza testuale e
cotestuale e
formulazioni di ipotesi
Analisi guidata delle
forme linguistiche
Integrazione delle
informazioni
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
UNITA’ DI LAVORO
“Unit of work” in informatica = sequenza
recuperabile di operazioni all'interno di un
processo applicativo

dall’UNITA’ DIDATTICA
come rete di unità di apprendimento
centrata sul testo e sull’interazione
all’UNITA’ DI LAVORO
come micropercorso di apprendimento guidato

Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
UNITA’ DI LAVORO
micropercorso apprendimento guidato
rende operativi i principi teorici
sull’insegnamento/apprendimento della
L2 in termini di progettazione e
realizzazione delle attività

• con formati didattici diversi
• intorno a uno o più testi
• con tecniche diverse secondo il metodo e
l’approccio, finalizzate allo sviluppo di diverse
abilità
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
UNITA’ DI LAVORO
micropercorso di apprendimento guidato
• rappresenta UNA TAPPA del CURRICOLO
(inteso come “macropercorso di
apprendimento guidato”)
• può realizzarsi in
- UN INCONTRO/LEZIONE (1-4 ore)
- UNA UNITA’ DIDATTICA (4-8 ore
in 2-3 incontri/lezione)
- UN MODULO composto da più UD



Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
IL MODULO
• Sezione autosufficiente di un insieme di
contenuti (raccordabile con altri moduli, ma
valutabile autonomamente)
• Un modulo può essere composto da più
unità didattiche: p.es. “Il tempo libero”
(modulo); “In discoteca” (unità di lavoro).
• La successione fra moduli può essere
obbligata o opzionale per consentire di
organizzare percorsi reticolari alternativi
alla sequenzialità dei macropercorsi realizzati
in una sequenza di unità di lavoro

Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
UdL intesa come:

• Iperonimo (I/L, UD, UdA, Udt, M)
• Percorso unitario e in sé concluso
• Lavoro condiviso (docente/studenti)
• Realizzazione progettuale
• Valorizzazione dell’apprendimento
guidato


Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
Fasi dell’UdL:

• INTRODUZIONE: attività basate su contesto,
motivazioni, obiettivi e preconoscenze
• SVOLGIMENTO: attività basate sull’input e
sulla sua rielaborazione (globalità, analisi,
sintesi, riflessione)
• CONCLUSIONE: attività basate sull’output
comunicativo (controllo informale o formale
degli esiti di apprendimento)

Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
UNITA’ DI LAVORO
micropercorso di apprendimento guidato

• Organizzazione delle attività e dell’interazione
• Controllo delle attività per il raggiungimento
degli obiettivi
• Centralità del testo
• Consapevolezza della responsabilità di
apprendimento dei destinatari
• Ruolo-chiave dell’insegnamento in termini di
progettazione, input, feed-back e gestione
dei processi psicocognitivi
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
UNITA’ DI LAVORO
fa la differenza fra apprendimento
spontaneo e guidato nell’accelerare i
processi di apprendimento della L2
(Bettoni, 2001):
gestione del tempo, dello spazio, dell’input
e dell’output, dell’interazione, delle strategie
di apprendimento, dei bisogni e
dei processi psicocognitivi
centralità del testo
ma anche
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
UNITA’ DI LAVORO
fa la differenza fra l’incontro con il testo
senza e con gli strumenti linguistici e
cognitivi per analizzarlo:



centralità del testo
ma anche
modelli di analisi metalinguistica
e metaculturale, tecniche euristiche,
sviluppo della consapevolezza e dell’autonomia
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
UNITA’ DI LAVORO
un percorso induttivo guidato dal docente
(dal funzionale al formale, dall’uso della lingua
alla riflessione metalinguistica, dalla scoperta di
regolarità e eccezioni alla loro
sistematizzazione):
il testo
ma anche
la classe, il docente, i compagni come risorse
per l’osservazione e l’auto-osservazione
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
LE RESPONSABILITA’ DEL
DOCENTE NELLA PROGETTAZIONE
• Approccio glottodidattico
• Rilevamento dei bisogni, definizione e
raggiungimento degli obiettivi
• Testi, tecniche, compiti, modalità di verifica
• Progettazione delle unità di lavoro come
tappa del macropercorso di apprendimento
• Formati didattici e gestione della classe
• Interazione e ruoli reciproci
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
REALIZZAZIONE DELL’UNITA’ DI LAVORO
e del singolo INCONTRO/LEZIONE
• Scena culturale
• Luogo fisico
• Partecipanti
• Scopi
• Mosse comunicative
• Atteggiamento psicologico
• Strumenti
• Norme di interazione
• Generi comunicativi
Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
IL PIANO DELLA LEZIONE (EPOSTL)
Delinea in modo sistematico come realizzare la
lezione indicando:
- gli obiettivi di apprendimento (nuovi o basati su un
precedente apprendimento)
- I risultati di apprendimento proposti o previsti
- attrezzature, risorse, materiali necessari
- una sequenza logica di attività con indicazione di
possibili tempi di esecuzione
- attività diverse secondo i diversi stili di apprendimento
- Le abilità linguistiche da sviluppare
- Occasioni di verifica e valutazione
- Obiettivi futuri



Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori

So rendere operativo il piano
della lezione? (EPOSTL)
1. So dare inizio alla lezione in maniera adeguata.
2. So essere flessibile quando metto in pratica un
piano di lezione e so rispondere agli interessi degli
apprendenti nel corso della lezione.
3. So passare con garbo da un’attività all’altra e da un
compito individuale a uno a gruppi o per l’intera
classe.
4. So rivedere i tempi della lezione se sopravviene un
imprevisto.
5. So organizzare i tempi delle attività in classe
secondo i tempi di attenzione degli studenti
6. So concludere la lezione in modo focalizzato.

Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori
BIBLIOGRAFIA
BALBONI P., Le sfide di Babele, UTET, Torino 2002, pp.
99-109
BETTONI C., Imparare un’altra lingua, Laterza, Roma-
Bari 2001, pp. 22-53
COONAN M., La lingua straniera veicolare, UTET, Torino
2002, pp. 197-263
CILIBERTI A., Manuale di glottodidattica, La Nuova Italia,
Firenze 1994, pp. 144-157
DIADORI P., PALERMO M., TRONCARELLI D., Manuale
di italiano seconda lingua, Guerra, Perugia (in
stampa), cap. 10
VEDOVELLI M., Guida all’italiano per stranieri, Carocci,
Roma 2002, pp. 133-141

Università per Stranieri di Siena
P
r
o
g
e
t
t
o

D

I

T

A

L

S

Pierangela DIADORI diadori@unistrasi.it www.siena-art.com/diadori

Pierangela Diadori
Università per Stranieri
Siena

diadori@unistrasi.it
www.siena-art.com/diadori