You are on page 1of 13

GIACOMO

LEOPARDI

PRODOTTO DA:
Callegarin Federico
Nicchio Andrea
Picelli Flavio

Istituto Alberghiero G. Cipriani Adria

VITA

1798
1809
1816
1818
1819
1822
1825
1827
1828
1830

nasce a Recanati, piccolo borgo nelle Marche;


inizia il suo studio matto e disperatissimo;
compie una <<conversione letteraria>>;
cambia le sue idee politiche da reazionarie a liberali;
tenta la fuga senza successo, compie una<<conversione filosofica>>;

si trasferisce a Roma ma la corruzione lo porta al pessimismo;


fugge a Milano;
si sposta a Bologna e successivamente a Firenze;
a Pisa compone poesie e avviene il <<risorgimento poetico>>;
costretto a tornare a Recanati, scappa a Firenze dove conosce
Antonio Ranieri e Fanny Targioni Tozzetti;

1833 si innamora di Fanny ma per lui un periodo infelice;


1837 si spegne allet di trentanove anni a Napoli.

Giacomo Leopardi

Fanny Targioni Tozzetti:


lamore di Leopardi

Teresa Carniani
Malvezzi: lamore
non ricambiato di
Giacomo

Antonio Ranieri: esule


napoletano e amico
sincero di Leopardi

TEMATICHE
Fondamentalmente, Giacomo Leopardi, in tutte le sue opere
cerca di dare risposte alle domande sul significato
dellesistenza e del dolore.
Il suo pensiero si pu dividere in tre fasi:
PESSIMISMO STORICO

(1817-1822)

PESSIMISMO COSMICO

(1823-1830)

PESSIMISMO EROICO

(1830-1837)

PESSIMISMO STORICO
Grazie alla conoscenza di Pietro Giordani,
gli ideali leopardiani divenne di origine
progressista.
Questa presa posizione presupponeva una
meditazione sul contrasto tra natura e
Progressismo:
ragione.
tendenza politica
Per Leopardi la natura una madre benigna, che sostiene i diritti
sociali e civili.
mentre la ragione procura infelicit.
Egli considera la natura come madre degli uomini,
mentre la ragione una loro nemica.

Nel 1819, Leopardi cade in una profonda depressione a


causa della malattia, questa, lo porta a riflettere sul
dolore dellesistenza umana. Egli indaga sugli effetti
del passaggio tra la fanciullezza e let matura.
Tutte le sue speranze sono
spazzate via dalla ragione,
quindi modifica ilsuo pensiero
e dichiara che la natura non
madre ma matrigna, perch
prima inganna i suoi figli e poi
li abbandona.
Leopardi condanna levoluzione del genere umano.

PESSIMISMO COSMICO

Nel 1823, al rientro da Recanati ebbe un periodo di


silenzio poetico, nel quale si interess a linevitabile
sofferenza, egli prese le mosse dalla distruzione del
mondo poetico delle illusioni.
Il poeta vede la natura come una
forza creatrice e allo stesso tempo
distruttrice.
Secondo Leopardi il suicidio non pi
un metodo di protesta estremo, ma
un atto egoistico, che non tiene conto
della sofferenza procurata ai viventi.

PESSIMISMO EROICO
Lallontanamento definitivo da Recanati segna una nuova
fase, la riflessione eroica. Lamore, lamicizia, la
solidariet e lintellettualit
scatenano in lui uno spirito
combattivo ed eroico.
Questo porta il lui lesigenza di
promuovere una societ civile pi
giusta.
Il poeta cerca di alleare tutti gli uomini contro la
natura malvagia. Alla fine costretto ad accettare la
dolorosa realt come base della convivenza.

LE OPERE

Canzoni civili e filosofiche

PESSIMISMO STORICO
Piccoli idilli
Operette morali
PESSIMISMO COSMICO
Grandi idilli
Polinodia
Paralipomeni
PESSIMISMO EROICO
Ciclo di Aspasia
I nuovi credenti
La ginestra
Il tramonto della luna

LA GINESTRA
Questo canto stato composto nella
villa Ferrigni nel 1836, un canto di
liberazione delleroico coraggio della
consapevolezza dei limiti umani.
Contiene un nuovo messaggio, quello
del solidarismo, che invita alla creazione di una nuova societIl paesaggio il punto di partenza per una meditazione sul
destino delluomo e che lunica verit che pu farlo progredire
quella che gli rivela tutta la sua fragilit di fronte al potere
onnipotente della natura.

LINFINITO

il primo dei sei idilli scritti


tra il 1829 e il 1821.
Gli idilli di Leopardi sono
lespressione di unavventura
interiore contemplando la
natura.
Questa tende alla ricerca del
piacere grazie
allannullamento della
coscienza.
Linfinito inplica una
concezione spirituale e
religiosa della natura.

CLASSE 4BR G. CIPRIANI


ADRIA