You are on page 1of 31

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

istanze legate alla communion

istanze di agency

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

Insieme di caratteristiche innate che distinguono una persona dall·altra nello stile comportamentale che manifesta 

intensità delle emozioni

continuità dei tratti 

livello di attività  reattività  inibizione comportamentale

New York Longitudinal Study Thomas e Chess, 1963, 1977 Chess

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

Nove dimensioni del temperamento:

Thomas e Chess 

livello di attività  regolarità  avvicinamento/evitamento  adattabilità  soglia sensoriale  intensità delle reazioni  qualità dell·umore  distraibilità  durata dell·attenzione

il temperamento inteso come precursore biologico della variabilità individuale

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

Temi di ricerca attuali 

dimensioni del temperamento  misurazione  ereditabilità stabilità  relazione tra temperamento iniziale e tratti di personalità successivi  temperamento nel contesto

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

La genesi dell·identità:

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

il sé integra le esperienze personali, sia tracciando un confine tra ciò che perviene, appunto, a sé o al resto del mondo sia assicurando la continuità tra esperienze nel tempo, condizione necessaria per l·identità individuale

SCHAFFER

il sé è una ´teoriaµ su chi siamo e come ci collochiamo nella società, che ognuno di noi sviluppa durante l·infanzia e che ci aiuta a cercare le esperienze che meglio si adattano alle immagini che abbiamo di noi stessi, a fare delle scelte, a compiacerci o a dispiacerci per gli esiti delle nostre scelte
Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

come si può definire il sé ?

1. nucleo della coscienza autoriflessiva

2. nucleo permanente e continuativo, nel corso dei cambiamenti somatici e psichici che caratterizzano l·esistenza individuale 3. totalità delle istanze psichiche relative alla propria persona in contrapposizione alle relazioni oggettuali

seppure il sé acquista uno specifico significato a partire dallo specifico orientamento teorico che ne dispone l·uso

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

entità unitaria

consapevolezza di sé

concetto di sé

stima di sé

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

il SE·

Il SISTEMA DEL SE·

si tratta infatti di un costrutto di difficile definizione complesso e sfuggente ma senz·altro articolato e composto a sua volto da molteplici costrutti che, pur se interrelati, esprimono funzioni diverse

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

sostanziale convergenza dei principali orientamenti teorici

viene cioè sottolineata la dimensione interattiva del sé il sé, quale forma organizzata e del tutto soggettiva di sentirsi al mondo e percepire il proprio rapporto col mondo, ha origine, si organizza e si consolida nel corso delle interazioni con gli altri

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

(1982) Un pioniere nella ricerca sul sé
la nozione del sé dalla speculazione filosofica alla ricerca psicologica

(1934) Prospettiva interazionista
focalizza in particolare la natura sociale del sé

i principali teorici del sé

(1985) Sintesi fra prospettive diverse
la nascita del sé è precoce e procede dal senso del sé nucleare

(1988) Sistematizzazione delle teorie del sé
modelli concettuali della comprensione del sé

(1995) La psicologia culturale
il sé come centro di gravità dei sistemi semantici
Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

. . . e poi ancora

(1902) Looking glass self

(1958) Differenziazione dalla madre
funzioni di holding della madre Bowlby modelli operativi interni
Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

Emergere del sé

Sé presimbolico Sé emergente Sé nucleare Sé soggettivo

dai primi momenti di vita ai due anni:

Sé intersoggettivo Sé esistenziale
(autoriconoscimento)

Sé categorico Sé narrativo

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

IL SE· ALLA NASCITA NON ESISTE ANCORA

ma quando emerge il sé ?
IL NEONATO NASCE GIA· PROVVISTO DI UN SE·

in ogni caso il sé diviene , fin dalle fasi più precoci, il vero organizzatore dello sviluppo

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

successivamente. . .

l·emergere del sé può essere indagato prevalentemenete attraverso due criteri 1 capacità autoriflessiva 2 capacità di produrre narrazioni su di sé oppure può essere osservato prevalentemenete attraverso indizi 1 fisici e comportamentali 2 verbali 3 emotivi
Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

nel corso dei primi due anni l·emergere del sé viene per lo più interpretato

come un processo di progressiva acquisizione della capacità di autoriconoscimento autoconsapevolezza autovalutazione

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

FASI DI SVILUPPO DELLA CONSAPEVOLEZZA DEL SE· NEI PRIMI DUE SE· ANNI (l·autorinoscimento) (l·autorinoscimento)

ETA· (mesi)
0-3

Indizi di comportamento
interesse verso oggetti sociali, ma nessuna distinzione fra sé e gli altri primi segni di autoriconoscimento basati su indizi contingenti, ma ancora incerti e poco affidabili
Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

3-8

8-12

emerge la costanza del sé riconoscimento del sé attraverso la contingenza. emerge il riconoscimento dei lineamenti

12-24

consolidamento delle categorie di base del sé (età, genere, etc.) riconoscimento non contingente dei lineamenti

Fonte: Lewis, Brooks-Gunn,(1979)
Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

PRINCIPALI LINEE EVOLUTIVE DEL SE· NEI PRIMI DUE ANNI
Sé presimbolico (BROWNELL e KOPP, 1991) Forma embrionale del sé, sé emergente (STERN, 1985) Sé in forma implicita (CASE,1991) Senso di un sé nucleare (STERN, 1985)

NEONATO

TRA IL SECONDO ed IL SESTO MESE

TRA IL SETTIMO ed IL NONO MESE

Un nuovo senso di sé soggettivo (Stern, 1985)

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

NEL CORSO DEL PRIMO ANNO

Sé esistenziale (Lewis e coll. 1979, 1990)

VERSO LA FINE DEL I° ANNO

Significato sociale del sé (KAYE, 1982)

TRA I QUINDICI E I DICIOTTO MESI

Sé categorico (Lewis, 1979) Senso del sé verbale (Stern, 1989)

NEL CORSO DEL PRIMO ANNO

La coscienza di sé

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

dai due anni in poi:

Il bambino costruisce progressivamente una immagine di sé che somiglia sempre di più ad un CONCETTO DI SÉ il concetto di sé si modifica continuamente nel corso dello sviluppo: SELMANN (1980) DAMON e HART (1988)

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

Anche nel processo di costruzione del concetto di sé così come nella progressiva acquisizione della consapevolezza di sé è stata da molti autori sottolineata l·importanza delle

relazioni interpersonali

MEMORIA AUTOBIOGRAFICA

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

Sintesi delle modificazioni ontogenetiche nel concetto di sé

da
1. semplice

a
differenziato

descrizione della modificazione
i bambini più piccoli formulano concetti globali; i più grandi elaborano distinzioni più sottili e relative alle circostanze i bambini più piccoli hanno più probabilità di cambiare la valutazione di sé; i più grandi gradiscono la stabilità del concetto di sé i bambini più piccoli centrano la loro attenzione su aspetti fisici, esterni, visibili; i più grandi su aspetti psicologici, non visibili, interiori i bambini più piccoli si concentrano sul sé senza riferimenti agli altri; i più grandi descrivono se stessi in confronto agli altri i bambini più piccoli non distinguono tra sentimenti privati e comportamento pubblico; i più grandi considerano il sé privato come il vero sé
Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

2. incoerente

coerente

3. concreto

astratto

4.assoluto 5. sé pubblico

comparativo sé privato

DAMON E HART

Caratteristiche fisiche Caratteristiche dinamiche Caratteristiche sociali Caratteristiche psicologiche

Cambiamenti progressivi dai 6 ai 16 anni nella centralità attribuita a ciascuna categoria ai fini della definizione del sé si passa dalla centralità attribuita alle caratteristiche fisiche alla centralità attribuita a quelle psicologiche
Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

a partire dai 6 anni (Selman, 1980) il bambino comincia a distinguere i sentimenti privati dal comportamento pubblico ma solo verso gli 8 anni riconosce la natura interiore del sé ed inizia a pensarlo come il ´veroµ sé

l·idea di un sé privato continua la sua evoluzione fino all·età adolescenziale quando l·adolescente diventa consapevole di sé e in virtù di ciò, sa di potere guidare consapevolmente la propria esperienza (fiducia nelle proprie capacità di autocontrollo) solo verso la fine dell·adolescenza si comprendono i limiti della efficacia dell·autocomntrollo

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

consapevolezza di sé

concetto di sé

stima di sé

Corso di psicologia dello sviluppo I Corso 2009-10 di psicologia dello sviluppo I 2009-10

stima di sé

James Higgins Harter

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

future direzioni per lo studio del Sé inteso come :
‡ sistema multidimensionale ‡ costituito da fattori diversi ma interrelati ‡ organizzato in una struttura gerarchica dotata di più livelli

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

. . . nel corso dell·adolescenza

il sistema del sé assume dimensioni nuove . . . . si configura come identità la formazione dell·identità ha ora peculiari connotazioni anche perché

per effetto delle nuove capacità cognitive e metacognitive

le convinzioni inerenti la propria persona e le rappresentazioni di sé cominciano a diventare più complesse e sofisticate

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10

Chi sono io ?

Mi piaccio ?

Corso di psicologia dello sviluppo I 2009-10