You are on page 1of 9

ESEMPI DI RIABILITAZIONE con gli eccellenti adesivi Quelle storiche travi di cipressino (9,6 m) fatte ricollocare da Vittorio Sgarbi

XEPOX marcatura CE UNI EN 1504-4

Arealegno n. 21 - settembre ottobre 2005 Titolo : Risanare a Siena Oggetto: Ultimo piano dell’antico Spedale di Santa Maria alla Scala

LINK: http://www.cenci.com/antiche-travi-cipressino-siena.pdf

adesivo strutturale epossidico XEPOX adesivi strutturali epossidici XEPOX certificati CE UNI EN 1504-4 resina epossidica XEPOX resine epossidiche XEPOX CE UNI EN 1504-4 Cenci Legno sas - Piazza Alessandro Volta, 33 - 22100 - Como - Tel. (031) 26.78.13 - Fax (031) 26.78.16 www.cenci.com - cenci@cenci.com - cencilegno@cenci.com
RIABILITAZIONE RIPRISTINO RIPRISTINI ADEGUAMENTO STRUTTURALE RISTRUTTURAZIONE RISTRUTTURAZIONI RISANAMENTO RISANAMENTI CONSOLIDAMENTO CONSOLIDAMENTI RIABILITARE RIPRISTINARE RISTRUTTURARE RISANARE CONSOLIDARE ADEGUARE STATICAMENTE ADEGUARE STRUTTURALMENTE

SINERGIA

. 36 AREALEGNO . Il metodo intrapreso sin dal 1995. inevitabilmente lunghi. . Nel corso di un millennio il Santa Maria della Scala si è espanso enormemente. con il museo aperto durante i lavori di restauro. morto nell'898. per consentire la formazione di figure specialistiche. Oggi. l'antico complesso edilizio è oggetto di una intensa attività di restauro e riabilitazione anche statica per il riuso. l'iniziativa di dar vita al Santa Maria della Scala. destinato non solo a curare. ecc. Per il ripristino della capacità portante delle antiche travi lignee in pioppo cipressino (populus nigra.organizzazione di “cantieri didattici”. è evidente che la soluzione inizialmente prevista non sarebbe stata in grado di garantire una sufficiente resistenza al fuoco.esecuzione dei lavori per aree e stralci di interventi differenziati. Il risultato è stato l'orientamento verso tecniche più risanare a siena con sistemi cnp compositi Il restauro del complesso edilizio di Santa Maria della Scala tra storia e tecnologia. I progettisti ed i tecnici dell'impresa si sono applicati allo studio approfondito delle problematiche e delle soluzioni preferibili. quelle tecniche riconducibili all'impiego di tirafondi e vitarelle infisse a secco. archeologi. di fronte alla cattedrale. variante italica) dell'ex Antica Spezzieria dell'Ospedale di Santa Maria della Scala si è preferito abbandonare A . ma anche ad una pluralità di opere assistenziali e di carità. Più probabilmente furono i canonici del Duomo ad organizzare in forma autonoma ed articolata uno dei primi esempi europei di ricovero ed ospedale.solai di legno Una antica leggenda senese attribuisce a tale Sorore. quello del "cantieremuseo". avendo esaurito le proprie funzioni sanitarie.Senza entrare nel merito della prestazione statica in condizione di esercizio ordinario. quali restauratori. decoratori. frazionato in numerosi edifici a ridosso ed in sovrapposizione uno all'altro. a seguito del concorso internazionale concluso nel 1993.programmazione di visite guidate al cantiere. secondo mio giudizio più consone al ripristino di solai lignei meno impegnativi. è stata un'esperienza pilota che ha suscitato grande entusiasmo in città e sta dando ottimi risultati: . calzolaio. l'antico Spedale di Siena.

poco compatibili con la successiva finitura di restauro. evitando ricorrenti interventi con protettivi intumescenti. rigorose.40). Nessun altra soluzione analizzata fu reputata altrettanto praticabile e rassicurante. nonchè essere caratterizzate dalla capacità prestazionale di resistere al fuoco per non meno di 60 minuti primi.B . assai ammalorate e deformate come ben visibile nelle immagini dell'intervento. Ciò ha significato tener conto della penetrazione convenzionale della carbonizzazione per una profondità di 54 millimetri dalla superficie investita dal fuoco. scelta dai progettisti e dall'impresa. Anzitutto perchè trattavasi di travi di antica datazione. con una considerevole luce tra gli appoggi (oltre nove metri). quanto invece quella qui illustrata. sono state tutte confrontate con le molte disposizioni contenute nella bozza più aggiornata delle "Norme Tecniche per le Costruzioni" e con il nuovo testo AREALEGNO 37 .20/2. ovvero ambienti per i quali è opportuno prevedere un sovraccarico utile di esercizio di almeno 400 chili per metro quadrato (naturalmente oltre al peso proprio ed a quant'altri carichi permanenti ipotizzabili). nonchè assicurare il mantenimento nel tempo di una resistenza al fuoco certificabile per 60 minuti primi. dall'elevato carico di esercizio necessario per la nuova destinazione d'uso (aule didattiche). che però garantissero l'assoluta affidabilità statica nel lungo tempo. destinate a costituire la nervatura principale di solai portanti di aule didattiche. tra loro assai distanziate (metri 2. poteva sembrare meno facile e più costosa.Solo in apparenza la nuova soluzione proposta e poi attuata. Invece è risultato che il sistema CNP adottato fosse l'unico in grado di soddisfare contestualmente le problematiche derivanti dalle notevoli deformazioni esistenti. Le soluzioni escogitate a fronte delle esigenze descritte.

solai di legno 38 AREALEGNO .

AREALEGNO 39 .

solai di legno 1 2 3 4 5 6 40 AREALEGNO .

della direzione lavori e dei tecnici dell'impresa esecutrice C. recentemente formulati per la miscelazione in automatico con impianti mobili Inex. 2 .Aspirazione della segatura e dei trucioli. ma piuttosto redarre l'elaborazione statica direttamente sulle singole tavole del progetto esecutivo: una tavola per ogni trave. Le tensioni ammissibili dell'acciaio St 900/1000 sono di KN 50 per centimetro quadrato.Tracciamento delle fresate longitudinali. Notasi il manicotto di giunzione. ha commissionato il progetto specialistico di recupero statico delle travi lignee esistenti. proprio nella posizione di maggior deformazione preesistente. Per questo motivo si è pensato di non procedere separatamente alla stesura dei disegni esecutivi ed alla redazione del fascicolo dei calcoli e delle verifiche statiche. Operativamente. Noseda. la Società Cooperativa C. dapprima l'impresa esecutrice delle opere. 3 . Precedentemente si é provveduto ad inserire sino al fondo di fori ed intagli un tubetto ed insufflare aria compressa. ma con tipologia del degrado differente.S. riscontrando la piena compatibilità delle tecniche CNP (Cenci. quest'ultimi risultano già eseguiti. 4 .. sono disponibili quelli Unixepox. anche per casi assai impegnativi come quello qui descritto.Inserimento dei connettori costituiti con usuali tondini Ø mm 16 FeB44k. 5 . Tutte le travi risultavano molto compromesse.Miscelazione manuale della resina Xepox 26 con il proprio indurente.M. immediatamente a seguire.A. Piazza)® con le nuove norme.A. quindi ciascuna bisognevole di valutazione circostanziata. Il metodo progettuale escogitato ha consentito la massima visibilità delle motivazioni che hanno determinato le prescrizioni esecutive ed ha rafforzato le convinzioni dei progettisti. utilizzate ove si superano le tensioni ammissibili per FeB44k. 1 . s.S. con le tecniche CNP si consegue nelle vecchie travi una maggior rigidezza e quindi più elevati moduli di resistenza.Inserimento di barre in acciaio St 900/1000.dell'Ordinanza 3274 proposta dalla Protezione Civile (ancora tenuta in sospeso). praticate solo dopo l'esecuzione dei fori. Oltre alla serie degli adesivi Xepox. Le tensioni ammissibili per FeB44k sono di KN 25 per centimetro quadrato. che si è valsa della colla- AREALEGNO 41 . Nell'immagine.r. Com'è noto.M. che è stato poi approvato dai titolari della progettazione generale e direzione lavori. di Montecatini Terme. oltre che per le nuove opere in legno ed in legno-cemento. Peraltro.Fresate longitudinali e fresate trasversali. Di seguito è stato parzialmente riprodotto uno di questi elaborati. 6 . trasversali e dei fori. le tecniche CNP sono quanto di più affidabile è dato conseguire in qualsiasi frangente di intervento di ripristino statico. ha promosso uno studio preliminare e.l.

Como Impresa Appaltatirive: CR.M. anche su strutture molto ammalorate.. così che i componenti epossidici siano sempre pronti per la miscelazione automatica. assolutamente affidabili.Con le tecniche CNP e derivate e con gli adesivi Xepox ed Unixepox è sempre possibile effettuare impegnativi interventi di recupero statico. Consorzio Ravennate delle Cooperative di Produzione e Lavoro. Siena: ing..M. Francesco Canali.A. 10 . Andrea Ulivelli. Noseda. di Giovanni Cenci.solai di legno 7 8 9 10 11 12 borazione della falegnameria dei signori Mario e Carlo Ferruzzi. Infatti. Montecatini Terme Ditta Specialistica del recupero statico con i sistemi CNP: Falegnameria Ferruzzi Mario & Carlo. Tatiana Campioni Responsabile della commessa: ing. Era fuori dubbio che i sistemi CNP sarebbero stati in grado di realizzare un così completo adeguamento statico. ove si annida e ricompatta la massa lignea.S. Impresa Esecutrice: C. Società Cooperativa Muratori Sterratori e Affini. Da poco tempo c'è anche la possibilità di utilizzare impianti mobili Inex ed Unix per uso promisquo stabilimento-cantiere.Vista dell'intradosso delle travi e dei solai con le tavelle in vista. 8 . 12 . 9 .S.Dopo la posa dell'armatura integrativa FeB44k e della rete elettrosaldata. ma l'adesivo XEPOX. strutturistica in legno 7 . Panzano in Chianti 42 AREALEGNO . Ravenna. 11 . Committente: Comune di Siena Progettisti e Direttori dei Lavori: arch. inizierà l'opera di pulitura e restauro delle superfici. non solo vengono inseriti nel legno barre metalliche di rafforzamento. ove necessario. Giovanni Cenci.Vista d'insieme di alcune travi consolidate con i sistemi CNP (Cenci. predisponendo protesi lignee di notevole maestria. Quest'ultima si è anche impegnata nella delicata opera di ricostruzione di parti mancanti e. con tali sistemi. Società Cooperativa C. Guido Canali e ing. fatto colare per saturare gli interspazi tra il legno ed il metallo.Particolare di un solaio prima del completamento con l'armatura integrativa FeB44k e con la rete elettrosaldata.Colatura dell'adesivo Xepox 26. Solo dopo il disarmo dei puntelli. va ad occupare anche le più remote fessure e cavillature. Piazza)® e posa dei travetti e delle tavelle in cotto.A. si procede al getto di calcestruzzo RcK 400. Parma Responsabile del procedimento e Direttore Ufficio Tecnico Santa Maria della Scala. Montecatini Terme Progettista del recupero strutturale delle travi in legno e del solaio in legno descritto: geom.

13 .Piazza A. 11.LEGNO .2008 PENSARE ® CENCI LEGNO sas .ACCIAIO .01.Fax (031) 26. 14. Volta.D.1.FRP (Fiber Reinforced Polymers) ® tradizionali in acciaio per i o con piastre sottili sabbiate SA3.78. .M. (031) 26.16 . NTC 2008 .cencilegno@cenci.22100 .COMO .A.78. 33 .com Pensare MADE OK . Giunti CNP ® è l’ unico adesivo legittimato: per i ® con inserti in FRP “prodotti in situ” e composti da nastri unidirezionali di carbonio HTS 12k (400 g/m2) e stuoie bilanciate in vetro E Polyevery® G800 Giunti Italia USARE PRODOTTI Usare materiali e prodotti con marcatura CE punto A).Tel.www.cenci. PAR.com .Le resine epossidiche per impieghi strutturali Xepox sono prodotti della Cenci Legno con il marchio CE Composizione Loredana Molteni .Sinergia MadeOK est NATURAM Le resine epossidiche per impieghi strutturali ® sono prodotti con il marchio UNI EN 1504-4 AGENTI ADESIVI PER RINFORZI CON PIASTRA ADERENTE per C.