Giugno2010_28-37 copia

25-11-2010

11:48

Pagina 2

La crisi? Si supera con la solidarietà
T
pagine giovani
ema di grande attualità quello scelto per il quinto forum regionale giovani, svoltosi a Cittadella (Pd) il weekend del 6 e 7 novembre: “La solidarietà ai tempi della crisi. Volontariato… Sì grazie!”. A parlarne circa 80 giovani avisini condotti dal dott. Giovanni Forza, medico psichiatra che lavora a Padova nell’ambito delle dipendenze da sostanze, e dalla dott.ssa Federica Tognazzo, psicologa. Il pomeriggio è iniziato sulle note di “Time of your life” dei Green Day, seguita dalla lettura, da parte di due volontari, di uno scambio di e-mail tra Giacomo, ragazzo rimasto senza lavoro a causa della crisi, e Noemi, che cerca di convincerlo a tornare a fare volontariato; il testo è stato tratto da un libro di Roberto Abbati, presente ai lavori del Forum, e voleva essere lo spunto da cui partire, un incipit forte per scatenare le riflessioni dei presenti. L’introduzione del tema è toccata al dott. Marco Zamarchi, della cooperativa Cogest, che ha ricordato il significato originario del termine “crisi”, ovvero “scelta”, quindi momento di riflessione, transizione che può diventare un’opportunità di crescita. E una riflessione sull’associazione è stata condotta durante i lavori di gruppo, volti ad individuare le possibili difficoltà (e le eventuali soluzioni) che spingono un giovane donatore a non iscriversi ad alcuna associazione o, se iscritto, a non partecipare alla vita associativa. Nel primo caso, diffidenza, scarsa informazione sulla funzione di Avis, paura di essere coinvolti o di avere vincoli; nel secondo, scarsa volontà di assumersi responsabilità, poca informazione sulla vita associativa, mancanza di incoraggiamento, limitata disponibilità di tempo. Diverse le soluzioni proposte: maggiore informazione, più stimoli per i giovani, più eventi fuori dagli schemi, idee già fatte proprie dalla maggior parte dei volontari presenti, ma forse non sempre messe in pratica in modo efficace. A commentare i risultati dei gruppi di lavoro c’era anche Monsignor Dino Pistolato, responsabile della Caritas di Venezia, che ha proposto diversi spunti e consigli, innanzitutto su come vivere il volontariato: “È necessario partire da un proprio equilibrio per poi aiutare il prossimo, senza mai dimenticarsi di mantenere i propri spazi. Bisogna voler bene a se stessi, alle persone vicine e solo dopo agli altri”. Sul ruolo del volontariato nei tempi di crisi ha, invece, sostenuto che esso “non è un mestiere, deve formarsi, ma non professionalizzarsi. Non deve sostituire elementi fondamentali che vanno garantiti dallo Stato, ma deve essere qualcosa in più. Il volontariato, che non è mosso da interessi, può denunciare le carenze dello Stato per tutelare i diritti dei cittadini. La sua forza è non avere nessun padrone, poter dire quello che vuole quando e come vuole. Può portare qualità, perché ha la capacità e la prospettiva di creare orizzonti nuovi. È più avanti! Non a caso scuole e ospedali, pilastri della società civile, sono nati dal volontariato”. Nella mattinata di domenica, dopo un collegamento in diretta Skype con il 1° Forum giovani del Lazio, sono proseguiti i lavori. Obiettivo: individuare, prima da soli e poi in gruppi, le sette qualità che un nuovo essere vivente, battezzato Solidario, deve avere per sopravvivere, svilupparsi e essere felice in questa società. Sano, libero, altruista, onesto, determinato, di bella presenza e brillante sono i sette aggettivi emersi dopo un serrato confronto tra le numerose teste. “Solidario in realtà - ha infine spiegato il dott. Forza - siete voi, come vi percepite, come volete essere”. Nella speranza che davvero il futuro dell’Avis abbia queste qualità, val la pena riportare l’invito rivolto ai giovani avisini da Mons. Pistolato: “Siate voce e coscienza libera, uno stimolo affinché la salute sia un valore da difendere”.
Giorgia Chiaro

Giovani Fiods e condivisione “mondiale”
stata la giovane veneta Lucia Delsole a guidare, quest’anno, la delegazione italiana Avis al decimo Forum Internazionale dei giovani Fiods, svoltosi dal 26 al 29 agosto a Malta. L’appuntamento si è aperto con la presentazione ufficiale delle delegazioni e l'esposizione dei gadget, seguita dalla prima sessione dei lavori di gruppo, con la Francia a moderare il gruppo sul reclutamento e la fidelizzazione dei donatori. Durante la discussione ciascuno dei 15 Paesi presenti (per un totale di 70 ragazzi) ha esposto la propria situazione, mentre il presidente Fiods (Federazione internazionale donatori di sangue), Niels Mikkelsen ha presentato gli aspetti legali sui diritti e aspettative del donatore. Sabato il forum è iniziato con una sessione dedicata al reclutamento dei donatori via internet, con il positivo esempio italiano, esposto dalla nostra Lucia Delsole, e da Cesidio Di Nicola. I giovani italiani si sono soffermati anche sul “Seo” (Searching engine optimization), un progetto realizzato in collaborazione con l’Università di L’Aquila sulle tecniche per l’indicizzazione e posizionamento di un sito web nei motori di ricerca. La successiva sessione di lavoro, relazionata dal greco Michail Droungos, ha visto la suddivisione dei partecipanti in tre gruppi di lavoro sui temi: Perché donare il sangue; Perché donare il sangue senza ricevere alcun tipo di ricompensa; quali domande pongono le persone che non hanno mai donato sangue. Ogni delegazione ha quindi presentato la propria associazione di donatori di sangue, la struttura interna, la composizione e le caratteristiche dei gruppi giovani, nonché gli eventi

È

nno nuovo? Nuovo calendario! I giovani di Avis Mestre-Marghera hanno chiesto la collaborazione di insegnanti e studenti di grafica pubblicitaria dell’Istituto Professionale Mozzoni di Mestre per realizzare il calendario 2011. L’idea degli avisini era di abbinare un’immagine a una frase tratta da una canzone famosa che ricordi i concetti di dono e di solidarietà. Una volta trovate le citazioni, l’elaborazione grafica è stata affidata agli studenti, che hanno scattato, ritoccato, elaborato e impaginato per settimane. Uno splendido esempio di collaborazione tra scuola e mondo del volontariato e un risultato davvero strepitoso. È possibile ritirare una copia del calendario presso la sede di Avis Mestre-Marghera e il Centro Fulvia Chiaro Raccolta dell’Ospedale dell’Angelo.

Mestre-Marghera: la musica in... Calendario A

26

pagine giovani
27

organizzati. Il quarto giorno del forum è stata ripercorsa la storia della giornata mondiale della donazione, che vedrà la sua edizione 2011 in Corea del Sud. In chiusura sono stati comunicati i nomi dei tre componenti del nuovo Esecutivo Giovani Fiods: Marijana Federoff (Malta), Michalis Droungos (Grecia) e Horia Brugner (Romania). La delegazione italiana era composta, oltre che da Lucia Delsole (di Mestre), anche dal veneto Andrea Chiavegato (di Verona), Alberto Di Leone (Emilia Romagna), Cesidio Di Nicola (Abruzzo), Francesca Galantucci (Piemonte), Giorgio Scolozzi (Puglia), Lidia Pastore (Lazio), Luigi Bruni (Puglia), Michael Tizza (Emilia Romagna), Scilla Agneletti (Umbria).

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful