You are on page 1of 3

Problema 2 ordinamento esame di stato 2013 pag.

1 di 3

© Giancarlo Albricci 2013

PROBLEMA 2 Sia f la funzione definita, per tutti gli x reali, da f ( x ) = 1.
8 4 + x2 Si studi f e se ne disegni il grafico Φ in un sistema di coordinate cartesiane Oxy . Si scrivano le

equazioni delle tangenti a Φ nei punti P (− 2; 1) e Q (2; 1) e si consideri il quadrilatero convesso che esse individuano con le rette OP e OQ . Si provi che tale quadrilatero è un rombo e si determinino le misure, in gradi e primi sessagesimali, dei suoi angoli. 2. Sia Γ la circonferenza di raggio 1 e centro (0; 1). Una retta t , per l’origine degli assi, taglia Γ oltre che in O in un punto A e taglia la retta d’equazione y = 2 in un punto B. Si provi che, qualunque sia t , l’ascissa x di B e l’ordinata y di A sono le coordinate (x; y) di un punto di Φ. 3. Si consideri la regione R compresa tra Φ e l’asse x sull’intervallo [0, 2]. Si provi che R è equivalente al cerchio delimitato da Γ e si provi altresì che la regione compresa tra Φ e tutto l’asse x è equivalente a quattro volte il cerchio. La regione R, ruotando attorno all’asse y , genera il solido W. Si scriva, spiegandone il perchè, ma senza calcolarlo, l’integrale definito che fornisce il volume di W.

4.

punto numero 1
La funzione è una funzione algebrica, razionale, fratta ed è una funzione pari: f (− x ) = f ( x ) Interseca l’asse y nel punto M (0 ; 2 ) e non interseca l’asse x . E’ sempre positiva. Ha come asintoto orizzontale la retta di equazione y = 2 . La sua derivata prima è f ' ( x ) =

0 − 8 ⋅ 2x

16 x =−

(4 + x )
2

2 2

(4 + x )
2

2 2

. E’ positiva per x < 0 e

negativa per x > 0. Presenta quindi un punto di massimo per x = 0 nel punto M.

) + 16 x ⋅ 2(4 + x )⋅ 2 x = − 16 ⋅ (4 + x ) + 16 x ⋅ 2 ⋅ 2 x = La derivata seconda è f ' ' ( x ) = (4 + x ) (4 + x ) − 64 − 16 x + 64 x 48 x − 64 16(3x − 4 ) = = Il segno della derivata seconda permette di trovare due (4 + x ) (4 + x ) (4 + x )
− 16 ⋅ 4 + x 2
2 2 2 4 2 4 2 2 2 2 4 2 4 2 4

(

punti di flesso con x = ±

2 8 3 e relativa ordinata y = = 4 2 3 4+ 3

Problema 2 ordinamento esame di stato 2013 pag.2 di 3

© Giancarlo Albricci 2013

La retta tangente in P (− 2; 1) ha equazione: y − y 0 = f ' ( x0 ) ⋅ ( x − x0 ) ossia: y − 1 = f ' (− 2 ) ⋅ ( x + 2 )

y −1 =

1 ⋅ (x + 2) 2

y=

1 x+2 2 1 x−2 2

La retta tangente in Q(−2; 1) ha equazione ossia: y − 1 = f ' (2 ) ⋅ ( x − 2 )

1 y − 1 = − ⋅ (x − 2 ) 2

y=−

Le due tangenti si intersecano nel punto M (0 ; 2 ) Il quadrilatero convesso OPMQ è un rombo perché ha i 4 lati congruenti: l = 12 + 2 2 = 5 . Per quanto riguarda gli angoli:

ˆ Q = 2 arctan 2 ≅ 126°52' PM

ˆ O = 2 arctan 1 ≅ 53°7' MQ 2

punto numero 2

Equazione della retta t : y = mx

Equazione della circonferenza:

x2 + y2 − 2 y = 0
Trovo le coordinate di B :

2   y = mx → x = m    y=2

2 , 2) B (m

Trovo le coordinate di A:

  y = mx  2 2   x + y − 2y = 0

x 2 + m 2 x 2 − 2mx = 0
2m 1 + m2

x ⋅ 1 + m 2 x − 2m = 0

[(

)

]

La soluzione diversa da zero è: x A =

yA =

2m 2 1 + m2

Ora consideriamo il punto P ( x B , y A )

 2 2m 2  8  ossia P   m , 1 + m 2  . Tale puntoappartiene alla curva Φ poiché ne soddisfa l’equazione y = 4 + x 2   4 2⋅ 2 2 2m 2 2 8 x = 8 ⋅ x si ricava y = = = , stessa conclusione di sopra. O anche da m = 2 2 2 2 4 x 1+ m x 4 + x 4 + x 1+ 2 x

Problema 2 ordinamento esame di stato 2013 pag.3 di 3

© Giancarlo Albricci 2013

punto numero 3
L’area della regione R è:

8 x ∫ 4 + x 2 dx = 4 arctan 2 0
= 4 arctan 1 = 4 ⋅ π =π 4

2

2

=
0

equivalente all’area del cerchio delimitato da Γ .

8 x L’area della seconda regione invece è: ∫ dx = 4 arctan 2 2 4+ x −∞ equivalente a 4 volte l’area del cerchio delimitato da Γ .

+∞

+∞

= 4⋅
−∞

π π + 4 ⋅ = 4π 2 2

punto numero 4

Possiamo calcolare il volume del solido W come somma tra il volume del cilindro generato da ABA' B ' e del solido AMA' . • •

V ( ABA' B' ) = π ⋅ 2 2 ⋅ 1 = 4π
Data la relazione y =

8 , possiamo invertirla (mantenendo le condizioni 0 ≤ x ≤ 2 4 + x2
Ora possiamo calcolare V ( AMA' ) = π x ⋅ dy = 4π  
2 1 1

1≤ y ≤ 2) e

2 quindi x = 2 −1 y
2

2

 dy ∫  y − 1 

2

2

1 1 VW = 4π + 8π ∫   y  dy che era la richiesta.  y  dy − 4π = 8π ∫  1  1 

2

Il calcolo dell’integrale definito fornisce in modo elementare il valore VW = 8π ln 2 .