You are on page 1of 37

10.

CambiaMenti
INVIATO
SPECIALE
LA CERCHIATURA DEL QUADRATO
di
Andrea di Furia
2014 Editrice CambiaMenti
I edizione
ISBN 978-88-96029-14-5
Editrice Cambiamenti sas
40125 Bologna - Via A. Quadri, 9
www.cambiamenti.com
cambiamenti@cambiamenti.com
Progetto graco di collana (copertina e interni)
e impaginazione
Energia di Emanuela Crivellaro
energia@valdelsa.net
http://energi9.wix.com/pareti-decorate
Tutti i diritti di riproduzione,
di traduzione o di adattamento
cine-radio-televisivo sono riservati
per tutti i Paesi. vietata la riproduzione
dellopera o di parti di essa con qualsiasi mezzo,
compresa la stampa, copia fotostatica,
microlm e memorizzazione elettronica,
se non espressamente autorizzata dallEditore.
LEditore a disposizione degli aventi diritto
con i quali non stato possibile comunicare,
nonch per eventuali inesattezza od omissioni
nella citazione delle fonti.
Tutte le citazioni allinizio di ogni e-mail
sono tratte dal Faust di J. W. Goethe,
tradotto da Vincenzo Errante, dito da Sansoni.
Immagine di copertina:
elaborazione graca di Emanuela Crivellaro
Dedicato a chi:
sapr divertirsi leggendo,
trover il lo rosso dellinsegnamento,
incontrer spunti per la sua meditazione,
vorr impegnarsi per la societ futura.
Buona lettura
Un particolare ringraziamento da parte dellautore va alla Redazione
della rivista LArchetipo (www.larchetipo.com), che a partire dal numero
di settembre 2007 ha mensilmente pubblicato la rubrica Inviato speciale,
contribuendo molto con i suoi incoraggiamenti e consigli alla realizzazione
del presente volume.
Indice
La cerchiatura del quadrato 11
Premessa doverosa 17
INVIATO SPECIALE
Mail n:
I. Lessenziale invisibile agli occhi 23
II. Logica reale dello sviluppo?
No! Logica astratta del protto. 32
III. 6 ragionamenti di speculazione bancaria
per 7 miliardi di P.ILL. 38
IV. Un anagramma... rivelatore 46
V. A scuola dal Master Tuffator:
il punto nero della situazione 57
VI. Invecilli e softwaristi sociali 66
VII. Cecit culturale intrecciata
a miopia giuridico-politica: cui prodest? 72
VIII. Atomiche nanziarie per Stati...
sempre meno sovrani 80
IX. Evoluzione e Involuzione?
Soprattutto...monodimensionale Involuzione! 88
X. A Scuola dal Master Truffator:
una rivoluzione tradita 95
XI. Le 9 espressioni sociali
della circolazione della ricchezza 103
XII. Storia terrestre? La chiave il sovrasensibile 111
XIII. Un Ringhiotenebroso da record 119
XIV. Faucidaschiaf ... a una dimensione prevalente? 127
XV. A Scuola dal Master Truffator:
abbasso il Karma, viva lantisocialit inosservata 133
XVI. Un ansioso Rntolobiforcuto alle terme sulfree 139
XVII. Le tre teste dellIdra sociale monodimensionale 147
XVIII. Scarsit e schiavit: il perdissimo frutto
dellinteresse composto 155
XIX. Sosteniamo nel sociale il Principe Illegittimo
di questo mondo 166
XX. A Scuola del Master Truffator: infettati da
cronica monodimensionalite sociale 176
XXI. Piccole tragedie... crescono 184
XXII. Brindiamo alla Commissione (Trilaterale)
sponsorizzata da Vermilingua 191
XXIII. Sovranit... laccento sulla a 201
XXIV. Mens nana in corpore nano 210
XXV. A scuola dal Master Tuffator:
la felicit un forno a microonde 217
XXVI. Eutanasia nanziaria degli Stati-nazione Europei?
In arrivo sul primo binario 225
XXVII. Il sistema sociale monodimensionale squilibrato...
ammala lIndividuo? S! 230
XXVIII. Liberismo? Il prodotto di una
mentalit infernale tutta da supportare 242
XXIX. Ridurre a uno, ci che
trino, triplice, tridimensionale 250
XXX. A scuola dal Master Tuffator: ripetute
vite terrene? Non nellEstremo Occidente! 259
XXXI. I tre doni della Morte... sociale 269
XXXII. Il vaticinio della Nera Sibilla Oracolare 278
XXXIII. Un altro giro di giostra? No! 285
Personaggi 320
Postfazione 321
Bibliograa essenziale 330
introduzione
La cerchiatura del quadrato
Presso i popoli antichi, infuriando una pestilenza, una carestia o una
siccit, oppure negli scenari stravolti dalla furia della guerra, i sacer-
doti e gli sciamani percorrevano le vie delle citt o i sentieri di cam-
pagna e montagna, portando in processione statue, immagini e reli-
quie dai poteri apotropici e taumatrgici afnch il morbo cessasse,
la terra riacquistasse la sua fertilit e la pioggia cadesse ripristinando
sorgenti e umori linfatici.
In un mondo, quello attuale, colpito da una delle pi gravi epide-
mie mai registrate negli annali la crisi nanziaria globale dovuta al
denaro che fa il denaro, alla ricchezza mal distribuita, alla specula-
zione sul lavoro, sui farmaci, sulle armi, sulla tecnologia Andrea di
Furia procede intemerato e imperterrito issando alto e forte il suo to-
tem esorcizzante: un libro, il terzo, che tratta degli scompensi sociali,
locali e internazionali, individuandone le cause solo in apparenza di
ordine materiale, ma nella loro pi profonda essenza squisitamente
di tipo morale.
Pertanto, pi che proporre unennesima formula tecnica elaborata
da una delle tante scuole economiche del mondo, di cui avvertiamo i
CHORUS MYSTICUS: Tutto lEfmero
solo un Simbolo.
LInattuabile
si compie qua.
Qui, lIneffabile
Realt.
Ci trae, superno,
verso lEmpireo
Femmineo eterno.
Gole montane, vv. 12.103-12.111
dal Faust di J.W. Goethe.
INVIATO SPECIALE
12
reiterati fallimenti nella dimensione reale e sica della societ umana
universale, di Furia afda allistituzione della Societ tridimensionale
dei tempi nuovi la cerchiatura del quadrato, ossia assegna la soluzione
ai guai del mondo, tra il paradosso e il miracolo, alla Tripartizione
dellorganismo sociale, come preconizzata da Rudolf Steiner quale
unica e risolutiva progettazione del benessere dei popoli in termini
spirituali, essendo, come dice il Vangelo, lo Spirito garanzia della
materia e non questa garanzia dello Spirito.
Fedele a una rodata metodica, di Furia non ricorre nella sua pro-
posta al supporto di tecnici dalto rango, i famosi esperti che vedia-
mo tutti i giorni, specie di sera, imbonirci dallo schermo circa la bon-
t di un sistema o di un altro, lasciandoci per, nel paludoso fronte
terrestre, pi scarni di prima.
Egli uomo avvisato, ed escludendo perci i personaggi che bazzi-
cano, a suon di favolosi cachet presenzialisti, i salotti e gli studi tele-
visivi, afda la soluzione a chi vive nel foco che li afna, ovverossia
a una schiera di diavoli che fanno il diavolo a quattro per impedire la
soluzione delle problematiche sul tappeto: soggetti che esulano dai
giochi di potere ed esenti da brame materiche.
Non tutti i diavoli al dunque brandiscono forconi, sillabano tri-
vialit e arrostiscono, con goduria, i dannati. Il lettore dei precedenti
libri di Andrea di Furia, frequentando lArcontato delle Tenebre, il
luogo, lo scenario, o meglio il set, in cui lautore ambienta le sue infer-
nali vicende, ha potuto vericare la fondatezza dellantico adagio che
recita: il diavolo non poi cos brutto come lo si dipinge.
Ma allo stesso modo teme che sia veridico anche quello che avvisa:
a scherzare col fuoco ci si brucia. Nel senso che trafcando con gli
operatori del Male sia quelli che frequentano la paludata e luciferina
Fanatic University che quelli iscritti allarimanica e popolare Furbo-
nia University si rischia di venire in qualche modo contaminati dal
modus operandi, fuori da ogni schema tattico, e meno che mai etico,
degli agenti esperti in Damnatio Administration: nella fattispecie la
sagace quanto avvenente Vermilingua e il suo partner in media de-
viati, limpegnatissimo Giunior Dabliu, entrambi nellorgani-gramma
del Daily Horror Chronicle, il maldicente quotidiano dellArcontato.
INTRODUZIONE
13
Il lettore non tema. Col tempo, anche il Male ha acquisito un suo
stile: non pi sferragliare di catene, zaffate di fumi pestiferi, borbo-
rigmi e sconcezze di repertorio, bens, a corredo delle pagine del
libro di Andrea di Furia, il carisma lirico di Goethe, erompente dai
versi immortali, possenti mantra salvici che redimono. Parole che
cedono cadenza e afato allazione.
Su quel granulo cosmico vagante, che la Terra delle umane cre-
ature le vittimucce predestinate alla perdizione agiscono quindi
or di diavoli laureati in Damnatio Administration, che tra un dai-
quiri con 5 gocce dimpostura e laltro, dopo un gagliardo rissa-party,
si dannano lanima per far dannare gli uomini e le donne.
Ignorano per e questo il limite ssato dal Demiurgo, il dilet-
tante allo sbaraglio, come lo ha bollato nonno Berlicche che entran-
do in contatto con la creatura umana possono subire la contamina-
zione del suo tendere, per conformazione animica, alla redenzione
in extremis. In questa mischia corpo a corpo tra coorti angeliche e
schiere infere, chiunque pu correre il rischio della contaminazione,
persino un emerito rappresentante delle Malebolge.
Chi non ricorda il triste caso dello zio Malacoda, contagiato dalla
tabe angelica per il troppo, ossessivo contendersi, a marcatura stretta
con gli Agenti del Nemico, il possesso denitivo del breakfast ani-
mico, ossia degli abitanti del paludoso fronte terrestre: entit guida-
te, durante i precedenti eoni delle trascorse civilt, dalla spiritualit,
sebbene caratterizzata da una religiosit esasperata, ma oggi schiave
di una corporeit estrinsecata in unincontrollabile, degradante irri-
tualit materialistica.
Nella loro azione per dannare la gran massa delle caramellate ca-
viucce, quei sabotatori inferi rischiano di prendersi il virus che con-
tagi a suo tempo zio Malacoda: lamarcord della natura angelica,
suprema e irreversibile contaminazione che gli esoteristi pi spregiu-
dicati deniscono reintegrazione.
E del resto, la letteratura ci fornisce vari esempi di eccelsi operato-
ri del Male che niscono, come Mestofele nel Faust, col graticare
di ogni sollazzo e privilegio un soggetto umano tormentato dallin-
soddisfazione e dal dubbio, con la speranza di possederne alla ne
INVIATO SPECIALE
14
lIo, per vederselo invece strappare dalle grine allultimo momento
dalle Coorti del Nemico.
Si preggono, cio, quegli operatori infernali, di fare il Male, cosa
che del resto ci si aspetta da loro, ma alla ne, non si sa come e per-
ch, le loro strategie operative producono il Bene.
Ecco allora che dagli scambi epistolari tra Giunior Dabliu e Ver-
milingua, fraudolentemente sottratti e fatti circolare, si pu ricavare
un onesto e risolutivo vademecum istituzionale. Vale a dire che i Bra-
mosi Pastori e i Maleci Custodi, partiti dallArcontato delle Tenebre
per inferire il colpo mortale alla vacillante civilt umana, le regalano
invece il kit per la salvezza e la restaurazione. E questo rivaluta lada-
gio di antica saggezza: non tutti i mali vengono per nuocere. Anzi.
Sar questa la cerchiatura del quadrato, di cui parla di Furia in
questa sua fatica letteraria.
Proponendosi nalit pragmatiche, elaborando geniali (o diabo-
liche?) soluzioni socioeconomiche, nanziarie e geopolitiche, con le
opportune correzioni degli effetti dello Slittamento laterale degene-
rativo, egli tenta in realt di smussare gli spigoli del recinto materi-
co in cui le entit arimaniche hanno rinchiuso luomo, per dargli la
libert in una dimensione in cui si circola appunto senza urti, senza
attriti e conitti di competenza, secondo la steineriana Tripartizione
dellorganismo sociale. Formula questa che lAutore ha scelto come
cartina di tornasole per qualsivoglia strategia di conduzione materia-
le e spirituale del mondo e dellumanit.
Dallosmosi evolutiva nale tra Bene e Male e di Furia sembra
far convergere le tesi della sua avvincente trilogia verso tale esito
nascer quindi lEssere che, avendo risolto in s il conitto mazdaico,
sar in grado di affrontare il sesto periodo di civilt, con il Male
incatenato.
Riuscir lAutore con questo suo ennesimo impegno a far entrare
il concetto di Tripartizione dei poteri sociali nella considerazione di
chi incaricato di gestire il governo degli Stati e delle popolazioni?
La speranza lultima dea, recita il noto adagio, e un altro assicura
che, per quanto sia piccola cosa leggera, la goccia alla ne buca la
pietra.
INTRODUZIONE
15
Di Furia della goccia perforante ha la perseveranza e la forza che
gli viene dalla conoscenza spirituale. Provando e riprovando, insi-
stendo, pregando, meditando, si far. Con le mille e pi parole di un
libro, con lesempio e lazione. Con il pensiero attinto al suo nucleo
divino.
Fulvio Di Lieto

Premessa doverosa
Ci risiamo. Il presente lavoro ha nuovamente avuto origine da
uninaspettata attivit informatica che pu ben denirsi di... spam.
Sul desktop del mio portatile apparsa improvvisamente una car-
tella piena di mail il cui indirizzo mi era ben noto.
Non saprei a chi attribuire questa pioggia di infernali informazio-
ni: forse un estemporaneo bug cosmico-terrestre al corrusco sistema
informatico della Furbonia University, forse un deciso aiutino inte-
ressato a costruire un migliore destino per noi terrestri da parte di
Zio Bonane...
File che ho deciso di pubblicare integralmente. Pur sapendo di
correre il rischio di attirare la censura dei severissimi Custodi della
privacy cosmica, in quanto utilissimi per poter contribuire a risve-
gliare le coscienze dei Singoli Individui del presente inizio di ter-
zo millennio, socialmente narcotizzate dallimperante materialismo
tecnico-scientistico (economia), dallo statalismo rafnatamente le-
galizzato (politica) e dallesausta religiosit dogmatico-missionaria
(cultura).
Questa volta nessun volenteroso (e incosciente) hacker astrale sta-
to da me contattato per controllare in remoto le iniziative di Giunior
W. Berlicche il giovane Top manager della Tentazione laureatosi in
MEFISTOFELE a FAUST: Si sa: la gente non saccorge mai
davere innanzi il diavolo in persona,
neppur se per il bavero la tiene.
La taverna di Auerbach a Lipsia
vv. 2.182-2.183, dal Faust di J.W. Goethe.
INVIATO SPECIALE
18
damnatio administration al master di specializzazione alla Furbonia
University il cui carteggio elettronico prima con lo zio Malacoda
e poi con lex-collega Vermilingua ha gi attirato la mia vigile atten-
zione. Istruttivo scambio di mail che potete trovare, essendo gi stati
pubblicati a mio rischio e pericolo, dallEditrice CambiaMenti.
Per chi non ne fosse ancora informato, e volesse chiudere il cerchio
in mbito sociale gi iniziato, il primo carteggio elettronico stato
oggetto di Mail da Furbonia attualit spiegate ai materialisti, mentre
il secondo di Daily Horror Chronicle.inf corrispondenze diaboliche
online dal paludoso fronte terrestre.
Questo terzo carteggio elettronico ancora tra Giunior W. Ber-
licche e la sua collega di master Vermilingua, alleati nella rincorsa
ai vertici del sistema infernale in uge nel mediano Arcontato del-
le Tenebre nel quale i due, con le rispettive trib infernali, vivono
e prosperano sulle nostre difcolt corporeo-animico-spirituali
lintrigante spunto per questo volume: Inviato speciale la cerchiatura
del quadrato, che viene cos a completare una trilogia complessiva-
mente e a buon diritto intitolabile come La Diabolica Farsa.inf, tanto
ci vede protagonisti inconsapevoli e ignari di unillusoria e menzo-
gnera truffa... cosmico-terrestre.
Sia come sia, tutto cominciato quando stavo scaricando le mail al
mio indirizzo di posta, tirando al contempo qualche sincero moccolo
allindirizzo di quanti la impestano di corrispondenze non richieste.
Improvvisamente lo schermo si oscurato.
Poi stato tutto un preoccupante lampeggiare no a quando un
le, con allegata una cartella zippata (.par), si manifestata a lato di
una nestra che indicava una possibile origine... spam.
Di solito cestino sbito questi le sospetti, ma qualcosa mi ha im-
pedito di colpire lapposito comando per eliminarli e cos la cartella
si attivata in automatico e ha estratto i le compressi. Non ho po-
tuto trattenere perci un contratto gridolino alla sorpresa di vedere
qual era lindirizzo del mittente di tutti quei le: g.w.b.@dailyhorror-
chronicle.inf.
Sono passati alcuni anni da quando ho potuto per la prima volta
conoscere le infernali trame dellautore di queste mail.
PREMESSA
19
E corrispondentemente al passare del tempo, latmosfera sociale-
emotiva dellumanit che mi circonda ancor pi degenerata.
Appare evidente dagli eventi che si susseguono, in unaccelerazio-
ne sempre pi caotica e antisociale come il Liberismo angloamerica-
no, visto come contrapposizione al Materialismo storico marxista,
abbia manifestato di condividerne la medesima radice originaria e
pertanto ha riprodotto i medesimi effetti negativi, meccanicamente
peggiorati, di ci che riteneva combattere: devastazione dei Territori,
disgregazione delle Comunit, analfabetismo sociale nelle Persone.
Luomo, sia nellinterpretazione originata dal marxismo dei Fun-
zionari di Partito, sia in quella originata dal neo-Liberismo dei Tec-
nocrati della bancocraza mondiale viene ugualmente sbattuto alla
periferia del sistema sociale come suddito-schiavo, utile e sottomesso.
E in lui si presentano preoccupanti sintomi di accelerata corru-
zione del carattere. Dimostrando cos come unideologia, di qualsia-
si segno sia, sempre la stessa oscurata forza psichica che si riveste
di plausibilit dialettica per manovrare sentimentalmente, deistica-
mente gli uomini.
Questo sotterraneo misticismo inosservato, questo pensiero dive-
nuto fede superstiziosa gode nel pensare di star accelerando la reden-
zione del Mondo... senza degnare di uno sguardo loggetto vero della
redenzione: il Singolo Individuo... che viceversa disprezza e osteggia
in tutti i modi.
Per cui se si riesce a intuire che il Materialismo tecnologico (spon-
sorizzato dalla Furbonia University) sia lerrore, si cade nel tranello di
ritenere che ci che lo combatte, ovvero lo Spiritualismo dogmatico
(sponsorizzato dalla Fanatic University) sia il contrario dellerrore...
mentre soltanto unaltra forma del medesimo errore: discorsivo, pi
che di pensiero.
sempre il solito problema: senza un equilibrio tridimensionale
cosmico-sociale, senza quelle che Giunior Dabliu chiama le Coorti
del Nemico (le Gerarchie Angeliche regolari del Christo) il duali-
smo tra Furbonia e Fanatic University non porta ad altro che a tem-
poranee deleterie alleanze utilitaristico-menzognere e a una continua
competizione egoistico-prevaricante o dogmatico-conittuale.
INVIATO SPECIALE
20
Nel sistema odierno questo letteralmente evidente, per chi ha
occhi tridimensionali sociali per vedere ed ha anche orecchi tridi-
mensionali sociali per udire.
Se si riesce a comprendere come al di sotto delle tre dimensioni
classiche (Cultura, Diritto ed Economia) nelle quali il Singolo In-
dividuo dotato di Corpo, Anima e Spirito per cos dire lhardwa-
re sociale originario o la pietra angolare della Societ moderna si
proietta rispettivamente come Persona, Cittadino e Consumatore
(ossia quale software polare sociale); se si capisce come operi, quale
rigidissimo inosservato fondamento, la squilibrata Monodimensione
sociale prevaricante sulle altre due; se si riesce a vederla in immagi-
ne quale costruttrice di meccanismi sociali escludenti luomo-libero
e includenti luomo animalesco-istintivo quale branco da governare
ovvero luomo ingranaggio-acfalo quale servo-unit disumanata di
cui servirsi... ebbene, a questa costruzione involutiva e meccanica
deve corrispondere un altrettanto meccanico orientamento nel Sin-
golo Individuo.
Riscontrabile originariamente, appunto, nel pensiero riesso-dia-
lettico-passivo con cui luomo del terzo millennio pensa il sociale
stesso... deformandolo.
Pensiero che si affrancato dalla rivelazione religiosa facendosi
sempre pi astratto e avulso dalla realt creatrice originaria, per
diventare strumento solo capace di penetrare nella realt della cre-
atura, al prezzo della perdita della propria forza intuitiva: che va
coscientemente riconquistata.
Contestualmente cadendo per nella trappola di riconoscere nella
natura stessa, nella materia, lorigine del proprio pensare: la quale
origine, viceversa, interiore al pensiero stesso che pensa la materia
e gli oggetti.
Pensiero che ora si fa dunque meccanico-cerebrale poggiante sul
sistema nervoso stimolato dallesterno, pensiero passivo, riesso,
pensato.
Incapace di sollevarsi dal morto operare dellinorganico natura-
le, incapace di trattare il semplice livello vitale di un lo derba,
incapace di concepire la priorit del livello senziente sul vitale-
PREMESSA
21
corporeo e ancor pi delloriginario livello rappresentato dalla pre-
dialettica autocoscienza responsabile dellIo.
Io inteso come Io Sono: quale soggetto morale dellessere e quindi
anche del divenire e del... pensare stesso.
La Societ tridimensionale equilibrata, che si ndica quale soluzione
strutturale indispensabile allattuale problematica sociale, prima di
tutto una realt eminentemente concreta e pratica: il farmaco
da somministrare nel caso specico... e non una possibile diagnosi
teraputica da formulare discorsivamente!
Di suo la diagnosi veridica, piuttosto, identica nella Monodimen-
sione sociale prevaricante le altre due o nella Bidimensione conittuale
tra due dimensioni sociali (mentre la terza, spaccata in due, non gode)
la causa prima strutturale dei multiformi e frequenti naufragi sociali
odierni e futuri: del guasto sociale mondiale ormai cronico.
E solo un pensiero che torni a ripensare lidea come sperimenta-
bile in s, e soprattutto a considerare il pensiero che la pensa come
pi reale della materia in cui questa idea potr poi concretamente
articolarsi... solo un tale pensiero diventa capace di risanare il guasto
sociale moderno.
Guasto provocato da un pigro, passivo e rinunciatario pensa-
re sociale monodimensionale meccanico pi adatto a un Alveare/
Formicaio o a una Mega-macchina sociale che al Singolo Individuo
moderno: mta verso la quale levoluzione sociale ha teso... n dai
primordiali tempi dei preistorici raggruppamenti tribali.
Al meccanico/animalesco disastro sociale del presente tempo
catico dobbiamo rispondere con unaccresciuta dose di responsa-
bilit individuale: cessiamo pertanto di delegare agli altri ogni cosa,
anche la nostra protesta, e torniamo a diventare creatori del nostro
futuro liberando la Scuola dal doping politico ed economico; ren-
dendo equanime lo Stato moderno quale ammortizzatore dinamico
delle frizioni tra economia e cultura; concretizzando come fraterno
il Mercato: capace della massima abbondanza col minimo spreco di
risorse, materiali e umane.
Se abbiamo compreso il guasto antisociale della meccanica mo-
nodimensione sociale squilibrata che prevale competitivamente sul-
le altre due (ad esempio dellEconomia su Politica e Cultura) o
dellaltrettanto funesta bidimensione sociale conittuale (lo scontro
dellEconomia con la Politica, ove soccombe spezzata la Cultura) e
parimenti se abbiamo colto il meccanico pensiero pensato logico-
razionale che le ha determinate... allora possiamo pensare, concre-
tamente, di costruire la Societ tridimensionale equilibrata dei tempi
nuovi a inizio terzo millennio per recuperare il tempo evolutivo di-
strattamente perduto.
Questa, nel sociale, peraltro lunica forma strutturale di cui il
Singolo individuo, autonomo collaborativo e responsabile, possa co-
stituire il centro pulsante equilibratore, in cui le sue sane qualit di
autogestione, associazione e competenza possano armonicamente
convivere.
Facciamo dunque consapevolmente nostro lideale di dare questa
risposta concreta a partire dallItalia ma per donarla allEuropa e al
Mondo intero.
San Michele, 2013 - in Italia
I. Lessenziale invisibile agli occhi
Carissima Vermilingua,
da un po di tempo che non ti spedisco una mail perch la mia
qualica di stagista mimpone delle rituali veriche periodiche fuori
sede e un certo numero di comunicati da fare come inviato speciale
del Daily Horror. Comunque ricevo sempre le tue comunicazioni e
sono aggiornato sulle tue ultime vicissitudini. Ribadisco che tutte
le notizie che vado raccogliendo nella mia attivit di stagista invia-
to speciale sul paludoso fronte terrestre sono tuttavia estremamente
rassicuranti.
Ovunque vada, lottimo lavoro dei diabolici colleghi della Fanatic
University si innesta perfettamente su quello della nostra infernale
task force della Furbonia.
Non c che dire: la Meftica Alleanza tra le nostre due demo-
niache Universit del malaffare, cos strenuamente voluta da nonno
MEFISTOFELE: In questi tenebrosi corridoi,
dimmi, perch mi trai?
Non v forse diletto che ti appaghi,
l dentro in quelle sale?
FAUST: Oh, taci! Taci!
Roba trita e ritrita. Abiti lisi,
con cui mi torni a comparire innanzi
da s gran tempo ormai. ()
Vogliono fatti da me! Son messo in croce.
Il Gran Maggiordomo e il Ciambellano (ascltami)
mi stanno entrambi ai panni.
LImperatore vuole,
che al suo cospetto, uniti,
vengano adesso qui: Pride ed Elena!
Galleria oscura,
vv. 6173-6174; 6177-6179; 6182-6184, dal Faust di J. W. Goethe
ANDREA DI FURIA
24
Berlicche, sembra produrre con sempre maggiore abbondanza i suoi
malci frutti avvelenati nello squilibrato Stato monodimensionale
globalizzato dominante.
Anche Sua Tignosit funrea, il pi ero oppositore di questa
venca partnership, come pure Rntolobiforcuto, il nostro sussie-
goso vice-direttore politico, sembra si siano quasi ricreduti.
Eppure, come ti accennavo quando ci siamo incontrati al bar del-
la palestra di Ruttartiglio, mentre eri tutta intenta a rollarti via le
occhiaie dopo una riunione ume della direzione al Daily Horror,
questo indubitabile continuo crescente successo militare sulle coorti
del Nemico non mi convince affatto.
No, i miei timori non si riferiscono a quanto mi ha detto ultima-
mente Tu Sai Chi (quello zio che non si pu pi nominare per paura
del contagio), bens mi riferisco allosservazione di quellAgente del
Nemico bastardo che in piena ra materialistica ha osato rivelare alle
nostre gustosissime leccorne che:
Lessenziale invisibile agli occhi.
S certamente, ne convengo con te, noi Bramosi pastori della Fur-
bonia University lessenziale lo vediamo benissimo. Quello che non
afferri dovuto alla tua spiccata antipatia per levoluzione storica
delle nostre caviucce, in particolare per quella del quinto piccolo
ene post-atlantdeo, su quel grumetto cerleo mercuriale che chia-
mano Terra. Per noi della Furbonia la Terra la quarta incarnazione
cosmica planetaria del progetto coordinato da quel dilettante allo
sbaraglio del Demiurgo.
Dunque necssita un breve ripassino. No, lascia stare. Non il
momento di passare alla crema super-emolliente. Anche al master
in damnatio administration lora di evoluzione cosmica era la tua
preferita per provare il trucco migliore per gli artmici rave party che
organizzavi nelle Malebolge infernali, con Ruttartiglio come primo
tamburo.
Se allora fossi stata attenta, invece di arricchirti copiosamente
come astutissimo impresario musicale, ora non dovresti impiegare il
tuo preziosissimo tempo per aggiornarti.
INVIATO SPECIALE
25
Partiamo, dunque, da quando siamo riusciti ad affogare la pre-
cedente civilt di Atlantide a forza di tsunami. Lultimo dei quali,
coordinato dalla perversa maestria di Barbariccia come driver, col
supporto entusiastico di Alichino, Libicocco, Grafacane, Storta-
coda, Cagnazzo, Scarmiglione, Calcabrina e Rubicante stato cos
impressionante da rimanere iscritto nella memoria di tutti i popoli
della Terra, quale Diluvio universale.
Viceversa, solo poche tra le nostre invidiose trib infernali hanno
applaudito il contemporaneo occultamento sotto i ghiacci dellAn-
tartide di un grosso frammento di quellimmenso continente, che
appunto occupava buona parte dellOceano Atlantico, da parte del
nostro Draghignazzo.
Che, da Top manager della tentazione qual , ha magistralmente
approttato di un allineamento cosmico favorevole legato al movi-
mento dellasse terrestre per farlo slittare n l.
Il maltempo e il freddo polare poi hanno ricoperto in pochi secoli
tutto con quella coltre bianca che tanto affascina anche noi Bramosi
pastori e che di tanto in tanto facciamo distaccare dalle new entry
dellasilo nido infernale per abituarli alla distruzione con il gioco.
Oggi (slap, slap) il nostro pigro breakfast animico ritiene il mo-
mento del Diluvio universale frutto della fantasia malata di unuma-
nit bambina, credulona e un po rincitrullita.
Eppure, dopo appena cinque piccoli eni dalla scomparsa dellul-
tima propaggine di Atlantide, deniscono liquida la loro stessa
civilt, senza accorgersi (sic!) del correlativo pericolo di essere so-
cialmente sommersi di nuovo.
Hack! Sono loro, sono le nostre margheritucce aulnti che non lo
vedono... lessenziale. Grazie al dilagare del materialismo imposto
da noi col quale occultiamo lo spirituale nsito nella materia che li
circonda sono tutte dedite a ci che percepiscono con i loro sensi.
Su questa base formano le loro rappresentazioni: la loro concezione
di s, del mondo e della societ in cui vivono. Ti!
Una base, quella dei sensi, perfettamente ottundente e paralizzan-
te: come mi confermava Grafacane durante una delle mie ultime
interviste obbligatorie per il Daily Horror.
ANDREA DI FURIA
26
Ciononostante, grazie allazione di contrasto a gamba tesa della
nostra Infernale Intelligence, sappiamo che nei piani abilmente sot-
tratti al Nemico il orire del materialismo esattamente nellattuale
quinto piccolo ene anglo-germanico... era previsto!
Ipotizziamo pure, come dici tu, che i nostri vertici militari siano
sempre stati subdolamente consapevoli di assecondare, a danno del
nostro dessert emotivo, il processo organizzato nei dettagli evolutivi
dal Demiurgo.
Ebbene, cosa ne abbiamo mai ricavato?
Riporto dal mio moleskine astrale le tue risposte alla mia doman-
da, cui seguir il mio commento.
Vermilingua: La loro attenzione, quando guardano il mondo,
inchiodata allaspetto esteriore delle cose: al regno minerale, vegeta-
le, animale.
Non giungono affatto allo Spirito retrostante la Natura, neppure
pensando a se stessi. Resi da noi ciechi allo Spirito, si vedono coi no-
stri occhi: quali grandi animali evoluti! Se scienticamente debbono
descrivere la loro evoluzione, partono dalla scimmia che ha la spina
dorsale parallela al terreno e terminano con se stessi, esseri con la
spina dorsale perpendicolare al suolo, senza che questo fatto struttu-
rale li faccia minimamente riettere.
Ecco, Vermilingua, il dubbio che mi agita relativo alla malca
frase di cui sopra. Se lessenziale invisibile agli occhi, il mondo
sico-sensibile diventa lombra dellinvisibile Mondo spirituale.
Perci i tre regni della Natura (minerale, vegetale e animale) di-
ventano lombra di altrettanti regni spirituali astrale, spirituale in-
feriore e superiore abitati da Esseri spirituali viventi!
Qui sorge lodiatissimo pensiero che pu demolire la nostra men-
zognera interpretazione materialistica dellevoluzione umana. Se
esistono Entit spirituali (dagli Angeli ai Serani, come ben sappia-
mo) qualcuno potrebbe pensare, ahinoi, che non una scimmia... ma
un essere spirituale il reale antenato delluomo attuale! Il quale,
poi, avrebbe allora attraversato unevoluzione che utilizzerebbe s
lelemento animale, ma solo come veicolo da abbandonare via via
come appare chiaramente persino dallevoluzione embriologica
INVIATO SPECIALE
27
umana nel momento in cui fosse stato possibile emanciparsi da
esso: acquisendo nella conquistata verticalit una propria forma vi-
cina allattuale.
In quel momento, da un antenato comune si sarebbero separate
due linee evolutive post-Diluvio: quella che degenera nella scimmia
e quella che progredisce verso lHomo sapiens.
Ora, che nonostante il nostro pedante impegno giungano a pensa-
re ci... non disgustoso e al tempo stesso terribile?
Laltra tua risposta giustica in toto la nostra tignosa professiona-
lit deviante in modo esemplare.
Vermilingua: Con latteggiamento materialistico non dobbiamo
far loro vedere nella Natura il segno delle azioni morali dei loro an-
tenati divini. Di quella cosmica moralit neghiamo loro il nutrimen-
to, privilegiando il giorno sulla notte: il rappresentare desto diurno
sullelemento volitivo notturno.
Certamente! Abbiamo impedito loro di percepire coscientemente
lelemento morale che precede, di pochissimo, la percezione sensibi-
le: anche se una grossa falla si aperta quando quel Poeta-scienziato
delle mie zampe posteriori ha rivelato nella sua Teoria dei colori pro-
prio questa loro realt morale.
Qui per, Vermilingua, non basta averlo scalzato col nostro New-
ton e la sua materialistica teoria dei colori perch la situazione sin-
garbuglia, per noi Bramosi Pastori. Se lessenziale invisibile agli
occhi, la notte diventa un elemento da considerare attentamente: un
elemento in cui si deve trovare qualcosa di assai importante.
Diventa necessario portare il risultato del giorno nella notte, af-
nch si riavvii quel dialogo tra uomo e Gerarchie angeliche che ab-
biamo interrotto attorno al quarto secolo dallAvvento del Nemico.
Ah, per dirla tutta, mi sovviene adesso in mente uninformazione top
secret, carpita in una delle mie visite abusive negli Archivi purpurei
della nostra demoniaca testata giornalistica.
Quellinterruzione viene l riferita alla trasmissione di consegne
da parte di una Gerarchia angelica (Potest), che si ritirata dalla
governance dei pensieri dellumanit, a unaltra (Principati) di rango
inferiore.
ANDREA DI FURIA
28
Ereticamente si sostiene, in quel documento, che mentre prima
di tale momento il dialogo Dei-uomo veniva assicurato dal semplice
utilizzo dei sensi nella percezione, dopo lo fu sempre meno.
Fino a sparire quasi totalmente nel tempo attuale. In questo senso
il nostro contributo alla perdizione dellumanit, afnch non evolva
come vogliono gli Agenti del Nemico, diventerebbe meramente (!)
strumentale. Eppure tu sei certa del contrario e della superiorit del-
la nostra strategia di base.
Vermilingua: Divide et mpera: la nostra maniacale pressione af-
nch sinteressino solo per quello che possono cogliere con i sensi,
li spacca in due: esistono soltanto di giorno, si cancellano ogni notte
quando dormono.
Quando in realt, per il Demiurgo, dovrebbero colloquiare con
le coorti del Nemico. Linterruzione di questo colloquio, cos stretto
durante il primo piccolo ene post-atlantdeo, uno dei successi pi
rilevanti delle truppe dassalto della Furbonia University.
Ora che siamo giunti al quinto piccolo ene anglogermanico, per
tutte le nostre appetitose vittimucce le Coorti del Nemico (Ange-
li, Arcangeli, Principati, Potest ecc) o, come asserivano le nostre
stesse infantili caviette, gli antichi Dei dellumana evoluzione sono
ritenute solo fantasmagoriche gurine mitologiche.
E cos devessere Vermilingua, afnch lunilateralit di pensiero
appena conquistata possa divenire la tomba della loro civilt.
Rammenti cosa ci disse nonno Berlicche in una delle sue ultime
visite prima dellaffaire Malacoda? Mentre per tutti era ancora Sua
Indecenza ineffabile e noi frequentavamo i diabolici tour nei Devil
Scout? Quando ci raggiunse nel quarto piccolo ene greco-roma-
no durante il nostro trekking animico tra Mecca e Medina?
Quando si suggeriva prematuramente alle caviucce arabe la mano-
vra a tenaglia pedagogico-militare per conquistare legemonia scien-
tica nel pi arretrato continente europeo allora nella miseria pi
nera e disperante?
E le risate che ci siamo fatti per le frustate contropelo che si prese
un distratto Ruttartiglio, per non aver annuito in tempo alle sue pa-
role che richiedevano attenzione assoluta? Eccole.
INVIATO SPECIALE
29
Nonno Berlicche: Come tutte le cose, anche il materialismo
scientico che stiamo cercando di spingere e velocizzare una lama
a due tagli. Dal punto di vista dellodiatissimo Nemico, dovrebbe
essere quella tortorata che li sveglia dal torpore animico di gruppo
e rafforza la loro coscienza di essere degli Io, dei Singoli Individui
autocoscienti.
Dal punto di vista della Furbonia University, esso impedisce il giu-
sto sviluppo degli organi spirituali per tornare a vedere lessenziale,
attualmente invisibile ai loro occhi sici. La permanenza unilaterale
dei nostri sformatini emotivi nellarida intellettualit sar determi-
nante per i piani di conquista di quel glbulo cosmico!
Come effetto impalpabile, nel tempo, porta alla rovina della cor-
poreit di calore, prima, poi di quellatmosferica aerea, inne di
quella acquea dellintero pianeta. Un geniale tocco di artistica scle-
rotizzazione planetaria, non trovate?.
Frustate contropelo del Nonno a parte, dovrei sentire Ruttarti-
glio, che se ne intende di pi di me... Eppure mi sembra che proprio
ora, a partire dal punto temporale a cavallo tra il secondo e il terzo
millennio (dallingresso del Nemico nellagone sul paludoso fronte
terrestre) determinati segnali atmosferici gi denuncino, tra eruzio-
ni, alluvioni e tornados in aumento, qualche problemino in atto nel
corpo di calore della Terra. Ti!
Ma non voglio divagare e torno al guasto sociale strutturale delle
nostre pralinate caviucce, riassumibile in una sola parola: unilaterali-
t. Unilateralit, Vermilingua, che magica parola.
Non la ritrovi ora, esattamente caratterizzata nella descrizione,
che ti ho sempre dato, nello Stato unitario onnipervasivo moderno
dei nostri passionali bon bon?
Se potessero vedere lessenziale invisibile agli occhi, vedrebbero
come la realt negata della tricotomia umana, ossia il loro essere
triplicemente organizzati in corpo-anima-Spirito, si rietta nellor-
ganizzazione triplice della loro societ civile in economia-politica-
cultura. Ma tale riettersi continua tra le stesse tre dimensioni so-
ciali allinterno luna dellaltra: pensiamo a come nellarea statale-
politica lelemento legislativo non sia altro che il riesso dellarea
ANDREA DI FURIA
30
culturale, lelemento governativo-amministrativo delleconomica, e
lelemento giurisdizionale specico basilare (il diritto) della dimen-
sione politica stessa.
Oppure lo facevo osservare a un attento Ringhiotenebroso,
seduti nella tonicante ghiacciaia della sua accessoriatissima pale-
stra nellarea economica un riesso di quella giuridico-statale il
distributore di merci e servizi, il consumatore di quella culturale e
limprenditore-produttore lelemento specico basilare della di-
mensione economica stessa.
E cos via anche nella dimensione culturale dove la Scienza lele-
mento che riette pi larea economica, lArte quella politica e la
Religione (che dobbiamo mantenere legata alle Confessioni statali e
non lasciarla pervenire al Singolo Individuo) lelemento specico
basilare della dimensione culturale stessa.
Ma questo melenso modo armonico di pensare la realt sociale in
tre dimensioni autonome separate s ma collaborative attraverso le
relative Istituzioni chiave (Scuola-Stato-Mercato) equilibrate consa-
pevolmente dal Singolo Individuo va decisamente stroncato!
Grazie allo Stato monodimensionale onnipervasivo moderno
stiamo involutivamente riducendo la Societ civile tridimensionale
(slap) allunica dimensione sociale che conti... quella economica.
Grazie alla legge sociale dellUnitariet delle tre dimensioni sociali,
allinterno dello Stato moderno si verica linevitabilit che una delle
tre soffoca e rende superue le altre due.
E grazie alla legge sociale dello Slittamento laterale degenerativo,
stiamo passando dallHomo sapiens-sapiens ad una sua macabra ca-
ratterizzazione unilaterale in ognuna delle tre aree sociali. Ri-Ti!
Come chiamarle? Ci ha pensato il maccheronico Ruttartiglio.
Prendi appunti, Vermilingua!
Homo sapiens-dogmaticus: in area culturale (religioso, artista o
scienziato che sia) che si autoerotizza con le sue personali opinioni.
Homo sapiens-burocraticus: in area giuridico-politica (legislatore,
giudice o governante che sia) che si giustica coi suoi desideri di
indispensabilit.
Homo sapiens-usuraius: in area economica (imprenditore, distri-
INVIATO SPECIALE
31
butore o consumatore che sia) che si balocca con la sua inclinazio-
ne a trasformare le pietre monetarie in pane, come piace tantissimo
a noi.
Fiamme dellInferno, Vermilingua! Stiamo ormai quasi ucciden-
do il senso sociale in loro. Proprio grazie al fatto che lessenziale
invisibile agli occhi del nostro futuro olocusto, sta per avverarsi il
devastante sogno di nonno Berlicche: la produzione seriale dellho-
munculus suddito-schiavo inconsapevole.
La perda caricatura unilaterale inversa di quanto sarebbe malau-
guratamente voluto dagli odiatissimi Agenti del Nemico.
Il tuo invisibilissimo
FAUST: Non hai previsto tu, caro compare,
dove (da quanto appare)
le tue male dovevano condurci?
LImperatore abbiam, prima, arricchito.
Ed ora, egli comanda
desser divertito.
MEFISTOFELE: E credi che sia roba
da combinarsi qui, seduta stante?
Qui ci troviamo innanzi ad una scala
durissima a scalarsi.
Il pi vietato dei dominii estrnei
pretendi di varcare. E, temerario,
a crearti verrai ben duri impegni,
se pensi devocar s facilmente
Elena bella, come gi lo spettro
della Carta-Moneta!
Galleria oscura,
vv. 6189-6198, dal Faust di J. W. Goethe
II. Logica reale dello sviluppo?
No, logica astratta del profitto
Carissima Vermilingua,
da quando sono in missione sul paludoso fronte terrestre, mi scrivi,
Faucidaschiaf imperversa in redazione e scarica le sue frustrazioni
per il mancato aumento di stipendio in particolare su di te.
Come ti capisco! Mi immagino perfettamente quel btolo ringhio-
so che passa ore su ore ad alitarti pesantemente sul collo le sue elita-
rie teorie economiche razziste.
Mi sembra di sentirlo, di vederlo quasi, mentre conciona tribuni-
zio che luso inverso della religione un gioco da diavoletti appena
entrati nellasilo nido infernale o per caritidi imbolsite come nonno
Berlicche e che politica e diritto statale sono argomenti per bamboc-
cioni come me e Draghignazzo.
Per lui solo la nanza speculativa ad alta leva ci pu dare le soddi-
sfazioni che Sua Diavoleria turlupinatrice pretende dai suoi nancial-
pitbull, mediante lo sfruttamento intensivo e brutale di quella cer-
lea sfrula cosmica.
talmente ripetitivo, in merito ai suoi argomenti, che ti risparmio
di specicarmeli nella tua prossima mail.
Ma se vuoi davvero, come dici, rispondergli a tono, faresti male a
non penetrarne il signicato snobbandoli per una presunta superio-
rit etnica della tua trib mediatica su quella del Master Truffator, o
per la tua idiosincrasia genetica relativa alla storia delle nostre gusto-
sissime praline emotive.
Ascoltandoli pi volte con attenzione e sistematizzandoli, dopo
liniziale nausea da superiorit esibita a sproposito, il quadro ti si fa
estremamente chiaro. Solo allora lapporto della tua trib mediatica
pu essere difeso, e lessenziale necessit della tanto vituperata poli-
tica a salvaguardia delle sue stesse ossute terga ti diventer evidente!
Innanzitutto Faucidaschiaf si affretta sempre a chiarire una ve-
rit che anche le sugose vittimucce di cui siamo i Bramosi pastori
tendono a sottovalutare o persino a dimenticare: in economia non
esiste nessuna fantomatica etica!
Ecco spiegato, en passant, perch il Daily Horror e la tua trib
specializzata in media deviati martelliate il nostro futuro olocausto
con la grullesca fanfaluca illusoria delletica degli affari.
Letica, infatti, fa parte dellarea sociale culturale (non dellarea
statale, n di quella economica).
legata alla Persona, non alle merci, e che una tale babbea confu-
sione del posizionamento sociale di un concetto sia possibile, Vermi-
lingua, solo una ulteriore riprova delloperare indefesso della Legge
dellUnitariet delle aree sociali (Uas ).
Se malauguratamente infatti il Singolo Individuo venisse libera-
mente educato alletica, i suoi comportamenti in area economica
(quale produttore, distributore o consumatore che sia) o giuridica
(quale legislatore, giudice, amministratore che sia) sarebbero etici
di per s.
Senza che ci fosse il bisogno come vorrebbe quel politicante da
ANDREA DI FURIA
34
strapazzo di Rntolobiforcuto, il vice-direttore politico della nostra
prestigiosa testata infernale di scomodare la necessit di una coa-
zione alletica del cittadino-suddito per legge. Ti!
Adesso comprendi (slap) la golosa distruttivit sociale dello Sta-
to unitario monodimensionale che risucchia in s (in quanto area
giuridico-politica) sia larea economica sia larea culturale-spirituale?
Infatti, perch ci sia concreta etica negli affari, occorre sempli-
cemente che a monte ci sia unarea culturale libera e autonoma che
fronteggi unaltrettanto autonoma area economica fraterna e unal-
trettanto egalitaria autonomia dellarea politica.
Proseguendo nellesposizione, come secondo punto base, Fauci-
daschiaf ti ha interrogato se sai la differenza che corre tra economia
e nanza: se gli dici correttamente che la nanza parte dellecono-
mia ti guarda come un serpente a digiuno da tre mesi guarderebbe
un implume uccellino: ha nalmente trovato qualcuno da erudire,
ma immagino tu non sia caduta in questa trappola.
Se invece, scorrettamente, affermi che leconomia parte della -
nanza, allora ha un secco moto di stizza, un insistente tic nervoso
scatta sul suo sopracciglio sinistro e procede col piano B.
Cos, ti ha ringhiato contro chiedendoti se hai anche le basi per
saper investire il tuo denaro.
Per esempio, tutti sappiamo che la liquidit monetaria, il capitale,
viene investito o nel settore produttivo (elettrodomestici, alimentari,
vestiti ecc.) o in quello speculativo [mobiliare (azioni, obbligazioni
ecc) o immobiliare (case, terreni ecc.)], ma qual la differenza tra i
due investimenti?
Ormai lho imparata a memoria, Vermilingua, ed stata una tor-
tura anche per me ascoltarlo: linvestimento produttivo vuol guada-
gnare la differenza tra prezzo di costo e prezzo di vendita; quello spe-
culativo (attenta) vuol guadagnare la differenza tra prezzo di acquisto
e prezzo di vendita.
La speculazione, in una parola, vuol acquistare a prezzi stracciati
e rivendere a prezzi altissimi. Ti!
Qui sta un segreto colossale, Vermilingua: come il produttore di
lavatrici fa di tutto perch il costo del prodotto sia il pi basso possi-
INVIATO SPECIALE
35
bile, altrettanto lo speculatore far di tutto (e di pi) perch il prezzo
di acquisto dellazione/obbligazione o dellimmobile/cosa sia ogni
volta il pi alto possibile.
Tu, per, vuoi sapere se posso anticiparti chi vincer tra predazio-
ne speculativa e organizzazione economica.
Vuoi sorprenderlo, Vermilingua? Ecco, allora, ci che ho registra-
to sul mio immancabile moleskine astrale.
Faucidaschiaf: Dove va a nire il capitale, Giunior? Dove mai
preferisce andare la liquidit monetaria dato che investimento pro-
duttivo e investimento speculativo sono in brutale competizione tra
loro?.
Giunior Dabliu: Penso che debbano esistere regole oggetti-
ve per linvestimento del denaro, dato che lo spostamento di grandi
capitali sulluno o sullaltro tipo di investimento comportano gravi
conseguenze in mbito sociale.
Se si sposta linvestimento dal settore produttivo al settore spe-
culativo (dalleconomia reale alla nanza astratta), il primo resta
sottocapitalizzato, si contrarr e ne conseguono tagli a occupazione,
investimenti e produzione.
Mentre immagino che se i capitali dovessero uire dal settore spe-
culativo (immobiliare, obbligazionario, azionario) a quello produtti-
vo, dovranno allora scoppiare devastanti bolle azionarie/obbligazio-
narie o immobiliari.
In pi, ero appena ritornato da una missione sul paludoso fronte
terrestre e l mi ero reso conto che gli investitori istituzionali (ban-
che, Stati, fondi speculativi ecc.) seguivano questa regola: il breve
termine (= la redditivit immediata: che pu essere ottenuta solo dal
settore speculativo) preferito al lungo termine (= la redditivit dif-
ferita: la sola che invece pu essere data dal settore produttivo).
E questo taglia la testa al Minoturo, Vermilingua. I gestori di que-
sti enti, infatti, sono remunerati in relazione ai risparmi, alla liquidit
monetaria che attraggono, e questa attratta dal rendimento annuo
pi elevato. Ti!
E da una mia ricerca abusiva in merito risulta che questo mec-
canismo condiziona sia lazionista-risparmiatore che lazionista-spe-
ANDREA DI FURIA
36
culatore a ricercare subito il massimo dividendo possibile, ossia il
massimo guadagno, il massimo ritorno sullinvestimento.
Pensa Vermilingua, che dal 1992 al 2001 tt. (= tempo terrestre),
gli investimenti a lungo termine non hanno potuto competere con-
tro quelli speculativi a breve, che davano un 7% di rendimento mi-
nimo, ottenuto attraverso tagli alla produzione, agli investimenti e
alloccupazione: amputando ricchezza reale e capacit umana, men-
tre proliferava contemporaneamente a tutto campo la speculazione
nanziaria.
Faucidaschiaf: Il guadagno immediato speculativo non in-
teressato al reinvestimento degli utili nelle aziende, e specialmente a
tutto ci che comporta una redditivit differita: ossia ricerca, innova-
zione, sviluppo, miglioramento del prodotto, migliore sfruttamento
delle risorse, formazione delle maestranze, tutela del posto di lavoro,
salvaguardia della bio-diversit, tutela ambientale, risparmio energe-
tico reale ecc..
Pensa soltanto che gli investimenti speculativi che impestano quel
bruscolino galattico sono proliferati talmente tanto nellultimo seco-
lo prima del Terzo Millennio dallavvento del Nemico, che se tutto
ci fosse simboleggiato da una partita di pallone, la logica del pro-
tto speculativo vincerebbe quella dello sviluppo produttivo (inteso
come PIL mondiale)... 60 a 1.
Ma neppure un Bramoso pastore ultrafanatico della superiore raz-
za ariana economica come Faucidaschiaf capace di mantenerla
pura dalle aborrite contaminazioni giuridico-politiche.
Indovina in mano a chi sono niti quei fondi pensione che pi di
ogni altro con i propri investimenti speculativi hanno determinato
politiche industriali di lacrime e sangue per i lavoratori e le loro fa-
miglie? Nelle mani pulite dei sindacalisti. Ti!
Tranquilla Vermilingua, mani pulite una ironica terminologia
fuorviante in voga in un paese del Centro da me appena visitato
nellattuale quinto piccolo ene post-atlantdeo, non mi riferisco
certo ai lavacri rituali di puricazione degli eni precedenti.
E alla mia nto-ingenua domanda sul come mai il potere economi-
co usasse protagonisti dellarea giuridica e contaminasse la purezza
INVIATO SPECIALE
37
della sua azione speculativa... svicolando fortemente a mancina e con
le corna leggermente pndule, il nostro duro e puro ex-nancial pit-
bull ha ribadito ruco:
Faucidaschiaf: Indurre i lavoratori ad afdare il loro TFR
(trattamento di ne lavoro) a fondi gestiti dai loro sindacalisti, il
mezzo meno costoso per paralizzarne la fastidiosa azione di autotu-
tela dei lavoratori: in quanto investitori nanziari [ossia... speculato-
ri] hanno interesse, per non perdere la loro pensione, a politiche di
bassi salari e di bassissima tutela del lavoro.
Ora, chiariamo sbito Vermilingua che personalmente non sono
affatto in contrasto con queste feroci conquiste antisociali ottenute
tramite il capovolgimento dei fondamentali monetari nellarea socia-
le economica del nostro antipastino emotivo, perch sempre inos-
servato dai pi, come nel caso dei sindacalisti-contro-i-lavoratori per
motivi speculativi c in supporto al nostro malaffare il fatto che
nello Stato unitario moderno non ci sono barriere funzionali-quali-
tative tra le tre aree sociali.
Piuttosto, sono contrario a quello stesso grrulo trionfalismo che
d cos tanto fastidio anche a te.
Ma per fare abbassare la rmbica crestina di piastre schienali del
mio caporedattore, come tu vorresti fare, ti occorrono altre nozioni
di base che ti fornir nelle prossime mail.
Il tuo sportivissimo