You are on page 1of 4

N. 00011/2015 REG.PROV.COLL.

N. 07128/2014 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio


(Sezione Seconda Bis)

ha pronunciato la presente
SENTENZA

ex art. 60 cod. proc. amm.;


Comune di Bova Marina, in persona del Sindaco pro tempore, rappresentato e
difeso dall'avv. Alessandro Fusco, presso il cui Studio elettivamente domiciliato
in Roma, via Fulcieri Paolucci De Calboli, n. 1;

contro
Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, in persona del
Ministro pro tempore, rappresentato e difeso dallAvvocatura Generale dello Stato;

nei confronti di
Comune di Taurianova, Comune di Mileto, Comune di San Calogero, Comune di
Bagaladi, Comune di Augusta, Comune di San Cipriano D'Aversa, Comune di
Casapesenna, Comune di Careri, Comune di Casal di Principe, Comune di
Grazzanise, Comune di Polizzi Generosa, Comune di Montebello Ionico, Comune
di

Giugliano

in

Campania,

Comune

di

Ventimiglia,

Comune
1

di Isola delle Femmine, Comune di Reggio Calabria, Comune di San Luca,


Comune di Plat, Comune di Castel Volturno, Comune di Misilmeri, Comune di
Cir, non costituiti;

per l'annullamento
del decreto n. 4878 del 3 marzo 2014 avente ad oggetto "Approvazione
graduatoria dei progetti ammessi a FINANZIAMENTO nell'ambito del bando
pubblico per l'attribuzione dei contributi economici in materia di riduzione e
prevenzione della produzione dei rifiuti, di raccolta differenziata e riciclaggio"; del
bando; degli atti della Commissione; del comunicato pubblicato il 20.2.2014; della
nota ministeriale del 19.5.2014 recante diniego alla istanza di annullamento in
autotutela del decreto del 3.3.2014;
Visti il ricorso e i relativi allegati;
Visto l'atto di costituzione in giudizio di Ministero dell'Ambiente e della Tutela del
Territorio e del Mare;
Vista lordinanza di accoglimento dellistanza cautelare n. 3629/2014 di
accoglimento dellistanza cautelare ai fini del riesame;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore designato per la camera di consiglio del giorno 20 novembre 2014 il dott.
Domenico Lundini e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;
Sentite le stesse parti ai sensi dell'art. 60 cod. proc. amm.;
Considerato che le parti allodierna Camera di Consiglio sono state preavvertite
della possibile definizione del giudizio con sentenza semplificata;
Considerato, invero, che allesito del riesame, da parte del Ministero, della
posizione del Comune ricorrente, stata rettificata la graduatoria in questione ed
stato ritenuto finanziabile il progetto presentato dalla parte ricorrente (decreto del
2

13.10.2014), conseguendone quindi la cessazione della materia del contendere,


come richiesto dallAmministrazione nella nota del 23.10.2014 e dalla stessa parte
ricorrente (che ha insistito solo per le spese) allodierna Camera di Consiglio;
Ritenuto che sussistano quindi i presupposti per la definizione del giudizio con
sentenza di declaratoria di c.m.c. e che le spese possono essere poste a carico del
Ministero intimato nella misura equitativamente determinata e limitata di cui al
dispositivo.
P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Seconda Bis),
definitivamente pronunciando, dichiara estinto il giudizio per cessazione della
materia del contendere.
Condanna il Ministero a rifondere le spese nella misura di euro 500,00
(cinquecento,00);
Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall'autorit amministrativa.
Cos deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 20 novembre 2014 con
l'intervento dei magistrati:
Antonino Savo Amodio, Presidente
Domenico Lundini, Consigliere, Estensore
Antonella Mangia, Consigliere
L'ESTENSORE

IL PRESIDENTE

DEPOSITATA IN SEGRETERIA
Il 02/01/2015
IL SEGRETARIO
(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)
https://www.giustiziaamministrativa.it/cdsintra/cdsintra/AmministrazionePortale/DocumentViewer/index.html?ddocnam
e=S2OK7XFIGJS43VN2ZF6XKCVPTI&q=ISOLA%20or%20DELLE%20or%20FEMMINE

Graduatoria dei progetti ammessi a


finanziamento presentati nellambito del Bando
pubblico per lattribuzione di contributi
economici in materia di riduzione e prevenzione
della produzione dei rifiuti, di raccolta
differenziata e riciclaggio
Approvazione della graduatoria dei progetti ammessi a FINANZIAMENTO presentati nellambito
del Bando pubblico per lattribuzione di contributi economici in materia di riduzione e prevenzione
della produzione dei rifiuti, di raccolta differenziata e riciclaggio
Bando allegato al DM n. 239 del 12.08.2013, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 247 del
21.10.2013
Si rende noto che in data 21 marzo 2014 (reg. N. 1, fog. 1505) stato registrato dalla Corte dei
Conti il Decreto del Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Direzione
Generale per la Tutela del Territorio e della Risorse Idriche n. 4878 del 3 marzo 2014, con il
relativo allegato, recante l'approvazione della graduatoria dei progetti ammessi
a FINANZIAMENTO presentati nell'ambito del Bando pubblico per lattribuzione di contributi
economici in materia di riduzione e prevenzione della produzione dei rifiuti, di raccolta
differenziata e riciclaggio, rivolto ai Comuni italiani ubicati nel territorio delle Regioni oggetto di
procedure di infrazione o di condanna da parte della Corte di Giustizia per violazione della
normativa comunitaria in materia di rifiuti, i cui Consigli comunali, alla data di scadenza del
termine di presentazione della domanda, oggetto del Bando, risultavano sciolti con Decreto del
Presidente della Repubblica a causa di collegamenti diretti o indiretti con la criminalit organizzata
di tipo mafioso o similare, ai sensi di quanto previsto dal D.Lgs 18 agosto 2000, n. 267 e s.m.i..
Documentazione in allegato:

http://www.minambiente.it/bandi/graduatoria-dei-progetti-ammessi-finanziamentopresentati-nellambito-del-bando-pubblico

Related Interests