You are on page 1of 3

II Sport La Provincia

Lunedì 19 aprile 2010

Prima, giornata 31 4’

8’
LA PARTITA AI RAGGI X
Cremonese in vantaggio. Musetti scatta da metà campo,
dribbla tutti i difensori e poi viene toccato da Consumi in area.
Calcio di rigore, che Zanchetta trasforma
Musetti apre per Coda, che calcia debole verso la rete. Pardini mette in
CREMONESE 5 angolo
FIGLINE 1 11’ Punizione di Ghinassi, palla a lato di poco
Cremonese: Paoloni, G. Bian- 14’ Punizione di Frediani, para Paoloni
chi, Sales, Fietta, Viali, Cremo- 17’ Cremonesi non calcia, viene spinto a terra ma per l’arbitro non è rigore
nesi, Pradolin (dall’11’st Tacchi- 26’ Ci prova Fioretti, Paoloni mette in angolo
nardi), Zanchetta, Musetti, Niz-
zetto (dal 25’st Villar), Coda 32’ Paoloni anticipa Mugnaini su cross di Pasquini. Il giocatore si fa male
(dal 33’st Varricchio). A disposi- ed è costretto al cambio
zione: G. Bianchi, Galuppo, Ca- 39’ Paoloni salva su Frediani
rotti, Gilioli. All. Venturato. Raddoppio della Cremonese. Zanchetta batte una punizione e
Figline: Pardini, Mugnaini (dal 42’ trova in area Viali pronto a colpire di testa e ad infilare Pardini
36ìpt Duravia), Pasquini (dal nell’angolino basso alla sua destra
25’st Redomi), Ghinassi, Con- 3’st Tiro di controbalzo di Coda, para Pardini
sumi, Bettini, Guerri (dal 33’st
Villafane), Campolattano, Fio- 5’ Nizzetto apre a Fietta, che di destro calcia alto
retti, Fanucchi, Frediani. A di- Rete del Figline. Viali spinge in area Fanucchi e l’arbitro indica
sposizione: Casini, Cosentini, 6’ il dischetto. Sulla palla va Fioretti, che spiazza nettamente
Spuntarelli, Sanni). All. Torricel- Paoloni sulla sua sinistra
li. 10’ Paoloni salva in uscita su Frediani
Arbitro: Giacomelli di Trieste
(assistrnti Colongo di Verbania 15’ Paoloni esce e blocca un cross di Guerri
e Mosca di Chivasso). Terzo gol della Cremonese. A rete di testa ci va Cremonesi su
Reti: nel pt. Zanchetta (rigore) 25’ calcio d’angolo battuto dalla bandierina di destra da Zanchetta.
al 4’, Viali al 42’; nel st Fioretti Il difensore grigiorosso anticipa tutti
(rigore) al 6’, Cremonesi al 25’, 29’ Paoloni anticipa Redomi lanciato a rete
Musetti al 45’, Villar al 47’. 36’ Tiro di Musetti, para Pardini
Note: spettatori 3.500 circa
(937 paganti, 2.381 abbonati) 44’ Grande parata di Paoloni su tiro ravvicinato di Fioretti
per un incasso di 16.366 euro. Quarto gol della Cremonese. Zanchetta lancia Musetti, che
Nessun ammonito. Calci d’an- 45’ entra in area e supera con un pallonetto il portiere Pardini in
golo 5-4 a favore del Figline. Pri- uscita. La palla si infila sotto la traversa
ma della gara minuto di silenzio Quinto gol della Cremonese. Azione personale dell’argentino
per le vittime dell’incidente del- 47’ Villar, che parte da sinistra, dribbla un paio di giocatori e dal
la Val Venosta. limite dell’area infila di sinistro la porta del Figline
Il poster di Erminio Favalli campeggia sulla terna arbitrale

Finisce 5-1 con gol di Zanchetta, Viali, Cremonesi, Musetti e Villar. Un rigore a favore ed uno contro (Fioretti)

Cremo, una cinquina scacciacrisi


Dopo4pariilrotondosuccessosulFiglinecherafforzailsecondoposto
di Giorgio Barbieri
Il tecnico avversario
Nella giornata del ricordo e
dell’intitolazione della curva
Sud ad Erminio Favalli alla
Moreno Torricelli
Cremonese si chiedeva il ri-
scatto dopo quattro pareggi «Un passivo
consecutivi. La risposta final-
mente è arrivata, forte e deci- troppo pesante»
sa. Il malcapitato Figline, che
per la verità aveva poco da
chiedere al campionato, è
crollato sotto i colpi di una
squadra che stavolta è riusci-
ta a superare la solita crisi di
panico che si era scatenata
nella testa dei giocatori sul
gol dell’1-2 dei toscani. Il fina-
le di 5-1 forse è troppo pesan-
te per la truppa di Torricelli,
ma è tanto ossigeno per il san-
gue grigiorosso. Un risultato
che serve a scrollarsi di dosso
Arezzo e Varese e a rafforzare
il secondo posto nella domeni-
ca che vede la prima caduta
del Novara.
La Cremonese ha vinto per- L’esultanza di Cremonesi dopo il gol del 3-1 Il calcio di rigore trasformato da Zanchetta al 4’ del primo tempo Torricelli, mister del Figline
chè è stata capace di tenere al-
to il baricentro anche nel mo- CREMONA — Moreno
mento in cui ha sofferto la Torricelli è tornato allo Zi-
maggior spinta dei gialloblù, ni con il suo carico di scu-
ha vinto perchè stavolta mi- detti e trofei nazionali ed
ster Venturato ha effettuato i internazionali. Un ritorno
cambi con coraggio, ha vinto non sul campo, come era
perchè Musetti è stato super avvenuto con la maglia
e Zanchetta ha segnato e man- della Juve, ma sulla pan-
dato in gol tre volte i compa- china del Figline. A Cre-
gni di squadra. Il risultato ro- mona non aveva mai per-
tondo non cancella qualche so, ma ieri ha rimediato
amnesia di troppo, soprattut- una pesante scoppola.
to a metà della ripresa. Ma sta- «Per quello che la mia
volta lo stato confusionale è squadra ha fatto vedere -
durato poco tempo, sino al gol commenta a mente sere-
di Cremonesi che ha portato il na l’ex azzurro - il 5-1 è un
po’ troppo largo. Infatti
risultato sul 3-1. ce la siamo giocata alla
La prima novità della gior- grande contro una squa-
nata è legata al nome dell’ar- dra che lotta per la serie
bitro. In campo c’è Giacomelli B. In molti frangenti ab-
di Trieste e non Magno di Ca- biamo tenuto noi il gioco
tania. La nube islandese ha e con un pizzico in più di
bloccato gli aeroporti e il fi- attenzione sui calci d’an-
schietto siciliano è stato co- golo e sui calci piazzati
stretto a rimanere a terra. La Il fallo da rigore di Consumi su Musetti avremmo potuto portar
seconda è relativa alla forma- via un punticino. Resto co-
zione della Cremonese: a sini- e al 25’ pennella dalla bandie- munque molto contento
rina del calcio d’angolo un pal-
stra c’è il terzino destro Sales
in un ruolo inedito. L’esperi-
lone per la lo stacco perento-
rio di Cremonesi. Sul 3-1 le pa-
Trasferta di Novara per la prestazione».
Il rigore concesso in av-
vio ha incanalato la gara
mento comunque non andrà
male.
Il colpo di testa vincente di Cremonesi ure diventano un ricordo fasti-
dioso ed i grigiorossi trovano
Pullman grigiorossi verso una certa direzio-
ne? «E’ un episodio molto
Pronti via e la Cremonese è spreca un paio di occasioni Fallo netto di Viali su Fanuc- il gol al 45’ con Musetti (se lo I tifosi grigiorossi organiz- dubbio, d’altro canto l’ar-
in vantaggio. Musetti, ruba per raddoppiare e Paoloni è chi e gol dagli undici metri di meritava) con un bel pallonet- zano pullman per la trasfer- bitro non mi è sembrato
palla a metà campo, scatta, su- costretto ad un paio di salva- Fioretti. E’ il momento delle to su assist di Zanchetta e al ta di domenica prossima a in buona forma, nè da una
pera un paio di avversari e si taggi. Sino al minuto 42, quan- paure e la squadra comincia a 47’ con il giovane argentino Novara. Le iscrizioni si ri- parte nè dall’altra. Rima-
infila in area. Consumi lo toc- do Viali infila di testa il pallo- rinculare e a lasciare spazio Villar, autore di una splendi- cevono presso il Baricen- ne la soddisfazione di
ca, l’arbitro indica il dischet- ne del 2-0 su punizione battu- agli avversari. Paoloni è co- da azione personale. tro di piazza Ragazzai del aver disputato un ottimo
to. Dagli undici metri Zan- ta dalla destra da Zanchetta. stretto agli straordinari, nella Il presidente Giovanni Ar- ’99, dove avverrà anche la campionato, nel quale ab-
chetta non fallisce, calcia for- Nella ripresa la formazione nostra mente tornano a galla i vedi ha finalmente lasciato lo partenza domenica matti- biamo però raccolto meno
te e la palla si infila appena allenata da Torricelli sembra brutti ricordi di Lecco e Ales- Zini sorridente. Domenica si na. I tifosi puntano ad una di quanto abbiamo fatto
sotto la traversa alla destra partire meglio e al 6’ arriva sandria. Per fortuna Zanchet- va a Novara, niente paura. La bella partecipazione. vedere in campo». (m.fr.)
del portiere. La Cremonese anche il rigore per il Figline. ta è un distributore di palloni Cremonese se la può giocare.
La Provincia
Lunedì 19 aprile 2010 Sport III

LE PAGELLE
di Giorgio Barbieri

Paoloni - Stavolta non


compie il miracolo sul calcio di
rigore, ma è decisivo in almeno 6,5
due altre situazioni

A. Bianchi - Partita tran-


quilla in fascia destra, senza
mai andare in affanno. E si met-
te anche a disposizione per
6,5
qualche puntata in avanti

Sales - Se la cava bene nel


ruolo di terzino sinistro. Avrà
anche piedi un po’ ruvidi, ma la 6,5
volontà non gli manca di certo

Fietta - E’ ancora nella fase


del recupero della forma. Non
è svelto nel rovesciare il gioco, 6
qualche volta è macchinoso

Viali - Un gol di testa, a con-


ferma delle sue qualità aeree.
Nella ripresa regala però il rigo-
re al Figline e commette qual-
6,5
che errore
Zanchetta posa con l’argentino Villar. A destra il pallonetto di
Musetti che ha portato il risultato sul 4-1 (fotoservizio Ib frame)
Cremonesi - Segna il
Il tecnico soddisfatto: «Retto bene al momento di black out rispondendo con un gol» suo primo gol stagionale con
un imperioso e potente stacco 7
di testa. Commette qualche im-

Finalmente la reazione giusta precisione ma chiude i conti

Pradolin - E’ un altro gio-


catore che in campo dà tutto.
Spinge, cerca di chiudere, va a
contrastare. Dovrebbe anche
6,5
Venturato: «Ho rivisto i veri valori tentare il tiro qualche volta

di un gruppo che non molla mai» Zanchetta - Ha un mo-


mento di difficoltà fisica a metà

Dopo il gol del Figline solito disco


ripresa, ma non sbaglia il rigore
ed ha al suo attivo assist su tre
7
di Ivan Ghigi
con fischi ripetuti del pubblico, segno altri gol grigiorossi
CREMONA — Con una Cremonese tor- che la sfiducia permane. «Io mi auspi-
nata ad assomigliare a quella dell’an- co che prima o poi dal pubblico arrivi
data, anche Roberto Venturato ritrova sostegno ed entusiasmo per darci un Musetti - Il migliore in cam-
il sorriso di un tempo. Il punto cruciale aiuto ma francamente preferisco guar-
è stata la resistenza della squadra nel dare positivamente alla prossima gara po. Lotta su ogni pallone, corre
momento classico di black out.
«La gara è stata positiva — spiega il
contro il Novara».
Il ko della capolista potrebbe porta-
e mette in risalto le sue qualità
tecniche. Ieri si è ampiamente
8
tecnico — con il solito calo nella ripre- re beneficio alla Cremonese: domeni- guadagnato il gol
sa al quale però abbiamo risposto bene ca basterà anche un pareggio ai pie-
con una buona gestione. Abbiamo mes- montesi per salire in B. «Il Novara ha
so qualcosa in più rispetto al solito». fatto un campionato strepitoso e non
La differenza secondo Venturato sta mi sorprende la vittoria del Benevento
Nizzetto - Non so se gli or-
anche in un altro aspetto. «Per una vol- che resta una delle squadre più attrez- dini dell’allenatore siano quelli
ta ho potuto fare i cambi per mantene-
re l’equilibrio e non perché qualcuno zate del girone. Noi ce la giocheremo».
Villar è entrato rispondendo anche
di fare il mediano e non il tre-
quartista. Comunque così non
5,5
si è fatto male. Il resto è solo merito
del gruppo che ha tirato fuori gli stessi con un gol. «Dal punto di vista tecnico si vede quasi mai
valori visti all’andata e ha messo tanto ha buone qualità, è importante averlo
impegno». a disposizione e poterlo utilizzare. Le
In vista dei playoff sembra che la altre volte ho dovuto fare i cambi in vir- Coda - Non sempre si fa tro-
condizione di tutti non sia ancora al tù degli infortuni, stavolta ho potuto
vare in posizione sugli assist di
top; Nizzetto ci sembra ancora lontano
parente del giocatore visto all’andata.
schierarlo per dare un aiuto alla squa-
dra. Un altro punto a nostro favore per Musetti, ma collabora bene 6
«Nel primo tempo ha preso una ginoc- prepararci bene alla fase finale della con il compagno di reparto
chiata e con il tempo ha accusato la bot- stagione».
ta. Penso che oggi la cosa più importan- Il bicchiere è ancora mezzo pieno o
te sia ritrovare una squadra che mette pieno per trequarti? «E’ un po’ più pie- Tacchinardi - Entra al
La grinta di Roberto Venturato voglia e determinazione». no». posto di Pradolin e gioca sulla
fascia destra. E’ importante in 6
Giocatori contenti, Villar: «Felice per il gol, sempre pronto a dare un aiuto alla squadra» fase di chiusura

«Un successo che aiuta l’autostima»


CREMONA — Il capitano William ro? «Mi hanno chiuso due difensori,
Villar - L’argentino dimostra
di avere grandi qualità. Il gol è
un piccolo capolavoro di drib-
bling, intelligenza e precisione
nel tiro
7
Viali ha risposto con un gol dopo la lo specchio della porta era ridotto ma
prova di Alessandria. Lo stesso presi- sono riuscito a infilare lì la palla».
dente Giovanni Arvedi ha confidato Novara più vicino. «Le possibilità Varricchio - Entra per fa-
al cronista di essere contento per il sono quasi zero, non pensiamo alla re fiato in vista dei playoff. Non
capitano.
«Mi fa piacere sapere che il primo
rincorsa sul Novara. Andiamo là per
giocarci la partita, ma adesso possia- riesce ad andare al tiro ma fa sv
dirigente della Cremonese abbia det- mo goderci il riposo fino a martedì». più volte da sponda di testa
to questo. Stavamo attraversando un Riccardo Musetti mette un bel si-
momento poco bello quanto a risulta- gillo su una gara stratosferica. L’at-
ti, anche se le prestazioni stavano cre- taccante ha fatto tantissimo movi- Venturato - Il risultato
scendo. Come capitano mi sentivo mento mettendo spesso in difficoltà che ci voleva per ritrovare mo-
la difesa toscana, spesso molto rude
più responsabile per la situazione».
Gol importante quello di Viali, ma nel fermarlo.
«Siamo contenti per la gara, final-
rale e fiducia. Stavolta nel fina-
le osa e la squadra lo ripaga
7
c’è un rigore che pesa sulla coscien-
za? «Ho fatto saltare la palla che ha mente è arrivato un riscatto che inse- con due gol uno dopo l’altro
preso un rimbalzo strano, ma il rigore guivamo da tempo ma che per un mo-
non mi guasta la festa perché mi è pia- tivo o per l’altro non riuscivamo a rag-
ciuta la reazione della squadra. Cre- giungere. Il gruppo ha dato ancora
prova di maturità e carattere, ma se Arbitro - Giacomelli di Trie-
do che per uscire dalla nostra crisi do- prima riusciva a rovinarsi da solo la
veva servire una situazione simile al-
le altre e dunque aver reagito al soli-
festa, adesso se la può godere tutta».
Finalmente un rigore a favore do-
ste non convince del tutto. E
molto meno lo fanno i suoi due
5,5
to gol è stato importante. Stiamo ri- po 26 giornate. «Sì ma dopo quello
trovando molte cose che hanno reso assistenti
non ha più fischiato nulla».
la Cremonese formidabile all’anda- In settimana avevi detto che la
ta. Abbiamo allontanato parte della squadra doveva cercare la prestazio-
negatività che ci portavamo dietro e ne. «E’ così, tanto è vero che riesco a Figline - Pardini 5,5, Muganini 6, Pa-
visti i risultati ci confermiamo anco- Il tiro dell’argentino Villar che regala il 5-1 per la Cremonese godermi il gol. Ultimamente segnavo squini 5,5, Ghinassi 5,5, Consumi 5, Bet-
ra la prima squadra alle spalle del for- ma non me lo godevo perché non por- tini 5,5, Guerri 5, Campolattano 5,5, Fio-
te Novara». diventa ora il salvatore della patria, della vittoria della squadra. Io mi tavamo a casa i tre punti, stavolta è retti 6,5, Fanucchi 7, Frediani 5,5, Dura-
Ricardo Villar entra e nel finale si ma il suo guizzo ha aperto gli occhi su aspetto sempre di poter giocare e di diverso. Con questa prova ritroviamo
concede una prodezza che manda su un’interessante alternativa quando dare una mano alla squadra e oggi sia- anche più autostima, mettiamo da via 6, Redomi 6,5, Villafane sv. All. Torri-
di giri lo stadio. L’argentino (che na- occorre cambiare passo. «Sono con- mo nuovamente secondi da soli». parte la paura che ultimamente ci fre- celli 5,5.
sce seconda punta e non esterno) non tento del gol dopo poche presenze e Sul gol avevi poco spazio per il ti- nava». (i.g.)
IV Sport La Provincia
Lunedì 19 aprile 2010

POLPACCI Musetticome alsolito dàlaprima spinta,ma questavoltalasquadra seguel’esempio, insomma perfortuna...


&
NUVOLE
Non c’è solo il Riccardo
NonsisentepiùilrichiamodellasquadrafemminaperilGrandeGuaio to drastico tra le lusinghe della apprezzare anche per possesso
di Giovanni Ratti
fase offensiva e gli stenti della palla perchè se serve ci mette

S ai per caso come si fa a fase difensiva deve aver per- una vita a rinviare infilava nel-
mettere qualcosa all’asta suaso una buona volta la Cre- la partita la prima di tre o quat-
su ibèi? Perchè nelle aste mo che l’unica cosa di cui deve tro parate complicate.
onlàin va forte il vìntig, così mi aver paura è proprio la paura Nizzetto ispirava un epigram-
è venuta l’idea di vendere la (spero non ti sfugga la citazio- ma, si è spento lo spunto, spe-
mia tariffa del telefonino, qual- ne di L.B. Johnson). Se gioca, riamo rispunti la spinta (do-
cosa varrà dato che pare che in se si lascia giocare, questa manda respinta?). Intanto usci-
giro si trovino più Nsu Prinz squadra senza essere chissà va Mugnaini col suo cognome
che tariffe come la mia. Che il che ha risorse che possono ri- da ciclista, Sales continuava a
mio gestore ogni volta che fac- sultare vincenti. Se si lascia ar- giocare moltissimo un po’ per
cio un numero lui tira su una pionare dai crampi dell’ansia, noi un po’ per loro ma questo è
bottiglia di Krug del ’98. E ve- se offre la propria area come se- solo amore di battuta, in realtà
drai che uno che me la compra de del raduno nazionale degli impiegato contromano era fe-
lo trovo, c’è gente che collezio- incubi calcistici, allora emette dele alla legge di Bristow,
na tappi della vasca da bagno l’irresistibile richiamo della m’impiego ma non mi spezzo.
usati fatture di idraulico (intro- squadra femmina per il Guaio Se non sai chi è Bristow non ti
vabili) mezzelune di unghia Gigante, che masculo iè. voglio rovinare il gusto folle
d’alluce, e quasi mi dispiace La curiosità di vedere come della scoperta.
perchè tanto non telefono mai stavano le cose l’ha avuta al- Il due a zero lo faceva Viali,
a nessuno e l’unica che mi chia- l’inizio Frediani, che all’anda- che poi preso da un’ispirazione
ma è mia mamma quando sba- ta era stato il nostro Freddy degna di quell’altro William,
glia numero, che ce l’ho quasi Krueger mettendoci tanta pau- quello dell’Enricoquinto, dedi-
uguale alla sua amica Teresa. ra da infliggerci un 3-3 pesante cava un poemetto a chi aveva
come una sconfitta. Ma Muset- rimesso in circolo vecchi pette-
E poi io sono uno che si affezio- ti alla prima palla ha dimostra- golezzi ai quali non ci crederai
na, Fred Buscaglione aveva il to che essere un bisontino non ma qualcuno abbocca ancora.
whisky facile io ho la nostalgia esclude di essere anche furbo, Partita chiusa, non si trattasse
facile, e così mi è quasi dispia- consegnando a Zanchetta il ri- della Cremo. Che infatti riusci-
ciuto che gliene abbiamo dati gore del vantaggio scacciapen- va a farsi fare il due a uno e le
così tanti al Figline con quelle sieri. Il Figline meno concen- venivano un po’ le gambe da
maglie vecchi tempi e quelle Perfetta la torsione di testa di Viali sulla punizione battuta da Zanchetta per il 2-0 grigiorosso trato di un brodo di dado è sta- cerbiatto appena nato, ma Pao-
facce da ragazzoni in gita e to risparmiato perchè alcuni loni che ha atteggiamenti da
quell’allenatore che non so co- mo regalati la goleada. E ci sa- straccio di capobranco ha un bi- dria amletica di piantarla di grigiorossi hanno l’istinto kil- film di Thomas Milian e nume-
me mi ricordava tempi miglio- rebbe mancato altro che fosse sogno matto e disperatissimo. guardare il pallone come fosse ler di una coccinella, ma ha li- roni da portierone evitava com-
ri. mancato il timbro di Musetti Che credevamo di averlo per- il teschio di Yorik. berato in area Freddy, rimonta- plicazioni e Cremonesi chiari-
Il Figline non è mai stato sfio- Riccardo, il camallo che quasi so (ricordati la parabola del bi- E non è che tuttinduntratto - to dall’umile utile Pradolin. va che non era l’ora dei pipi-
rato dalla tentazione di incre- da solo ha scaricato dalla nave sontino smarrito) in uno strano nota la dotta citazione di Dap- Musetti preda da un mese di strelli. Zanchetta (non una par-
spare il ritmo, quindi stavolta il carico tossico di paure che ri- labirinto di finte fatte alle om- porto nel Carosello della pasta un attacco di bulimia calcistica tita tutta in maiuscole, ma un
il peggio che siamo riusciti a schiava di colarla a picco. Che bre passaggi alla indovinala- del capitano - siamo (ri)diven- si moltiplicava in campo come gol e tre assist) era in debito
farci è stato una teoricissima chi è di turno nella Celeste grillo tiri rifiutati, ma ha ritro- tati irresistibili, queste parole in un gioco di specchi, Sales in- con Musetti e lo saldava ispi-
riapertura della partita sul Stanza dei Bottoni ce lo conser- vato la bussola diventando per crociate erano facilitate dal- cassava senza una smorfia una randogli il 4-1, Villar ne faceva
due a uno, ma i vampiri quelli vi, il bisontino che sta guidan- selezione naturale ed elezione l’incrociare una squadra che pallonata a bruciapelo che un altro e mi hanno detto che è
veri non sono mai usciti dalla do l’ancora ondivaga carica di spontanea il capobranco che ha già soddisfatto le proprie ur- avrebbe steso un Miura, Paolo- stato un bel gol, ma io ero già in
bara e anzi con gli avanzi ci sia- questa squadra che di uno serviva per dire a questa man- genze stagionali. Ma il confron- ni uno dei portieri che si fanno bici.

ScopertalatargaperErminioallapresenzadellafamiglia,delpresidenteArvedi,delsindacoPerriedeitifosi

Ora la curva Sud si chiama Favalli


Grandi applausi, tanti cori e
qualche lacrima per l’intitola-
zione ufficiale della curva Sud
dello stadio Zini ad Erminio Fa-
valli. A svelare la targa di mar-
mo, che campeggia sulle scale
all’ingresso della curva grigio-
rossa la moglie Laila ed il figlio
Christian. Presenti anche la fi-
glia Samantha e la sorella Ma-
riuccia. A fare gli onori di casa
il presidente Giovanni Arvedi, Il presidente Giovanni Arvedi, i parenti di Erminio e i tifosi
il vice Maurizio Calcinoni, il di-
rettore generale Sandro Turotti ste Perri, che ha avuto parole di tifosi della curva, ha ricordato Christian Favalli ha ringrazia- A destra
e il consigliere Beppe Carletti. ricordo per l’amico Erminio. la figura di Favalli, «uno di noi, to la società ed i tifosi per l’affet- Christian e
E non è voluto mancare nemme- Il presidente Giovanni Arve- una persona che non dimenti- to per il papà a due anni dalla Laila Favalli
no il sindaco di Cremona, Ore- di, letteralmente osannato dai cheremo mai». sua scomparsa. svelano la targa

I TABELLINI DI PRIMA DIVISIONE

Acori torna al Benevento e strappa un successo contro la capolista che rinvia il salto in B La classifica dei marcatori
Paulinho (Sorrento)
Anche il Novara assaggia la prima sconfitta è al secondo posto
Musetti avanza
18 reti: Le Noci (Pergocrema).
BENEVENTO 1 AREZZO 1 FOLIGNO 1 14 reti: Chianese (Arezzo), Mot-
NOVARA 0 VIAREGGIO 1 VARESE 1 ta (Novara), Paulinho (Sorren-
Benevento: Gori; Pedrelli, Cattaneo, Landaida, Paler- Arezzo: Mazzoni; Music, Figliomeni, Cannarsa, Rizza; Er- to).
Foligno: Rossini; Gregori, Furiani, Lispi; Gallozzi (31' st 12 reti: Evacuo (Benevento),
mo; Vacca, De Liguori; Ciarcià (25’ st La Camera), Castal- pen (25’ st Essabr), Miglietta, Venitucci, Croce (22’ st De Calderini), Borgese (35' st Fondi), Sciudone, Rossi; Giaco-
do, D’Anna (33’ st Ignoffo); Evacuo (40’ st Bueno). All. Oliveira); Chianese, Maniero (30’ st Fofana). All. Galderisi. Musetti (Cremonese), Frediani
melli, Virdis (8' st Turchi), Cavagna. All. Fusi. (Figline), Giacomelli (Foligno).
Acori. Viareggio: Ravaglia; Carnesalini, Fiale, Benassi, Barsotti; Varese: Moreau; Pisano, Dos Santos, Camisa, Armeni-
Novara: Fontana; Gheller, Lisuzzo, Centurioni, Gemiti; Falivena (38’ st Costantino), Reccolani, Mandorlini (1’ st 11 reti: Artico (Alessandria),
Drascek (30’ st Vicentini), Porcari, Rigoni; Motta (12’ st Pizza); Cristiani (9’ st Marolda), Guadalupi; Eusepi. All. se; Zecchin (17' st Corti), Buzzegoli (43' st Gambadori), Cozzolino (Como), Bertani (No-
Rubino), Ventola (20’ st Gonzalez), Bertani. All. Tesser. Rossi. Osuji, Carrozza; Ebagua, Neto Pereira (17' st Aloe). All.: vara), Ripa (Pro Patria), Ebagua
Arbitro: Barbiero di Vicenza. Arbitro: Pasqua di Tivoli. Sannino. (Varese.
Rete: pt 19' Evacuo rig. Reti: pt 13' Maniero; st 45' Eusepi. Arbitro: Tidona di Torino. 10 reti: Clemente (Benevento),
Note: spettatori 4.100 circa. Ammoniti: Gheller, Drascek, Note: spettatori 1.877. Espulso il tecnico Galderisi (51' st) Reti: st 26' Ebagua, 42' Sciaudone. Coda, Guidetti (Cremonese),
Pedrelli, Gemiti, Gori. per proteste. Note: spettatori 1.794. Ammoniti: Rossi, Aloe. Turchi (Foligno), Samb (Mon-
za), Bondi (Perugia).

LECCO 1 LUMEZZANE 0 PAGANESE 3 SORRENTO 3


PERUGIA 0 COMO 0 ALESSANDRIA 1 PRO PATRIA 0
Lecco: Orlandi; Cortese, Bartolucci, Arrigoni, Ma- Lumezzane: Trini; Formiconi, Mei, Emerson, Pini Paganese: Pantanelli; Grimaldi, Panini, Esposito, Sorrento: Marconato; Di Nunzio, Fernandez, Lo
teo; Pedotti, Antonioni, Corrent (28’ st Galli), Cia- Sciannamè; Izzo (24’ st Tufano), Vicedomini, Mai- Monaco; Vanin, Fialdini, Greco (42' st Arcidiaco-
(40' st Nicola); Pintori (31' st Faroni), Calliari, Grip- no), Raggio Garibaldi (36' st Esposito), Angeli; Pau-
no; Sau (31’ st Giannone), Guglieri (8’ st Verone- po (13' st Lauria), Bradaschia; Galabinov, Daud. sto (23’ st Cucciniello), Memushaj; Ibekwe, Lasa-
se). All. Magoni. gna (14’ st Tortori). All. Palumbo. linho (44' st Pignalosa), Carlini. All. Simonelli.
All. Menichini. Pro Patria: Caglioni; Del Grosso (1' st Rudi), Rinal-
Perugia: Benassi; Taccucci, Lacrimini, Stamilla Alessandria: Servili; Pucino, Cammaroto, Signori-
(35’ st Sansotta); Urbano, Bonomi, Forò, Cazzolla Como: Zappino; Maggioni, Conti, Gonnella, Goret- ni, Schettino (1’ st Artico); Fantini, Buglio, Briano, di, Chiecchi, Bruccini; Urbano, Cristiano (26' st
ti (50' st Fragiello), Franco; Zerzouri (38' st Agodi- Giambruno), Serafini, Palermo (43' pt Chiodini);
(13’ st Purulli), Federici (21’ st Martini); La Vista, Damonte (12’ st Porrone), Motta (24’ st Volpara); Sarno, Ripa. All. Di Fusco.
Paponi. All. Buzzi. rin), Salvi, Riva, Filippini; Cozzolino. All. Brevi-Stra- Ciancio. All. Borla.
no. Arbitro: Merchiori di Ferrara.
Arbitro: Barbenno di Brescia. Arbitro: Peretti di Verona. Reti: pt 24' Paulinho; st 20' Paulinho, 27' Carlini
Rete: st 33' Antonioni. Arbitro: Zanichelli di Genova. Reti: pt 3’ Ibekwe; st 15’ Esposito, 19’ Tortori, 34’ rig.
Note: spettatori 1779. Ammoniti: Taccucci, Pedot- Note: spettatori 850 circa. Ammoniti: Maggioni, Artico. Note: spettatori 538. Espulso Caglioni (25' st) per
ti. Gonnella, Grippo, Franco, Daud, Mei, Riva. Note: spettatori 1.000 circa. Ammoniti: Pucino. comportamento antisportivo.