You are on page 1of 19

Istituto Tecnico per

Geometri Raffaele
Petrucci
Sede centrale:Via R. Teti N. 1 Catanzaro
Succursale: Via Melito Porto Salvo -
Catanzaro Lido

Funzione strumentale sostegno ai Docenti


a.s. 2006/2007
Sussidi didattici per il corso di Costruzioni Edili

Prof. Giacomo Sacco

esercizi svolti di
statica di
strutture piane
isostatiche
(aggiornamento)
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

Indice
Esercizio N. 1 - Trave appoggiata con forza concentrata pag. 3

Esercizio N. 2 Trave appoggiata con carico uniformemente distribuito


pag. 4

Esercizio N. 3 Trave incastrata con forza concentrata allestremit pag. 5

Esercizio N. 4 Trave incastrata con carico uniformemente distribuito pag. 6

Esercizio N. 5 Trave appoggiata con forza concentrata inclinata pag. 7

Esercizio N. 6 Trave appoggiata con sbalzo e carico uniformemente


distribuito pag. 8

Esercizio N. 7 - Trave appoggiata con sbalzi pag. 9

Esercizio N. 8 Trave incastrata ed appoggiata con cerniera interna pag. 10

Esercizio N. 9 - Portale zoppo a tre cerniere pag. 11

Esercizio N.10 - Arco a tre cerniere pag. 13

2
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

3
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

Esercizio N. 1 - Trave appoggiata con forza concentrata

Una struttura semplice, come la trave in figura ha tre gradi di libert,


ossia tre possibilit di muoversi in modo diverso, tali possibili movimenti sono:
traslazione orizzontale, traslazione verticale, rotazione intorno ad un punto. Tali
spostamenti vengono impediti dai vincoli attraverso le reazioni vincolari. Il
calcolo delle reazioni vincolari avviene impostando tre equazioni di equilibrio:
equilibrio alla traslazione orizzontale, equilibrio alla traslazione verticale,
equilibrio alla rotazione.

Questi tre equilibri sono verificati quando, rispettivamente, la somma


delle forze orizzontali uguale a zero, la somma delle forze verticali uguale a
zero, la somma dei momenti, calcolati rispetto ad un punto generico, uguale
a zero. Su questultima equazione di equilibrio si precisa che il punto pu
essere qualsiasi e non deve necessariamente fare parte della trave.
Naturalmente conviene, per comodit di calcolo, fare coincidere, tale punto,
con uno degli appoggi, perch in tal modo, compare una incognita in meno
nellequilibrio alla rotazione e quindi, il sistema si risolve pi facilmente.
Impostiamo quindi le tre equazioni di equilibrio, in questo caso, per lequilibrio
alla rotazione abbiamo scelto il punto A.

Il verso delle reazioni viene scelto a piacere, anche se buona norma che
si scelgano versi tali da fare in modo che le reazioni si oppongano alle forze
esterne. Nel caso in cui la scelta dei versi non stata appropriata, le reazioni
che si otterranno dal calcolo avranno il segno meno.

Oa 0 equilibrio alla traslazione orizzontale



Va F Vb 0 equilibrio alla traslazione verticale
F a V (a b) 0 equilibrio alla rotazione
b

4
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

Oa 0 Oa 0

Va 10.000 Vb 0 Va Vb 10.000
10.000 2 V (2 3) 0 20.000 5 V 0
b b


Oa 0 Oa 0 Oa 0

Va Vb 0.1 0 Va 0.1 0 Vb Va 0.1 0 4.0 0 6.0 0 daN
5V 0.2 0 0.2 0 V 4.0 0 d N
b V 4.0 0 d N b a
b a
5
Esercizio N. 2 Trave appoggiata con carico uniformemente distribuito

Si ricorda che il carico uniformemente ripartito q il carico che agisce su di un


metro di trave. Scegliamo come punto rispetto al quale calcolare i momenti, il
punto A.

5
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco


Oa 0 Oa 0
Oa 0

Va Vb q l 0

Va Vb .2 0005 0 Va Vb 10.000 0
l
Vb l q l 0
2
5 Vb 5 25.000 0
Vb 5 .2 000 5 0
2


Oa 0 Oa 0 Oa 0

Va Vb 0.1 0 Va 0.1 0 Vb Va 0.1 0 5.0 05.0 0 daN
V 5 5.2 0 0 5.2 0 0 V 5.0 0 daN
b V 5.0 0 daN b
b
5

6
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

Esercizio N. 3 Trave incastrata con forza concentrata allestremit

Lincastro esercita tre reazioni vincolari: una reazione orizzontale,


indicata con O, una Verticale, indicata con V ed un momento, indicato con Mi.
Il verso delle reazioni stato messo a piacere, cos come il senso di rotazione
della reazione Mi. Se tale verso scelto non appropriato, le reazioni calcolate
avranno il segno negativo. Come punto rispetto al quale calcolare i momenti,
si scelto lincastro. Si ricorda che la reazione Mi gi un momento, pertanto
assolutamente non va moltiplicata per la distanza.

O0 O 0 O0 O0

VF0 V 16.0 00 V16.0 V16.0 daN
MFl0 M16.0 20 M 32.0 00 M 32.0 dNm
i i i i a
7
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

Esercizio N. 4 Trave incastrata con carico uniformemente distribuito

Come al solito stato scelto lincastro come punto rispetto al quale calcolare i
momenti.


O0 O0 O0 O0

Vql0 Vql V2.0 2,5 V5.0 daN
l l2 2,52 M 6.250 d Nm
Miql 0 Miq Mi2.0 i a
2 2 2

8
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

Esercizio N. 5 Trave appoggiata con forza concentrata inclinata

Quando si in presenza di una forza inclinata, la si scompone secondo una


direzione orizzontale ed una direzione verticale. Le componenti orizzontali e
verticali, vengono calcolate usando le funzioni trigonometriche Seno e
Coseno.

Fv F sen 10.000 sen30 5.000 d a N


Fo F cos 10.000 cos 30 8.660,24 d a N

9
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

a FO o 0 Oa8.6 0, 402 Oa8.6 0,24



a b FVV v 0 a VV b 5.0 0 Va5.0 Vb
F aV a b 0 5. 0 20 V 2 03 10. 0V 50
v b b b

Oa 8.6 4,24 Oa 8.6 4,24 Oa 8.6 4,24 daN

Va 5.0 0Vb Va 5.0 0Vb Va 5.0 02.0 03.0 0 daN
V 5 0.1 0 0 0.1 0 0 V 2.0 0 d N
b V 2.0 0 b a
b
5

Esercizio N. 6 Trave appoggiata con sbalzo e carico uniformemente distribuito

q = 1000 daN/m

l = 4,00 m

a = 1,00 m

10
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

Va Vb q l a 0 equilibrio alla traslazione verticale


l a 0 equilibrio alla rotazione rispetto

b V l q l a ad A
2
Oa 0 equilibrio alla traslazione orizzontale

Sostituendo I valori si ha:

Va Vb 1000 4 1 0
Va Vb 5000 0 Va Vb 5000 0

4 1 0
b V 4 1000 4 1 bV 4 12500 0 Vb 4 12500
2 O 0 O 0
O a 0 a a

Va 5000 Vb Va 5000 3125 1875 d a N




Vb 3125 d a N
12500
b V 3125 d a N
4
Oa 0 O 0
a

Esercizio N. 7 - Trave appoggiata con sbalzi

11
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

q= 4.000 daN/m; F=10.000 daN;

Come convenzione dei segni stata assunta quella degli esercizi precedenti. Il
carico distribuito, stato suddiviso in due parti: q*1.00 che il carico sullo
sbalzo, e q*4.00, che il carico in campata. Tale suddivisione facilita la
scrittura dellequilibrio alla rotazione, ma, ovviamente, non indispensabile.
Per lequilibrio alla rotazione si scelto il punto A.

Va Vb q 1 4 F 0 Va Vb 4.000 5 10.000 0
1
4 1
Vb 4 F 4 1 q 4 q 1 0 Vb 4 10.000 5 4.000 8 4.000 0
2 2 2
Ob 0 Ob 0

12
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

Va 30.000 Vb Va Vb 30.000 0 Va 30.000 Vb Va 30.000 Vb



80.000
Vb 4 80.000 Vb 4 80.000 0 Vb 4 80.000 b V 20.000
O 0 O 0 O 0 4
b b b Ob 0

Va 30.000 20.000 10.000 d a N



Vb 20.000 d a N
O 0 d N
b a

13
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

Esercizio N. 8 Trave incastrata ed appoggiata con cerniera interna

q = 2000 daN/m ; l = 4,00 m ; a = 1,00 m ;

Si valuta la isostaticit della struttura: essendo composta da due parti collegate


da una cerniera interna, i gradi di libert totali della struttura sono 6 (2x3). Le
reazione vincolari sono: 3 dovute allincastro, 1 dovuta al carrello, 2 dovute alla
cerniera interna, quindi 6 in totale. La struttura isostatica, anche perch la
disposizione dei vincoli tale da impedire ogni spostamento.

Le incognite sono 4, per calcolarle servono 4 equazioni di equilibrio, 3


riguardano lintera struttura e sono: equilibrio alla traslazione verticale,
equilibrio alla rotazione rispetto ad un punto generico, in questo caso stato
scelto il punto A, equilibrio alla rotazione rispetto alla cerniera interna di una
sola parte di struttura, in questo caso si scelto la parte di destra rispetto alla
cerniera interna, conviene sempre fare in modo che compaia la stessa reazione
che compare nellequilibrio globale alla rotazione, in questo caso Vb.

Va Vb q l a 0 Va Vb 2000 4 1 0

Vb l a M A q l a l a 0 Vb 4 1 M A 2000 4 1 4 1 0
2 2

V a qa a 0 V 1 2000 1 1 0
b 2 b 2
O 0 O 0
A A

14
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

Va Vb 10000 0 Va Vb 10.000 Va Vb 10.000


V 5 M 25000 0 M 25000 V 5 M 25000 1.000 5
b A A b A

Vb 1000 0 Vb 1000 Vb 1000
O A 0 O A 0 O A 0

Va 9.000 d a N
Va 10.000 Vb Va 10.000 1.000
M 20.000 M 20.000 M 20.000 d N m
A A A a

Vb 1000 Vb 1000
O A 0 O A 0 Vb 1.000 d a N
O A 0 d a N

Esercizio N. 9 - Portale zoppo a tre cerniere

Per
lequilibrio
alla
rotazione si
scelto il
punto A.

15
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

Oa F Ob q 2,00 0
V V 0
a b
2
F (2 1) q 2 1 Ob 1 Vb 4 0
2
2 4
q 2 Ob 2 Vb 0
2 2

Oa 10.000 Ob 2.000 2,00 0


V V 0 Oa Ob 6.000 0
a b V V 0
2 a b
10.000 (2 1) 2.000 2 1 Ob 1 Vb 4 0
2 30.000 8.000 Ob 1 Vb 4 0
2 4.000 Ob 2 Vb 2 0
2.000 2 Ob 2 Vb 2 0
2

Oa Ob 6.000 0 Oa Ob 6.000 0
Oa Ob 6.000 0 V V 0 V V 0
V V 0 a b
a b a b 4.000 Ob 2
Ob Vb 4 22.000 0 Ob 4 22.000 0
O
b b 1 V 4 22 .000 0 2
Vb 2 4.000 Ob 2 Vb 4.000 O 2
b 4.000 Ob 2
2 Vb
2

Oa Ob 6.000 Oa Ob 6.000
V V V V Oa Ob 6.000
a b a b V V
a b
Ob 8.000 Ob 4 22.000 0 5 Ob 14.000 0 14.000
Ob 2.800
V 4.000 Ob 2 V 4.000 Ob 2
5
b b 4.000 2.800 2
2 2 Vb 4.800
2

16
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

Oa 3.200 d a N
Oa 2.800 6.000
V V
a b Va 4.800 d a N

b O 2 . 800
Ob 2.800 d a N
Vb 4.800 Vb 4.800 d a N

17
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

Esercizio N.10 - Arco a tre cerniere

Tale esercizio riguarda un arco circolare a tre cerniere di raggio R. Viene risolto
per valori generici delle dimensioni e del carico applicato.

Va Vb q 2R 0 V a q 2 R Vb Va q 2R Vb Va q 2R Vb
O O 0 O O O O O O
a b
a b a b a b
1
Vb 2R q 2R R 0 Vb 2 R q 2 R R Vb q 2R R Vb q R
2R
R R
V R O R q R 0 O R q R V R R O q R qR
b b
2
b
2
b
Ob q Vb b 2
2

Va q 2 R q R Va q R Va q R

O O Oa q R Oa q R
a b
2 2
Vb q R
Vb q R Vb q R
O q R 2q R q R q R 2q R q R q R 2q R q R
b
2 2 b O bO
2
2 2 2

18
Statica dei sistemo piani - Autore: Ing. Giacomo Sacco

Il segno meno di Ob ci dice che tale reazione in realt diretta verso sinistra.

19